Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IFA: componenti Hi-Fi Yamaha Serie 5000

di Riccardo Riondino, pubblicata il 07 Settembre 2018, alle 09:28 nel canale AUDIO

“La compagnia nipponica ha introdotto i nuovi componenti top di gamma per l'audio a due canali: una coppia pre-finale dal design flottante bilanciato, completa di AV bypass e ingresso fono MM/MC con impedenza variabile, a cui tra un anno si aggiungerà un giradischi ispirato all'originale serie GT ”


- click per ingrandire -

Yamaha ha presentato a IFA 2018 la serie Hi-Fi 5000, nuova gamma di riferimento che comprende attualmente il preamplificatore C-5000 e il finale stereo M-5000. Queste elettroniche saranno disponibili da novembre al prezzo di 6700 £ cadauna, mentre tra circa un anno si aggiungerà il giradischi GT-5000, offerto al prezzo di 4600 £. Pre e finale condividono il design flottante e bilanciato, il cui circuito totalmente simmetrico e isolato dalla terra rimuove gli effetti nocivi causati dalle minime fluttuazioni di voltaggio o dal rumore di terra. Nel C-5000 questo concetto si applica allo stadio fono, a quello di ingresso e ai circuiti di linea, mentre nel finale M-5000 viene adottato in tutto il circuito di potenza.


- click per ingrandire -

Il C-5000 dispone di un'ingresso giradischi sdoppiato su terminali RCA e XLR; è possibile collegare testine MM e MC variando l'impedenza di ingresso di quelle a bobina mobile. Gli altri ingressi sono per quattro sorgenti di linea RCA, una delle quali con uscita rec, due XLR e un ingresso main per decoder esterni (AV bypass), sempre di tipo RCA e XLR. Le uscite sono tre, delle quali una su terminali bilanciati.


- click per ingrandire -

La simmetria del circuito si estende fino al doppio trasformatore toroidale, blindato in rame per contenere le vibrazioni e le dispersioni di flusso. Lo stesso materiale viene utilizzato per schermare l'intero telaio, mentre il cablaggio terminato a vite riduce l'impedenza dello stadio di alimentazione. 


- click per ingrandire -

Il finale M-5000 è capace di fornire 2x100 W/8Ω sull'intera banda udibile con THD dello 0,07%, raddoppiando esattamente la potenza su 4Ω nelle stesse condizioni di misura. Il design a bassa impedenza viene ottenuto accorciando i percorsi di segnale e dello stadio di alimentazione. Il trasformatore, il blocco di condensatori e i dissipatori sono montati direttamente sul telaio (Mechanical Ground Concept).


- click per ingrandire -

Il massiccio toroidale dispone in aggiunta di un supporto in ottone da 3 mm per ridurre ulteriormente le vibrazioni. Il "floating design" prevede che l'alimentatore venga connesso ai poli positivo e negativo dello stadio di uscita. Il layout simmetrico è studiato per l'impiego dei MosFet, migliorando la capacità di pilotare altoparlanti a bassa impedenza. Sul frontale spiccano i due grandi Vu-Meter ad ago, protetti da un vetro Asahi da 7 mm. Il modello in distribuzione dovrebbe avere anche una modalità "a ponte" per raddoppiare la potenza in modalità mono.


- click per ingrandire -

Il giradischi GT-5000 infine trae ispirazione dall'originale gamma "Gigantic and Tremendous", caratterizzata da telai in solido legno e piatti di massa elevata per assorbire le vibrazioni. In questo caso il piatto è in alluminio da 5 kg, mosso da una trazione a cinghia con motore sincrono 24 poli AC. Il meccanismo di trasmissione custom riduce al minimo l'effetto cogging del motore, escludendo il controllo di feedback per un suono aperto e naturale.


- click per ingrandire -

Il braccio è di tipo diritto con canna rastremata di lunghezza ridotta (effettiva 223 mm) e attacco a standard EJA. L'uscita è disponibile su terminali bilanciati e sbilanciati, mentre la base è in legno con finitura laccata.

Per ulteriori informazioni: it.yamaha.com/it/products/audio-visual

Fonte: What Hi-Fi



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Luiandrea pubblicato il 07 Settembre 2018, 12:17
Fa piacere vedere Yamaha ritornare a pre+finale 2ch, tuttavia mi sarei sforzato nel proporre un finale un po' più muscoloso di questo, sulla carta le differenze rispetto all'integrato A-S3000 ci sono, ma non certo eclatanti.
Commento # 2 di: st3f4n0 pubblicato il 07 Settembre 2018, 14:53
Mos Fet

E' vero, e' accennato.
Ma secondo me andrebbe ulteriormente sottolineato l'impiego di MosFet di potenza.
Secondo me sempre autori di differenze sonicamente rilevanti !
Commento # 3 di: Luiandrea pubblicato il 07 Settembre 2018, 15:34
L'impiego di MosFet di potenza non è una caratteristica esclusiva del finale M-5000 in quanto presenti anche su AS-3000.
Commento # 4 di: Doc_zero pubblicato il 08 Settembre 2018, 11:26
il giradischi mi lascia perplesso. quel braccio sembra davvero inadeguato ad un prodotto top