Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Panasonic full HD su SD Card

di Luke Silver, pubblicata il 12 Maggio 2006, all 11:40 nel canale 4K

“Panasonic segue l'esempio di Sanyo e avvia lo sviluppo di una tecnologia per la registrazione di immagini ad alta definizione su SD Memory Card per videocamere consumer, basato sullo standard AVCHD”

Osaka, Giappone, Maggio 2006. Panasonic ha annunciato di aver avviato lo sviluppo della tecnologia per registrare immagini digitali ad alta definizione su SD Memory Card, utilizzando lo standard AVCHD per videocamere digitali HD. L'azienda sta inoltre realizzando un nuovo ambiente per l'editing e la riproduzione delle immagini.

Lo sviluppo di nuove tecnologie per il mercato home video sta stimolando lo spostamento dei supporti di registrazione verso i dischi e le memorie a stato solido che sono più facili da usare e in futuro saranno più vantaggiosi rispetto ai supporti su nastro.

La nuova tecnologia di registrazione per SD Memory Card sarà conforme allo standard AVCHD, che sfrutta tecnologie di codifica altamente efficienti per registrare immagini HD 1080i o 720p su DVD da 8 cm. L'algoritmo di compressione sarà quello MPEG-4 AVC/H.264 per i file video, e Dolby Digital (AC-3) o Linear PCM per quelli audio.

Ad oggi è già presente sul mercato una videocamera Sanyo (Xacti HD1) che registra video ad alta definizione su schede SD Card ma solo fino a risoluzione 1280x720. Panasonic potrebbe invece introdurre presto una nuova videocamera consumer con memoria a stato solido anche a piena risoluzione HD.

Per maggiori informazioni sui prodotto Panasonic: www.panasonic.it



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: yaro86 pubblicato il 13 Maggio 2006, 13:49
Sarà la fine del MINI-DV?

Personalmente aspettavo da tanto una notizia del genere perchè mi sono sempre promesso di non acquistare una videocamera dotata di miniDV. Nell'era tecnologica in cui siamo non posso accettare di vedere ancora la figura di una cassetta con un nastro avvolto che bisogna riavvolgere alla fine di un filmato. Soprattutto nel trasferimento da videocamera a computer. Le memorie a stato solido dovranno essere uno standard per le videocamere per via dei molteplici vantaggi: minor consumo, migliore praticità, dimensioni compatte, prestazioni migliori, capacità maggiore e versatilità. Una CompaqFlash da 4Gb su una videocamera secondo me sarebbe il massimo (intanto la 8 Gb stà scendendo di prezzo).
Commento # 2 di: corobi pubblicato il 15 Maggio 2006, 17:40
Io non sarei così entusiasta per la scelta della compressione in MPEG-4 AVC/H.264 (anche MPEG-4 Part 10).
Preferisco, di gran lunga, lo standard adottato sulla Panasonic AG-HVX200. Ovvero il DVCPro 100 (o full HD, 1080/50i) con un video bit-rate di 100 Mbps.
L'MPEG-4 AVC/H.264, con un bit-rate massimo di 10 Mbps (paragonato a circa 25 Mbps dell'Mpeg2 come resa), sarà sicuramente uno standard eccezionale per quanto riguarda le trasmissioni via etere.
Probabilmente diventerà anche lo standard ufficiale per le videocamere HD amatoriali. Sarò, però, curioso di vedere come si comporterà in fase di editing e come risolveranno il problema del Long GOP.

Continuo a preferire lo standard DV (e in futuro il DVCPro HD) che mi scrive tutti i frame e non 1 ogni 12 lasciando gli altri in fase predittiva

Ciao
Roberto

P.S. Anch'io sono per abbandonare i nastri, ma che ci diano uno standard definitivo, serio e editabile.