Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Avatar affonda Titanic!

di Michele Addante, pubblicata il 26 Gennaio 2010, all 13:52 nel canale CINEMA

“È ufficiale: Avatar è campione di incassi nel boxoffice mondiale di tutti i tempi! Sorpassa il fratellastro Titanic, detentore del titolo dal 1998 con 1.843.201.268 dollari”

Prima o poi sarebbe successo, lo sapevamo tutti! Ed ecco il fatidico giorno è arrivato: con l’astronomica cifra di 1.843.700.000$, Avatar si porta al primo posto della classica degli incassi nel box office mondiale di tutti i tempi.

James Cameron ha superato se stesso, anche se qualcuno si è divertito a confrontare il prezzo di un ingresso al cinema nel lontano 1998 con il prezzo attuale e, facendo qualche conticino, ha scoperto che il numero di persone ad aver visionato Titanic è nettamente superiore a quello di Avatar. Questo per sottolineare che Avatar non è ancora arrivato ad equiparare il fenomeno mediatico rappresentato da Titanic.

Aldilà delle critiche più o meno lecite sulla qualità globale del film e su quello che esso rappresenta nella società odierna, su una cosa possiamo tutti quanti essere d’accordo: i film di James Cameron vendono! Ma proprio tanto!

Per maggiori informazioni su Avatar vi ricordiamo la nostra approfondita recensione del film:
link recensione Avatar AV Magazine



Commenti (129)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Rosario pubblicato il 26 Gennaio 2010, 13:53
Era assolutamente prevedibile... Pare confezionato apposta per questo...
Commento # 2 di: nemo30 pubblicato il 26 Gennaio 2010, 13:55
Naturale, he's the king of world.
Commento # 3 di: GIANGI67 pubblicato il 26 Gennaio 2010, 13:57
E' una statistica fine a se stessa.I biglietti 3D costano quasi il triplo rispetto a quelli del 1997.Se consideriamo come criterio il numero di spettatori,direi che siamo ancora lontani.
Questa e' la situazione al netto dell'inflazione(botteghino USA)...http://boxofficemojo.com/alltime/adjusted.htm
Nel dettaglio,il prezzo medio USA di un biglietto nel 1997(Titanic)era di 4,59 USD,attualmente una visione 3D di Avatar costa 15 USD,tasse escluse.
Commento # 4 di: Rosario pubblicato il 26 Gennaio 2010, 14:00
Si , ma non è ancora finita....
Commento # 5 di: koshien pubblicato il 26 Gennaio 2010, 14:30
Come ho scritto nel topic di Avatar:
A favore di AVATAR nei confronti di Titanic c'è l'agguerrita concorrenza del mondo dei videogiochi, la possibilità di poterlo scaricare su Internet (con un film come questo, poi...), l'assenza di ragazzine che lo vanno a vedere 20 volte per la presenza di Leonardo di Caprio.
Nonostante tutto questo AVATAR è ormai ufficialmente il film che ha più incassato nella storia del cinema.
A sfavore c'è il prezzo dei biglietti 3D che pomperebbe il risultato, e l'inflazione.
E' comunque difficile confrontare due risultati ottenuti in periodi così diversi tra loro.
All'epoca di Via col Vento, in testa alla classifica postata da Giangi, l'industria dell'entertainment credo fosse molto limitata, e magari andare al cinema era una delle poche opzioni. Oggigiorno andare al cinema è una delle tante opzioni.
Commento # 6 di: Billy pubblicato il 26 Gennaio 2010, 14:40
vero il discorso dell'inflazione e del prezzo del 3D ma resta un risultato incredibile, prima di tutto considerando la rapidità con il quale è stato raggiunto (Titanic rimase al cinema per mesi) e poi considerando anche che è un film di fantascienza, genere decisamente più nicchia rispetto ad un film come Titanic.
Avatar è un vero fenomeno di massa che sta portando al cinema veramente tutti!
Mi aspettavo un grande successo ma una cosa così no.
Commento # 7 di: §ony pubblicato il 26 Gennaio 2010, 15:00
E' un risultato incredibile, considerata la non eccelsa qualità del film (effetti in CG esclusi).
Commento # 8 di: StarKnight pubblicato il 26 Gennaio 2010, 15:17
Era scontato... solo Cameron può battere Cameron
Ci mette 10 anni a produrre un nuovo film ma il risultato è sempre strabiliante ed il successo ai botteghini è garantito a livello mondiale.
Al contrario qui in Italia abbiamo certi registi che ogni anno (ehm... ogni Natale) producono un film che è la copia peggiorata di quelli precedenti che già facevano ca#are... ed il successo ai botteghini è assicurato solo nel Paese della cuccagna per mancanza di concorrenza (i film belli li posticipano di un mese o più rispetto al resto del mondo).
Commento # 9 di: ULTRAVIOLET80 pubblicato il 26 Gennaio 2010, 15:45
Originariamente inviato da: StarKnight
Al contrario qui in Italia abbiamo certi registi che ogni anno (ehm... ogni Natale) producono un film che è la copia peggiorata di quelli precedenti che già facevano ca#are... ed il successo ai botteghini è assicurato solo nel Paese della cuccagna per mancanza di concorrenza (i film belli li posticipano di un mese o più rispetto al resto del mondo).

Quoto alla grande!
Commento # 10 di: Trikkeballakke pubblicato il 26 Gennaio 2010, 16:14
Che sia in taluni casi discutibile il cinema italiano è ovvio, ma che vada protetto è ancora più ovvio! Giusto anche, che sti papponi americani pieni di effetti artificiali siano posticipati nelle prime visioni!!!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »