Scheda Audio o Trends Audio UD-10 per Pc HI-fi ? [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : Scheda Audio o Trends Audio UD-10 per Pc HI-fi ?



Star Platinum
21-01-2008, 03:01
Mi serve il vostro consiglio su come realizzare un riproduttore di qualità audiophile che si abbini al mio futuro impianto Hi-fi composto da Nad325+B&W685 senza comprometterlo.

Sono indeciso se utilizzare UD-10 di Trends Audio o una scheda audio PC come la Asus Xonar o la M-Audio tramite analogico, ed al limite combinate con un DAC esterno.

Il problema del jitter nei Pc è talmente pesante da compromettere qualunque scheda audio in analogico ?

Il Trends Audio UD-10 sfigurerebbe tantissimo nei confronti di un lettore CD comeil Nad 525, o la meccanica del hard disk compenserebbe la perdita di qualità ?

Il resto lo lascio a voi…

romvise
22-01-2008, 10:49
L'UD10 non nasce come vero è proprio DAC ma come interfaccia tra un PC e un DAC esterno, può comunque essere impiegato per tale scopo. Se possiedi già un DAC valuta l'acquisto del UD-10.
Se non hai un DAC puoi ottimizzare la spesa scegliendo un modello già dotato di ingresso Usb/Firewire.
Per esempio ho letto interessanti recensione su questi (ma ne esistono tanti altri):
- http://www.mood-lab.com/dice.htm
- http://www.benchmarkmedia.com/dac1/

UD-10 è valido anche se cerchi un ampli cuffia da attaccare al PC.

Con una scheda audio interna (anche di qualità), convivi con l'incertezza di futuri aggiornamenti driver e problemi di compatibilità con diversi sistemi operativi.
Inoltre la scheda pci condivide l'alimentazione con altre periferiche e ventole, che aggiungono incognite sul risultato finale.

Star Platinum
22-01-2008, 15:11
Più che la compatibilità mi preoccupavano le diverse tensioni ed il jitter dei bus.:rolleyes:
Quindi meglio sempre esternalizzare il suono dal PC...

Senti volevo chiederti se la resa in questa maniera si avvicina ad un lettore CD da 400-500 euro, perchè non vorrei brutte sorprese non potendo provare i dac con il PC ?

La usb funziona da porta dati comune per cui immagino non trasporti il clock, mi conviene utilizzare un'uscita digitale o la usb non ha problemi di sorta ?

Cosa ne pensi delle uscite audio ditali da componenti PC ?
Degradano il suono per via del jitter, ma influisce la loro qualità se viene utilizzato Spdif ?

Scusate per le tante domande...

Mi sono dimenticato di dirvi che il mio budget è di 400 euro.

ps. potete indicarmi dove trovare i componenti da voi segnalati in pvt.

romvise
22-01-2008, 17:52
Ciao Star Platinum,
ho tirato in ballo il discorso sui driver, come elemento a monte del problema, a prescindere dalla qualità del prodotto.
Poiché la mia esperienza sulle schede interne è limitata e anche i musicisti che conosco usano schede esterne, preferisco non criticare oltre.
Sì, io esternalizzerei :)

La usb è una porta dati e di alimentazione, quindi per quanto riguarda i dati, vengono trasportati senza problemi di jitter, ma per la parte di alimentazione, non tutte le usb sono uguali. infatti con l'ud-10 è possibile usare in alternativa un alimentatore esterno o le batterie.

Non ho mai provato a usare le uscite digitali delle periferiche interne del pc. Quello che ho letto è stato sufficiente per convincermi che non era la strada giusta.

Tra i vari DAC alla fino ho scelto l'UD-10 per il fatto che cercavo anche anche un'ampli cuffia. Per quanto il mio lettore cd (Njoe Tjoe 4000 con upsampler) resti superiore per raffinatezza, il dettaglio offerto dalla combinazione UD-10 e pc è per certi aspetti sconvolgente.
Io penso che con un pc impostato correttamnte (è importante) potresti toglierti delle soddisfazioni.

Siccome a te non mi pare interessi l'uscita cuffia e visto che il tuo budget lo consente potresti anche valutare un "vero" DAC usb come il Monica, Costantine, Scott Nixon ecc

Roberto

Star Platinum
22-01-2008, 22:38
Ti ringrazio della tua squisitezza e ti chiedo se puoi indicarmi i dac da te citati tramite link, quali quelli del produttore per la scheda tecnica o recensioni, e quelli del rivenditore, magari in pvt per problemi di regolamento.

romvise
23-01-2008, 01:47
Quando ho valutato il mio acquisto ho preso in considerazione anche questi prodotti:

- Costantine: http://www.geocities.com/mhdtlab/ (Taiwan)
- USBTD: http://www.scott-nixon.com/dac.htm
- USB Monica: http://diyparadise.com/usbmonica.html (Singapore)
- Fubar III: http://www.firestoneaudio.com.au/products/products/products/fubarIII.html

questi tre produttori vendono direttamente dal loro sito, e puoi trovare anche link alle riviste internazionali che hanno recensito i loro prodotti.
Esistono poi altre prodotti molto interessanti, ma si sale di prezzo...

- Dac1: http://www.benchmarkmedia.com/dac1/
- Apogee Mini DAC: http://www.apogeedigital.com/products/minidac.php
- Brick USB DAC: http://www.wavelengthaudio.com/usbdac.html
- Digital Link III: http://www.psaudio.com/products/digital_link_iii.asp
- DA53: http://www.cec-europe.com/pages/s60.html

se poi, tanto per rifarti gli occhi, vuoi guardare anche questo, ma ti avverto prima, costa tanto... ma tanto tanto! (e non è nemmeno USB)
- Trinity DAC http://www.gte-audio.com/en/index.htm

vabbè è tardi ;)
fammi sapere se c'è qualcosa che ti incuriosisce più degli altri..

Star Platinum
23-01-2008, 15:16
Il Fubar (II e III) non è male, si basa sul progetto del ud-10 e del silverstone eb-01, ed il costo non è spropositato, certo la frequenza di campionamento non altissima, ma alla fine serve sovra-campionare un segnale che nasce sui 44.1\16bit, giusto gli hdcd ne gioverebbero...
Vedo di buon occhio anche gli usbTB di prima fascia, anche se non ho compreso per bene le caratteristiche.

Un distributore italiano che vende alcuni di questi prodotti non esiste ?
La cosa mi sembra parecchio macchinosa...:(

Star Platinum
23-01-2008, 21:20
Può darmi il tuo parere anche sulle schede audio esterne Usb e firewire con alimentazione supplementare...
Ho adocchiato le terratec serie phase o aureon firewire che sono di facile reperibilità.

http://sounden.terratec.net/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=198
http://www.terratec.it/prodotti/schede_audio/DMX%206Fire%20USB.shtml
http://www.terratecproducer.it/prodotti/phase/phase26_usb.shtml

romvise
23-01-2008, 23:31
Non mi sembrano prodotti molto raffinati, ma e anche vero che non li ho ascoltati!!
Sul quel genere prenderei in considerazione questo:
Firebox: http://www.presonus.com/products/Detail.aspx?ProductId=4
è prodotto "pro" non ha uscite analogiche RCA ma solo Jack. (costa sui 320€)
Questo l'ho ascoltato da un amico e mi pareva migliore dell'ud-10. ma non ho potuto fare un confronto accurato.

Rispetto a queste soluzioni, ho preferito l'ud-10, per il semplice fatto che non volevo comprare oltre al DAC-Usb anche un sacco di ingressi e uscite con varie regolazioni che non avrei mai usato. L'ud-10 costa poco anche perchè è essenziale.

Star Platinum
24-01-2008, 01:09
La aureon firewire non mi pare male, ha un integrato wolfson ed un processore risc indipendente, inoltre pare sia compatibile con tutti i sistemi operativi. Il prezzo non è male, sui 250 euro, certo è un prodotto consumer...

Ti posto la scheda del codec ed una recensione di tom's.

http://www.wolfsonmicro.com/products/WM8770/
http://www.tomshardware.com/2004/06/21/terratec/page6.html

Star Platinum
24-01-2008, 01:48
Anche io sinceramente rinuncerei ad aver i fronzoli...

Il problema purtroppo è anche della disponibilità, trovare un negozio italiano che tratti prodotti esotici ma di qualità non è facile...

romvise
24-01-2008, 12:31
Se parliamo di fronzoli, il Terratec mi sembra ne abbia veramente tanti.
A partire dal fatto che molta un DAC multicanale, per non parlare di tutte quelle luminosissime manopole e il telecomando!!
La recensione di Tom's è palesemente riferita ad uso PC ed in particolare alle prestazioni del processore durante il gioco.
A parte lo scrivere un sacco di numeri, non mi sembra si faccia mai cenno alla qualità del suono.
Inoltre per fare il test sono state usate queste:
http://www.techzine.nl/f/u/6316.jpg
http://images.americas.creative.com/images/products/large/9306.png

L'Ud10 viaggia in un'altra direzione, è limitante in quanto a estetica e flessibilità di impiego, ma è certamente orientato alla qualità dei componenti e alla resa sonora.
volendo rimanere su prodotti di qualità disponibili in Italia, vedo come reali concorrenti solo una scheda "pro" tipo la firebox, purtroppo non ho ascoltato altro con le mie orecchie.
Per quanto riguarda lo scetticismo riguardo alle pci è probabile che sia in parte infondato, ma non sono solo gli audiofili a snobbare questi prodotti, anche in ambiente professionale ci sono diverse scuole di pensiero.

antani
24-01-2008, 14:10
I vari test RMAA dimostrano che le schede interne non performano peggio di quelle esterne, per cui non mi precluderei a priori questa possibilità.

Al momento le migliori in assoluto sono le schede basate su chipset X-Fi, cioé le Creative X-Fi (http://it.europe.creative.com/products/welcome.asp?category=209&) e la Auzentech X-Fi Prelude (http://www.auzentech.com/site/products/x-fi_prelude.php).

Non ho trovato prove strumentali del Trends Audio ma non credo arrivi alle stesse performance.

Attenzione pero' che una buona riproduzione non é data solo dalla scheda ma anche dalla configurazione software.

Star Platinum
24-01-2008, 14:33
Ho guardato alcuni vecchi numeri di AFdigitale dove veniva recensiva la X-fi elite pro,notando varie discrepanze con i test sparsi per il web con rmaa, soprattutto il noise level è molto più disturbato e con picchi maggiori.

Da quello che ho capito molte recensioni sul web utilizzano l'entrata mic della scheda invece di un prodotto professionale, ed è naturale che poi i risultati sono approssimativi e non coincidono.

Altra cosa, non si trova mia il valore dei bit in uscita...:rolleyes:

Com'è possibile che degli integrati AV hanno distorsioni maggiori (stessi componenti) dei separati, e delle schede seppur di buona qualità dentro un PC si comportano come lettori CD o DAC da migliaia di euro ?
Qualcosa non quadra...


Attenzione pero' che una buona riproduzione non é data solo dalla scheda ma anche dalla configurazione software.

Intendi la componente asio con i relativi filtri o il player e Os ?

romvise
24-01-2008, 14:45
non mi precluderei a priori questa possibilità.
Concordo in pieno su questo punto, anche se non so di che test stai parlando, puoi mettere un link?


Al momento le migliori in assoluto sono le schede basate su chipset X-Fi, cioé le Creative X-Fi e la Auzentech X-Fi Prelude.
Scusami, ma in "assoluto meglio" rispetto a cosa?
Le schede di cui parli sono tutte orientate al "gaming" e al multicanale, la cosa mi insospettisce non poco, però ammetto che non le ho ascoltate.


Attenzione pero' che una buona riproduzione non é data solo dalla scheda ma anche dalla configurazione software.
Concordo al 100%

romvise
24-01-2008, 15:14
Per decidere tra scheda interna o esterna va tenuto in conto anche il tipo di collegamento.
Il mio impianto è collegato al ud10 con un breve cavo RCA, l'ud10 al pc con un (economico) cavo USB di 3 metri.
se avessi una scheda interna dovrei usare una coppia di cavi RCA della lunghezza di almeno 3 metri!
I cavi di segnale che uso di solito non sono schermati e penso che sarebbero penalizzanti su tali lunghezze. Magari una connessione bilanciata sarebbe d'aiuto.

il mio collegamento:
http://stocastico.it/tmp/ud10.jpg

Star Platinum
24-01-2008, 15:37
Ti sei costruito un cavo con adattarore cuffie integrato ?
Com'è l'uscita rca del'ud-10 ?

Il test di cui parla antani è il RightMark Audio Analyzer.


http://audio.rightmark.org/index_new.shtml

romvise
24-01-2008, 16:07
Ho preso come riferimento il progetto dei TNT Shoestrings (http://www.tnt-audio.com/clinica/shoestrings.html)
ma ho terminato un estremità con il mini Jack stereo.
Rispetto alla soluzione Kimber PBJ + adattatore, non ho sentito molta differenza, ma è più ordinato e comodo da smontare.
Se dovessi rifarlo seguirei il consiglio di Nick Whetstone e utilizzerei dei lacci da scarpe per il rivestimento, la guaina termo-restringente è d'effetto ma il cavo risulta meno flessibile.

Per quanto riguarda la qualità del connettore non ho riferimenti per fare un paragone, qualcuno so che si è arrangiato per aggiungere una coppia di tradizionali prese RCA, con il guadagno di poter usare liberamente un cavo senza l'adattatore

Se invece mi chiedevi a proposito dell'uscita analogica rispetto a quelle digitali, non ho mai ancora testato quest'ultime, ma ho letto pareri di gente entusiasta. E' chiaro che usare l'ud-10 come unità di conversione tra USB e Spdif(o bnc o toslink) e lasciare ad un dac esterno, dalle grandi qualità, il compito di conversione tra digitale e analogico, riduce notevolemente le responsabilità del piccolo Ud10

tipo:
http://www.audiocircle.com/circles/index.php?topic=35535.0
http://www.mikegalusha.com/images/Trends_UB-10_jacks.jpg

Star Platinum
24-01-2008, 16:19
Sei soddisfatto con il tuo valvolare, rispetto al CD player ? (diffusori ?)

Ho sentito di un alta mortalità degli ud-10, tu come ti trovi ?

romvise
24-01-2008, 17:36
il resto:
http://stocastico.it/tmp/impianto3.jpg
http://stocastico.it/tmp/impianto4.jpg

Sono molto soddisfatto dell'acquisto, anche se come vedi ho il cavo Usb che attraversa la camera per raggiungere il pc sotto la scrivania (al centro della camera). Questo comporta lo scollegamento quotidiano del cavo usb.
Quando ascolto in cuffia (AKG 240) sposto l'ud-10 vicino il pc e lo collego con il cavo usb di serie (1 metro).

Dal punto di vista sonoro ho scoperto che molti dei miei mp3 si sentono peggio di quanto immaginassi, nel lossless mi tolgo diverse soddisfazioni, Non ho mai avuto in mente trasferire sul pc tutti i miei cd, estraggo solo quando voglio ascoltare in cuffia.
Ascolto molta musica scaricata in particolare da Jamendo.com

Ho letto anch'io delle diverse rotture, (mentre scrivo sto facendo gli scongiuri) ma per me finora tutto ok!
L'ho acquistato da Playstereo e so che cambia le unità difettose, quindi non mi preoccupo.

antani
25-01-2008, 19:40
...Intendi la componente asio con i relativi filtri o il player e Os ?Esatto, Winzoz ha una gestione dell'audio schifido, io faccio tutto in asio.


... di che test stai parlando, puoi mettere un link?...
Cerca su google il nome della scheda +rightmark oppure RMAA. Troverai una quantità di test facilmente confrontabili, come ad esempio questo http://www.pctuner.net/articoli/consumer/710/Auzentech_Auzen_X-Fi_Prelude_7.1/


...Scusami, ma in "assoluto meglio" rispetto a cosa?...Rispetto ai test RMAA. Non é che siano la Bibbia pero' consentono facili benchmark di grandezze audio come il rapporto segnale/rumore o la distorsione.


...Com'è possibile che... delle schede seppur di buona qualità dentro un PC si comportano come lettori CD o DAC da migliaia di euro ?...
Questa é una buona domanda :D . Forse i test non sono corretti o forse, ma dico forse, i grandissimi numeri (in termini di prodotti venduti) delle schede audio per PC, e un mercato lontano dalle esoterie audiofile, consentono di avere ottime prestazioni a costi contenuti ;) .

romvise
26-01-2008, 02:35
Adesso ho un po' più chiaro a che tipo di test ti riferivi.
ma non mi sembra che questi test diano dei numeri significativi al fine di un giudizio sulla qualità del suono. Suona un po' come giudicare un piatto di un grande chef dalla misura delle calorie...

Non voglio passare per l'amante dell'esoterico, tutt'altro a me piacciono le cose concrete e ben percepibili, ho però l'impressione che questo tipo di test possa essere usato per scopi un po' subdoli, come a dimostrare che la scheda x-fi sia il meglio del mercato, (e ci sarebbe veramente da crederlo leggendo la recensione che hai postato) se non fosse poi lo scoprire che tutta la magnificenza di cui si parla è prodotta da queste:
http://www.chitarre.com/rec/backis/bi05/rp034/cover/W_NAMM%20Recording/BEHRINGER-MS40.jpg
io credo che si debba essere onesti, la rivista pctuner, non si rivolge ad un pubblico molto esigente in termini di audio.
Scusate la degressione mi rendo conto di essere andato fuori tema.

antani
26-01-2008, 19:14
Qui si entra in un discorso alquanto complesso, cioé il modo in cui é possibile valutare le performance audio di una scheda per PC, ma più in generale di qualunque elettronica. Affrontarlo richiederebbe troppo tempo e preferisco non addentrarmici.

A me non interessa in alcun modo quali casse usi PCtuner per le impressioni di ascolto, io nemmeno le leggo.

