Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

33% degli americani ascolta musica con la TV

di sabatino pizzano, pubblicata il 09 Luglio 2008, all 16:58 nel canale CINEMA

“Parks Associates pubblica il risultato di una ricerca sulle abitudini dei consumatori di file musicali americani e canadesi : un terzo di coloro i quali sono soliti ascoltare MP3 lo fanno con i diffusori della TV”

Dopo il recente interesse manifestato dai grandi produttori di Hi-Fi verso i file musicali, ci arriva dagli Stati Uniti il risultato di una ricerca di mercato inerente l'ascolto e la riproduzione della musica da parte dei consumatori americani e canadesi. Dall'analisi condotta da Parks Associates emerge infatti che circa 2 consumatori su 3, tra canadesi e americani, in possesso di una connessione a banda larga, utilizzano regolarmente un PC per la riproduzione di file musicali digitali, mentre un terzo di questi ascolta musica direttamente dal proprio televisore. Il dato più interessante - e per certi versi "anomalo" - riguarda proprio quest'ultimo aspetto. Il numero delle famiglie che utilizzano un televisore per ascoltare musica è lo stesso di coloro i quali sono soliti utilizzare un player MP3 in casa.

"Gli iPod sono sexy, ma non tutti ne posseggono uno", ha dichiarato il direttore della ricerca John Barrett, che poi ha concluso: "le TV sono onnipresenti e sempre più in grado di fornire una gamma variegata di contenuti, in particolar modo per ciò che concerne la musica digitale". Chissà cosa penseranno in proposito produttori del calibro di Krell, Linn ed Audio Research che proprio recentemente si sono lanciati in questo mercato con prodotti "no-compromise"...

Fonte: Twice



Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Dave76 pubblicato il 09 Luglio 2008, 17:01
Alla faccia del risparmio energetico....sempre detto che gli americani sono matti!
Commento # 2 di: GIANGI67 pubblicato il 09 Luglio 2008, 17:40
Tanto loro ascoltano il country
Commento # 3 di: Duke Fleed pubblicato il 09 Luglio 2008, 18:26
Non oso immaginare che incredibile qualità audio, ad ascoltare degli MP3 con la TV...
Commento # 4 di: Moralizzatore pubblicato il 09 Luglio 2008, 19:54
ma se a loro sta bene cosi che ve ne frega?
Mica esiste solo l'audio-video.
Commento # 5 di: Scandinavian Explorer pubblicato il 09 Luglio 2008, 22:51
Siiiii,vabbè...starà anche loro bene...ma ragazzi...sono proprio messi male se ascoltano gli Mp3 con la TV, ancora ancora con un lettore e le cuffie...ma con gli speakers della TV significa proprio avere il cervello in pappa....
Commento # 6 di: Moralizzatore pubblicato il 09 Luglio 2008, 23:02
ma cioè poichè loro non hanno la stessa tua passione hanno il cervello in pappa?
Se uno di loro avesse una corvette e tu una punto e lui ti dice non capisci un ***** di macchine solo perchè guidi una punto, che ne penseresti?
Commento # 7 di: Nordata pubblicato il 10 Luglio 2008, 01:24
Una cosa che però non mi è chiara è se il TV viene utilizzato come mero riproduttore audio, collegato ad un lettore MP3 o simili, oppure se viene utilizzato nelle piene sue funzioni, ovvero sintonizzato su qualche stazione che trasmette solo musica, tipo la nostrana RTL, che trasmette [U]anche[/U] via TV.

In quest'ultimo caso la cosa avrebbe la sua piena giustificazione: mi piace il genere di musica che trasmette quell'emittente e la ascolto mentre faccio altro, nulla di diverso dall'ascoltare una radio.

Anche nel caso della prima ipotesi, si può benissimo verificare il caso che si possegga sicuramente un TV ed anche un lettore MP3 e l'unico modo per ascoltarlo senza usare le cuffiette sia tramite i diffusori del TV.

Per la stragrande maggioranza della gente è più che sufficiente ed appagante.

Non è che se si vuole ascoltare musica si debba per forza sedersi su un divano, accendere l'ìimpianto ed ascoltare in religioso silenzio.

Quando sono in casa e faccio qualcosa nello studio a volte accendo un PC ed ascolto qualche radio da internet, solitamente proprio delle stazioni americane che trasmettono country, non accendo sicuramente l'impianto.

