Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cameron: il 3D diverrà il formato standard

di sabatino pizzano, pubblicata il 19 Maggio 2010, all 11:28 nel canale CINEMA

“Il regista di Avatar James Cameron è molto fiducioso sul successo dei film in 3D al punto da prevedere che entro 25 anni esso sostituirà il 2D come standard cinematografico e televisivo”

Osservando il recente andamento del mercato, viene naturale pensare che il 3D sia destinato a lasciare il "segno". Nonostante forti critiche siano state mosse anche da alcuni tra i personaggi più illustri del comparto cinematografico, James Cameron, regista di Avatar, è convintissimo della buona riuscita della visione stereoscopica.

Anzi, Cameron si è spinto addirittura oltre dichiarando al Washington Post che entro 25 anni il 3D sostituirà il 2D come standard per film, trasmissioni televisive e contenuti online. Prima che ciò avvenga, aggiungiamo noi, bisognerà risolvere molti dei problemi che attualmente affliggono la visione stereoscopica partendo dalla totale eliminazione degli occhiali 3D. Ma 25 anni rappresentano un lasso di tempo sufficiente a rivoluzionare l'intero comparto e pertanto non si esclude affatto che Cameron possa avere ragione.

Fonte: Washington post



Commenti (40)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Rosario pubblicato il 19 Maggio 2010, 11:39
Se lo migliorassero di un 400% allora avrebbe ragione...

IMHO ci sarà un iniziale boom per i prodotti 3D (cinematografici compresi) , ma appena la gente si renderà conto che è solo una feature da usare una volta ogni tanto si rivelerà un bel fuocherello di paglia.
Commento # 2 di: ArchosFun pubblicato il 19 Maggio 2010, 11:41
Anche secondo me. Ieri ho provato la tv samsung 3d con il video di prova. L'unica cosa STUPENDA è stato uno schizzo d'acqua che davvero sembrava ti bagnasse, ma per il resto
1) colori orrendi
2) scene difficili da seguire
3) mal di testa dopo pochi minuti
Commento # 3 di: Rosario pubblicato il 19 Maggio 2010, 11:47
Già... Ancora non so come ho fatto a vedere Avatar al cinema in 3D per 2 ore e 35 minuti...
Io però lascio sempre una porta aperta , vedremo cosa ci riserverà il futuro.

Piccolo consiglio , rimuovi il quote integrale.
Commento # 4 di: Dadoo pubblicato il 19 Maggio 2010, 11:51
applaudiamo per sta caxxata di Cameron....clap! clap! clap!
qualcuno gli ricordasse oltre a questo che ha scritto ArchosFun:
1) colori orrendi
2) scene difficili da seguire
3) mal di testa dopo pochi minuti

che il 3D non è per tutti e non tutte le persone riescono a ricreare le immagini in 3D artificiali pur avendo un corretto 3D e senso stereoscopico nella vita reale.

ancora mi chiedo come si possano spendere cifre per queste tv 3D del momento.
Commento # 5 di: itos pubblicato il 19 Maggio 2010, 11:52
Boh,
diciamo che sono un po' scettico. Sarei propenso se si riuscisse a creare una realtà virtuale o meglio, occhialini che senza bisogno di alcuna tv ti immergano in un universo tridimensionale.
Direi che sarebbe possibile.
Ma ad ogni modo ci sarebbe sempre il fastidio per la vista, che non è da sottovalutare.
Ce la vedete una nonna mettersi un occhialino 3d?
Secondo me resterà pur sempre una nicchia.
E sempre secondo me sarebbe meglio investire su altre cose, tipo bontà dell'immagine, dei colori, della frequenza dei frame (se tipo portassimo tutto ad almeno 50 fp al secondo saremme meglio), della sottigliezza dei televisori (magari ripiegabili come un foglio di carta con tecnologia oled).
Insomma, altre priorità...
E' un po' la stessa cosa di dire: quanti hanno un impianto home theatre per guardare un film?
Eppure di ampli ne sono usciti nel tempo...
Quando vengono 10 amici che fai? Dai 10 occhialini? Dovesti avere un tv enorme per permettere a tutti di vederlo frontalmente...
mah!
Commento # 6 di: StarKnight pubblicato il 19 Maggio 2010, 12:01
Speriamo sia veramente così
Credo comunque vi siano ancora molti aspetti da considerare prima che questo avvenga, fra i quali:

- La qualità dei film: Finché si continuerà a risparmiare convertendo (di fretta e male) film girati e pensati in 2D il vero 3D molte persone neppure sapranno mai cosa sia
- La qualità di TV e proiettori: La Samsung sarà anche brava ad uscire prima dei concorrenti sul mercato con nuovi prodotti... ma sempre di bassa qualità. Il 3D non è quello delle attuali TV Samsung, pieno di ghosting (crosstalking). Non lo è neppure quello dei plasma Panasonic anche se nettamente migliore e dubito lo sarà quello di Lg, Sony o altre marche almeno per quest'anno.

Quando questi due problemi verranno risolti secondo me, occhialini o non occhialini, il 3D inizierà ad essere apprezzato da molte più persone
Commento # 7 di: giapao pubblicato il 19 Maggio 2010, 12:02
beato lui che ha la palla di vetro per sapere che succederà tra 25 anni...
Commento # 8 di: Drachetto pubblicato il 19 Maggio 2010, 12:13
Bello portare l'acqua al proprio mulino, vero Cameron?

Ti consiglio in futuro di non preoccuparti troppo del 3D ma di pensare a migliorare la parte ARTISTICA dei tuoi film, dopo copia-incolla-Avatar ne hai davvero bisogno.. Emmerich già lo abbiamo e ci basta!
Commento # 9 di: digimau pubblicato il 19 Maggio 2010, 12:17
Beh si parla anche di un quarto di secolo mica di 25 mesi: io per allora sarò verso i 70 anni..... Commentate in funzione del lasso temporale...
Commento # 10 di: nchiar pubblicato il 19 Maggio 2010, 12:44
è chiaro che sarà così esattamente come si è passati dal bianco e nero al colore. Il 3d è un valore aggiunto in ogni tipo di film, non fosse altro perché dona profondita alle immagini... Certo la tecnologia va migliorata ed è sicuro che sarà così ma il 3d è sicuramente il futuro. Mi spiace per chi non riesce a vedersi un film in 3d senza problemi ma... Il mondo del cinema farà a meno di loro, sono una minoranza e come tali se la prendono nel di dietro, è sempre stato così nel mondo del business. P.S. è lecito pensare che con l'evoluzione tecnologica sempre più persone riusciranno a vedere film in 3d senza problemi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »