Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovi firmware per gamma Canon Pro 4K

di Riccardo Riondino, pubblicata il 05 Settembre 2014, all 06:48 nel canale AVPRO

“Il costruttore giapponese annuncia importanti aggiornamenti per il sistema Cinema EOS e il monitor di riferimento DP-V3010, risultato anche della collaborazione con Intel”

Gli aggiornamenti dei firmware riguarderanno principalmente la digital camera EOS C500 e il monitor DP-V3010, modelli al vertice della gamma Pro 4K di Canon. Il principale upgrade riguarda il supporto allo spazio colore ITU-R BT.2020, permettendo la cattura e la visualizzazione di immagini conformemente agli standard UltraHD (UHD). Il DP-V3010 sarà inoltre reso compatibile con lo standard di trasferimento ACESproxy, ampiamente adottato in ambito cinematografico, in particolare da Hollywood con il sostegno dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, permettendo un più efficiente color grading sul set e in post-produzione. Il nuovo firmware consentirà inoltre di supportare gli spazi colore Cinema Gamut e DCI-P3+, già presenti in EOS C500, facilitando il lavoro in fase di monitoraggio e post-produzione.
 
Il video potrà essere visualizzato in DCI-P3 o in BT.709, con una conversione ottimizzata del display. Un ulteriore aggiornamento comprende il campionamento YCbCr 4:4:4, utilizzato nel cinema digitale, e la nuova funzione “peaking”, che mostra un contorno colorato intorno ai soggetti a fuoco, rendendo più facile individuare il punto di messa a fuoco in ripresa. Gli upgrade renderanno il DP-V3010 il primo monitor 4K professionale in grado di riprodurre i 48 fps del cinema digitale, sempre più utilizzato dai professionisti del settore, e introdurranno altre migliorie, che ne perfezioneranno ulteriormente usabilità e prestazioni.

 
Gli utenti di EOS C500 beneficeranno anche di una versione aggiornata del software Canon Cinema RAW Development (CRD). La versione 1.3 semplificherà il workflow con EOS C500 4K RAW, mediante funzioni per la conversione degli spazi di colore Cinema Gamut o DCI-P3+, ai versatili standard di settore come ITU-R BT.709 e DCI-P3. La capacità di output video con spazi colore standard, permetterà agli utenti di risparmiare tempo sul set guardando in anteprima i filmati sui monitor predisposti. L’aggiunta del supporto per Edit Decision Lists (EDL) contribuirà a rendere più fluido il workflow RAW. I file EDL creati durante un’elaborazione offline possono ora essere utilizzati per “sviluppare” (de-bayer) specifici file RAW necessari per la sequenza finale, riducendo il tempo necessario a convertire i contenuti oltre allo spazio necessario per back-up e archiviazione, in modo da rivedere il lavoro giornaliero più rapidamente.
 
Canon RAW Development v1.3 beneficerà anche della collaborazione con Intel, annunciata nel mese di aprile 2014, che contribuirà a semplificare le riprese in RAW 4K. L’aggiornamento migliorerà le prestazioni grazie all’Intel Integrated Native Developer Experience RAW Media Accelerator, consentendo uno sviluppo più rapido dei dati Cinema RAW 4K quando si utilizza un computer portatile dotato di scheda Intel Iris Pro Graphics, oltre alla riproduzione fluida dell’anteprima dei filmati 4K3. In abbinamento ad un sistema NLE (sistema di editing non lineare) adatto, la combinazione di software CRD v1.3 e GPU Intel Iris Pro Graphics-accelerated, rende possibile un workflow RAW 4K che include editing, sviluppo, riproduzione e output con un unico laptop. L'aggiornamento migliorerà anche il controllo del bilanciamento del bianco di EOS C500 e di EOS C300, a seguito di richieste da parte dei professionisti del settore.
 
Gli aggiornamenti dovrebbero essere disponibili nel quarto trimestre 2014. I prodotti che supportano lo spazio colore ITU-R BT.2020 saranno in mostra presso lo stand Canon (Padiglione 11, Stand E50) durante l'International Broadcasting Convention (IBC) 2014, che avrà luogo ad Amsterdam dal 12 al 16 settembre.
 
Per ulteriori informazioni: www.canon.it


Commenti