Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Proiettore Sanyo con ottica da record

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 05 Dicembre 2007, all 16:37 nel canale AVPRO

“Per l'utenza business, Sanyo introduce in Europa il nuovo videoproiettore 3LCD PLC-XL50 caratterizzato da un'ottica con la più corta distanza di proiezione disponibile sul mercato”

Milano, 5 dicembre 2007 - Sanyo, tra i leader nel mercato dei proiettori 3LCD, annuncia la disponibilità per il mercato europeo del PLC-XL50, l’unico proiettore al mondo in grado di garantire ottime prestazioni a distanze talmente ravvicinate da non essere mai state raggiunte fino a oggi. Grazie alla nuova tecnologia di proiezione e di raffreddamento sviluppata e brevettata da Sanyo, il PLC-XL50 può proiettare immagini sia in verticale sia in orizzontale. Per questo motivo, il proiettore è ideale per tutte le applicazioni di segnaletica digitale, quali avvisi pubblicitari o informazioni in luoghi pubblici, e per presentazioni in aula o in ufficio.

Il PLC-XL50 si avvale di una tecnologia ibrida caratterizzata da un nuovo sistema proprietario di proiezione ultragrandangolare, all’interno del quale è presente uno specchio asferico che ingrandisce notevolmente le immagini proiettate dalla lente. Inoltre, la correzione trapezoidale verticale previene le distorsioni comprese tra +/- 5 gradi. Questo nuova tecnologia permette di proiettare un’immagine con diagonale di 2 metri (80 pollici) ad una distanza di soli 8 cm tra il proiettore e la superficie di proiezione. Grazie a questa sua caratteristica, il PLC-XL50 è la soluzione ottimale per proiezioni in ambienti di piccole dimensioni.

Inoltre, durante una presentazione, l’oratore può posizionarsi esattamente di fronte allo schermo senza che la propria ombra interferisca in alcun modo con il fascio di luce (proiettato). Il PLC-XL50 può proiettare anche immagini in verticale; da oggi, quindi, non sono più necessarie installazioni complesse: mappe o piantine in conferenze, pubblicità o informazioni in negozi o luoghi pubblici, illustrazioni e fotografie in aula possono essere proiettate in modo estremamente semplice e flessibile su muri, soffitti, pavimenti e tavoli. Infine, le immagini possono anche essere proiettate su superfici colorate: lavagne nere o verdi, infatti, appariranno come superfici bianche grazie al sistema di adattamento del colore.

Il PLC-XL50 supporta una risoluzione nativa XGA di 1024 x 768 pixel, fornisce una luminosità di 2000 ANSI Lumen e dispone di 2 uscite VGA, S-Video e Component, nonché di un altoparlante mono incorporato da 2 watt. L’allarme sonoro protegge l’apparecchio da furti e la funzione Direct Power on/off, attiva l’apparecchio non appena viene collegato alla presa della corrente, mentre spegne il proiettore automaticamente senza provocare danni né all’apparecchio né alla lampada, quando il cavo viene scollegato.

Sanyo assicura ai propri clienti la massima affidabilità, offrendo 3 anni di garanzia sul proiettore e un anno di garanzia sulla lampada. Inoltre, in caso di riparazioni, viene assicurato un servizio di sostituzione entro 24 ore dall’inoltro della richiesta.

Il PLC-XL50 è disponibile a partire dal mese di dicembre nei negozi specializzati al prezzo consigliato di 2.450 Euro (IVA esclusa).

Per maggiori informazioni: www.sanyo-europa.it

Fonte: Sanyo Italia



Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: adm.ackbar pubblicato il 05 Dicembre 2007, 16:58
Per la precisione...

...con base di 2 mt otteniamo uno schermo da oltre 90...
Commento # 2 di: maurino72 pubblicato il 05 Dicembre 2007, 21:39
... dipende anche dall'altro lato... rapporto di dimensione (?)...
Commento # 3 di: maurino72 pubblicato il 05 Dicembre 2007, 21:40
comunque e' una figata...
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 06 Dicembre 2007, 00:15
Il termine dimensione è utilizzato in luogo di diagonale.

Infatti 200 cm sono circa 80 (78 e rotti per la precisione).

Emidio

Commento # 5 di: mariettiello pubblicato il 06 Dicembre 2007, 11:54
...ma non si dice che non va oltre gli 80"!!

manca giusto questa preziosa informazione...
il proiettore in questione è bloccato su 2 dimensioni, 60 o 80 pollici, oltre i quali non può mai andare per limiti tecnici...

a questo punto, anche per il costo e la risoluzione non troppo elevata, non è neppure paragonabile al wt600 della nec per es. ma potrei citarne anche degli altri con lo stesso tipo di ottica (3m, hitachi, etc...)