Preferisco riferirmi a dati oggettivi, quali sono appunto i test RMAA, che poi sono molto vicini ai test che ad esempio Audio Review conduce su tutte le elettroniche digitali, in particolare i CD player.

Ognuno poi interpreta i dati come preferisce, cosi' come ognuno puo' decidere di saltare la pagina delle misure di AR, per soffermarsi unicamente sulle impressioni di ascolto.

Resta il fatto che i test dimostrano come le schede interne non presentino alcuna controindicazione dal punto di vista tecnico (alimentazione, interferenze) rispetto ad una scheda esterna.

Star Platinum
26-01-2008, 23:10
Preferisco riferirmi a dati oggettivi, quali sono appunto i test RMAA, che poi sono molto vicini ai test che ad esempio Audio Review conduce su tutte le elettroniche digitali, in particolare i CD player.

Proprio sulle misure mi sorgono diversi dubbi, sono troppo pulite per un PC.
Si parla tanto di generatori di clock a bassa frequenza che limitano il jitter, ed il PC dovrebbe esserne la fiera, per le diverse frequenze e tensioni.

Come detto prima, gli stessi componenti in un Dac o in un AudioVideo (che condivide altri componenti) offrono diversi risultati.

Secondo me le strumentazioni che i recensori utilizzano per queste schede, non sono molto fedeli alla realtà.Nelle misure di audioreview si presume utilizzino delle apparecchiature esterne di registrazione, e non la semplice uscita MIC della scheda, ponticellata con le uscite analogiche.

Per caso hai visto alcuni test in cui utilizzano strumentazioni adeguate ?
Se non sbaglio tu dovresti avere una Prodigy 7.1 HiFi, come ti trovi con l'ascolto stereo ? (diffusori,lettore CD ecc.)

Scusami per la ripetitività...:p

antani
27-01-2008, 21:36
Le misure sono fatte mettendo in loop entrate ed uscite. Non c'é nessuna apparecchiatura esterna. Le puoi fare anche tu sulla tua scheda, RMAA é freeware.

Chiaramente le riviste usano altre metodologie, cioé hanno delle elettroniche esterne. Le due situazioni non sono sicuro siano confrontabili. E' possibile che le apparecchiature esterne introducano esse stesse degli elementi di disturbo, per cui non mi stupisce siano un po' peggiori (basta assai poco quando valutiamo ad esempio rapporti segnale/rumore oltre i 110 Db!!). Non credo nemmeno sia corretto valutare i risultati di una rivista rispetto ad un'altra.

Pero' i vari test RMAA sono sicuramente confrontabili fra loro, per cui consentono di giudicare efficacemente la validità di una scheda PC rispetto al'altra.

Della Prodigy non sono particolarmente contento. Quando funziona direi offre buone prestazioni, ma gli attacchi a minijack sono troppo vicini per un collegamento decente e i driver Audiotrak che sto usando mi danno dei problemi.

Star Platinum
29-01-2008, 17:10
Antani cosa ne pensi della emu 1212m,vale l'acquisto o meglio puntare altrove ?
Ho visto che ha ottenuto il miglior risultato su Rmaa con le uscite bilanciate. (Se non mi sbaglio si possono utilizzare anche le comuni rca con un adattatore)
Certamente ha dei limiti nell'utilizzo HT rispetto ad una X-Fi Elite Pro, manca di decoder e le uscite solo 4.
Con il modello con dock esterno potrei uscire qualora mi servisse in multicanale (via asio) con un decoder software ?
Ultima curiosità con l'acquisto di un microfono potrei utilizzare un sistema di equalizzazione ambientale ?

antani
29-01-2008, 17:37
Le EMU sono fra le migliori schede sul mercato. Il creatore di RMAA le consiglia personalmente (il che credo sia una buona garanzia :cool: ). Secondo me vai sul sicuro.

Se pero' vuoi il multicanale ti conviene andare sulla 1616 che ha 6 uscite analogiche invece di 2.

L'equalizzazione é possibile ma non semplice se usi il PC come sorgente in multicanale. Se invece ti basta lo stereo allora la cosa é fattibile senza particolare complessità, basta usare Foobar impostato su ASIO.

Quello che ti posso dire é che se seguirai la via dell'equalizzazione tramite filtri FIR di sicuro non te ne pentirai, altro che seghe mentali di jitter e conversioni DA.

chiaro_scuro
29-01-2008, 19:02
E le schede audio firewire edirol come sono? Ho trovato la fa66 ad un buon prezzo ma se la qualità non è ottima come faccio a sapere se è la correzione ambientale a non piacermi o la scheda?

Per ora vorrei entrare in stereo analogico (ma se riesco vorrei usare direttamente il computer come sorgente) nella scheda, elaborare il segnale con il plugin vst convolver e il plugin di bass-management che avevi consigliato tu per sfruttare anche il sub (alquanto utile in quanto la correzione ambientale è impegnativa soprattutto in gamma bassa). Se la cosa mi soddisfa proverei in multicanale.

Un altra idea che mi frulla per la testa è quella di uscire dal computer in digitale, rientrarci in digitale ed elaborare il segnale (questo perchè a differenza delle schede esi non è possibile fare il routing all'interno dei driver).

Ciao.

antani
29-01-2008, 19:24
E le schede audio firewire edirol come sono?...Personalmente non le conosco ma dai test rightmark sembrano decenti (ma non a livello delle EMU).


Un altra idea che mi frulla per la testa è quella di uscire dal computer in digitale, rientrarci in digitale ed elaborare il segnale...
Questo é sicuramente possibile (se c'é un ingresso digitale), pero' con Foobar non é necessario: si puo' applicare il plug in direttamente.

Io faccio entrambe le cose: sul multicanale uso la Prodigy (per via della flessibilita dei driver audiotrak) e il PC come sorgente, mentre sullo stereo entro in digitale su una M-Audio Delta 1010LT ed esco equalizzato in multiamplificazione (8 canali).

chiaro_scuro
30-01-2008, 09:28
Questo é sicuramente possibile (se c'é un ingresso digitale), pero' con Foobar non é necessario: si puo' applicare il plug in direttamente.
E' possibile mettere sia il plugin per la convoluzione sia per il bass management? Sarebbe una cosa molto gradita perchè per ora punto molto sull'ascolto musicale.

In multicanale mi rode un po' dover usare un lettore esterno: sarebbe molto più comodo usare esclusivamente il pc. Ho paura, usando solo il pc, che uscendo in multicanale analogico da pc, rientrarci in analogico, elaborare il segnale e riuscire in analogico non solo ho una perdita di qualità ma temo che la latenza diventi inaccettabile!
Inoltre con i blu-ray e le relative protezioni temo anche che certe cose neanche te le facciano fare proprio.

Qualitativamente parlando come ti trovi con la m-audio rispetto al lettore cd equalizzazione esclusa?

Grazie.

Ciao.

sebi
30-01-2008, 10:18
Io faccio entrambe le cose: sul multicanale uso la Prodigy (per via della flessibilita dei driver audiotrak) e il PC come sorgente, mentre sullo stereo entro in digitale su una M-Audio Delta 1010LT ed esco equalizzato in multiamplificazione (8 canali).

Ci dici qualcosa in più Antani? Per il momento uso solo gli Asio con Foobar con una X-Fi prelude. Il discorso mi interessa molto e avevo comunque letto il 3d in cui ne parlavi...ma la configurazione non è agevole e molte cose non mi sono chiare...con qualche piccolo esempio magari ;)

ad esempio

Ho paura, usando solo il pc, che uscendo in multicanale analogico da pc, rientrarci in analogico, elaborare il segnale e riuscire in analogico non solo ho una perdita di qualità ma temo che la latenza diventi inaccettabile!

antani
30-01-2008, 10:42
Convolver é parecchio flessibile ma anche complesso. Credo sia possibile applicare sia la convoluzione che il bass management, sempre con filtri FIR, pero' bisogna mettersi li e giocare con il file di configurazione. Inoltre avrai bisogno, oltra a DRC, anche di Maxo (http://www.duffroomcorrection.com/wiki/MarcV).
Scordati pero' i blu ray: convolver non si puo' utilizzare su Powerdvd.

Entrare in analogico multicanale, equalizzare ed uscire in analogico é forse la via più semplice (é il principio del PAC). La conversione e la latenza non sono in realtà un problema reale.

Certo che poter fare tutto in digitale sarebbe meglio, e una via ci sarebbe: usare l'hdmi. Purtroppo al momento non esistono schede audio con un ingresso HDMI.

Come ho scritto in un altro thread, al momento l'unico modo che ho trovato per rimanere in digitale nel multicanale blu ray é usare schede ESI o Audiotrak con funzionalità Directwire, e lavorare in ASIO.

Le M-Audio sono ottime schede, io ne ho due, una Delta 1010LT e una esterna Audiophile USB. Funzionano ambedue in modo egregio. Molto stabili nei driver.

antani
30-01-2008, 10:55
E' chiaro che entrando in analogico su una scheda come la Delta1010 avrai 2 conversioni in più sul percorso una AD e una DA. Un purista potrebbe inorridire. In realtà la conversione, se fatta bene, é completamente inudibile. La latenza poi, lavorando in ASIO, é molto bassa.

Nel mio caso, nello stereo, io esco su spdif dal cd player, entro in digitale sulla M-Audio, elaboro e converto. Quindi nella mia situazione non c'é nessuna conversione in più. Purtroppo nel multicanale un simile percorso al momento non é possibile, a meno che non si modifichi il lettore in uscita prelevando il flusso pcm dalla hdmi, ma qui siamo nel campo delle sperimentazioni.

antani
30-01-2008, 11:16
Per concludere:
- se si ascolta stereo: foobar + convolver, la configurazione non è particolarmente complessa
- se si ascolta multicanale dvd: teathertek (o altri) + convolver, anche qui abbastanza semplice
- se si ascolta multicanale blu ray: powerdvd più schede ESI/Audiotrak, la configurazione é complessa. Oppure (un po più semplice) si utilizza un pc dedicato all'equalizzazionee si entra ed esce in analogico multicanale. Ovviamente é necessario usare una scheda pro con ingressi analogici multipli.

Non so se mi sono capito :D .

sebi
30-01-2008, 11:16
Nel mio caso, nello stereo, io esco su spdif dal cd player, entro in digitale sulla M-Audio, elaboro e converto.
Tutto in realtime?


Purtroppo nel multicanale un simile percorso al momento non é possibile...
Una curiosità: provato se si riesce a estrarre un flusso PCM da Arcsoft... per quanto ancora in fase sperimentale?

antani
30-01-2008, 11:24
Tutto in realtime?...
No, di solito lancio l'elaborazione e poi torno nel pomeriggio :D .


...Una curiosità: provato se si riesce a estrarre un flusso PCM da Arcsoft... per quanto ancora in fase sperimentale?
Per fare una cosa del genere occorre un'uscita HDMI abilitata al multicanale, e che io sappia solo poche schede madri recentissime hanno questa possibilità (mi viene in mente una Asus). Tutto da provare.

sebi
30-01-2008, 11:31
No, di solito lancio l'elaborazione e poi torno nel pomeriggio :D .
:D :D :D
Sapevo mentre digitavo di aver fatto una domanda del cxxxo...grazie comunque adesso installo sto' convolver e vediamo :sperem:

skywalker1983
30-01-2008, 20:43
Io ho qlc problema di volume.. è particolarmente basso.. specialmente se disabilito il kmixer di windows.. da cosa può dipendere?

romvise
31-01-2008, 00:22
Io ho qlc problema di volume.. è particolarmente basso.. specialmente se disabilito il kmixer di windows.. da cosa può dipendere?

Disabilitare kmixer non è necessario se usi gli Asio4All.
Il Trends ha un controllo di volume integrato sul chip (da 0 a -64db) sul mio Windows xp si chiama "Altoparlante". Disabilitando completamente la periferica dal sistema operativo, il volume rimane fisso al 50% (-32db).
Cosa diversa è invece il volume del Kmixer, che sul mio Win si chiama "Wave".
Per riprodurre in "bit perfect" tieni tutte e due i volumi al 100%
Se usi gli Asio4All il controllo "wave" non funzionerà perché bypassato, resta il controllo "altoparlante" che con kmixer non c'entra nulla.

Per maggiori info sul PCM2704 del Trends leggi questo pdf, in particolare a pag. 17 c'è anche un disegno:
http://www.ti.com/lit/gpn/pcm2704

Come leggi proprio al fondo della pagina, il controllo di volume non influenza le uscite Spdif.

skywalker1983
31-01-2008, 14:29
Grazie.. quindi il kmixer lo tengo abilitato.. il problema è che anche in queso modo il volume risulta più alto, ma cmq a livelli piuttosto bassi.. ho due sorgenti.. per avere lo stesso volume devo tenere l'ampli, con il dac a ore 16 e con il lettore a ore 9..

romvise
31-01-2008, 15:05
ho due sorgenti.. per avere lo stesso volume devo tenere l'ampli, con il dac a ore 16 e con il lettore a ore 9..

anche il mio cd ha un uscita molto alta, ma non ho tutta quella differenza, puoi descrivere il tuo impianto?

skywalker1983
31-01-2008, 15:24
TA 10.1 e indiana line 5.04.. le sorgenti sono jvc 322 e extreme music..

romvise
31-01-2008, 15:42
Purtroppo non conosco (se non per la buona fama) il TA e le Indiana, potrebbe essere che l' UD 10.1 abbia una uscita analogica troppo bassa per essere pilotata con agio dal piccolo ampli, ma ti ripeto è una considerazione infondata.

skywalker1983
31-01-2008, 15:49
può darsi.. è molto più bassa del lettore e della x-fi..

simcap
13-02-2008, 11:12
Mi serve il vostro consiglio su come realizzare un riproduttore di qualità audiophile che si abbini al mio futuro impianto Hi-fi composto da Nad325+B&W685 senza comprometterlo.

Ciao,

dai un'occhiata anche al mio MoSAP3. Essenzialmente si tratta di un mini-pc con funzionalità server audio connesso ad un dac usb in kit, il DDDAC1543 MK2 (http://www.dddac.de/ma_dac31.htm).
Il tutto è assemblato in un unico cabinet. L'interfaccia utente è realizzata tramite monitor touch-screen.

http://www.simonecapretti.eu/Audio/MoSAP3/images/Mosap3_small.jpg

Qui trovi la descrizione dettagliata:

http://www.simonecapretti.eu/Audio/MoSAP3/it/MoSAP3_it.htm

Simone

jinkokamen
13-02-2008, 16:21
:O

Guarda a livello professionale esistono solo 2 nomi di schede Audio

Una non te la consiglio perche' e' troppo cara ! l'altra marca è Motu !!!:eek:

Io possiedo la 828mk2,,,,,:eek: :eek: da pochi giorni è uscita la 828mk3

lascia stare i giocattoli perfavore

la 828mk2 usb costa sui 650€

:ave: www.motu.com:sbav: :ave: :ave:

ermossa
22-03-2008, 09:12
Ho comprato da poco l'UD10.
Collegato al mio Primare I30 che ha una impedenza di ingresso di 280mv. L'audio è molto buono con una ottima spazialità e nitidezza però il livello di uscita è molto basso.
sono costretto a portare il potenziometro dell'ampli al massimo.
Qualcuno sa darmi un consiglio per ovviare a questo problema?
forse un preamplificatore esterno?
grazie e Buona Pasqua

AcarSterminator
24-03-2008, 20:37
L'UD-10 ha un controllo interno del volume che è impostato al 50% come default. Quindi dal controllo del volume del pc bisogna metterlo al 100%.
Nel mio caso il volume è sì un po' più basso di quello che esce dal letore cd, però non così basso...

AcarSterminator
24-03-2008, 20:45
Richiesta informazione ai possessori di UD-10 con alimentazione a batterie.

Ho la vaga impressione che ci sia qualcosa che non va nel mio UD-10 alimentato a batterie... infatti dopo un utilizzo quasi continuato per 20 ore, provo a verificare la carica delle batterie, con un tester, e risultano ancora completamente cariche!
Ho avuto il sospetto che qualcosa non andasse perchè se metto a off l'interruttore del pacco batterie mentre questo è collegato all'UD-10, questo continua ad essere alimentato dalla UBS. E' come se l'alimentazione dalla USB fosse sempre attiva, e anche se inserisco il pacco batterie, l'alimentazione venga presa dalla USB.

Mi sapete dire se spegnendo (mettere a off) il pacco batterie, l'UD-10 si spegne o cosa?
Grazie,
Michele.

AcarSterminator
25-03-2008, 19:44
Altra cosa.
Per curiosità ho provato a misurare con un tester la tensione presente nel pacco batterie. Ho tolto le batterie, inserito il connettore di alimentazione del pacco batterie nell'UD-10, con USB collegata.
Mi sarei aspettato di trovare una tensione di 0 volts.
Invece mi misura quasi 5V! L'UD-10 dovrebbe essere alimentato dalle batterie, non caricarle!
Insomma, qualcuno mi conferma che qualcosa non va?...

Star Platinum
28-03-2008, 14:23
Il kit per il DDDAC1543 MK2 è reperibile in italia presso qualche negozio online o devo ricorrere per forza al sito crucco ?

ermossa
30-03-2008, 01:16
>Com'è l'uscita rca del'ud-10 ?

1) il dac ud10.1 ha una uscita phono di pessima qualita' e l'aattatore phono/rca che forniscono è ridicolo... va fatta una modifica per prevedere due rca seri.
2) il livello di uscita è molto basso rispetto a quello di un normale cd per cui si deve portare il volume dell'ampli quasi al max (ovviamente anche i volumi software)
3) Meglio richiedere di togliere l'alimentatore che vendono insieme all'ud10.1 dall'ordine perchè non vale i 10 euro che si fanno pagare e non è pratico.
Non è stabilizzato per cui puo' essere usato solo x caricare le 4 stilo (da acquistare separatamente), il pacco batterie va poi collegato all'ud10 ma se si scaricano durante il funzionamento (come è capitato) il segnale arriva distorto all'ampli che lo amplifica e lo invia ai diffussori con tutto quello che ne consegue...
4) il costo di 138,50 euro + spedizione a cui viene venduto ora è spropositato rispetto ad un prodotto che prima costava 90 dollari che col cambio attuale sono 56euro.

5) dalla sua ha che suona bene ma non ho avuto modo di provare altre schede audio...

ciao

ermossa
30-03-2008, 01:32
l'ud10 va collegato prima al pacco batterie e poi all'usb. altrimenti si alimenta dalla usb

ermossa
30-03-2008, 01:38
"Scusate, invio doppio"

AcarSterminator
30-03-2008, 10:18
devi prima collegare il pacco batterie e poi l'usb altrimenti continua ad alimentarsi dall'usb...
Grazie per la risposta.
Allora mi confermi che non ci si accorge che le batterie si scaricano; quando sono scariche passa ad alimentarsi dalla USB anzichè spegnersi come mi sarei aspettato?

Nordata
31-03-2008, 00:15
@ Ermossa

Non riesco a capire il perchè tu abbia dovuto ripetere (6 minuti dopo) praticamente lo stesso messaggio (cosa non permessa dal regolamento) per aggiungerci solo una lunga quotatura integrale (cosa anche questa non permessa dal regolamento).

Sei pregato, per il futuro, di prestare maggiore attenzione al regolamento.

Grazie e ciao.

ermossa
31-03-2008, 23:30
x ud10.1 ..no non swiccia tra l'alimentazione a batteria e l'alimentazione tramite usb. Se le batterie iniziano a scaricarsi il suono sce terribilmente distorto

AcarSterminator
01-04-2008, 06:44
Boh... allora ho ancora il dubbio che qualcosa non vada.
Il mio Ud-10.1 continua tranquillamente a suonare anche dopo che è attaccato alle batterie da 20 ore...

Star Platinum
07-04-2008, 02:00
Si può collegare una scheda audio direttamente al finale senza problemi di volume e similari ?
Ve lo chiedo perché vorrei risparmiare sul preamp e investire su una maggiore potenza, ma sono dubbioso sulla riuscita dell'operazione.
Semmai quali valori elettrici devo confrontare sulle specifiche in-out di segnale ?

otaner
07-04-2008, 09:55
l'interfaccia scheda audio/finale interessa anche a me.
Su siti stranieri si parla bene di questa scheda , anche per la qualità delle uscite analogiche.
Io purtroppo non sono in grado di valutare le caratteristiche elettriche ( so solo che deve avere una basaa impedenza d'uscita); comunque la scheda è la Hdsp Rme 9632 e questi sono i suoi dati di targa; sicuramente qualcuno è in grado di interpretarli.:D

DA – Line Out
· Resolution DA: 24 Bit
· Signal to Noise ratio (SNR): 110 dB RMS unweighted, 112 dBA @ 44.1 kHz (unmuted)
· THD: < - 104 dB, < 0.00063 %
· THD+N: < -102 dB, < 0.0008 %
· Crosstalk: > 110 dB
· Maximum output level: +19 dBu
· Frequency response @ 44.1 kHz, -0.5 dB: 1 Hz – 21.1 kHz
· Frequency response @ 96 kHz, -0.5 dB: 1 Hz – 43.5 kHz
· Frequency response @ 192 kHz, -0.5 dB: 1 Hz – 70 kHz
· Output Line: phono unbalanced, optional XLR balanced
· Output impedance: 50 Ohm
· Output level: Hi Gain, +4 dBu, -10 dBV
· Output level at 0 dBFS @ Hi Gain: +19 dBu
· Output level at 0 dBFS @ +4 dBu: +13 dBu
· Output level at 0 dBFS @ -10 dBV: +2 dBV
Ciao

antani
07-04-2008, 10:23
Le RME sono fra le migliori schede pro attualmente in circolazione. In particolare la HDSP9632 è una scheda con i controcazzi, difficile trovare di meglio.

otaner
07-04-2008, 11:35
Antani, secondo te è in grado di sostituire un preamplificatore di medio livello , chiaramente per quanto concerne la qualità delle uscite analogiche e la capacità d'interfacciamento elettrico con i finali?
Ciao

antani
07-04-2008, 11:51
L'interfacciamento con i finali non è un problema, tra l'altro le uscite sono regolabili.

Usare una scheda audio come pre non è però molto pratico, in quanto non consente di commutare diverse sorgenti. Se però tu usi solo il pc come sorgente allora non ci sono problemi.

Il controllo di volume sarà ovviamente svolto in digitale, ma con una scheda come la RME vai sul sicuro.

otaner
07-04-2008, 12:04
Grazie, allora ci provo e poi posto le inpressioni con e senza pramplificatore ( due telai caspian).
Ciao

chiaro_scuro
08-04-2008, 10:08
L'interfacciamento con i finali non è un problema, tra l'altro le uscite sono regolabili.
Quindi il livello di uscita di una scheda audio pro, come ad es. le m-audio, presonus, e-mu, rme e simili, è "buono" per alimentare direttamente un finale?
Stavo pensando di farmi un HTPC per gestire tutto e in questo modo potrei prendere solo il finale digitale da 7 caneli rotel e potrei risparmiare un pre (che non è poco). In questo modo riuscire anche a far stare tutto sotto la TV (ho due nicchie da HxPxL 22x50x65 cm).

Ciao.

antani
08-04-2008, 10:26
Un pre audio ha essenzialmente 2 funzioni:
- controllo del volume
- gestione degli ingressi

A parte questo, il miglior pre è il pre che non esiste. Io sono andato avanti parecchio senza pre (collegamento diretto tra m-audio e finale), poi ho aggiunto un controllo di volume più che altro per comodità.

Ripeto: l'interfacciamento elettrico con i finali da parte di una scheda audio pro come m-audio e RME non è un problema.

Star Platinum
08-04-2008, 23:25
Secondo te con una auzentech prelude corro qualche rischio se la abbino ad un rotel RB06 ?

antani
09-04-2008, 09:33
Direi di no, anche se pare si siano verificati casi di esplosione del finale :D .

otaner
21-04-2008, 11:25
..Quindi il livello di uscita di una scheda audio pro, come ad es. le m-audio, presonus, e-mu, rme e simili, è "buono" per alimentare direttamente un finale?..


Ho da poco montato una rme hdsp e le prime impressioni sono positive.
Pilotando il finale direttamente dalla scheda non noto differenze rispetto all'uso con il preamplificatore; nessun problema di volume, nessun ronzio o disturbo e qualità ottima (praticamente analoga al preamplificatore in modalià bypass.)

Sulla qualità dei convertitori DA direi che ,la prima impressione,usando le uscite analogiche della scheda, tutto sia + definito (suono ed immagine) rispetto alla conversione DA fatta dal preamplificatore.

Piccolo OT: L'uscita della rme dedicata alla cuffia è fenomenale.

Ciao

chiaro_scuro
21-04-2008, 11:46
Sabato ho preso una RME fireface 400 e posso confermare l'alta qualità della riproduzione con un suono che richiama quello valvolare, un suono ricco di dettagli anche in gamma altissima, ma con un calore inaspettato da un prodotto del genere e con le voci riprodotte in modo eccellente.
Non l'ho collegato ad un finale, non avendone, ma ho constatato un livello di uscita molto alto e quindi sicuramente in grado di pilotare un finale.

L'uscita della cuffia, almeno nella fireface 400, è qualitativamente identica alle altre uscite tanto che per comodità uso quella per pilotare le frontali e le altre sei per i surround ed il sub.

Ciao.

otaner
24-04-2008, 13:48
...Il controllo di volume sarà ovviamente svolto in digitale, ma con una scheda come la RME vai sul sicuro.

L'attenuazione del volume in digitale non comporta un abbassamento della risoluzione?

Nel qual caso non converrebbe tenere attenuate le uscite analogiche delle schede (con la rme si puo settare hi/+4db/- 10db) in modo che il controllo del volume lavori più alto possibile?

Spero di essermi spiegato::D

antani
24-04-2008, 13:57
Tecnicamente non è una perdita di risoluzione, però si compie un'elaborazione del segnale che, se fatta male, può portare ad un degrado.

Si potrebbe discutere su quanto questo sia udibile, comunque io preferisco utilizzare un controllo di volume analogico esterno, anche per la comodità di avere un telecomando.

Conviene sempre uscire dalla scheda con il livello più alto possibile prima del clipping, perché tutti i controlli di volume funzionano prevalentemente in attenuazione.

alexflibero
24-04-2008, 14:41
Ciao, ci sarebbe anche un'altra soluzione. Acquisti un lettore CD, anche usato di buona fattura (un vecchio NAD o SONY o Philips 960 per esempio) e poi ci metti un DAC esterno (lo puoi anche montare dentro se c'è spazio).
La spesa non dovrebbe essere tanto differente ma avresti un risultato sicuramente audiophile. I DAC li puoi trovare anche da: www.audiokit.it
ciao

chiaro_scuro
24-04-2008, 17:31
Credo che più che perdita di risoluzione dovrebbe esserci perdita di dinamica.
La cosa mi preoccupa un po' perchè, mentre per i canali che vanno agli ampli non ho problemi di attenuazione, per il canale che va al sub devo attenuare di almeno 20db e la cosa mi "preoccupa" un po'. Il sub già è regolato ad un volume basso e poi è tarato per funzionare con l'ampli multicanale quando non uso la fireface e quindi sono costretto ad attenuare da mixer digitale.

Ad orecchio non noto niente ma sapere che sono "limitato" non mi piace :(

Ciao.

antani
24-04-2008, 18:17
20 db sono tanti, non riesci ad abbassare ulteriormente il volume del sub?

chiaro_scuro
28-04-2008, 10:39
Dopo tre giorni di smadonnamenti miei e di mia moglie che non ce la faceva più a sentire sweeppate e rumori rosa tenendo contemporaneamente fuori dalla portata del microfono il casino che faceva nostro figlio tra giochi e pianti, sono riuscito a sistemare tutto il sistema per il 7.1 canali DRCizzati (solo ieri era ho scoperto che il problema stava in Pristine Space!) e alla fine il sub lo devo attenuare "solo" di -10db.
Ditemi se è corretto: tramite il mixer ho settato le uscite via software di tutti i canali a -10db tranne il canale per l'LFE che ho messo 0db per evitare saturazioni in gamma bassa. Praticamente la somma della parte bassa dei 7 canali che redirigo sul sub dovrebbe ammontare al massimo a 10db (qualcosa meno), cioè se esco con un segnale ad es, di 60Hz a 0db su tutti i canali dovrei stare circa a +10db, quindi mettendo i 7 canali a -10db pareggerei il conto (del resto bisogna andare per forza in attenuazione sui diffusori perchè l'LFE non può andare oltre 0db pena distorsioni a non finire). Ho solo paura, ma credo che sia più ipotesi che realtà, che in un momento di massima pressione sonora escono a 0db sia le frequenze basse dei diffusori redirette al sub sia il canale LFE che andando entrambi allo stesso sub porta il segnale a +3db e quindi in distorsione.
Le uscite analogiche che vanno verso gli ampli le ho settate a 0db tranne il sub che ho messo a -10db perchè è più sensibile degli amplificatori (ho solo paura, ma credo che sia più ipotesi che realtà, che in un momento di massima pressione sonora escono a 0db sia le frequenze basse dei diffusori redirette al sub sia il canale LFE che andando entrambi allo stesso sub porta il segnale a +3db e quindi in distorsione).
Ora devo solo fare dei piccoli aggiustamenti per far suonare tutti i diffusori allo stesso volume ma la differenza tra quello che suona più forte e quello che suona meno è di circa 2db e quindi non mi crea grossi problemi (pensavo molto peggio ma probabilmente il DRC mi ha dato una grossa mano).

Ho riportato tutti questi dati perchè penso possano essere utili a chiunque armeggi con delle schede sonore.

Ciao.

antani
28-04-2008, 11:29
Non mi è chiarissimo come hai gestito i livelli. Ti riporto lo schema utilizzato dai bass manager commerciali:

http://www.kellyindustries.com/images/bass_manager_images/bass_manager_2_diagram.gif

Fai attenzione che nel caso di frequenze ridirette da altri canali il livello del sub dovrebbe essere 0 dB, mentre nel canale LFE dovrebbe essere +10 dB, come è indicatro nello schema.

chiaro_scuro
28-04-2008, 12:04
In pratica l'ho settato come nel diagramma ma ho messo i canali a -10db ed lfe a 0db.
Ora, guardando il diagramma e seguendo il tuo post, mi viene da pensare che in realtà dovrei mettere i canali a 0db e LFE a +10db.
Io avevo messo i canali a -10db perchè ho pensato che sommando il segnale dei 7 canali andavo incontro al rischio di superare i 0db. Come detto precedentemente, ipotizzando un segnale a 60Hz pari a 0db su tutti i canali mi troverei a sommare 7 canali con segnale a 0db e quindi manderei al canale sub un segnale di circa +9db. Siccome in dominio digitale la barreira dei 0db è invalicabile ho pensato che attenuando di 10db i canali non avrei corso problemi di saturazione e lasciando l'LFE a 0db avrei rispettato il +10db previsto dalle specifiche.
Domanda: non è che da specifiche la somma dei canali non sarà mai superiore a 0db e quindi posso settarli tranquillamente a 0db senza temere saturazione in gamma bassa?
Altra domanda: cosa indica nel diagramma il rettangolo "invert"?

Grazie.

Ciao.

P.S.: Schema di connessione: entro con 8 canali in pristine space (8 istanze, una per canale altrimenti non mi funziona bene) esco da pristine e mando tutti canali verso i crossover. Le sette uscite passa alto dei canali li mando ai rispettivi delay e quindi alle uscite mentre le sette uscite passa basso e il passa basso del canale lfe li mando tutti all'uscita del sub.

antani
28-04-2008, 12:14
-10 e 0 va benissimo, l'importanza è il livello relativo. Però non capisco cosa significhi che hai impostato il sub a 0 dB e gli altri canali a -10. Una volta applicata la convoluzione devi livellare tutti i canali in modo differente, utilizzando un fonometro oppure il fonometro virtuale di REW.

Il livello reale di ogni canale alla fine sarà diverso. Ovviamente devi badare a non salire oltre gli 0 dB su nessun canale, quindi è possibile che sia necessario abbassare gli altri piuttosto.

Una volta trovato il livello devi alzare il canale LFE di 10 dB, perché l'LFE è registrato a -10 dB.

Invert credo riguardi l'inversione di fase, non saprei dire però il motivo di una doppia inversione.

antani
28-04-2008, 12:41
...entro con 8 canali in pristine space (8 istanze, una per canale altrimenti non mi funziona bene)...
Addirittura 8 istanze! Sei sicuro di averlo configurato bene? Fai attenzione che in ogni slot va un filtro FIR, alla fine devi ottenere qualcosa di simile a questo (l'esempio è 6 canali con 6 filtri FIR mono):

http://img503.imageshack.us/img503/1497/pristinespaceuy8.th.jpg (http://img503.imageshack.us/my.php?image=pristinespaceuy8.jpg)

chiaro_scuro
28-04-2008, 14:24
Però non capisco cosa significhi che hai impostato il sub a 0 dB e gli altri canali a -10.
L'ho impostato sul mixer solo sui segnali che vengono da MediaPortal. Poi questi vengono inviati ai canali ADAT (lì ho impostato tutti i canali a 0db) i quali vengono presi in consegna da Console. Ho fatto questa impostazione in modo che i segnali che arrivano a Console non superino i 0db.

Successivamente Console restituisce i segnali al mixer dove posso regolare i volumi che vengono da Console ed il mixer gira i segnali alle uscite e anche qui posso regolare i volumi (in uno di questi due stadi regolerò i volumi in modo tale che la pressione sonora di tutti i canali sia uguale).

Ho caricato in ogni slot il file wav ottenuto da DRC+sox ma probabilmente non ho settato lo slot giusto nella riga slot/chn mentre ho sicuramente impostato bene gli in e out. Questa sera controllerò ma sono quasi sicuro che la riga slot/chn l'ho lasciata come è di default!

Pensavo anch'io di aver sbagliato qualcosa nell'impostazione di PS ma, visto che anche in stereo avevo problemi e visto che ormai erano le 20 di domenica e ancora ne venivo a capo mi sono buttato sulle 8 istanze (tra l'altro senza problemi di carico della CPU) per vedere cosa potevo ottenere ed ho ottenuto uno spettacolo (nonstante gli aggiustamenti ai livelli da fare così come i delay da rivedere).

Una cosa che ho notato è che i delay calcolati in base alla distanza dei diffusori dal punto di ascolto non coincidevano con il numero indicato da DRC come "impulse center found at sample <numero>". Allora ho regolato i delay in modo tale che questo numero fosse quasi coincidente per tutti i canali (stavo nel range +/-2). Gli scostamenti non erano elevati (0,5/1 millisecondo) e addirittura per i surround back, che sono dipolari, quasi quasi non c'è differenza tra i delay dei due canali pur essendo il canale sx più vicino di una 30ina di cm. Che faccio? Regolo i canali con i delay in base alla distanza o mi fido del "center point" trovato da DRC?

Grazie mille per l'aiuto che mi stai dando e per avermi "aperto" la mente sul discorso slot/chn (domani ti farò sapere).

Spero che questo discorso sia di aiuto per tutti che volessero cimentarsi in questa attività di correzione della risposta in ambiente.

Ciao.

antani
28-04-2008, 15:02
.... sono quasi sicuro che la riga slot/chn l'ho lasciata come è di default!...
Anche io avevo fatto lo stesso errore all'inizio, per quello te l'ho detto :) . Poi magari non cambia nulla 1 istanza o 8 istanze, però per pulizia complessiva....

Per quanto riguarda i ritardi non credo ci sia grande differenza, stiamo parlando di 1 millisecondo! Ampiamente sotto la soglia di udibilità.

chiaro_scuro
28-04-2008, 15:48
Poi magari non cambia nulla 1 istanza o 8 istanze, però per pulizia complessiva....
In effetti la soluzione ad 8 istanze non mi fa impazzire ma dopo 3 giorni di sbattimento mi era sembrata una splendida soluzione ;)

Per i ritardi invece ho qualche dubbio: ricordo che sull'ampli multicanale se variavo di 10cm la distanza tra i diffusori sentivo una bella differenza e l'immagine sonora nettamente peggiore, considerando che un millisecondo dovrebbe corrispodere a più di 30 cm di spostamento credo che la differenza sia molto udibile. Forse è importante soprattutto tra i diffusori dello stesso tipo (es. tra frontali, tra surround) e meno per i diffusori di tipo diverso (es. tra i frontali e surround).
In ogni caso per DRC è importante che il centro dell'impulso sia identico o quasi (parla di massimo +/- 8 campioni di differenza tollerati).

Ciao.

antani
28-04-2008, 15:53
Teoricamente DRC dovrebbe livellarli in automatico, io comunque ho impostato i delay a mano.

chiaro_scuro
28-04-2008, 16:42
A me pare di capire che DRC è influenzato negativamente dal disallineamento temporale dei diffusori.
Forse, all'interno dei +/- 8 campioni, li allinea?

Come hai impostato a mano i delay? Quelli impostati a mano da me, calcolati come ritardo sulla differenza di distanza tra il diffusore più lontano e gli altri non mi hanno permesso di ottenere un gran risultato con l'impulso. Devo fare ascolti più approfonditi prima di dare un verdetto finale in merito, ieri,con il poco tempo a disposizione, mi sono concentrato soprattutto sull'ascolto di eventuali difetti di correzione (anche se mi è sembrato che in stereo il suono andasse un pelo più a dx, forse perchè dai livelli calcolati da DRC risulta che il canale dx suoni circa 0,5db più forte del sx ed io ho apprezzato questa differenza e non è quindi un problema di delay).

Ciao.

antani
28-04-2008, 17:26
DRC si fa carico di gestire l'allineamento fra le varie vie e il sub, se usi un bass manager. A parte questo gestisce ogni canale in modo indipendente. Quindi il disallineamento dei diffusori non può essere corretto in modo automatico.

Io ho aggiunto dei delay su ogni canale, tranne sui frontali che sono i più lontani.

Non credo tu possa giudicare alcunchè ad orecchio se prima non livelli il volume.

chiaro_scuro
28-04-2008, 18:00
DRC si fa carico di gestire l'allineamento fra le varie vie e il sub, se usi un bass manager.
Pensavo che stessi parlando dell'allineamento dei ritardi e non dell'allineamento tra le vie (su questo DRC fa un lavoro egregio, lo sapevo, l'ho misurato con il computer e l'ho misurato con l'orecchio ;) ).
Io non uso un bass manager ma un crossover (Crossover3Way) ma il risultato non cambia (almeno non dovrebbe).

Io ho aggiunto dei delay su ogni canale, tranne sui frontali che sono i più lontani.
I tempi li hai calcolati in base alla distanza relativa rispetto ai diffusori più distanti? Io, ad es., ho i frontali a 3,3 m e il surround sx a 1,8 m così ho ritardato il surround sx di (3,3-1,8)/343=0,004372s.


Non credo tu possa giudicare alcunchè ad orecchio se prima non livelli il volume.
Infatti nel breve tempo della prova mi sono concentrato su altro ma non pensavo che l'orecchio riuscisse a determinare in modo così netto la differenza di 0,5db tra i due diffusori e per questo mi sta venendo il dubbio che anche i delay impostati per l'impulso sono da ritarare in base alla distanza (visto che c'è differenza tra i delay calcolati sulla distanza e quelli impostati per centrare gli impulsi).

Ciao.

antani
28-04-2008, 21:49
0,5 dB di differenza si sentono eccome, causano un netto sbilanciamento della scena sonora. Poi magari anche il delay ci mette del suo, ma la differenza di volume è la prima cosa che l'orecchio umano percepisce.

chiaro_scuro
29-04-2008, 09:26
Ieri sera ho dato un'occhiata alle impostazioni di Pristine Space a 8 canali ed effettivamente gli slot/chn erano errati. Di default la situazione è canale 1/2 slot 1, canale 3/4 slot 2 ecc.
In pratica stavo correggendo il frontale sx con la cruva del surround back dx dipolare!!!!! Ti credo che usciva uno schifo!
Non ho avuto tempo per provare la nuova configurazione ma sono convinto che andrà bene.

Ciao.

AcarSterminator
03-05-2008, 17:20
Qualcuno ha voglia di consigliarmi un DAC da abbinare all'UD-10,
per migliorare quello integrato usato per l'uscita della cuffia...
Per esempio un Monica (http://www.tnt-audio.com/sorgenti/monica2.html) avrebbe senso?
Grazie.

chiaro_scuro
05-05-2008, 10:25
In questo fine settimana ho fatto tutte le prove del caso e il sistema funziona alla perfezione anche con una sola istanza di Pristine Space (l'errore quindi era nell'errata selezione degli slot nella riga slot/chn).

Per chi non è digiuno di pc devo dire che la correzione DRC è da provare assolutamente perchè vale più di ogni altro componente.
Inoltre devo anche dire che DRC fa miracoli ma i diffusori devono essere di qualità (gli altri componenti sono meno fondamentali). Tra le b&w cm7 (1200 euro) e le jamo e610 (300/400 euro) c'è un abisso nel modo di riprodurre a tutto vantaggio delle cm7 (pur avendo la stessa risposta in frequenza in campo stazionario). Diciamo che se con le jamo ho guadagnato con DRC 10 con le b&w ho guadagnato 30, mentre tra l'ampli stereo e quello multicanale la differenza è piccola (a volumi di ascolto non molto alti).

Ciao.

otaner
06-05-2008, 09:42
Mi state facendo venir voglia di provare questa correzione ambientale, soprattutto in ambito multicanale.

Per l'hardware ed il software dovrei essere a posto, mi manca il microfono:D ; Però l'avventura non mi sembra delle più semplici e inoltre credo di aver letto che qualora si usino diffusori planari (vedi magneplanar come nel mio caso) la situazione si complica ulteriormente e con risultati inferiori rispetto a diffusori tradizionali.
Qualcuno ne sa qualcosa ?

ciao

antani
06-05-2008, 12:06
Diciamo che diffusori dipolari (il fatti che siano planari non ha alcuna rilevanza), avendo un forte campo riverberato, sono teoricamente più difficili da trattare.

Comunque basandomi sia sull'esperienza di altri che sulla mia (ho delle Martin Logan), la correzione ambientale porta anche con questi diffusori enormi benefici.

otaner
14-05-2008, 15:40
Contagiato da voi ho preso un microfono(ecm8000):D
Ho misurato la risposta del sub in varie posizioni ed il risultato migliore è stato questo 8537 che, guarda caso, è nella stessa posizione trovata ad orecchio.

Ora Vorrei sperimentare delle equalizzazioni tramite htpc, ma non mi è chiaro come gestire la catena console-pristine-ect.
Per il momento riesco solo ad esportare i file di equalizzazione create con ERW ma sono in blocco:( per il processamento dei sei sei canali della scheda Rme.

Grazie e ciao

chiaro_scuro
14-05-2008, 16:48
Non hai una risposta del sub tanto male ma con DRC avrai una risposta decisamente migliore (e non conta solo la risposta in frequenza).

Comunque inizia con lo sperimentare l'equalizzazione applicata ai due canali e usa un plug-in per windows media player di nome convolver esportando da roomeqwizard il "filters impulse response". Correggi quindi la risposta in frequenza con i filtri di roomeqwizard, esporta l'impulso dei filtri e usa convolver dentro windows media player (sul sito di convolver ci sono degli esempi per il file di configurazione).

Ciao.

otaner
14-05-2008, 17:17
Grazie per la celerissima risposta, ma la faccio subito complicata:D
Il sub non lo uso per l'ascolto 2 ch; solo per uso HT, quindi dovrei usare convolver per equalizzare il sub nell'ambito del canale lfe dolby digital (uso Kmplayer).
Hem..sto dicento una minc..ata?:confused:

antani
14-05-2008, 17:32
Se vuoi equalizzare solo il sub, installa convolver in kmplayer e applica il filtro creato con REW al canale LFE, usando il file di configurazione di convolver.

Spero ti sia chiaro che devi uscire in analogico dall'HTPC, cioè se applichi l'equalizzazione non potrai più usare la spdif.

otaner
14-05-2008, 17:44
Inizio con il sub poi vedremo; esco già in analogico dall'HTPC (scheda rme hdsp 9632 + modulo con altri 4 out analogici).
Ciao

antani
14-05-2008, 17:56
Inizia pure con il sub, l'appetito vien mangiando :D .

chiaro_scuro
14-05-2008, 18:45
Tanto già lo so dove andrai a finire ;)

Ciao.

otaner
15-05-2008, 11:16
al manicomio!:D

Intanto sto:mc: con convolver ; installato con Kmp e Wmp ma... sarà perchè il file di equalizzazione è blando , sarà perchè non capisco a quale canale lo sto applicando... non capisco neanche se sta funzionando.

Ma il file di configurazione di convolver dovè? lo devo creare ?

Ciao

chiaro_scuro
15-05-2008, 12:39
Il file di configurazione di convolver è un semplice file di testo che devi creare (vedi esempi sul sito) e che metterai dove vuoi tu (ovviamente dovrai indicare al plug-in dove andare a prendere la configurazione).

Per essere sicuro del funzionamento di convolver basta creare una filtro sballatissimo così non avrai dubbi.

Ciao.

otaner
16-05-2008, 15:51
Ti ringrazio del suggerimento, ho fatto come hai detto e in effetti funziona;
Ma non c'e verso di reindirizzare il file wav di filtro verso i canali desiderati con il file di configurazione di convolver( ho preso spunto dagli esempi sul sito)
Se nel file *.txt indico solo path e nome del filtro funziona ed ho questa schermata 8548
Se nel sopradetto file inserisco anche la sintassi dei comandi (come da sito) Ho questa schermata.:confused:8547.

Domanda?
Una soluzione usando console ed una applicazione "tipo" directwire (ma per schede rme) come quella illustrata da Antani è fattibile?
Avrei almeno un controllo grafico di quello che sto facendo:D

Ciao

chiaro_scuro
16-05-2008, 17:00
Se nel sopradetto file inserisco anche la sintassi dei comandi (come da sito)
Che vuoi dire con "inserisco la sintassi dei comandi"? Comunque da quello che vedo dalla schermata c'è un errore di configurazione e convolver non riesce a leggere il file di configurazione.
Vedi bene le configurazioni sul sito e controlla se hai bisogno di cambiare la mappatura dei canali (di solito non c'è bisogno).

Non so per la tua scheda, ma per la mia il mixer della fireface permette la funzione tipo directwire. Tieni presente che ti mangi i canali in uscita. Ad es. io invio 8 canali verso l'uscita adat che con la funzione del mixer mi diventano ingressi ma le uscite adat non le posso più sfruttare per uscire fisicamente ma posso uscire solo su quelle analogiche. La scheda ha 8 uscite adat + 8 uscite analogiche ed io posso uscire fisicamente solo sulle 8 uscite analogiche (o viceversa se avessi sfruttano il directwire sulle uscite analogiche sarei potuto uscire solo in adat).

Che io sappia non c'è un applicazione che fa questo lavoro (ma cerca su internet perchè non è detto che non la trovi) e quindi puoi farlo solo se previsto dai driver/mixer della scheda sonora.

Ciao.

otaner
16-05-2008, 17:42
Per comando di sintassi intendevo , ad esempio, questo:
.......
44100 2 2 0
0 0
0 0
C:\Impulses\LeftIR.wav
....ect
Ho provato una marea di combinazioni ma niente.

....Ad es. io invio 8 canali verso l'uscita adat che con la funzione del mixer mi diventano ingressi...........
Mi spieghi cosa intendi , o meglio ancora, mi mostri una schermata del mixer rme in modalità matrix che forse capisco meglio.
Ho confrontato sui manuali lo schema di routing e il software di mixer della nostre schede (hai una fireface400 giusto?) e mi sembrano identici.

Ciao e grazie
Che dici stiamo andando OT , è il caso di proseguire in Mp ? se ti va:D

chiaro_scuro
19-05-2008, 15:42
Diciamo che il mixer fa una sorta di loopback virtuale in cui l'uscita del software viene girata all'ingresso (è possibile quindi andare in registrazione sull'uscita software). Non posso mandare le schermate perchè ce l'ho sul computer di casa). Quando attivo la funzione l'uscita viene colorata in violetto.

Con quel comando dici che hai due ingressi e due uscite (che sono mappate come L ed R in ingresso ed L ed R in uscita che con il mixer decidi tu dove mandare). Per usare il sub devi avere almeno 3 uscite e devi configurare convolver seguendo l'esempio di crossover sul sito (http://convolver.sourceforge.net/configegs.html).

Ciao.

otaner
19-05-2008, 16:24
Nel weekend ho combattuto con la sintassi di convolver uscendone sconfitto:( (per il momento)

Comunque ho trovato questo plugin per foobar http://people.bu.edu/edlarson/stereoconv.html con cui assegnare ai diffusori principali i filtri d'impulso left e right (da 20 a 500 hz) creati con Erw .
Le prime impressioni sono state
1) Necessità di alzare il volume ( era scontato)
2) Maggior inteleggibilità in gamma bassa e medio bassa
3) Nessuna differenza in termini d'immagine e profondità.

Decisamente le premesse sono interessatti ma credo che abbia parecchio da lavorarci.

Per quanto riguarda il multicanale , Viste le mie dificcolta con convolver , ho utilizzato il convolutore di ffdshow ma non ho notato alcuna differenza , probabilmento sbaglio qualcosa nei settaggi di ffdshow.

Ciao

chiaro_scuro
19-05-2008, 17:33
Se prendi l'esempio sul crossover con convolver che si trova in fondo alla pagina che ho linkato penso che ne verrai a capo.

Quello che stai facendo comunque ti sarà molto utile ed inoltre cominci ad ascoltare meglio e man mano che andrai avanti sempre meglio. Fra un po' prova ad ascoltare senza filtri e dimmi che effetto fa.

Ciao.

P.S.: il sempre gentilissimo e preparatissimo Antani ha pubblicato questa guida qui: http://www.epiguren.com/forum/viewtopic.php?f=14&t=2618

otaner
19-05-2008, 18:24
Grazie per la segnalazione , comunque la stavo già seguendo:D

Il file di configurazione crossover l'avevo gia provato ma senza successo; sempre il solito messaggio :... problem with filter path ....

Comunque il campo della correzione ambientale è sicuramente affascinante ed ora anche "accessibile".
Ricordo che una decina di anni fà feci fare da " acustica applicata" l'analisi del mio ambiente per procedere con una correzione passiva (tube traps ect.)

Dovetti soprassedere sia per l'impegno economico che per l'impatto estetico.

Ciao

chiaro_scuro
19-05-2008, 19:01
Considera che per ottenere dei risultati ottimi un po' di trattamento dev'essere fatto anche se comunque non avrà l'impatto di un trattamento fatto per "trattenere" le frequenze basse. Considera che in una stanza non trattata, pur se in presenza di una quantità media di materiale assorbente come tappeti e tende il tempo di decadimento del suono è comunque un po' lungo. In ogni caso la qualità d'ascolto sarà notevolmente migliore rispetto al suono non corretto.

Ciao.

otaner
19-05-2008, 19:22
Sono perfettamente conscio di ciò, ma una delle catene deboli degli impianti è la moglie :D : soprattutto in soggiorno.

chiaro_scuro
20-05-2008, 09:23
Infatti io mi tengo il tempo di decadimento lungo :(

Ciao.

Frisia
21-05-2008, 01:15
Leggo con interesse questo topic (ottimo il contributo di Antani) perchè il trends audio UD-10 è una soluzione che mi piace anche perchè ho già un ottimo DAC.

Il mio "progetto" è un streaming device come lo Squeezebox o un umpc (Asus Eee per esemio) come sorgente audio, anche perchè sono dell'idea che la parte analogica del signale è meglio lasciare fuori dal PC ed è meglio uscire con firewire, usb o s/pdif. Quindi in funzione della presenza o meno del s/pdif dovrei inserire il Trends Audio UD-10.

Spero di dare un contributo portandovi un articolo di Pedja Rogic (uno dei guru dell'audio digitiale) su audialonline.com. L'articolo descrive le differenze qualitive tra usb e s/pdif, come ridurre il jitter nei PC e quale sono i chip usb più performanti.

http://www.audialonline.com/articles/spdif_or_usb/1.php

Frisia

zip87
20-11-2009, 09:55
Riesumo una vecchia discussione. Se volessi ascoltare della musica collegando il pc all'amplificatore stereo in analogico, che soluzione mi conviene, senza spendere troppo? Ho visto per esempio schede della ASUS che mi sembrano adatte:
-Xonar Essence ST\STX

E anche un altro modello...però è indicato per Home Theatre:
-Xonar D2X

Cosa ne dite di queste schede?

chiaro_scuro
20-11-2009, 11:00
Vanno bene, come vanno bene le creative x-fi.

Ciao.

zip87
20-11-2009, 17:40
bene. Ho preso la Asus Xonar Essence STX per 100€!

Sentivo parlare di sostituzione di OpAmp con altri di maggior qualità. Questa procedura come va effettuata e dove si acquistano questi componenti?