Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Checco straccia Avatar!

di Michele Addante, pubblicata il 11 Gennaio 2011, all 09:52 nel canale CINEMA

“In soli 4 giorni, il film di Checco Zalone supera il record di incassi (riferito ai primi 5 giorni di programmazione) detenuto da Avatar. Risultato storico per Che Bella Giornata con 18.647.479 € in 5 giorni!”

Sabato 8 Gennaio 2011 Che bella giornata supera i 13,5 milioni di incasso e frantuma il record detenuto da Avatar con un giorno di anticipo. Il film di Cameron aveva incassato 12,9 milioni (inclusi i ticket in 3D) in 5 giorni. Il film di Super Checco Zalone in 5 giorni incassa oltre 18,6 milioni! Con queste cifre pazzesche, ci si chiede: ma dove arriverà? Riuscirà a superare il tetto dei 30 milioni (impresa sfiorata ma non raggiunta da Benvenuti al Sud pochi mesi fa)? Noi ne siamo convinti, ma quello che più ci importa è che gli italiani hanno finalmente preferito una comicità più genuina al posto del solito cinepanettone. Di seguito vi proponiamo un video andato in onda su Sky dal titolo A lez(z)ione da Checco Zalone.

Ecco il link alla nostra recensione: Che bella giornata



Commenti (119)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: lampo66 pubblicato il 11 Gennaio 2011, 10:26
Verrebbe da dire il trionfo del cinema tradizionale sulla tecnologia. Il fenomeno, però, sarà tutto e solo italiano, perchè all'estero, un film come quello di Checco Zalone, non incasserà un centesimo, come del resto i cinepanettoni e altro.
Commento # 2 di: Jok3r88 pubblicato il 11 Gennaio 2011, 10:37
Cosa?? e chi sarebbe checco anzalone???
Commento # 3 di: mattarellox pubblicato il 11 Gennaio 2011, 10:44
Originariamente inviato da: lampo66
.....Il fenomeno, però, sarà tutto e solo italiano, perchè all'estero, un film come quello di Checco Zalone, non incasserà un centesimo, come del resto i cinepanettoni e altro.



E perchè?
Potrei essere d'accordo sui cinepanettoni che sono la stupidità fatta cinema ma un film come quello in questione non vedo perchè non potrebbe avere successo anche all'estero.
Commento # 4 di: Tapinaz pubblicato il 11 Gennaio 2011, 11:07
Forse potrebbe non figurare all'estero ma è una comicità solo apparentemente ingenua ed alcune battute rispecchiano la realtà senza dover andare nel politico.
L'ho visto e mi sembra diverso dai soliti cinepanettoni dove la volgarità gratuita è dilagante, ripetitiva e senza più alcun senso se non quello della pattumiera.

Bisogna vedere se regge o è una meteora.
Commento # 5 di: cracker_pazzo pubblicato il 11 Gennaio 2011, 11:37
Originariamente inviato da: lampo66
Verrebbe da dire il trionfo del cinema tradizionale sulla tecnologia. Il fenomeno, però, sarà tutto e solo italiano, perchè all'estero, un film come quello di Checco Zalone, non incasserà un centesimo, come del resto i cinepanettoni e altro.

Il problema è che in Italia vuoi anche per le sole storpiature delle parole e delle battute che solo noi italiani capiremmo fanno si che all'estero il film non venga recepito completamente, magari per un doppiaggio molto difficoltoso da fare. Lo stesso vale all'estero con noi, magari un film in Francia sbanca, mentre qui in Italia fa pochi incassi: ieri sera stavo vedendo su sky un film francese e, in 3 che stavamo sul divano, ci sembravano drogati gli attori per come recitavano; magari in Francia la comicità alla Checco era come quella, per noi invece sembrava una cagata.

Daniele
Commento # 6 di: StarKnight pubblicato il 11 Gennaio 2011, 11:56
Solo in Italia simili film e simili registi possono avere tanto successo...
Commento # 7 di: ilveromarcolino pubblicato il 11 Gennaio 2011, 12:34
Ma cosa dite!!
Checcho Zalone vale almeno 10 volte Avatar !

Avatar è una gigantesca, maleodorante, ridondante, esasperante palla di film.
Resterà pure nella storia per i costi e le innovative tecniche utilizzate per gli effetti ma è anche la quintessenza della scontatezza e della assoluta mancanza di originalità della trama.
Uno script di cui nessun essere dotato di un numero di neuroni superiore a due dovrebbe sentire assolutamente la necessità.
Il vuoto assoluto, la completa assenza della benchè minima traccia di un motivo per desiderare di arrivare a vedere i titoli di coda.
Io auspico invece la venuta di 10 100 1000 Checco Zalone, una marea di Checco Zalone inviati da AGFA, la divinità protettrice del cinema, ad umiliare a suon di battute e di incassi l'esasperazione spendacciona di un cinema che ormai demanda unicamente alle linee per pollice, alla ultradefinizione delle immagini, al 3D, al 4k, al reale più del reale, una drammatica, diffusissima, pericolossima incapacità di far leva su argomenti di intrattenimento legati a contenuti e metasignificati degni di qualcosa di più dell'orango tecnologico che stiamo diventando tutti.

Checcho nel suo film mette una foga che Cameron, con tutti i suoi soldi e le sua macchine per masturbare i nostri occhi non si sogna neppure!

W Checco e ... ovviamente

W la foga!

M
Commento # 8 di: motoman64 pubblicato il 11 Gennaio 2011, 12:50
ecco ci mancava pure questo...................adesso siamo alla frutta................quando e uscito giu al nord(film francese) tra l'altro bellissimo film.............nessuno l'ha capito.............basta mettere insieme.....un milanese e dei napoletani..............ed e fatta la barzelletta.................nb..sono un napoletano che vive a milano...........quindi non parlo di razzismo(non potrei hahahahahahaha)............diciamocelo, le aspettative di noi italiani sono molto basse.........x piacere non paragonatelo a nessun film..........xke non e un film!
Commento # 9 di: mattarellox pubblicato il 11 Gennaio 2011, 12:51
....ILVEROMARCOLINO....for president....
Commento # 10 di: gabrielefx pubblicato il 11 Gennaio 2011, 12:51
anche negli Stati Uniti si producono tonnellate di film demenziali che in Italia non arrivano...ma quello USA è un altro tipo di mercato...
Bisogna dire che in Italia ci arrangiamo col cinema, io personalmente non ho mezzo bluray italiano.
Ci sono poche eccezioni di film andati agli oscar, capita una volta ogni 20 anni...Nuovo cinema Paradiso...La vita è Bella...
L'italiano preferisce spendere 7€ per Checco Zalone che per Clint Eastwood...
L'italiano preferisce rubare, ridere e magnare, non investe, non crea nulla di nuovo che faccia il giro del mondo.
Ma questa è una vecchia storia...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »