Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

"ADA" - Blu-ray con cartuccia da Panasonic

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 24 Novembre 2009, all 11:26 nel canale AVPRO

“La multinazionale nipponica ha sviluppato un nuovo supporto ottico derivato dal Blu-ray e dedicato all'utenza professionale denominato "Advanced Disc for Archive". Disponibile in tagli da 25 e 50GB, questi supporti sono garantiti per 50 anni”

Il disco Blu-ray, si sa, è piuttosto delicato e nonostante la grande capacità di archiviazione, non è stato fino ad oggi un supporto ottico adottato a livello professionale per l'archiviazione dei dati. Per venire incontro alle esigenze delle aziende, Panasonic ha creato un nuovo supporto denominato "ADA - Advanced Disc for Archive" che deriva direttamente dal supporto Blu-ray, con il disco che è stato integrato all'interno di una cartuccia.

Molto più solido e immune a graffi, sporcizia o ditate, Panasonic assicura una conservazione dei dati per una durata di 50 anni a una temperatura media di 25 gradi e umidità relativa dell'80%. Come per i Blu-ray, il nuovo supporto scrivibile è disponibile in tagli da 25GB (singolo strato) e 50 GB (doppio strato) e richiede l'utilizzo di un masterizzatore compatibile. Il "ADA Drive" è disponibile in versione S-ATA interna e USB 2.0 esterna ed è compatibile anche con i supporti Blu-ray, DVD e CD.

Fonte: Panasonic Corporation



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ghiltanas pubblicato il 24 Novembre 2009, 12:04
apparte la dubbia utilità, molto dubbia a dire il vero, siamo alla fine del 2009 e nn doti il dispositivo di usb 3.0? e fallo sto sforzo e inserisci il 3.0 per un prodotto nuovo
Commento # 2 di: nipad pubblicato il 24 Novembre 2009, 12:37
Non oso pensare al costo commerciale.
Mi viene spontanea una domanda: non è piu' vantaggioso (in termini economici e di durata del supporto fisico) acquistare un Hard disc?
Commento # 3 di: TheRaptus pubblicato il 24 Novembre 2009, 14:05
@ghiltans: Penso che non serva un USB3.0: è sufficiente la banda passante del 2 per garantirne l'accesso alla massima velocità di lettura (o scrittura).

Per non parlare delle scarse MB con usb3. Io sto aspettando qualcosa di serio per cambiare sistema!
Commento # 4 di: gugu83 pubblicato il 24 Novembre 2009, 15:37
Avrei già creato il Blu-Ray così...
Commento # 5 di: pistu pubblicato il 24 Novembre 2009, 16:19
i dvd ram non hanno mai avuto un grande successo.Non capisco perchè insistere con supporti ottici per l'immagazzinamento dei dati , quando il prezzo a giga degli hdd ormai è bassissimo.
Commento # 6 di: Picander pubblicato il 24 Novembre 2009, 16:55
sicuramente un hdd è più delicato di un floppy così.
Commento # 7 di: ghiltanas pubblicato il 24 Novembre 2009, 17:20
nn credo, e inoltre esistono le varie tipologie di raid, che possono garantire una maggiore sicurezza e migliori prestazioni
Commento # 8 di: fabry20023 pubblicato il 25 Novembre 2009, 11:20
Originariamente inviato da: nipad
... non è piu' vantaggioso (in termini economici e di durata del supporto fisico) acquistare un Hard disc?

Durata e affidabilità degli hardisk ???
Nel giro di 2 settimane ne ho fatti fuori due da 500GB ,uno aveva un anno e l'altro 2 mesi , senza contare quelli che mi si sono guastati nel corso degli ultimi anni,di qualsiasi marca e taglio,per la cronaca si guastano anche i più rinomati e costosi.
Nessuno ti risarcisce per i dati persi....
D'accordo potevo configurarli in raid 1 (mirroring e costi doppi),ma se facevo così come facevo a perdere i dati.....
Mentre ho recuperato dati importanti di backup effettuati agli albori della masterizzazione (addirittura cd)degli anni 90,nessun dato perso,la stessa cosa per dati immagazzinati in dvd,ora e la volta dei bluray.
Le regole sono semplici ,acquistare dischi di marca,velocità di masterizzazione basse (con verifica)e conservare in un ambiente discretamente protetto,non serve altro.....