Tra l'altro sono sicuro che molte di quelle persone si godono molto di più la musica di alcuni possessori di impianti fantasmagorici, che ad ogni momento si alzano per ritoccare di due millimetri l'angolazione di un diffusore, poi sostituiscono un cavo ed infine tolgono il CD e ne priovano diversi sino a quando non ne trovano uno con una qualità di registrazione che li soddisfi, non curandosi minimamente dell'interprete o del brano che stanno ascoltando.

Ciao
Commento # 8 di: Duke Fleed pubblicato il 10 Luglio 2008, 08:36
Originariamente inviato da: nordata
Una cosa che però non mi è chiara è se il TV viene utilizzato come mero riproduttore audio, collegato ad un lettore MP3...
Magari sbaglio, ma a leggere la notizia, io l'avevo interpretata proprio così (visto che si parla di riproduzione di file musicali digitali".
Mi sembra che il senso del mio intervento e di quello di Scandinavian Explorer non siano stati colti...parlo per me (ma credo che anche lui la pensi così: mi chiedevo che senso avesse ascoltare musica di così bassa qualità quando di solito con 50 euro ci si prende un all-in-one o un lettore MP3 con cuffie, che non saranno certo impianti da riferimento, ma difficilmente si sentiranno peggio dei cassoni medi della TV, per non parlare della comodità.
Nessuno parlava di ascoltare SACD in religioso silenzio in una sala insonorizzata con impianti da migliaia di euro. Io sono un appassionato di musica, ma non certo un fissato, e ascolto radio per tutto il tempo che sono davanti al PC (parecchio, ma lo faccio più per compagnia e per ascoltare le trasmissioni da studio che per la musica), quindi senza nessuna pretesa di qualità (ho una radio mono da 20 euro, figuriamoci... ). Per ascolti più impegnativi (quindi quando voglio proprio godermi qualche bel CD) accendo l'impianto, ma non è che mi piazzo sempre in ascolto sul divano senza fare altro...è solo che trovavo assurdo ascoltare musica coi diffusori della TV quando con pochi soldi ci si può comprare una radio stereo con lettore CD (con la quale ascoltarsi pure gli MP3), che consuma meno della TV e magari ha anche una qualità audio superiore (non so che TV abbiano negli USA, ma in media i diffusori incorporati non si possono proprio sentire...).
Niente in contrario contro l'ascolto poco impegnativo (io lo faccio per molte ore al giorno), è solo che davvero non capisco come si possa adibire una TV a questo fine...???
Commento # 9 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 10 Luglio 2008, 08:48
Originariamente inviato da: nordata
Una cosa che però non mi è chiara è se il TV viene utilizzato come mero riproduttore audio, collegato ad un lettore MP3 o simili, oppure se viene utilizzato nelle piene sue funzioni, ovvero sintonizzato su qualche stazione che trasmette solo musica, tipo la nostrana RTL, che trasmette [U]anche[/U] via TV.


Ciao Nordata,
Ho letto il testo originale da cui Sabatino ha tratto questa notizia che vi abbiamo riportato e anch'io la interpreto allo stesso modo: un conto è la riproduzione della musica, altro l'ascolto (che può essere fatto da un'emittente radiofonica oppure da MTV ad esempio).

Rimane il fatto che da quanto emerge dalla ricerca, il campione analizzato fruisce della musica prevalentemente in quei due modi (musica digitale via PC e ascolto via TV). Visto che il campione analizzato si riferisce ad utenti con connessione a banda larga, sarebbe interessante sapere quanto sia la penetrazione della banda larga nel continente nord americano (USA e Canada)

Comunque, questo dato non mi sorprende poi più di tanto...e non credo che sia poi tanto dissimile nel nostro paese...noto sempre meno impianti Hi-fi dedicati all'interno delle case e, specialmente le nuove generazioni, si accontentano dei diffusori collegati al PC per riprodurre la loro musica e ho notato io stesso che molti di loro hanno un lettore DVD/DivX/Mp3, oppure una console collegata alla TV e utilizzano direttamente quest'ultima per ascoltare la musica. Così come l'emergere di pseudo nuovi talenti musicali è diventata una realtà mordi e fuggi, anche l'ascolto sta facendo la stessa fine: è un fatto culturale (inteso come tristemente anti-culturale).

Gianluca
Commento # 10 di: Moralizzatore pubblicato il 10 Luglio 2008, 10:12
Grande nordata ti quoto anche le virgole!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »