Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Supporti Blu-ray 4x da TDK

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 23 Luglio 2007, all 10:04 nel canale 4K

“TDK annuncia il lancio estivo di due nuovi dischi Blu-ray registrabili a velocità 4x. A partire da fine luglio verrà reso disponibile il Blu-ray da 25GB (singolo strato), mentre nel corso del mese di agosto arriverà anche quello da 50 GB”

I nuovi BD-R TDK a velocità 4x, come i precedenti dischi a velocità 1x e 2x, utilizzano uno strato registrabile a struttura "dual layer" realizzato con materiale inorganico. Lo strato registrabile, infatti, è composto da una lega di rame (Cu) e silicio (Si) impermeabile ai danni della luce che lo rende ideale per l’archiviazione. Inoltre, i nuovi BD-R impiegano la tecnologia DURABIS 2 di TDK, una protettiva formula di rivestimento realizzata per mezzo di un processo di produzione a rotazione (TDK spin coating). Altre esclusive tecnologie TDK concorrono alla realizzazione di dischi di altissima affidabibilità. 

TDK è stata la prima azienda a commercializzare i supporti Blu-ray a singolo strato privi di cartuccia protettiva, grazie a DURABIS2, la tecnologia di TDK che assicura alta protezione senza rivestimento. Ed è stata anche la prima a proporre nel 2006 i prototipi BD a 6 strati con velocità di registrazione a 6x e una capienza di 200GB. 

I nuovi BD-R  4x - con un masterizzatore compatibile - consentono ora di registrare 25GB di dati su un supporto BD-R in circa 22 minuti e l'intera produzione è affidata all’azienda Chikumagawa Techno di TDK a Saku City, Nagano Prefecture, in Giappone.

Fonte TDK Italia



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: runner pubblicato il 23 Luglio 2007, 10:26
oltre al problema della luce ci potrebbero essere problemi di ossidazione? o lo strato protettivo è impermiabile all'ossigeno?
Commento # 2 di: H.D. Lion pubblicato il 23 Luglio 2007, 11:55
Lo strato registrabile, infatti, è composto da una lega di rame (Cu) e silicio (Si) impermeabile ai danni della luce che lo rende ideale per l’archiviazione

Stupendo...e adesso mi dicano i fanboy dell'HD-DVD se i supporti Blu-ray non hanno le carte in regola per diventare standard......

Io spero che lo diventino ma solo quando i lettori, i supporti e i film, nonchè i giochi in Blu-ray avranno un prezzo di vendita veramente accessibile alla massa.......
Commento # 3 di: Kuarl pubblicato il 23 Luglio 2007, 15:05
@runner

lo strato registrabile non è esposto agli elementi. Lo è solo lo strato protettivo, il DURABIS 2 dell'articolo, che è organico ed è ovviamente inossidabile