Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

ESPN 3D chiude entro l'anno

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 14 Giugno 2013, alle 09:54 nel canale AUDIO

“Lanciato negli 2010, il primo canale sportivo statunitense interamente dedicato ad eventi in 3D, annuncia la chiusura entro fine anno. Troppo pochi i telespettatori interessati ”

Il 3D in casa continua a perdere pezzi: dopo l'addio al canale 3D da parte della francese Canal+ (vedi news), l'addio - sempre in Francia - alle riprese in 3D del prestigioso Torneo di Tennis "Rolland Garros" (per far spazio all'Ultra HD - vedi news), ora anche dagli Stati Uniti arrivano cattive notizie per il broadcasting in stereoscopia. L'emittente sportiva ESPN ha, infatti, annunciato la chiusura entro fine anno del suo primo canale interamente dedicato ad eventi sportivi in stereoscopia "ESPN 3D". Il canale fu lanciato nel 2010, in occasione dei Mondiali di Calcio in Sud Africa e l'emittente ha continuato ad arricchire il palinsesto di numerosi contenuti, produzioni ed eventi in 3D, ma l'audience non è mai realmente decollato.

Proprio in virtù dello scarso interesse del pubblico statunitense, il canale ESPN 3D verrà "spento" entro la fine del 2013. Sappiamo che il gruppo ESPN ha acquistato un buon numero di telecamere 4K Sony PMW-F55 (che sono già state utilizzate in varie occasioni per speciali moviole "super zoom" in Full HD), quindi è probabile che la chiusura del canale 3D possa lasciare spazio nel 2014 all'arrivo di un primo canale sportivo in Ultra HD (trattasi per ora solo di indiscrezioni, seppur sempre più insistenti, n.d.r.).

Fonte: ESPN



Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: StarKnight pubblicato il 14 Giugno 2013, 12:30
Purtroppo sono in pochi ad amare il 3D. Preferiranno tutti buttarsi sul 4K che tanto alla fine solo i pochi fortunati che potranno permettersi TV o proiettori con schermi dai 60 pollici in su potranno godere (tutti gli altri vedranno mogliorie che l'occhio umano in realtà non riuscirà a vedere) mentre il 3D era il vero valore aggiunto del cinema e della TV alla portati di tutti coloro che non hanno problemi di vista.
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 14 Giugno 2013, 13:12
Originariamente inviato da: StarKnight;3896631
TV o proiettori con schermi dai 60 pollici in su potranno godere (tutti gli altri vedranno mogliorie che l'occhio umano in realtà non riuscirà a vedere)


Non diciamo castronerie per favore! La differenza e l'aumento di risoluzione si vedono e come!!!! Per godere al meglio di un display Ultra HD / 4K è necessario avvicinarsi maggiormente allo schermo....e a quel punto il coinvolgimento e la percezione di profondità sono maggiori e di gran lunga superiori al Full HD!

Gianluca
Commento # 3 di: seba93 pubblicato il 14 Giugno 2013, 15:22
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896664
...La differenza e l'aumento di risoluzione si vedono e come!!!! Per godere al meglio di un display Ultra HD / 4K è necessario avvicinarsi maggiormente allo schermo....e a quel punto il coinvolgimento e la percezione di profondità sono maggiori e di gran lunga superiori al Full HD!

Infatti StarKnight non si riferiva all'indubbio miglioramento del 4K, ma al fatto che su una TV full HD un segnale 4K non da molti vantaggi e gli unici a veramente beneficiare del grande impatto visivo saranno quelli che potranno spendere 10k$ per una TV nuova.
Non credo che la qualità visiva sia meglio di un buon Blu-ray sulla mia Mitsubishi a casa o il panaplasma da mio padre, entrambe full HD..

Pardon 10000€ da voi
Commento # 4 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 14 Giugno 2013, 16:18
Originariamente inviato da: seba93;3896786
Infatti StarKnight non si riferiva all'indubbio miglioramento del 4K, ma al fatto che su una TV full HD un segnale 4K non da molti vantaggi e gli unici a veramente beneficiare del grande impatto visivo saranno quelli che potranno spendere 10k$ per una TV nuova.


Scusami, ma credo che sia tu a non aver capito cosa volesse dire StarKnight. Premesso che se provi a vedere un segnale 4K su una TV Full HD non vedrai nulla (a meno che il segnale non venga prima downscalato dalla sorgente), StarKnight sostiene che il 4K (quindi con materiale nativo) sarà positivamente percepibile solo da chi avrà la possibilità di acquistare un proiettore 4K o una TV 4K da 60 pollici in su... di fatto affermando che sotto quella diagonale l'aumento di risoluzione non sia percepibile dall'occhio umano... ed è proprio questo che mi sono permesso di contestare, avendo avuto la fortuna di osservare con attenzione display 4K o Ultra HD dai 20 pollici in su!

Poi se ho frainteso io, prego StarKnight di chiarirci il suo punto di vista!

Gianluca
Commento # 5 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 14 Giugno 2013, 16:41
Originariamente inviato da: seba93;3896786
gli unici a veramente beneficiare del grande impatto visivo saranno quelli che potranno spendere 10k$ per una TV nuova. [...] Pardon 10000€ da voi


Anche questo dato è sbagliato:
Listino Sony in Italia per i 55 e 65 pollici Ultra HD serie X9:
- 4.499 Euro per il 55X9005A (55"
- 6.999 Euro per il 65X9005A (65"

Gianluca
Commento # 6 di: vodolaz pubblicato il 14 Giugno 2013, 21:26
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896664
Non diciamo castronerie per favore!


Relax ...

Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896664
La differenza e l'aumento di risoluzione si vedono e come!!!!


Nelle condizioni giuste, certamente.

Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896664
Per godere al meglio di un display Ultra HD / 4K è necessario avvicinarsi maggiormente allo schermo....


Avvicinarsi quanto? No perchè parlando di visione di film (perché è questo che ci interessa maggiormente vero?) le specifiche THX prevedono un angolo di visione sul lato orizzontale di 36°, e questo comporta una distanza dallo schermo proporzionale alla diagonale dello stesso, ad esempio per un 60 sono circa 2,10m. Tempo fa mi ero preso la briga di calcolare la risoluzione teorica massima percepibile da un soggetto dotato di acutezza visiva sopra la media (20/15 di visus) per quell'angolo visuale, ed era uscito un valore intermedio tra il FullHD ed il 4K ma riferito a mire ottiche a contrasto infinito (punti e/o linee nere su fondo bianco) mentre su immagini reali la risoluzione massima percepibile cala e non poco.

Diciamo che il 4K è la risoluzione più che sufficiente per saturare le capacità di visione dell'occhio umano nel caso di visione di materiale cinematografico con il corretto angolo visuale, ed oltre non avrebbe senso spingersi (per quell'impiego).

Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896664
e a quel punto il coinvolgimento e la percezione di profondità sono maggiori e di gran lunga superiori al Full HD!


Di gran lunga superiori ho qualche dubbio (sempre parlando di visione di film). La stragrande maggioranza delle persone non tiene in nessuna considerazione la corretta distanza di visione e/o non ha la possibilità di rispettarla per problemi logistici. Io ad esempio potrò mettere un pannello da 50 o massimo 55 nel mobile (che non posso/voglio cambiare) ed il divano sta a 3 metri abbondanti dallo schermo (e non lo posso/voglio spostare). Il salto grosso c'è stato nel passaggio SD>HDready, meno grosso anche se apprezzabile quello HDready>FullHD. Temo saranno in pochi a trarre benefici tangibili dal 4K (sempre parlando di visione di film).

Per altri scopi il discorso è diverso, ad esempio su monitor da PC o per videogiochi, dove ci si avvicina anche molto allo schermo la maggiore definizione sarà certamente meglio percepibile.
Commento # 7 di: Giovanni q pubblicato il 15 Giugno 2013, 08:05
Quoto ciò che ha scritto Gianluca, il 4k porterà senza dubbio benefici visivi, la distanza? Certamente ad una distanza ottimale i miglioramenti saranno più evidenti, ma anche in altri casi i miglioramenti ci saranno.

