Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Dal vecchio cilindro ecco Blade Runner

di Alessio Tambone, pubblicata il 10 Marzo 2011, all 09:24 nel canale CINEMA

“Hollywood persca ancora dai vecchi successi. Il 'nuovo' titolo è Blade Runner, pietra miliare del cinema di fantascienza ormai arrivato al compleanno numero 30”

Quando le idee originali scarseggiano...

Tenetevi forte. Ad Hollywood potrebbero distruggere il capolavoro Blade Runner, che il prossimo anno raggiungerà i 30 anni di età. La società di produzione Alcon Entertainment ha infatti acquisito i diritti per sfruttare il mondo di Blade Runner con prequel, sequel e serie TV. Unico vincolo a quanto pare - per fortuna - il divieto di remake.

C'è ancora il massimo riserbo sulle idee in cantiere, ma i due fondatori della Alcon Broderick Johnson e Andrew Kosove stanno rilasciando dichiarazioni di entusiasmo, tutti eccitati dall'idea di poter realizzare nuovi film basati sul cult del 1982 diretto da Ridley Scott. E proprio il regista inglese è stato nominato dai produttori. Nei loro sogni ci sarebbe infatti un sequel diretto da Scott e un prequel diretto da Christopher Nolan, che tra l'altro ha già lavorato con i due per Insomnia.

A quanto pare la buona volontà c'è. Ora bisogna trovare le idee (giuste!) e convincere i due registi. Suggerimenti?



Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: poe_ope pubblicato il 10 Marzo 2011, 12:06


Ciao!
Marco
Commento # 2 di: StarKnight pubblicato il 10 Marzo 2011, 12:08
Come rovinare un altro capolavoro per sopperire all'ormai cronica mancanza di idee nuove...
Commento # 3 di: prunc pubblicato il 10 Marzo 2011, 12:29
Suggerimenti?...si lasciate in pace questo capolavoro
Commento # 4 di: corgiov pubblicato il 10 Marzo 2011, 13:32
Non bastava il prequel di Alien per capire chi sono i replicanti di Blade Runner?
Commento # 5 di: m4ck pubblicato il 10 Marzo 2011, 14:02
suggerimenti?....
si mettessero le mani in culo
Commento # 6 di: iappy69 pubblicato il 10 Marzo 2011, 17:32
Quoto StarKnight e aggiungo che certi capolavori, come 'Blade Runner', andrebbero protetti con un bollino 'NO-quel' (non se ne dovrebbero poter fare né prequel, né sequel)...ma come tutti sappiamo nello show-business un tale 'bollino' non esisterà mai...
Commento # 7 di: fabry20023 pubblicato il 10 Marzo 2011, 18:57
Non capisco perchè vi stupite così tanto.
Dopo ogni capolavoro escono film similiall'originale,almeno nelle intenzioni.
Prequel,sequel e remake,seconda parte, terza parte ecc ecc.
E' già tanto che non ne sono stati fatti sino ad ora per questo cult.
Forse perchè al botteghino,alla sua prima uscita fu un flop ?
Questo è un dettaglio non trascurabile.
Rumors dicono che Argento ha venduto i diritti per Suspiria,quindi ci dovremo aspettare un remake (quest'anno).
La nostra unica arma è quella di non andare al cinema e di non comprare il BD..
Ma i nostri sono pregiudizi:se poi il film è bello ?
.....Difficile crederlo.....
Commento # 8 di: marcobrd pubblicato il 10 Marzo 2011, 19:14
anche a me non piace lo sfruttamento commerciale dei capolavori. però non sempre i risultati sono squallidi, raramente qualcosa di buono viene fuori. se poi sento nominare nolan faccio fatica a credere che non venga fuori qualcosa di buono, c'è già riuscito con batman a farne una versione di gran lunga superiore alle precedenti
Commento # 9 di: ev666il pubblicato il 10 Marzo 2011, 19:18
Credo che in occasioni come queste No. sia l'unico commento adatto.
Commento # 10 di: Bonfire Redux pubblicato il 10 Marzo 2011, 21:42
Uhm...non sono d'accordo. Non vedo come prequel o sequel, peraltro a 30 anni di distanza, possano rovinare il film originale. Il primo Alien era e continua ad essere un capolavoro nonostante Alien vs Predator: Requiem. Certo qualsiasi film che si basi su quell'universo (prequel o sequel che sia) non potrà neanche solo avvicinarsi all'originale, tanto più che visivamente l'impatto di Blade Runner fu, letteralmente, epocale. Detto questo da una serie tv forse qualcosa di buono potrebbe cavarsi, anche se le serie sci-fi troppo anguste o pessimistiche non mi risulta abbiano mai avuto grande successo (es.: Sarah Connor's Chronicles).
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »