Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Berlinale 61. I vincitori

di Dimitri Bosi, pubblicata il 21 Febbraio 2011, all 10:02 nel canale CINEMA

“Orso d'oro a "Nader and Simin. A Separation". Al film iraniano anche il premio per la miglior interpretazione maschile e femminile”

L’Iran piglia tutto al Festival di Berlino, quasi a compensare l’assenza in giuria del cineasta Jafar Panahi che, com’è noto, è agli arresti domiciliari in Iran (il regime gli ha interdetto la telecamera per ben 20 anni) e per il quale si è mobilitato il mondo del cinema internazionale. Il film di Asghar Farhadi vince quindi l’Orso d’oro e i suoi interpreti maschili e femminili fanno il sacco degli Orsi d’argento. Farhadi aveva già vinto nel 2009 l’Orso d’argento con About Elly poi candidato all’Oscar. Ma non si tratta di un verdetto politico: la giuria presieduta da Isabella Rossellini ha premiato il film migliore di un concorso complessivamente sottotono.

Farhadi, che si è pubblicamente espresso a favore di Panahi,  ha raccontato una vicenda familiare, riuscendo cosi ad evitare l’occhiuta censura di regime, senza rinunciare però allo sguardo sull’Iran odierno. Durante la premiazione uno degli attori del film premiato, Babak Karimi, che lavora come montatore in Italia, ha ringraziato la presidente di giuria in italiano e ha citato il nostro Strehler dicendo “nei momenti più difficili l’arte da il meglio di sé”.

Gran Premio della Giuria a Bela Tarr per The Turin Horse, film ispirato alla malattia mentale di Nietzsche, Orso alla regia a Ulrick Koehler con La malattia del sonno, e premio alla sceneggiatura ad un film coprodotto dall’italiana Fandango The Forgiveness of blood dell’americano Joshua Marston (di cui ricordiamo l’efficace Maria full of grace) e dell’albanese Andamion Murataj. La miglior opera prima, Orso di cristallo, va invece al film On the ice di Andrew Okpeaha MacLean, girato in Alaska.

Ecco l'elenco dei premi ufficiali:

Orso d'oro: Nader and Simin. A Separation di Asghar Farhadi
Orso d'argento. Gran premio della giuria: The Turin Horse di Béla Tarr
Orso d'argento. Miglior regia:  Ulrich Köhler per Sleeping Sickness
Orso d'argento. Miglior interpretazione femminile:  Leila Hatami, Sarina Farhadi, Sareh Bayat per Nader and Simin. A Separation
Orso d'argento. Miglior interpretazione maschile:  Payam Moadi, Shahab Hosseini e Babak Karimi per Nader and Simin. A Separation
Orso d'argento per il miglior contributo artistico: Wojciech Staron per la fotografia e Barbara Enriquez per El premio di Paula Markovitch
Orso d'argento per la miglior sceneggiatura: Joshua Marston e Andamion Murataj per The Forgiveness of Blood di Joshua Marston 
Premio Alfred Bauer: If Not Us, Who di Andreas Veiel



Commenti