è un'ottima cosa che si spinga in questa direzione (per lavoro ci servono come manna dal cielo questi prodotti!) però bisognerebbe pensare anche a proiezioni più grandi, ormai su 60/80 pollici si può quasi già ricorrere a plasma o lcd
Commento # 6 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 06 Dicembre 2007, 14:09
Le limitazioni si riferiscono solo all'obiettivo standard:

Obiettivo standard F = 1.85 / f = 4.83 mm
Distanza di proiezione (obiettivo standard) -0.04 - 0.081 m
Dimensione immagine min. (L x A): 121.9 - 91.4 cm
Dimensione immagine max (L x A): 162.6 - 121.9 cm
Diagonale immagine min. - max.: 152.4 - 203.2 cm
Diagonale immagine min. - max.: 60 - 80 Inch

Ma è anche vero che al momento non abbiamo trovato info sulle caratteristiche di eventuali obiettivi supplementari.

Chiederò direttamente al distributore Adeo Group.

Emidio
Commento # 7 di: Girmi pubblicato il 06 Dicembre 2007, 14:25
A parte la risoluzione e l'alta luminosità, che ne fanno un prodotto prettamente business, il mio dubbio, come per i Nec, è sulla geometria delle immagini proiettate e l'uniformità dell'illuminazione.

Qualcuno li ha mai visti questi proiettori in funzioni?
Intendo anche i Nec che mi sembra adottino un sistema simile, a specchi.

Ciao.
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 06 Dicembre 2007, 15:49
In realtà, il NEC utilizza un sistema a scpecchi puro. Credo invece che questo Sanyo utilizzi un sistema ibrido. Il NEC che utilizza un sistema DLP monomatrice e non ha ottiche, ha un dettaglio pazzesco. Per il Sanyo, obiettivo e sistema 3LCD potrebbero portare a qualche leggera perdita di dettaglio.

Per il tipo di filosofia, l'unico svantaggio principale in questo caso è l'elevato angolo di incidenza della luce sulla superficie di proiezione che rende inutilizzabili schermi ad elevato guadagno. Il Supernova ad esempio in questo caso non può essere impiegato.

Anche per la misura, dovendo orientare la sonda con lente di correzione del coseno sul piano parallelo alla superficie di proiezione, la potenza luminosa efficace scende in maniera sensibile rispetto ai dati di targa.

Emidio
Commento # 9 di: Girmi pubblicato il 06 Dicembre 2007, 16:20
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli
Il NEC che utilizza un sistema DLP monomatrice e non ha ottiche,…

Come non ha ottica
Cos'ha un foro stenoscopico?

Per il tipo di filosofia, l'unico svantaggio principale in questo caso è l'elevato angolo di incidenza della luce sulla superficie di proiezione che rende inutilizzabili schermi ad elevato guadagno.

Infatti è quello che pensavo.

Correggimi se sbaglio, ma con queste caratteristiche anche l'installazione non deve essere delle più semplici e soprattutto non si adattano a installazioni metti/togli all'occorrenza, giusto?

Sto pensando alla sala riunioni di un mio cliente che per ora ha il classico tavolino a rotelle che deve piazzare in mezzo alle due file di poltroncine con tutti rischi che derivano dal fatto di avere dei cavi volanti in giro per il pavimento e l'inevitabile ombra che fa chi presenta.

Una macchina tipo questo Sanyo (fra l'altro direi molto più abbordabile del Nec) potrebbe essere una soluzione.

Ciao.
Commento # 10 di: maurino72 pubblicato il 07 Dicembre 2007, 18:16
Non so se ho capito quello che chiedi.... Li ho provati io. Li monti in alto, con il supporto sul perimetro dello schermo di proiezione. Praticamente quando appoggi il braccio allo schermo ti trovi il VPR sopra alla testa.

La qualita' dell'immagine e' ottima, le deformazioni non sono riuscito a stimarle perche' non potevo inviare segnali campione.... ad occhio non le percepivo ...

Pensa che se indichi con un dito appoggiandolo allo schermo, fai ombra solo in corrispondenza dell'avanbraccio fino al gomito.... E' comunque una zona in cui gli spettatori non potrebbero vedere perche' ci sei tu davanti...

L'unica nota negativa e se stai scrivendo con penne virtuali in quanto non appare l'immagine proprio nel punto in cui e' appoggiata la penna (sono quelle penne radio localizzate con qualche sistema strano)...

Scusate per come mi sono spiegato ma e' piu' facile a vedersi che a dirsi...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »