Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray XL da 100 GB in vendita

di Edoardo Ercoli, pubblicata il 21 Settembre 2010, all 10:36 nel canale 4K

“In Giappone sono disponibili per la vendita i primi dischi registrabili in formato BD-R XL con capacità da ben 100 GB ad un prezzo medio di circa 4.500 Yen (40 Euro) ”

Da qualche giorno in Giappone sono disponibili per la vendita i primi supporti registrabili nel nuovo formato Blu-ray Disc XL: il supporto Blu-ray Disc multilayer con capacità prevista di 100 GB (3 layer) e 128 GB (4 layer). Ricordiamo che il nuovo supporto non può essere masterizzato oppure letto dall'hardware attuale Blu-ray ma sono necessarie nuove meccaniche, queste ultime retro-compatibili con i "vecchi" supporti Blu-ray Disc da 25GB e 50G.

La disponibilità dei nuovi supporti arriva dopo l'annuncio della disponibilità del nuovo Sharp BD-HDW70, un "videoregistratore" con HDD da 1 terabyte e compatibile in lettura anche con Blu-ray 3D. I nuovi supporti BD-R XL con marchio Sharp, Panasonic e TDK, hanno un prezzo medio di circa 4.500, (fonte Amazon.co.jp) con un minimo di circa 4.200 Yen per i dischi Sharp.



Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: StarKnight pubblicato il 21 Settembre 2010, 10:52
Possono aver senso per distribuire film in 3D meno compressi o in formato 4K (quando ci sarà questo standard per il settore home) ma sinceramente 40 Euro per 100 Gb di supporto da usare a casa per archiviazione quando con circa 35 Euro di compri un HD da 160Gb della WesternDigital 7200 RPM beh... mi sembra fuori da ogni logica
Commento # 2 di: Marco Marcelli pubblicato il 21 Settembre 2010, 10:57
Guarda che da noi un bd-dl da 50 gb costa 35 euro quindi 40 euro ci stanno tutti per un formato appena uscito. Se anche in italia esistessero videoregistratori blu ray i supporti da 50gb costerebbero molto meno. E poi hdd e bd sono cose completamente diverse, e mi fido molto di più ad archiviare su bd piuttosto che archiviare su hdd. (parare personale ovviamente)
Commento # 3 di: ArchosFun pubblicato il 21 Settembre 2010, 11:04
Potrebbe essere ottima notizia se questi Blu-Ray XL li potessero usare le case produttrici per i film in modo da comprimerli ancora meno visto lo spazio a disposizione ottenendo una qualità ancora migliore!
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 21 Settembre 2010, 11:52
Anche i Blu-ray dual layer da 50GB all'inizio costavano così tanto. Anzi, ancora di più.

Basta controllare lo stesso Amazon.co.jp per verificare che le campane con 50 BD-R da 25GB costano meno di 60 Euro (in pratica sono meno di 1,2 Euro a disco).

I supporti BD-XL da 100GB invece sono appena usciti...
Commento # 5 di: ais001 pubblicato il 21 Settembre 2010, 12:00
... 40€ non sarebbero neppure tanti se si pensa alla quantità di dati registrabili.

... il problema è capire cosa costa il masterizzatore e le varie caratteristiche di velocità e reperibilità
Commento # 6 di: zabaleta pubblicato il 21 Settembre 2010, 12:44
Originariamente inviato da: StarKnight
mi sembra fuori da ogni logica

Concordo in pieno, comprare un HDD avrebbe molto più senso.
li potessero usare le case produttrici per i film in modo da comprimerli ancora meno

A parte i vecchi primi BD in Mpeg2, non mi pare proprio che siamo ai tempi del DVD, dove si vedevano quadrettoni e schifezze della compressione. Trovami un BD in Vc-1 o AVC che sia 25 o 50 dove noti la compressione a occhio. Questi dischi, come diceva qualcuno possono avere un futuro quando si approderà (se mai lo si farà a film in 4k, allora avrebbe senso.
Commento # 7 di: Edoardo Ercoli pubblicato il 21 Settembre 2010, 13:15
Invece se il BD-Forum aprisse ad una nuova specifica del Blu-ray (l'ultimo update è stato per il 3D e l'introduzione delle tracce AVC-MVC) potrebbero servire a fare Blu-ray 3D con audio Lossless per esempio rivedendo anche il bitrate max totale (con i 50 GB si è un po' al limite), o film 3D con compressione minore, o meglio ancora superare la soglia degli 8 bit per componente, andando almeno sui 10. Avere un supporto più capiente non guasta mai.
Commento # 8 di: zabaleta pubblicato il 21 Settembre 2010, 13:34
Che nessuno potrebbe vedere, a parte chi compra nuovi lettori. Mi sembra molto sleale. E' diverso, il 3d mvc è retrocompatibile con i nostri lettori. Non faranno mai film su quel supporto, ma più probabilmente per il futuro 4k. Poi, potrei essere smentito.
Commento # 9 di: koshien pubblicato il 21 Settembre 2010, 13:54
Mi sembra abbastanza ovvio che questo formato verrà utilizzato solo per salvare dati ed eventualmente per la prossima generazione di console...la tecnologia è più o meno la stessa degli attuali blu-ray, quindi non si ripeterà il problema dei costi e dei diodi della ps3 in questa gen.

Dico che i 67 GB degli attuali blu-ray possano andar bene per i film 3D per ancora tanto tempo, soprattutto se, come stanno facendo, nella stessa confezione inseriscono direttamente due dischi, uno con la versione 2D e l'altro 3D (magari senza contenuti speciali, senza problema della profondità di campo tra le due versioni -vedere Ice Age 3-, con due sole lingue lossless, etc...).
Commento # 10 di: Itanium2k pubblicato il 25 Settembre 2010, 13:10
Originariamente inviato da: StarKnight
Possono aver senso per distribuire film in 3D meno compressi o in formato 4K (quando ci sarà questo standard per il settore home) ma sinceramente 40 Euro per 100 Gb di supporto da usare a casa per archiviazione quando con circa 35 Euro di compri un HD da 160Gb della WesternDigital 7200 RPM beh... mi sembra fuori da ogni logica


eh, e io che nel 1997 pagavo 50 mila lire (oggi sarebbero 50 euro) per un cd riscrivibile 2x...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »