Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Si avvicina la fine del Blu-Ray Disc?

di Franco Baiocchi, pubblicata il 11 Luglio 2018, alle 10:57 nel canale 4K

“Le vendite dei servizi di streaming digitale hanno già da tempo superato quelle dei supporti fisici per l'home video che sembrano sempre più appannaggio di una nicchia di appassionati”


Mercato dei media digitali con previsione fino al 2023 (statista.com)

Si sta avvicinando davvero la fine dell'era del Blu-Ray? Questo è l'interessante quesito proposto in un articolo di Display Daily, secondo cui i supporti fisici per l'home video  hanno già lasciato il posto allo streaming digitale, relegando i nuovi lettori multimediali domestici ad un mercato di nicchia.

Già nel 2015 i supporti fisici come i dischi Blu-ray, avevano subito un forte calo nelle vendite con una diminuzione del 12% nei soli Stati Uniti; al contrario le vendite dei media digitali sono salite del 16% con un aumento degli abbonamenti di streaming video del 20%. A tutto ciò ha fortemente contribuito la produzione di contenuti di qualità in UHD 4K direttamente in casa propria da parte dei provider di media digitali, come Netflix, HBO ed altri prima di loro, che hanno eluso i tradizionali produttori di contenuti hollywoodiani.

Come ha ricordato Devindra Hardawar di Engadget nel 2016, "Lo Streaming video si rivolge al nostro crescente desiderio di contenuti on-demand. Non importa tanto che la qualità di uno stream 1080p non sia buona come un Blu-ray 1080p , che offre bitrate più alti e meno compressione. "; in ogni modo i veri cinefili continueranno ad adorare le immagini UHD e i video di alta qualità provenienti dall'ultimo lettore Blu ray con tecnologia all'avanguardia. 

Per maggiori info: DisplayDaily

 

 



Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: zLaTaN_85 pubblicato il 11 Luglio 2018, 22:57
Che la strada sia segnata è scontato, presto o tardi morirà.
C'è anche da dire che a livello video siamo molto lontani dall'avere servizi streaming con una buona libreria, quantomeno cinematografica. Insomma nella musica hai Spotify e hai praticamente tutto, in ambito video ci sono ancora molte esclusive e credo pure che in futuro sarà sempre peggio visto che i fornitori dei servizi si stanno trasformando in produttori di contenuti (netflix e amazon su tutti), pertanto si terranno strette le loro produzioni.
Commento # 12 di: Iosif Anti pubblicato il 12 Luglio 2018, 02:15
Speriamo Proprio di NO .
Commento # 13 di: xxxxyyyy pubblicato il 12 Luglio 2018, 03:03
E' talmente fuori dai miei pensieri la fine del supporto fisico che pensavo si initendesse la fine del blu-ray per il passaggio al BR HD o al nuovo supporto per l'8K... che spero sara' messo nella PS5.
Commento # 14 di: alpy pubblicato il 12 Luglio 2018, 06:27
Nessuno calcola però che il mercato del fisico, si base anche (e una volta pensavo purtroppo, ma adesso mi rendo conto che potrebbe essere un ancora di salvataggio), a chi compra e ricompra i film per la confezione i gadget, steelbook, stimazzi e via dicendo. Fino a che c'è un mercato le majors e le case distributrici lo sfrutteranno, statene certi. Ragazzi, il nocciolo duro dei collezionisti è pur sempre un mercato. Del resto guardate col vinile.
Commento # 15 di: maxrenn77 pubblicato il 12 Luglio 2018, 08:54
No ma davvero,siete seri ?? Siete qui ad aspettare un nuovo formato 8K ???? Ricominciamo da capo con il 4K nato l'altro ieri? Io mi sa che passo e aspetto direttamente il 16 o il 32K....ma per favore....
Commento # 16 di: zLaTaN_85 pubblicato il 12 Luglio 2018, 09:12
Originariamente inviato da: alpy;4869797
Ragazzi, il nocciolo duro dei collezionisti è pur sempre un mercato. Del resto guardate col vinile.[CUT]

Certo però il paragone con il vinile non è proprio corretto, prima di tutto il vinile è un formato nato decine di anni fa, rimasto tale e quale, che non richiede continui investimenti per adeguarsi ai nuovi livelli di qualità richiesti dal mercato (fullhd, 4K, 8K, hdr, ecc.).
Secondo, la musica si fruisce sicuramente in maniera più continuativa e ripetitiva rispetto a un film, sarebbe interessante sapere quante persone mediamente riguardano un bluray dopo la prima visione.
Alla luce dell'andamento del mercato credo che nessuno abbia voglia di investire nel lancio di un nuovo ipotetico formato fisico 8K, penso che il bluray 4K sarà l'ultimo disco fisico conosciuto.
Commento # 17 di: alpy pubblicato il 12 Luglio 2018, 15:37
Osservazione giusta. L'ultima mia era più che altro un esternazione dovuta al fatto che mi farebbe un effetto strano nel 20xx entrare in uno store fisico (fino a che esisteranno) e trovare il vinile e non BD o BD4K. In ogni caso rimango dell'idea che ci vorrà ancora del tempo per le questioni già espresse.
Commento # 18 di: mariett01 pubblicato il 12 Luglio 2018, 17:00
il controsenso è solo per chi spende in catene audio-video in grado di evidenziare differenze evidenti e poi ripiega per comodità sullo streaming...quindi o scompaiono i bluray e si smette di investire in impianti costosi o va salvata l'offerta di altissima qualità lato software per tutelare chi spende in tecnologie di riproduzione...
Commento # 19 di: alpy pubblicato il 12 Luglio 2018, 22:29
Non succederà nulla di quanto pronosticato nell'articolo.
Commento # 20 di: g_andrini pubblicato il 12 Luglio 2018, 23:22
A mio parere l'industria vuole comunicare di aumentare l'attenzione verso i contenuti e di rendere meno importante il metodo di fruizione. L'ottico morirà? Non penso, anzi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »