Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Camcorder AVC-HD Panasonic 1080i

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 27 Settembre 2006, all 14:23 nel canale 4K

“In occasione del CEATEC, Matsushita presenterà al pubblico un nuovo camcorder a 3CCD che registra ad alta definizione su supporto SD Card grazie al sistema di compressione AVCHD”

Osaka, Settembre 2006. Matsushita ha sviluppato un nuovo camcorder con tre sensori CCD in grado di registrare filmati in alta definizione, con 1920x1080 punti di risoluzione. Il nuovo camcorder utilizza il nuovo sistema di compressione AVCHD, caratterizzato da un'efficienza molto più elevata rispetto al sistema HDV.

Il nuovo camcorder, che utilizza per la registrazione i supporti di memoria di tipo SD Card, permette di registrare fino ad 85 minuti di fimati ad alta definizione su supporti da 4 GB di capacità con un datarate di 6 Mbit/sec. Alla massima qualità, con 9 Mbit/sec, l'autonomia scende a 55 minuti.

Matsushita presenterà al publbico internazionale il nuovo camcorder AVCHD con il marchio Panasonic, in occasione del prossimo CEATEC: la fiera di riferimento in Giappone che aprirà i cancelli a partire dal prossimo 3 Ottobre a Tokyo.

In occasione del CEATEC probabilmente sarà presentato anche un prototipo che utilizza come supporti di memoria i DVD con diametro di 8 cm. Il nuovo camcorder sarà in vendita già entro il prossimo Natale 2006.

Per maggiori informazioni: www.panasonic.net



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: agentsmith pubblicato il 27 Settembre 2006, 15:27
9 Mbit/s? ma sono sufficienti per 1920x1080 senza avere artefatti di compressione?
Se la risposta è si allora mi chiedo a che cosa siano stati fatti i Blu Ray...
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 27 Settembre 2006, 16:33
La vita è fatta di compromessi. Ma è anche vero che la tecnologia si muove a velocità impressionante. Basterebbe confrontare la qualità video dei primi DVD con bitrate video medio di quasi 9 Mbit/s con quelli attuali, in cui il bitrate è quasi dimezzato.

Ovvio che una compressione real-time in MPEG4 a 9 Mbit offrirà il fianco ad alcuni artefatti. Ma nel complesso il risultato non è poi così malvagio. Anzi!

Emidio