Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Spectracal e Calman in Italia

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 18 Febbraio 2010, all 14:52 nel canale AVPRO

“Plasmapan annuncia la distribuzione in Italia del software di calibrazione Calman, nelle versioni "home" e "enthusiast" assieme a molti di strumenti di misura, tutti offerti a prezzi estremamente interessanti”

Ancona, Febbraio 2010. Dal 2000, Plasmapan Italia mette a disposizione la passione e l'esperienza nel campo audio e video del titolare Gianluca Vignini, tramite prodotti accuratamente selezionati. Da rivendita ed installazione, Plasmapan è anche sinonimo di importazione e distribuzione di marchi esclusivi in Italia, come Audio Physic, Harmonic Technology, e Audio Synthesis.

Al ritorno dal Consumer Electronic Show,  Plasmapan ha annunciato la disponibilità del software di calibrazione Calman che può essere acquistato in bundle con alcuni dei più interessanti colorimetri e spettrofotometri presenti sul mercato. Si parte dai 199 Euro per il solo software "home", fino ai 6.900 Euro della versione "enthusiast con colorimetro Klein K10.

Da segnalare i prezzi della versione "home" con le sonde "Eye One Pro" e "Chroma V", rispettivamente a 999 Euro e 799 Euro, IVA e spedizione inclusa. Ricca anche la dotazione di accessori, come il notorio generatore di segnali test DPG-1200 oppure il DSP video con CMS e gamma a 10 bit "Video EQ Pro" a 1.199 Euro, sempre IVA e spedizione incluse.

Per maggiori informazioni: www.plasmapan.org - www.plasmapan.org/calman



Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: plasmapan pubblicato il 18 Febbraio 2010, 21:44
E' stato aggiunto al sito indicato nella News un video registrato a Las Vegas sulla funzionalita' del CalMAN V4, tutto incentrato su velocita', semplicita'/intuitivita' e controllo dell'hardware di calibrazione.

L'intervistatore chiede a Derek di SpectraCal anche se l'inusuale semplicita' del programma non possa arrecare un danno al business della calibrazione professionale...

Gianluca
Commento # 2 di: Duncan pubblicato il 19 Febbraio 2010, 09:40
Ecco una buona notizia...
Commento # 3 di: antani pubblicato il 19 Febbraio 2010, 09:48
C'è qualcosa che mi sfugge, perché mai uno dovrebbe comprare il software a € 199 quando è possibile acquistarlo on line a $ 199 ?

In generale vorrei anche capire se questo Calman sia meglio di HCFR, che è free. Io lo avevo scaricato in versione demo e non mi aveva fatto gridare al miracolo, tra l'altro richiedeva MS Excel per funzionare, però sto parlando ormai di qualche anno fa.
Commento # 4 di: stazzatleta pubblicato il 19 Febbraio 2010, 10:39
ho visto il video, decisamente interessante.

se ho ben capito, la funzionalità semplificata del drag and drop funzionerebbe con display che accettino l'integrazione cole SW. in pratica dovrebbe andare ad agire direttamente sui controlli del display per portarlo ai livelli corretti.

l'escamotage potrebbe essere interporre un processore video che si occupi di quanto sopra. se non sbaglio proprio da Gianluca avevo letto della possibilità di utilizzare il lumagen per questo scopo, giusto?
Commento # 5 di: poe_ope pubblicato il 19 Febbraio 2010, 12:03
Questa cosa dell'integrazione sw di calibrazione/display è, se funziona bene e se prende piede, a dir poco fantastica

Chiaramente preferirei la soluzione videoprocessor free...

Una bella comparativa con HCFR non sarebbe male

Ciao!
Marco
Commento # 6 di: ev666il pubblicato il 19 Febbraio 2010, 15:35
Parlando per il solo CalMAN v3.62 (vale a dire la versione attualmente disponibile), con il quale non ho peraltro ancora avuto il tempo di cimentarmi adeguatamente, posso dire che la curva d'apprendimento è decisamente più ripida rispetto a ColorHCFR.

