misure [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : misure



troglos
06-07-2003, 09:31
Non ho ancora capito se i costruttori di elettroniche e le riviste facciano come si fa per la politica ,prendiamo il caso delle auto catalitiche il settore auto era arrivato al collasso per vendere nuove auto ci hanno detto che le vecchie inquinavano che le citta erano invivibili e quindi bisognava cambiare auto. Ci facevano vedere misure di piombo e altre sostanze nocive poi dopo il passaggio al catalitico (senza piombo) ci facevano vedere misure piu confortanti pero non ci facevano vedere misure di sostanze che sono molto piu nocive del piombo (i vari aditivi ed aromatizzanti che servono a coprire il cattivo odore della verde ).Studiosi è scenziati a livello mondiale dicevano che la verde e piu dannosa per la salute della rossa (forza ferrari).Le misure audio sono la stessa cosa ci fanno vedere quello che loro decidono ma alla fine non dicono niente .L'elettronica di consumo è in mano a gente che per loro disogna ricavare solo il massimo profitto economico dai prodotti commercializzati fare delle misure con 5 zeri dopo la virgola è troppo
facile dandoci dentro con la controreazione .Dopo l'interesse per impianti home theatre la situazione è ancora peggiorata ditte che non vendevano i loro prodotti nel settore hifi sono diventati dei lider con un ottima reputazione .Nel settore discografico le cose sono ancora peggiori gente con poca sensibilita musicale che non conosce il mercato e come funziona ,stessodiscorso di sopra (passaggio da lp/cd) il nuovo sistema doveva essere migliore del vecchio (ancora inutili misure) poi il vinile ancora una volta con pessime misure suona meglio del cd .
ciao troglos

N. D'Agostino
08-07-2003, 19:09
:eek:

Michele Spinolo
08-07-2003, 19:59
:eek: :eek:


chi si aggiunge?

Microfast
08-07-2003, 20:25
troglos ha scritto:
Non ho ancora capito se i costruttori di elettroniche e le riviste facciano come si fa per la politica ,prendiamo il caso delle auto catalitiche il settore auto era arrivato al collasso per vendere nuove auto ci hanno detto che le vecchie inquinavano che le citta erano invivibili e quindi bisognava cambiare auto. Ci facevano vedere misure di piombo e altre sostanze nocive poi dopo il passaggio al catalitico (senza piombo) ci facevano vedere misure piu confortanti pero non ci facevano vedere misure di sostanze che sono molto piu nocive del piombo (i vari aditivi ed aromatizzanti che servono a coprire il cattivo odore della verde ).Studiosi è scenziati a livello mondiale dicevano che la verde e piu dannosa per la salute della rossa (forza ferrari).Le misure audio sono la stessa cosa ci fanno vedere quello che loro decidono ma alla fine non dicono niente .L'elettronica di consumo è in mano a gente che per loro disogna ricavare solo il massimo profitto economico dai prodotti commercializzati fare delle misure con 5 zeri dopo la virgola è troppo
facile dandoci dentro con la controreazione .Dopo l'interesse per impianti home theatre la situazione è ancora peggiorata ditte che non vendevano i loro prodotti nel settore hifi sono diventati dei lider con un ottima reputazione .Nel settore discografico le cose sono ancora peggiori gente con poca sensibilita musicale che non conosce il mercato e come funziona ,stessodiscorso di sopra (passaggio da lp/cd) il nuovo sistema doveva essere migliore del vecchio (ancora inutili misure) poi il vinile ancora una volta con pessime misure suona meglio del cd .
ciao troglos


Adesso non esageriamo ........

Mi viene quasi voglia di lanciare il thread : Chi di voi rinuncerebbe ai media ottici e tornerebbe indietro di 30 anni ?

Io no.

Saluti
Marco

troglos
09-07-2003, 15:36
Microfast ha scritto:
Adesso non esageriamo ........

Mi viene quasi voglia di lanciare il thread : Chi di voi rinuncerebbe ai media ottici e tornerebbe indietro di 30 anni ?

Io no.

Saluti
Marco



Spiegami una cosa preferisci la comodita del laser (cd) e relativo telecomando ,o la scomodita del vinile e niente telecomando ma la qualita audio assoluta

ps:come dicevi in un post sei audiofilo quindi dovresti preferire la qualita ed il vinile

ciao troglos

Michele Spinolo
09-07-2003, 15:41
troglos ha scritto:
Spiegami una cosa preferisci la comodita del laser (cd) e relativo telecomando ,o la scomodita del vinile e niente telecomando ma la qualita audio assoluta

ps:come dicevi in un post sei audiofilo quindi dovresti preferire la qualita ed il vinile

ciao troglos

si, infatti il CD fa schifo è inascoltabile così come SACD e DVDAudio, mentre il vinile fa scendere gli angeli dal cielo...

Sembrano post tratti dalla Bibbia (nel senso peggiore del termine) dell'Hi-Fi!

troglos
09-07-2003, 15:52
Michele Spinolo ha scritto:
si, infatti il CD fa schifo è inascoltabile così come SACD e DVDAudio, mentre il vinile fa scendere gli angeli dal cielo...

Sembrano post tratti dalla Bibbia (nel senso peggiore del termine) dell'Hi-Fi!


Ma un lin sondek lp 12 ben tarato e con una buona testina lo hai mai ascoltato come diceva boldi proova

ciao troglos

troglos
09-07-2003, 16:00
Michele Spinolo ha scritto:
si, infatti il CD fa schifo è inascoltabile così come SACD e DVDAudio, mentre il vinile fa scendere gli angeli dal cielo...

Sembrano post tratti dalla Bibbia (nel senso peggiore del termine) dell'Hi-Fi!

Con l'analogico si percepisce un basso che nessun cd puo competere
riproova

ciao troglos

ps:neanche la combinazione marc levinson o linn cd 12 si avvicina e parliamo nel primo caso di un cd (lo srivo in lire fa piu effetto)dal costo di cento milioni e nel secondo di solo 35 milioni (scherzo magari averli i soldi)

Ninja
09-07-2003, 16:20
in effetti...
si stava meglio quando si stava peggio, :o
non ci sono più le mezze stagioni, :o
oggi si è persa la misura, :o
ahh, quando c'era lui, caro lei! :o
:rolleyes:
soccia ragazzi, e le percezioni, dove le mettiamo? quelle sì che sono importanti!
io percepisco a volte anche il cambiamento del tempo, ho una fratturina al malleolo tibiale destro che mi avverte del cambiare del clima...
:D

aaahh, le percezioni e le misure!

Microfast
09-07-2003, 16:48
Ninja ha scritto:
in effetti...
si stava meglio quando si stava peggio, :o
non ci sono più le mezze stagioni, :o
oggi si è persa la misura, :o
ahh, quando c'era lui, caro lei! :o
:rolleyes:
soccia ragazzi, e le percezioni, dove le mettiamo? quelle sì che sono importanti!
io percepisco a volte anche il cambiamento del tempo, ho una fratturina al malleolo tibiale destro che mi avverte del cambiare del clima...
:D

aaahh, le percezioni e le misure!


Basta un barometro, un termometro ed un igrometro .....


Circa gli LP non scherziamo : comodita', robustezza, durata del media e ampia disponibilita' di titoli a parte ( e scusate se ho detto poco ) i pochi difetti del cd sono ormai con dvd-audio e SACD un ricordo.

Va bene se si possiede una collezione di LP attrezzarsi con un buon giradischi e tutto quello che serve per goderseli, ma dover rinunciare a tutto il resto mi sembra assurdo.

Meglio invece porre attenzione alla qualita' dell'incisione ......

Si continua imperterriti in questi discorsi a dare piu' importanza ai dettagli che alla sostanza, ne abbiamo gia' parlato tante volte .

Saluti
Marco

Michele Spinolo
09-07-2003, 17:56
troglos ha scritto:
Ma un lin sondek lp 12 ben tarato e con una buona testina lo hai mai ascoltato come diceva boldi proova

ciao troglos

Il fatto è che non c'è un tuo post in cui contestualizzi le tue affermazioni e dai una benchè minima giustificazione.

Il Linn con che impianto l'hai sentito? con che ambiente? con che software? Scommetti che se ci metto un LP dello zecchino d'oro si sente da schifo?

Il Linn l'ho sentito a Cesena da Alta Fedeltà con B&W801 in bi-amping e amplificazione Linn (non ricordo il modello) e pre Linn: certo non andava male, ma in un ambiente abbastanza piccolo come la sala prove che aveva Alta Fedeltà le 801 facevano un gran casotto e basta (l'ampli era un 200W per canale) quindi non mi è piaciuto soprattutto per quello che costa.

Michele Spinolo
09-07-2003, 17:57
Ninja ha scritto:
in effetti...
si stava meglio quando si stava peggio, :o
non ci sono più le mezze stagioni, :o
oggi si è persa la misura, :o
ahh, quando c'era lui, caro lei! :o
:rolleyes:
soccia ragazzi, e le percezioni, dove le mettiamo? quelle sì che sono importanti!
io percepisco a volte anche il cambiamento del tempo, ho una fratturina al malleolo tibiale destro che mi avverte del cambiare del clima...
:D

aaahh, le percezioni e le misure!

Sono saltate le geometrie!
Quando gioco a calcetto la palla non gira più come una volta!

ecc..
ecc...

Gianni Wurzburger
09-07-2003, 19:20
troglos ha scritto in un altro thread:
Risposta in frequenza limitata a circa 15khz ,distorsione al 3 % ,rumore 70/75 db ,smorzamento ribicolo , pilotaggio diffusori
molto critici.Controreazione molto prossima a zero suono
MEGAGALATTICO.

Non è che ci stanno fregando alla grande con transistor e surrogati vari (io penso di si)


ciao troglos
Mah! non ti conosco non posso mettere in dubbio cio' che dici, (anche se in cuor mio in tutta sincerita'...:o ) pero' permettimi una domanda, ma con un S/N di 70/75 (70 oppure 75? boh) e lo sfregare bella puntina sul disco.... smorzamento ridicolo.....sei proprio sicuro di avere a che fare con qualcosa di definibile come hi-fi?
Puo' darsi che io mi sbagli, non lo metto in dubbio, pero' lasciami un po' di spazio al dubbio:p :o

troglos
09-07-2003, 20:21
Gianni Wurzburger ha scritto:
Mah! non ti conosco non posso mettere in dubbio cio' che dici, (anche se in cuor mio in tutta sincerita'...:o ) pero' permettimi una domanda, ma con un S/N di 70/75 (70 oppure 75? boh) e lo sfregare bella puntina sul disco.... smorzamento ridicolo.....sei proprio sicuro di avere a che fare con qualcosa di definibile come hi-fi?
Puo' darsi che io mi sbagli, non lo metto in dubbio, pero' lasciami un po' di spazio al dubbio:p :o

Al milano high-end ,top audio,perugia ,bari il direttore di audiophile sound ha fatto prove a confronto tra sacd/vinile utilizzando lo stesso impianto(naturalmente cambiando sorgente ma dello stesso prezzo) su un campione di oltre 10.000 persone ,ulizzando i stessi brani al 90% i presenti hanno dato la stessa risposta il vinile suona meglio.

Al top audio hanno registrato un gruppo di strumentisti(nello stesso ambiente)sia in analogico che in dsd(sistema di codifica usato dal sacd) stessa risposta di sopra come la mettiamo.

ciao troglos

Microfast
09-07-2003, 20:26
troglos ha scritto:
Al milano high-end ,top audio,perugia ,bari il direttore di audiophile sound ha fatto prove a confronto tra sacd/vinile utilizzando lo stesso impianto(naturalmente cambiando sorgente ma dello stesso prezzo) su un campione di oltre 10.000 persone ,ulizzando i stessi brani al 90% i presenti hanno dato la stessa risposta il vinile suona meglio.

Al top audio hanno registrato un gruppo di strumentisti(nello stesso ambiente)sia in analogico che in dsd(sistema di codifica usato dal sacd) stessa risposta di sopra come la mettiamo.

ciao troglos

Nella fretta e confusione tipiche di manifestazioni del genere mi sembra siano il luogo meno adatto per fare di questi confronti .......

Saluti
Marco

troglos
09-07-2003, 20:39
Microfast ha scritto:
Nella fretta e confusione tipiche di manifestazioni del genere mi sembra siano il luogo meno adatto per fare di questi confronti .......

Saluti
Marco

A voi non sta bene niente ,per favore non ci arranpichiamo sui specchi prima o poi si cade.

Microfast
parlo di 10.000(D I E C I M I L A P E R S O N E)

cioa troglos

troglos
09-07-2003, 21:04
Michele Spinolo ha scritto:
si, infatti il CD fa schifo è inascoltabile così come SACD e DVDAudio, mentre il vinile fa scendere gli angeli dal cielo...

Sembrano post tratti dalla Bibbia (nel senso peggiore del termine) dell'Hi-Fi!

Guarda che il cd lo uso anche io ,ho un MICROMEGA TRIO con platorello in carbonio e grafite messo su un mobile BCD in vetro blindo e grafite ,cavi di alimentazione /aes-ebu/segnale TRASPARENT CABLE.

Mi sembra un ottimo cd ma...............

ciao troglos

barbara aghemo
09-07-2003, 21:28
Ma dai, Troglos,
mica stiamo facendo delle guerre di religione!
Io ti dico che personalmente preferisco il digitale all'analogico, perlomeno nell'audio, perche` al mio orecchio piace di piu`: magari sara` tappato dal cerume, non lo so, ma il semplice fatto che a me piaccia di piu` non vuol dire che non possa essere vero che l'analogico sia piu` musicale, o naturale.
Forse un giorno il livelli di raffinatezza delle misure ci permettera` non solo di capire il perche` vi siano delle differenze, ma anche perche` non tutti siamo concordi su quali esse siano.
Se poi ad un mio conoscente piace di piu` l'analogico, mica corro a fargli a pezzi l'impianto con l'ascia perche` penso che quella che ascolta lui non sia vera alta fedelta!
Si discute e si ciancia di un qualcosa che, per il momento, e` ancora terra abbastanza ignota, cosi` come non si sa quanti angeli possano stare sulla capocchia di uno spillo.
Qualche certezza pero` ce l'abbiamo, anche grazie alle misure e alla tecnologia: alla fine della fiera, se si vuole costruire un apparecchio hifi i mezzi tecnici bisogna averli, altrimenti non si va da nessuna parte: non basta collegare quattro fili ed un trasformatore, neanche per fare un ampli a valvole!
Per quanto riguarda le misure, poi, e` ancora tutta da discutere: io non credo che una risposta in frequenza estesissima sia importante, mentre la sua linearita` lo puo` essere di piu`; distorsione..dipende dal tipo di distorsione in esame, un 3% di ordine pari puo` essere gradevole, un 3% di ordine dispari e` assai fastidioso.
Fattore di smorzamento, controreazione, tempo di salita, tutte cose interessanti ma che ancora non sappiamo legare con certezza ad una precisa sensazione acustica.
Io, ad esempio, uso tra gli altri un finale strampalato, un Sunfire (acquistato dritto dritto da Bob Carver, o quasi), con uscite commutabili in corrente o tensione, ed a volte prediligo le une ed a volte le altre!
Pensa un po` che dilemmi...
Ciao

troglos
09-07-2003, 21:40
andrea aghemo ha scritto:
Ma dai, Troglos,
mica stiamo facendo delle guerre di religione!
Io ti dico che personalmente preferisco il digitale all'analogico, perlomeno nell'audio, perche` al mio orecchio piace di piu`: magari sara` tappato dal cerume, non lo so, ma il semplice fatto che a me piaccia di piu` non vuol dire che non possa essere vero che l'analogico sia piu` musicale, o naturale.
Forse un giorno il livelli di raffinatezza delle misure ci permettera` non solo di capire il perche` vi siano delle differenze, ma anche perche` non tutti siamo concordi su quali esse siano.
Se poi ad un mio conoscente piace di piu` l'analogico, mica corro a fargli a pezzi l'impianto con l'ascia perche` penso che quella che ascolta lui non sia vera alta fedelta!
Si discute e si ciancia di un qualcosa che, per il momento, e` ancora terra abbastanza ignota, cosi` come non si sa quanti angeli possano stare sulla capocchia di uno spillo.
Qualche certezza pero` ce l'abbiamo, anche grazie alle misure e alla tecnologia: alla fine della fiera, se si vuole costruire un apparecchio hifi i mezzi tecnici bisogna averli, altrimenti non si va da nessuna parte: non basta collegare quattro fili ed un trasformatore, neanche per fare un ampli a valvole!
Per quanto riguarda le misure, poi, e` ancora tutta da discutere...
Ciao

Siamo qui per confrontarci
ma almeno un cosa me la dici , quali sono i paramerti(suono)che ti fanno preferire il cd .

Io con il vinile sento piu bassi,piu micro dinamica,piu ambienza,piu spazialita,la timbrica dei strumenti mi sembra piu vera ,i medi(voci sono piu focalizzati)alti mi sembrano meno vetrosi.

ciao troglos

Puka
09-07-2003, 21:52
Michele Spinolo ha scritto:
Il fatto è che non c'è un tuo post in cui contestualizzi le tue affermazioni e dai una benchè minima giustificazione.

Il Linn con che impianto l'hai sentito? con che ambiente? con che software? Scommetti che se ci metto un LP dello zecchino d'oro si sente da schifo?

Il Linn l'ho sentito a Cesena da Alta Fedeltà con B&W801 in bi-amping e amplificazione Linn (non ricordo il modello) e pre Linn: certo non andava male, ma in un ambiente abbastanza piccolo come la sala prove che aveva Alta Fedeltà le 801 facevano un gran casotto e basta (l'ampli era un 200W per canale) quindi non mi è piaciuto soprattutto per quello che costa.

Proprio lunedi sera ci siamo trovati, con altri pazzi scalmanati :D , facenti parte di un'altra mail list, a casa di un nosto amico, ti descrivo l'impianto:
iniziamo dalla sala, un sottotetto, con soffitto alto, fase della falda ad almeno 180 cm, di superficie ampia, arredato;
L'ampli era un Unison Research a valvole, Symply four, cd meccanica + convertitore Micromega modificato, giradischi Thorens e testina Stanton, analogico non allineato al resto dell'impianto, diffusori Mc Hintosh, non ricordo il modello, ma erano alti circa 140 e larghi 100, a forma di trapezio, con 12 tw, un midW. da 20 e 2 W da 30, prezzo 2650 $ nell'87, l'uno ;)

Penso che come qualità dell'impianto non si discuta :D e all'ascolto le premesse sono tutte state rispettate.

La vertenza della seduta era la prova comparativa di alcuni pre phono.

Ebbene, nonostante il proprietario ascoltasse principalmente cd, il vinile ha ampiamente bastonato l'ascolto del cd, a detta di tutti e i partecipanti non erano novellini e dall'orecchio cionco, figurati che la prima parte dell'ascolto, era partita sul confronto di cavi digitali.

La dinamica che il vinile è stata in grado di tirare fuori era incredibile, unita ad una naturalezza sconosciuta al cd e notare che l'impianto analogico, non costava cifre da capogiro.

Che poi l'analogico sia "scomodo" è tutto un altro discorso e per quanto riguarda i cric e croc, lavando i dischi e tenendoli con cura, praticamente non si sentono.

Ciao

Puka
09-07-2003, 22:03
troglos ha scritto:
A voi non sta bene niente ,per favore non ci arranpichiamo sui specchi prima o poi si cade.

Microfast
parlo di 10.000(D I E C I M I L A P E R S O N E)

cioa troglos

All'ultimo Mi hi end, c'ero anch'io e l'impianto era composto da diffusori a "parete" ;) Red Rose, cd Burmester (per chi non lo sapesse è uno dei pochi che ho sentito suonare veramente bene e non solo in quest'occasione, costa quanto una media cilindrata, ma vah bè...), e gira Brickman.

L'ascolto si basava principalmente, su musica classica e qui la superiorità del vinile è disarmante.

Per non apprezzare il vinile, non si è mai riusciti ad ascoltare un impianto ben assemblato, perchè ricordiamoci che un impianto analogico è molto complesso da mettere a punto, però, IMHO, il bello sta proprio qua, le soddisfazioni finali, sono immensamente superiori.

Ciao
Antonio

ivan
09-07-2003, 22:16
Troglos, per me la situazione più complessa.

Personalmente mi ritrovo a preferire o vinile o CD in base alla registrazione.

In sintesi (ma molto in sintesi) nel mio impianto se la registrazione è analogica ed è datata ante 1990 è quasi sempre superiore il vinile.

Al contrario per registrazioni successive il CD è superiore.

I parametri che determinano la preferenza sono tutto sommato i medesimi ma soprattutto: dinamica, scena, presenza.

Considera cmq che il mio giradischi non è un granchè può anche essere che altri sistemi analogici (fonorivelatore, giradischi braccio prefono) la situazione cambi.

Ciao.

Puka
09-07-2003, 22:44
ivan ha scritto:
Troglos, per me la situazione più complessa.

Personalmente mi ritrovo a preferire o vinile o CD in base alla registrazione.



Non lo avevo specificato, nei miei precedenti messaggi, ma anch'io ascolto sia l'uno, sia l'altro e premetto che ho molti più cd che vinili, l'uno non preclude l'altro, dico solo che tra i due sistemi prediligo quello più antico.

Ciao
Antonio

Microfast
09-07-2003, 23:14
troglos ha scritto:
A voi non sta bene niente ,per favore non ci arranpichiamo sui specchi prima o poi si cade.

Microfast
parlo di 10.000(D I E C I M I L A P E R S O N E)

cioa troglos

Io ti dico solo che non andrei mai in una fiera per scegliere dei diffusori, figurati quindi se ritengo idoneo il luogo e la circostanza per un test cosi' delicato.

Trovo questi test semplicemente divertenti, ma pretendere che diano risultati attendibili mi sembra un po troppo.

Diecimila persone ? : tutti musicisti o esperti dall'udito raffinato, oppure dei diecimila 9900 erano improvvisati ?

Ci sono poi cosi' tante variabili da considerare .......

Saluti
Marco

Microfast
09-07-2003, 23:26
ivan ha scritto:
Troglos, per me la situazione più complessa.

Personalmente mi ritrovo a preferire o vinile o CD in base alla registrazione.

In sintesi (ma molto in sintesi) nel mio impianto se la registrazione è analogica ed è datata ante 1990 è quasi sempre superiore il vinile.

Al contrario per registrazioni successive il CD è superiore.

I parametri che determinano la preferenza sono tutto sommato i medesimi ma soprattutto: dinamica, scena, presenza.

Considera cmq che il mio giradischi non è un granchè può anche essere che altri sistemi analogici (fonorivelatore, giradischi braccio prefono) la situazione cambi.

