Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Polemiche su 'Le Crociate'

di Alessio Tambone, pubblicata il 11 Aprile 2005, all 08:33 nel canale CINEMA

“Mancano circa 30 giorni all'uscita nelle sale di Le Crociate e intanto si susseguono le polemiche politico/religiose sul conflitto tra Oriente e Occidente.”

Il regista Ridely Scott torna alla carica. Dopo il grande successo de Il gladiatore è pronto a deliziarci con uno dei due film più attesi del mese di maggio (l'altro è inutile citarlo...). In uscita mondiale il 6 maggio Le crociate, distribuito nel resto del mondo con il titolo di Kingdom of Heaven, narra la storia di un giovane fabbro francese che diventa il difensore di Gerusalemme alla fine del XII secolo.

Le Crociate iniziarono nel 1095 come reazione alla forte politica di espansione dei musulmani avviata dopo la morte di Maometto. La prima, pensata e benedetta dal papa Urbano II, partì nel 1095 con l'obiettivo preciso di liberare la Terra Santa. Culminò nel 1099 con la conquista di Gerusalemme. Ma la reazione non si fece attendere e così, nel corso dei decenni, si alternarono clamorose vittorie dei musulmani contrastate dai cristiani con nuove spedizioni di riconquista. In totale le crociate furono sei.

Il film, sceneggiato da William Monaha, è ambientato tra la seconda e la terza crociata, prende spunto dalla figura di Baldovino, re di Gerusalemme. Ecco cosa dice di lui il regista: "Quelli di re Baldovino erano ideali davvero nobili, ma è noto che le Crociate furono un momento sanguinario come qualsiasi altra guerra avvenuta durante il Medioevo, se non di più". Protagonista della storia è il giovane fabbro Balian di Ibelin, interpretato dal giovane Orlando Bloom, per la prima volta assoluto protagonista principale di una pellicola. Una bella scommessa quella di Ridely Scott (e dalla 20th Century Fox), che spera di ripetere il successo ottenuto con l'australiano Russel "Massimo" Crowe.

Da qualche giorno è disponibile un lungo trailer, distribuito solo via web, che presenta l'atmosfera del film. Intanto continuano le polemiche religiose. Il fronte cattolico è diviso in due. Da un lato i gesuiti, per bocca di George Dermis della Loyola Marymount University di Los Angeles affermano che "storicamente questo film è ineccepibile.  A noi cristiani questa pellicola non dispiace e non credo che i musulmani possano trovarvi qualcosa di offensivo". Ma un'altra fascia di cattolici bacchetta Scott di aver dipinto Saladino, unificatore del mondo musulmano, come un benefattore. Di parere decisamente opposto il fronte musulmano. Khaled el-Fadl, docente di storia islamica alla University of California dice: "Questo film è offensivo perché è saturo dei soliti stereotipi hollywoodiani sul mondo islamico. Insegnerà agli spettatori a odiare i musulmani, a vederci come persone stupide, incapaci di pensare con la nostra testa".

Noi non possiamo esprimerci, non avendo ancora visto il film (c'è da chiedersi se chi ha parlato l'abbia visto...). Di certo tutto questo rumore gioverà sicuramente all'incasso del film. La passione di Cristo insegna...

Per informazioni: www.kingdomofheavenmovie.com



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sasadf pubblicato il 11 Aprile 2005, 18:25
personalmente son molto affascinato dall'idea di portare su schermo le Crociate.....

Spero davvero che storicamente Scott non abbia commesso la stessa pacchianata del Gladiatore dove ha davvero impiastricciato tutto.(bel film, ma storicamente è un raccontino di un bimbo di 6 anni che vuol raccontare la storia del più grande impero della storia....).

In ogni caso, non credo potrà mai raggiungere le vette del capolavoro assoluto dei film sulle Crociate.....


Quale?......

............ma è ovvio!!!!!

BRANCALEONE ALLE CROCIATE!!!!! ^____^

brancabrancabranca
sasadf
sasadf
sasadf


Fiuu!! Pumm!!!
Commento # 2 di: stazzatleta pubblicato il 12 Aprile 2005, 09:33
sasadf ha scritto:
personalmente son molto affascinato dall'idea di portare su schermo le Crociate.....

Spero davvero che storicamente Scott non abbia commesso la stessa pacchianata del Gladiatore dove ha davvero impiastricciato tutto.(bel film, ma storicamente è un raccontino di un bimbo di 6 anni che vuol raccontare la storia del più grande impero della storia....).

In ogni caso, non credo potrà mai raggiungere le vette del capolavoro assoluto dei film sulle Crociate.....


Quale?......

............ma è ovvio!!!!!

BRANCALEONE ALLE CROCIATE!!!!! ^____^

brancabrancabranca
sasadf
sasadf
sasadf


Fiuu!! Pumm!!!


grande film, soprattutto memorabile la capigliatura