Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Primo camcorder Blu-ray Hitachi

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 23 Luglio 2007, all 12:20 nel canale 4K

“In occasione dell'ultimo CEATEC, Hitachi aveva esposto dei prototipi di camcorder in grado di registrare su Blu-ray. Ora la casa nipponica annuncia che il primo modello sarà disponibile in autunno”


I prototipi presentati all'ultimo CEATEC

Hitachi annuncia la disponibilità, a partire da questo autunno della prima videocamera in grado di registrare su supporto Blu-ray. In realtà il drive di registrazione utilizzato è assolutamente inedito in quanto necessita di supporti da 8cm di diametro (sia DVD che Blu-ray). Nel caso dell'utilizzo di "mini-BD" la capienza dovrebbe essere di circa 7GB che consentiranno di incidere un'ora di riprese in alta definizione (1920x 1080 punti) con compressione Mpeg 4 AVC/H.264.

Il sensore utilizzato sarà un CMOS da 5,3 MegaPixel, mentre non si conoscono ancora ulteriori dettagli tecnici, né un prezzo orientativo di vendita che dovrebbe comunque avere inizio prima sul solo territorio giapponese.

Fonte: AFP



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: H.D. Lion pubblicato il 23 Luglio 2007, 13:22
Non vedo nel mini Blu-ray un significativo passo avanti rispetto alla memorizzazione su HDD.

In compenso sarebbe interessante confrontare la qualità dei filmati eseguiti con compressione Mpeg 4 AVC/H.264 e AVCHD della Sony.

La domanda però nasce spontanea:

Non è possibile fare una camcorder che memorizzi filmati direttamente in un file compresso VC1? (compressione usata per i film in Blu-ray)

Qualcuna saprebbe rispondere al quesito?
Commento # 2 di: Kuarl pubblicato il 23 Luglio 2007, 15:09
la compressione h.264 è di qualità paragonabile all'ottimo VC1, ed è supportata dai lettori da tavolo. Attualmente la tendenza spinge verso film codificati con l'h.264 sul blu ray mentre si usa il vc1 sugli hd-dvd. In ogni caso entrambe le codifiche sono supportate da entrambi i formati.

Un ultima nota sulle codifiche, queste qui richiedono molta potenza di calcolo sia in codifica che in decodifica, quindi i processori adibiti a questo tipo di calcoli nelle camcoder non sono proprio dei giocattoli a costo zero, anzi incidono parecchio sul costo dell'apparecchio
Commento # 3 di: Apple^HT pubblicato il 23 Luglio 2007, 20:01
secondo mè l'unico futuro certo è usare dischi fissi. Ci sbatti dentro un HDD 2.5 da 120GB e tanti saluti ai supporti e al problema dello spazio.
Commento # 4 di: matazen pubblicato il 23 Luglio 2007, 21:19
ohhhhhhhhhh, da adesso si comincia a considerare un bel cambio di telecamera