Ciao.

Quello che dici e' fondamentalmente corretto, eppure posseggo dei vecchi cd Telarc che sono ancora oggi eccellenti.

Il grande salto di qualita' il digitale l'ha fatto passando a 24 bit di risoluzione ( o col DSD, nato per me unicamente per problemi di copyright ) e secondariamente grazie ai sample rate piu' alti utilizzati attualmente.

Poi sono migliorati gli ADC e i DAC.

Infine dove necessita di manipolazione ( editing, mixing, conversioni etc ) l'audio digitale ha sfruttato moltissimo i 24 bit ( anche se attualmente la risoluzione praticamente sfruttabile nei migliori apparecchi approccia i 20 bit ) insieme ai potenti e veloci DSP che calcolano in floating point alterando veramente in modo impercettibile il contenuto musicale utile.

Saluti
Marco

Microfast
09-07-2003, 23:31
Puka ha scritto:
All'ultimo Mi hi end, c'ero anch'io e l'impianto era composto da diffusori a "parete" ;) Red Rose, cd Burmester (per chi non lo sapesse è uno dei pochi che ho sentito suonare veramente bene e non solo in quest'occasione, costa quanto una media cilindrata, ma vah bè...), e gira Brickman.

L'ascolto si basava principalmente, su musica classica e qui la superiorità del vinile è disarmante.

Per non apprezzare il vinile, non si è mai riusciti ad ascoltare un impianto ben assemblato, perchè ricordiamoci che un impianto analogico è molto complesso da mettere a punto, però, IMHO, il bello sta proprio qua, le soddisfazioni finali, sono immensamente superiori.

Ciao
Antonio

Be qui ti sbagli, pur avendo messo da parte ( quasi ) il giradischi, dopo ormai tre anni di prove, modifiche, progettazioni, misurazioni ho ottenuto tali e tanti miglioramenti con altrettanta soddisfazione.

Chi lo dice che il digitale e' solo attacca e ascolta ?

C'e cosi' tanto da provare, regolare, ascoltare ........

Saluti
Marco

Puka
10-07-2003, 06:02
Microfast ha scritto:
Be qui ti sbagli, pur avendo messo da parte ( quasi ) il giradischi, dopo ormai tre anni di prove, modifiche, progettazioni, misurazioni ho ottenuto tali e tanti miglioramenti con altrettanta soddisfazione.

Chi lo dice che il digitale e' solo attacca e ascolta ?

C'e cosi' tanto da provare, regolare, ascoltare ........

Saluti
Marco
Nel cd, dopo aver fatto un pò di tweaking, il posizionamento su base è meno vincolante e provato l'interfacciamento con diversi cavi di segnale e alimentazione, a meno di non intervenire sull'elettronica, il lavoro è finito.

Poi la sinergia con il resto dell'impianto e con l'ambiente d'ascolto sono parametri comuni con l'analogico.

Ciao

Michele Spinolo
10-07-2003, 07:06
troglos ha scritto:
A voi non sta bene niente ,per favore non ci arranpichiamo sui specchi prima o poi si cade.

Microfast
parlo di 10.000(D I E C I M I L A P E R S O N E)

cioa troglos

Non mi dirai che pensi che le stanze del Quark Hotel sono un buon posto per far suonare gli impianti....:rolleyes:

Ninja
10-07-2003, 09:22
lo so io cosa ci farei al Quark Hotel :p :p
Altro che test audio...

Michele Spinolo
10-07-2003, 09:51
Ninja ha scritto:
lo so io cosa ci farei al Quark Hotel :p :p
Altro che test audio...

ah ah ah!
Che si fa lo si noleggia per una due giorni?:D :D

Comunque, a mio parere, le fiere e men che meno il TAV al Qaurk Hotel sono il posto più sbagliato dove farsi un'idea delle reali poternzialità degli impianti AV