Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

News dal campo del mister Oronzo Canà

di Alessio Tambone, pubblicata il 25 Luglio 2007, alle 10:38 nel canale CINEMA

“Si susseguono i nomi dei big del calcio italiano che incontreranno a Natale l'amato allenatore della Longobarda Oronzo Canà. L'uscita nelle sale de L'allenatore nel pallone 2 è prevista per Natale”

L'allenatore nel pallone 2 uscirà nelle sale cinematografiche questo Natale. La produzione è al lavoro per il ritorno di uno di quei personaggi del cinema italiano che è diventato un mito. Il primo film del 1984 è diventato un cult per tutte le generazioni di questi anni, come dimostrato anche dalle vendite della versione home video. Lino Banfi tornerà quindi nei panni di quell'allenatore simbolo del calcio pulito ed appassionato che tanto manca in questi ultimi tempi.

Anche in questa occasione il film vedrà la partecipazione di vere star del vero calcio giocato. Si parla di Kakà, Totti, Gattuso, Materazzi, Del Piero e di quella sagoma di Carletto Mazzone, il settantenne allenatore romano, che potrebbe essere considerato come l'alter-ego di Oronzo Canà nel calcio reale. Tra le altre partecipazioni nella pellicola anche quella di Anna Falchi che, notizia dell'ultim'ora, sarà anche produttrice del film. A dirigere la produzione ancora una volta il regista Sergio Martino. Bentornato Canà, bentornata Longobarda!



Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: GIANGI67 pubblicato il 28 Luglio 2007, 17:20
Originariamente inviato da: 55AMG
ammetto che mi sta simpatico

Per me invece sarebbe un buon motivo per non vedere il film.Ha rappresentato quanto di piu' marcio si sia mai visto nel mondo del calcio,vorrei si ritirasse in un eremo a vita.
Commento # 12 di: gnakkiti pubblicato il 28 Luglio 2007, 23:03
Originariamente inviato da: GIANGI67
...sarebbe un buon motivo per non vedere il film...


Temo purtroppo che molti pensino il contrario...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »