Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Torino 2006: polemiche in USA sulla qualità HD

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 22 Febbraio 2006, all 11:14 nel canale CINEMA

“Durante i Giochi Olimpici di Torino 2006 soltanto in 7 location sono utilizzate telecamere ad alta definizione. Il resto della produzione SD viene riscalato in HDTV e gli americani protestano”

Torino, Febbraio 2006. I Giochi Olimpici Invernali a Torino sono ancora in corso e benché la programmazione su Rai Due sia a definizione standard e in formato 4:3, le riprese effettuate dal TOBO sui campi di gara sono in formato 16:9 e in 7 location vengon utilizzate telecamere in alta definizione.

Il network statunitense NBC, la TV giapponese NHK ed altri piccoli network trasmettono in alta definizione non solo gli eventi provenienti dai 7 campi dove vengono utilizzate telecamere in alta definizione ma anche tutto il resto della programmazione che, benché sia a definizione standard, viene riscalato ad alta definizione.

Purtroppo, tra gli aretfatti di ricampionamento (da 720x576 a 1920x1080) e quelli di scan conversion (da 50Hz a 60Hz) il risultato non deve essere dei migliori. D'altra parte una copertura totale dei campi di gara con telecamere HDTV oggi sarebbe praticamente impossibile.

Il problema è che gli americani della NBC sembra che non abbiano spiegato con chiarezza che la maggior parte delle trasmissioni non erano a risoluzione HD ed alcuni utenti hanno iniziato a protestare.

Un esempio di cosa sta accadendo può essere ritrovato in un recente articolo di Shelly Palmer, Presidente dell' Advanced Media Committee che non risparmia commenti al vetriolo anche per la scelta delle inquadrature e per i commenti dei giornalisti sportivi americani, considerati inadeguati.

Lo stesso Shelly Palmer però conclude che gli spettatori che noteranno la differenza sono comunque pochi in relazione alla vastità del pubblico raggiunto dalle immagini, anche perché buona parte dei display HD Ready è probabilmente collegato ancora con segnali in video composito...

Per maggiori informazioni: advancedmediacommittee.typepad.com

 



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Raffaele pubblicato il 22 Febbraio 2006, 11:18
Questo da un lato ci fa comprendere quanto anche i paese che continuiamo a definire avanzati ( quanto meno in senso tecnologico ) abbiano i loro problemi, dall'altro ci pone ancora una volta ulteriori dubbi su quanto e quando avverrà la vera fruibilità dell'HD in Italia.
Commento # 2 di: acris pubblicato il 22 Febbraio 2006, 11:47
Ieri guardavo il pattinaggio e sono rimasto favorevolmente impressionato da cosa la Rai ha previsto: ogni postazione era dotata di 2 telecamere, sembravano uguali quindi deduco entrambe in HD, ipotizzo o per ridondanza o per avere per esempio una sui dettagli ed una con inquadratura completa.
Commento # 3 di: 16:9 pubblicato il 23 Febbraio 2006, 09:58
anch'io sono arrabbiato su questa situazione.
Ma siamo ancora aj tempi di pappagone?

Ho postato di recente (2 giorni fa) quanto è accaduto sul mio blog. L'articolo è visibile su: http://www.sedicinoni.splinder.com/post/7237554

Svegliamoci, anzi, Svegliatevi!
Commento # 4 di: shadowrunner pubblicato il 23 Febbraio 2006, 23:31
Mi ero posto anch'io quasta domanda.
Interessante!
Commento # 5 di: rmorlac pubblicato il 28 Febbraio 2006, 16:04
Non è la RAI...!

Non intendevo rievocare il pregevole programma di Boncompagni, ma ben sì il fatto che NON E' LA RAI A PRODURRE LE IMMAGINI DI TORINO 2006.
La RAI ha acuistato le immagini delle Olimpiadi dai vari Service europei che operano a Torino per tale occasione, quindi le telecamere SD e/o HD sono di questi ultimi.
Non diamo sempre addosso a mamma Rai, che già ne ha da scrollarsene... di dosso.