Certo che, se come riferimento prendiamo un bel volto in primo piano le differenze con uno schermo di piccole/medie dimensioni non si noterebbero molto, ma, se osservassimo dei secondi piani, degli sfondi o semplicemente un insieme di giocatori durante una partita, le differenze di qualità ci sono. Per gli schermi di grandi dimensioni i miglioramenti saranno certamente maggiori.

Vedere meglio non è un lusso, questo fa parte dei progressi dell'uomo, il prezzo come sempre, passato il lancio scenderà a livelli per tutte le tasche.
Commento # 8 di: JENA PLISSKEN pubblicato il 15 Giugno 2013, 09:27
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3896835
Anche questo dato è sbagliato:
Listino Sony in Italia per i 55 e 65 pollici Ultra HD serie X9:
- 4.499 Euro per il 55X9005A (55"
- 6.999 Euro per il 65X9005A (65"

Gianluca

prezzi molto popolari

A quanto vedo, Sony sta spingendo molto per il 4k, ne parla ovunque, lo mette ovunque ecc, stà creando Hype a non finire e gli altri la seguiranno.
I TV non li vendono più, ormai tutti hanno buttato i crt e loro erano abituati alle vendite di qualche anno fa nel periodo di passaggio, adesso si inventano di tutto per far cambiare TV e non chiudere i battenti, in pratica ci si deve comprare un lcd vecchia generazione con la definizione aumentata, poi cambierà la connessione e lo si deve cambiare, poi cambieranno i pannelli e passeranno all'oled e si ricambierà il tv, poi finalmente il tutto sarà adeguatamente testato e funzionante e ....poi si passerà all'8k....
Ci siamo abituati
Commento # 9 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 15 Giugno 2013, 10:58
@ vodolaz - Mi sono permesso di scrivere castronerie perché quando leggo affermazioni che mi sembrano dettate più da pregiudizi o sentito dire, piuttosto che da esperienza reale, mi infervoro! Scrivere - come ha fatto StarKnight (nulla di personale, diciamo che lo prendo a mero esempio e magari lui ha visto il 4K all'opera in tutte le salse) che tutti gli altri vedranno migliorie che l'occhio umano in realtà non riuscirà a vedere, è pura disinformazione. L'aumento di risoluzione e dettaglio sono clamorosi, per non parlare della percezione di profondità...il tutto a favore di un maggiore coinvolgimento in primis visivo, ma per certi versi quasi emotivo (specie se supportato da un adeguato supporto audio multicanale). Ovvio che se guardiamo un 55 pollici 4K con materiale nativo 4K a 10 metri di distanza, decade buona parte del vantaggio!

E qui vengo alla tua domanda sulla distanza ottimale di visione: volendo generalizzare, diciamo che con un display 4K e relativi contenuti, la distanza di visione dal display andrebbe dimezzata rispetto a un equivalente display Full HD. Non solo per apprezzare il maggiore dettaglio, ma perché l'aumentata risoluzione consente un'esperienza di visione meno faticosa e potendoci avvicinare aumentiamo anche l'angolo di visione sui contenuti, accrescendo di conseguenza il coinvolgimento in stile cinematografico (è difficile da spiegare in maniera chiara, però diciamo che con un display 4K e materiale adeguato, ci si può quasi immergere nel display).
[ATTACH]18438[/ATTACH]