Tuttavia, c'è da dire che CalMAN prevede l'avvio in quattro diverse modalità a seconda del grado di esperienza dell'utente (Base, Intermedio, Avanzato e Design) e che la modalità Design consente la più totale personalizzazione dell'interfaccia: una vera manna da cielo per gli utenti più esperti, cui - non dimentichiamocelo - CalMAN è sempre stato in primo luogo rivolto.

Per quanto riguarda la precisione (consistency) dei risultati, CalMAN incorpora la funzione low light handler, che migliora sensibilmente la correttezza delle letture sulle basse luci delle sonde in uso (specialmente se carenti da questo punto di vista). Si tratta di un algoritmo su base statistica che preleva un certo numero di letture (specificabile dall'utente), elimina quelle sicuramente sballate e fa la media delle altre. Quindi, decisamente più all'avanguardia rispetto alla semplice media delle letture di ColorHCFR.

Per dirvi di più, dovrei spendere più tempo in compagnia di CalMAN. O, al massimo, può scendere in dettaglio Sergio che dovrebbe già avervi una certa dimistichezza
Commento # 7 di: stazzatleta pubblicato il 19 Febbraio 2010, 16:39
presumo che si sia anche compatibilità con le altre sonde della serie I1
Commento # 8 di: stazzatleta pubblicato il 19 Febbraio 2010, 17:29
approfondendo un po' l'argomento ho trovato da solo qualche risposta.

per l'integrazione con display attuali e non compatibili con il SW Calma, è possibile utilizzare questi scatolotti che dialogano con Calman per approtare le correzioni in automatico, o meglio in mainera molto semplice come mostrato dal video.

posizionandomi nella fascia del consumer evoluto se ho ben capito la spesa considerando una sonda I1 display 2, il SW e lo scatolotto meno performante si attesterebbe attorno ai 1150 euro. di sicuro non trascurabile, ma se mantiene quel che promette di calibrazione se ne potrebbe fare anche una alla settimana per ammortizzare il costo
Commento # 9 di: Duncan pubblicato il 19 Febbraio 2010, 17:51
Sto cercando di capire che hardware ha il videoEQ pro, ma non si trova niente
Commento # 10 di: plasmapan pubblicato il 19 Febbraio 2010, 17:55
Ciao,

dal CalMAN V4 Beta che mi e' stato mostrato al CES un mese fa ho dedotto che si tratta di un drastico cambiamento rispetto al pur ottimo CalMAN V3.x . Quindi meglio non prendere la vecchia versione (o la versione attuale fino al lancio del V4 a fine Marzo) come punto di riferimento. Ne e' prova anche il video che ritrae qualche schermata del V4.

Riguardo il prezzo in effetti la convenienza migliore si avra' con l'acquisto di sonda tarata da SpectraCal + CalMAN V4. Il solo software acquistato in Italia vi dara' comunque un contatto tecnico con noi, la possibilita' di fatturare l'acquisto (e scaricarne IVA e imponibile) e non e' detto che non vi sia un piccolo sconto I pacchetti con la sonda sono invece gia' ben scontati in origine.

Il VideoEQ e' un gran bell'oggetto, ma solo la versione PRO garantisce il 3D-CMS (di precisione impressionante) + Gamma a 1024 punti con 4 memorie globali richiamabili. Il modello VideoEQ base offre la regolazione del solo Gamma a 1024 punti. CalMAN V4 controllera' automaticamente (oltre al Radiance) anche il setup del VideoEQ.

Abbiamo un VideoEQ PRO in test al momento gestito attraverso un'appilcazione Windows che permette la regolazione manuale di tutto il CMS e del Gamma. La precisione con la quale possiamo regolare a compartimenti stagni ciascun colore primario e secondario e' piu' unica che rara. Chiaramente oltre a colore e gamma il VideoEQ PRO non cambia nessun altro parametro video, non processa in alcun modo.

Domandate pure

Gianluca
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »