Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Una nuova generazione di cassette DAT

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 17 Luglio 2008, all 12:41 nel canale AVPRO

“HP e Sony annunciano la messa a punto di una versione della cassetta digitale DAT ora con capacità di archiviazione dati fino a 320GB e disponibilità a partire dalla seconda metà del 2009”

 Le cassette DAT (Digital Audio Tape) sono state presentate per la prima volta da Sony nel 1983 come evoluzione "numerica" delle classiche cassette audio analogiche e in quegli anni si sono confrontate con lo standard DCC (Digital Compact Cassette) sviluppato da Philips. Con l'avvento del CD, nessuno dei due formati ha poi avuto un successo commerciale, ma mentre il DCC è totalmente scomparso dallo scenario, il DAT è diventato un supporto diffusissimo nell'ambito delle registrazioni audio professionali (nonché in ambito cinematografico e televisivo). Per applicazioni audio, il DAT è attualmente disponibile con durata fino a 180 minuti di registrazioni e consente di acquisire segnali PCM con campionamenti fino a 192kHz / 24bit.

All'inizio degli anni '90 il DAT si è poi declinato anche in versione DDS (Digital Data Storage) per l'archiviazione di dati e backup. In questo ambito le cassette DAT sono attualmente disponibili fino alla versione DAT 160 che consente di archiviare fino a 160GB di dati con fattore di compressione 2:1 e un transfer-rate di circa 5MB/s.

HP e Sony hanno ora annunciato lo sviluppo della una nuova versione DDS/DAT 320 con consentirà l'archiviazione di un massimo di 320GB di dati con rapporto di compressione 2:1 e velocità di registrazione di 86GB per ora (un'intera cassetta potrà essere archiviata in meno di 4 ore). Il trasnfer-rate del DAT 320 sarà di 12MB/s e la cassetta sarà compatibile (previo aggiornamento) anche con gli attuali drive da 160GB sia in scrittura che in lettura. Le prime cassette DAT 320 e i relativi drive saranno disponibili sul mercato a partire dalla seconda metà del 2009.

Fonte: DAT MGM



Commenti