Poi si potrebbe affrontare il discorso legato alla qualità dei contenuti: con materiale creato ad hoc per mettere in risalto il dettaglio è chiaramente molto più facile apprezzare le differenze, molto più complicato risulta, invece, il discorso legato ai film (specie se di catalogo girati in pellicola 35mm e con sviluppi e stampa negativi o interpositivi economici". In tal senso mi sono fatto una personale opinione: credo che per molti film, con i DI 2K (ma in molti casi anche 4K) e relativi Blu-ray, si sia già raggiunto il limite e le eventuali versioni 4K o Ultra HD non apporteranno una gran differenza. Credo che per tutti questi casi, la vera differenza potranno farla paradossalmente i chip di upscaling ed elaborazione 4K (il Reality Creation di Sony ne è già un primo esempio e sono convinto che nei prossimi anni ne vedremo delle belle!). Quello che intendo dire è che, a mio avviso (e spero di essere smentito, ovviamente), alcuni film in Blu-ray uspcalati adeguatamente in 4K, si vedranno meglio delle future versioni restaurate in 4K nativo (ho già fatto una scommessa con un collega per quanto riguarda Colazione da Tiffany, per farvi un esempio, e non vedo l'ora di poter un giorno fare un confronto!).
Rimango convinto che il passaggio al 4K e oltre, sia un cambio epocale non di poco conto, soprattutto per l'industria cinematografica, e che gli stessi registi e direttori della fotografia lo stiano sottovalutando. Già oggi, con un videoproiettore in semplice Full HD, mi accorgo ormai sistematicamente quando un film viene girato con telecamere diverse (vuoi per mix pellicola e digitale, ma anche per film interamente girati in digitale) e sono talmente malato che quando mi salta all'occhio, metto in pausa e vado a verificare su IMDB e ogni volta i dati tecnici di ripresa mi confermano la sensazione di cambio da una scena all'altra (l'ultimo esempio l'ho avuto con l'ottimo La Migliore Offerta di G. Tornatore che ho scoperto poi essere stato ripreso in parte con le Arri Alexa e in parte con le Red Epic, quindi interamente in digitale). A mio avviso, il problema diventerà ancora più evidente con la diffusione dei display e videoproiettori 4K / Ultra HD e relativi contenuti nativi, perché se mi accorgo di questi cambi oggi con una catena in Full HD, figuriamoci un domani con una catena interamente in 4K / Ultra HD!!

Per chi dice che con il 4K siamo al limite della percezione di dettaglio visivo, non sono d'accordo! Ho avuto la fortuna di vedere i prototipi Super Hi-Vision 8K in proiezione (JVC) e display (sia LCD Sharp che plasma Panasonic), ovviamente con materiale realizzato ad hoc, e la sensazione è stata quella di osservare una finestra sul mondo! Non è stato tanto il dettaglio (mostruoso) a colpirmi, quanto la sensazione di totale immersione, la percezione di tutti i vari piani di profondità, come se le immagini fossero realmente tridimensionali....ed è proprio lì che sta tutta la differenza: non tanto il dettaglio oggettivo (percepibile o meno dall'occhio umano), quanto l'impatto emotivo, la sensazione di stare quasi a toccare con mano! Ma anche qui torniamo al discorso di prima legato ai film: per come è stato pensato il cinema fino ad oggi, l'8K avrà un giorno senso? Forse no! A meno che l'industria non si renda finalmente conto che l'aumento di risoluzione in ambito digitale richiede un approccio e una visione del mezzo completamente diversi per trasmettere pienamente il messaggio artistico / emotivo.

Scusate se mi sono dilungato così tanto, ma spero di aver offerto spunti per un confronto costruttivo!

Gianluca
Commento # 10 di: paolobody pubblicato il 15 Giugno 2013, 10:59
Originariamente inviato da: Giovanni q;3897133
Quoto ciò che ha scritto Gianluca, il 4k porterà senza dubbio benefici visivi, la distanza? Certamente ad una distanza ottimale i miglioramenti saranno più evidenti, ma anche in altri casi i miglioramenti ci saranno.


giusto un po' di matematica (approssimata nei calcoli)
su un 50 i pixel di un fullhd sono grandi circa mezzo millimetro (0.6mm)
su un 50 i pixel di un 4k sono grandi circa 0.3mm

ora, non credo proprio che a 3metri riesci a vedere la differenza
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »