Il solito rispetto all'italiana del codice della strada [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : Il solito rispetto all'italiana del codice della strada



fvalenzi
14-04-2007, 21:49
Ho passato la settimana tra Nola e Frosinone per motivi di lavoro e ci sono andato in macchina. Era un po' che non scendevo sotto Firenze e mi spiace notare come lo scarso rispetto per il codice della strada aumenti al diminuire della latitudine.....Non che qui siano degli inglesi....però....Furbi che ti sorpassano regolarmente a destra in autostrada, che ti viaggiano incollati dietro e ti spingono anche quando ci sono i velox (tra l'altro molto numerosi e ben segnalati sulla A1) gente che non sembra aver capito che le righe longitudinali sono per viaggiarci ai lati e non a "cavallo", altri che ti fanno il "pendolo" dietro appena qualcuno davanti fa da tappo alla ricerca del buco dove infilarsi e "fregare" tutti quei poveri fessi che cercano in qualche modo di tenere un comportamento normale. Tra l'altro i pannelli luminosi avvertono qua e là quanti morti ci sono già stati su un certo tratto, come quello tra Roma e Napoli che certo invita a "spingere", ma evidentemente non servono da deterrente......Un altro rilievo che non posso fare a meno di fare è che gli Alonso di turno sono quasi sempre quelli a bordo delle solite tedesche tipo BMW, Audi e Mercedes......Oltre a ciò sono quelli che più usano il telefono senza auricolare o vivavoce.....cos'è: dopo aver speso tutto quel capitale nella loro macchina non hanno più qualche decina di Euro per tali accessori? Tra l'altro spesso le auto top hanno già il Bluetooth quindi si tratta solo di premere un paio di pulsanti....Pensano forse che su quei mezzi sono intoccabili, impunibili, inattaccabili da incidenti e amenità che possono accadere ai comuni mortali? Non che questo non accada qui al Nord...sia ben chiaro, però non ho potuto fare a meno di notare quanto il fenomeno sia frequente....Sono disgustato sinceramente. Per lavoro viaggio molto e vado anche in Germania e Svizzera e non vedo MAI ripeto MAI l'arroganza e prepotenza che caratterizza le nostre strade. Certo anche gli stranieri qui da noi non sono irreprensibili, però non credo sia solo il deterrente delle pene certe all'estero a fare la differenza. Forse c'è in ogni dove un dispositivo che controlla la distanza di sicurezza in Germania? Direi proprio di no! E come mai allora posso viaggiare tranquillo in sorpasso senza timore di trovarmi qualcuno incollato dietro? E nessuno ti supera a destra? E si spostano quando ti vedono arrivare? E nessuno viaggia con i retrovisori ripiegati (indice evidente che non sanno nemmeno se sono seduti nel divano di casa o al volante)? E nessuno forza i rossi (certo lì le telecamere ci sono e nessuno parla di privacy o altre st******e varie). E che dire di quelle belle famigliole che viaggiano con i piccoli in braccio sul sedile anteriore?Ah già ma la pubblicità dell'ultima novità (ivi compresi i veicoli commerciali leggeri - vero pericolo pubblico) mi ha detto che con ABS, ESP, AirBag Trik e Trak sono più sicuro che sull'Enterprise di Spaak......ma allora posso infischiarmene delle regole! E fare pure eloquenti ed educati gesti di "approvazione" a quegli sfigati che non dotati dei suddetti si devono purtroppo adeguare alle regole del traffico! Questo lato automobilisti (e non voglio dilungarmi sui TIR altre mine vaganti dei nastri d'asfalto), ma anche lato forse dell'ordine non è che vada molto meglio....Mi è capitato numerose volte vedere auto della Polizia procedere tranquilamente e non intervenire minimamente all'evidente mancatoi rispetto della distanza di sicurezza (che prevede la decurtazione di - se non erro - 5 punti).....Molto più facile e comodo stendere la rete e aspettare i polli che superano di 10 km/h il limite, che non intervenire su quella che a mio parere (ma non solo il mio) è la PRIMA causa di incidenti con conseguenze spesso nefaste. Questo ovviamente esulando da considerazioni sulle famose stragi del sabato sera che hanno peculiarità ben diverse......
Saluti

andra
15-04-2007, 15:44
rilassati con un giro in A4 la mattina tra Bergamo e Milano Est.
L'italia è tutta uguale.
L'estero è diverso solo perchè invece di mandarti le foto con i punti "premio" ti coorono dietro le pattuglie in moto.

fvalenzi
15-04-2007, 16:30
non solo......sono sempre più convinto che è proprio una questione congenita di educazione. Gli italiani sono sempre più prepotenti ed arroganti e convinti che, disponendo di soldi le leggi possano essere lasciate alla gente comune che cerca di osservarle perchè ancora ha timore delle conseguenze. Poi sono d'accordo con te che pure l' A4 è messa bene sotto questi aspetti....
Però non vorrei esagerare dicendo che oltre il tuo post non ce ne sono stati altri.....forse perchè in un bel weekend o perchè in fondo molti di noi sono consapevoli che le cose vanno così e tutto sommato sta bene?
Saluti

AndyStereo
15-04-2007, 17:28
L'estero è diverso solo perchè invece di mandarti le foto con i punti "premio" ti coorono dietro le pattuglie in moto.

Non solo, anche con le auto, ti filmano direttamente (stando dietro di te, di solito sulle Audi A4 rigorosamente nere qui vicino), un bel filmato da lasciarti come promemoria, compreso di velocità in tempo immediato...!

Marco C.
15-04-2007, 20:15
Un altro rilievo che non posso fare a meno di fare è che gli Alonso di turno sono quasi sempre quelli a bordo delle solite tedesche tipo BMW, Audi e Mercedes
Saluti
Questo confermo. E' una cosa che ho notato anche io.
Ti assicuro però che quando vengo su a milano (da Firenze)con la mia modesta lancia , noto le stesse identiche infrazioni. Non è una questione di nord o sud. E che questi con sti bolidi se ne infischiano delle multarelle....

fvalenzi
15-04-2007, 23:11
l'ho già detto io in apertura, tuttavia non ho potuto fare a meno di notare che scendendo aumenta l'indisciplina, soprattutto tra i "piloti" delle vetture già menzionate...e così non posso fare a meno di pensare ad un equazione tipo <top car = intoccabile da leggi e pericoli> con buona pace di chi come te guida una lancia o me che guido una fiat ed altri su veicoli dello stesso tenore. Questo non scagiona gli idioti (è proprio il caso di definirli tali se non peggio) che viaggiano a 100 km/h o giù di lì in corsia centrale e che su invito a spostarsi (mediante segnalazione ottica o acustica) ti mandano prontamente a quel paese del tutto incuranti degli avvisi sui pannelli luminosi chi invitano ad occupare la corsia libera più a destra (tra l'altro si perdono punti pure per questa infrazione). Tuttavia sono molto meno pericolosi che l'altar categoria di idioti (e criminali) che, siccome il loro veicolo permette certe prestazioni hanno TUTTO il diritto a viaggiarti incollato in sorpasso (e io non vado piano, sovente sono intorno a 140 - 150 km/h) finchè non ti spostioppure ti sorpassano a destra al primo buco che si presenta....Certo in altre nazioni, specie nord Europa ti mandano a casa le foto, vorrste dimostrare che è solo quello? In Germania quando non ci sono limiti io metto giù fino in fondo, ma mi sento più sicuro che qui a 130; se parlo coi colleghi tedeschi o inglesi quando della guida qui non ne trovo uno che sia benevolo nei nostri confronti e che non sia BEN CONSAPEVOLE dei rischi che una condotta di guida come quella di molti italiani comporta. E non c'è ABS, AirBag, ESP e triketrak che tengano anche se nelle pubblicità si sbandiera il contrario e chi spende 50 k€ o più per un'auto è convinto di aver in mano un oggetto di perfezione tale che nulla di male può accadergli. Fateci caso: quando sono in giro e vedo incidenti gravi sovente sono coinvolte o piccole auto veloci (tipo Clio o 206 / 207) o auto di gamma alta. A questo punto mi viene da osservare che in USA già molti anni fa i premi assicurativi erano calcolati sulla base della frequenza di incidenti in cui era coinvolto quel dato modello....Perchè non fare così anche qui? Magari aiuterebbe almeno in parte a scoraggiare certi acquisti (o a ponderarli meglio) ....Certo si può osservare che in nord Europa le cose vanno così perchè.....Bene, quando sono andato in Brasile lo scorso anno mi dissero che la gente guida da cani....E se vi dicessi che pure lì rispetto per le distanze di sicurezza, pedoni sugli attraversamenti, rossi etc. hanno un valore superiore che da noi? E' un caso che l'Italia sia l'unico Paese dell'Unione a non essere riuscito a diminuire la mortalità sulle strade? Perchè in Regno Unito, per non parlare della Svezia sono obiettivi conseguibili? Ma perfino in Portogallo sono riusciti, sebbene con risultati meno eclatanti ad incidere su tali nefasti risultati (ed i portoghesi erano rinomati per essere pessimi guidatori). Io credo che si debba partire molto da lontano per educare i cittadini italiani; certo il discorso si allunga molto, ma come è possibile che nelle scuole assistiamo agli episodi di questi giorni recenti di genitori che malmenano o, in subordine, aggrediscono verbalmente gli insegnanti, perchè a loro (insindacabile) giudizio la nota, il brutto voto o altro non sono assolutamente giustificabili, perchè il loro pargoletto è bravo, diligente ed educato? Io ricordo solo che se "beccavo" un brutto voto o, peggio qualche insufficienza in pagella erano "volatili per diabetici" altro che mandare i miei a fare il mazzo all'insegnante responsabile di tali scarse "performances"! Ieri ho visto 20 minuti di uno dei soliti stupidi talk-show su Rai2 dove di dibatteva proprio di questo e, in particolare dell'uso dei telefonini in classe. All'osservazione di un adulto (non anziano però!) che si può sempre essere raggiunti al telefono della scuola in caso di emergenza i soliti teen-agers ribattevano che è una comodità dei nostri tempi e non vedono il motivo per rinunciarvi. Ma se anche i docenti devono farlo! Se c'è una regola va rispettata. PUNTO Se ad ogni legge si formano movimenti contrari come si fa ad educare? Se ci sono troppi velox si forma il comitato ad hoc, se ci sono troppi morti su una strada si forma il comitato ad hoc etc.....La sicurezza non si improvvisa e non può prescindere dal senso civico ed educazione della gente.....
Saluti

gnakkiti
15-04-2007, 23:32
tipo <top car = intoccabile da leggi e pericoli>

se sti tipi non hanno problemi di portafoglio buon per loro ma mi girani i @@ quando creano pericolo agli altri:mad:

nordata
16-04-2007, 00:08
Forse i motivi, ma non solo di questo, ma di mille altre situazioni, comportamenti e inosservanza delle leggi, sono due:

- la scarsa volontà nel voler applicare le leggi; non ne servono di nuove, come solitamente si tira in ballo, basta applicare, veramente e costantemente, quelle già esistenti.

- la certezze della pena; ad esempio: quando è prevista la detenzione, questa va fatta, dal primo all'ultimo giorno, senza se e senza ma (e uscite premio).

Ciao

matazen
16-04-2007, 00:16
Forse i motivi, ma non solo di questo, ma di mille altre situazioni, comportamenti e inosservanza delle leggi, sono due:

- la scarsa volontà nel voler applicare le leggi; non ne servono di nuove, come solitamente si tira in ballo, basta applicare, veramente e costantemente, quelle già esistenti.

- la certezze della pena; ad esempio: quando è prevista la detenzione, questa va fatta, dal primo all'ultimo giorno, senza se e senza ma (e uscite premio).

Ciao

sembri uscito da un noto trattato di Beccaria!

Arnold Layne
16-04-2007, 09:13
Purtroppo devo quotare fvalenzi.
Tornando dall'Alto Adige, un paio di annetti fa ho constatato proprio quello che dice lui, più si scendeva e più era stressante stare in autostrada.
Premetto che ho un BMW ed anche il piede pesante, ma dopo Modena ho preferito mettermi sulla destra per evitare di litigare ad ogni chilometro con novelli piloti di F1, non solo su top car, dopo Firenze poi la situazione è degenerata col calare delle tenebre.
Vivendo a Roma non posso far altro che dire che nella capitale, la prepotenza delle persone al volante sta raggiungendo livelli altissimi.
Sono però consapevole che più ci si avvicina alle grandi città e più la situazione peggiora.
Per me, sapendo che come popolo non siamo in grado di controllarci e auto gestirci, l'unica soluzione è quella che le forze dell'ordine facciano il loro dovere.

alex_co_99
16-04-2007, 10:50
@fvalenzi
Fatti un giretto a Roma, poi ne parliamo.....:rolleyes: :rolleyes:

@Arnold Layne
Appunto

Ale

Girmi
16-04-2007, 11:19
… mi spiace notare come lo scarso rispetto per il codice della strada … Furbi che ti sorpassano regolarmente a destra in autostrada,
Fra le norme da rispettare del codice della strada c'è anche l'obbligo, in autostrada e sulle strade a scorrimento veloce, di impegnare sempre la corsia libera più a destra possibile.
Inoltre, sempre in autostrada, procedere più velocemente di chi si trova in una corsia alla nostra sinistra, senza ovviamente superare i limiti di velocità e senza cambiare corsia, non è sorpasso.

È vero che ci sono i furbi, anche se non farei distinzioni fra sopra o sotto l'Arno, ma è anche vero che la maggior parte della gente vede le corsie di destra come un insulto alla propria virilità e si piazzia in seconda o terza corsia anche se a destra c'è il deserto.

Nel periodo estivo, quando rientro dai week-end marini, mi piazzo tranquillo sulla corsia di destra mentre orde di cereboprivi viaggiano ai 20Km/H in corsia di sorpasso quando no si fermano.
Indovinate chi arriva prima? :p

Ciao.

Andrews
16-04-2007, 11:50
Non solo, anche con le auto, ti filmano direttamente (stando dietro di te, di solito sulle Audi A4 rigorosamente nere qui vicino), un bel filmato da lasciarti come promemoria, compreso di velocità in tempo immediato...!

Se facessero una cosa del genere qui in Italia ci sarebbe il finimondo: per primi si scaglierebbero i telegiornali, carta stampata ecc. Ma se da noi si pretende che la Polizia faccia sapere in anticipo dove sono piazzati gli autovelox e che pure la pattuglia con il misuratore di velocità sia completamente visibile dagli automobilisti.:eek: La verità e che l'ipocrisia regna sovrana (come discorso generale, ...ovviamente). Si fà un bel parlare in tv di stragi del sabato sera, di norme del C.d.S puntualmente violate da automobilisti che definire indisciplinati è poco, incidenti dovuti alla folle velocità, e poi quando la Polizia piazza gli autovelox in macchina per punire chi scambia le nostre strade per una pista da formula 1, tutti ad indignarci (e a proporre ricorso al G.di Pace) perchè la Polizia tende gli agguati:rolleyes: .
Non andremo mai da nessuna parte.............:(
ciao

obiwankenobi
16-04-2007, 12:03
Non andremo mai da nessuna parte.............:(
Concordo in pieno.
Che popolo che siamo... :rolleyes:

fvalenzi
16-04-2007, 13:18
[QUOTE=alex_co_99]@fvalenzi
Fatti un giretto a Roma, poi ne parliamo.....:rolleyes: :rolleyes:

Già fatto grazie....non ho bisgno di aggiungere molto, tuttavia Roma soffre di un traffico molto intenso e viabilità non proprio così ben studiata....
@ Arnold
Io ho una "volgare" Croma e pure il mio piede è pesante, ma concordo con te che tante volte è meglio mettersi a destra e lasciare passare i cerebrolesi.....Tuttavia ribadisco che non è una questione di sola velocità pura ma di percezione del pericolo in relazione alle situazioni.....non mi riferisco a te che correttamente hai detto che ti metti a destra, ma molti ripeto molti idioti pensano che tu sulla tua BMW hai un margine di sicurezza e disponi di dipositivi molto più avanzati di me sulla mia "carretta" e che quindi sarai nella classica "botte di ferro" qualunque cosa succeda sulla strada. Peccato che non sia così e che così facendo mettano a rischio la sicurezza di molti corretti utenti delle strade. Ho fatto l'esempio di BMW solo perchè tu l'hai nominata ma lo stesos dicasi per molte altre situazioni....
Pure io "sorpasso" a destra nel senso inteso da Girmi, ma non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello di infilarmi a destra stile GP per passare quello che, saggiamente lascia un buon spazio tra sè e l'auto che precede anch'essa in sorpasso.....Quelli sono solo degli enormi idioti!
Saluti

Arnold Layne
16-04-2007, 14:11
Bisogna vedere che cosa si vuole ottenere:
- fare più multe possibili agli indisciplinati, cogliendoli anche a sorpresa, in modo che la volta dopo ci pensino bene a infrangere il CdS;
- educare la massa al rispetto delle leggi, anche dicendo che in determinati punti ci sono i velox, con l'utilizzo degli strumenti di rilevazione che diventando sempre più numerosi, scoraggino i più indisciplinati.
Forse sono tutti e due validi, ma il primo, in alcuni casi è un tantino pericoloso: molte volte ho assistito a brusche frenate o cambi di corsia improvvisi perchè qualcuno all'ultimo si è accorto della pattuglia appostata, o per così dire "inguattata".
Io personalmente non credo che la velocità sia la causa maggiore di incidenti, tutt'al più è un aggravante per le conseguenze in caso di incidente, sono sicuro che sia peggio il distrarsi al volante, il viaggiare a basse velocità su corsie non consone (ergo viaggiate sempre più a destra possibile).

fedetad
16-04-2007, 14:30
Ormai noi italiani ci stiamo omologando... sempre più spesso il ragionamento è: l'importante è che io stia bene... gli altri si arrangino...
E così:
- sto (su autostrada a 3 corsie) nella corsia di mezzo anche a 100 all'ora, che se sto su quella di destra faccio brutta figura e devo stare più attento ad andar dritto

- mi compro una macchina da 3 o 4 tonnellate, così in caso di incidente si fa male l'altro

- non sia mai che parcheggiamo a 200 metri da dove dobbiamo andare! Meglio a 20 metri, anche se sul marciapiede... e se passa uno sulla carrozzina.... beh... farà il giro...

- andare a comprare le sigarette a piedi?!? Con questo caldo!? Ci vado in macchina e parcheggio in doppia fila....

- e levati con quella macchinetta dalla corsia di sorpasso! Sto andando a 200 all'ora, non vedi?!? Non posso mica frenare... faccio tardi...

- Attento ciclista, che potresti farti male... sto passando io ed è meglio se ti sposti!

- pago le tasse e uso la macchina quando e come mi pare!

- il blocco del traffico? E no, eh... siamo in un paese democratico e non possono limitare la mia libertà personale...

- Ecc.
- Ecc.
- Ecc.
:rolleyes: :( :muro:

fvalenzi
16-04-2007, 15:00
sottoscrivo in pieno!
L'educazione stradale è solo una spia dell'andazzo corrente in Italia. Dove ho la casa in campagna vicino a Canelli molti si fanno belli per essere riusciti a convincere l'assessore di turno in comune per avere la licenza ediliza dove da PRG non era previsto....salvo poi piangere miseria e chiedere soldi per i danni causati dall'alluvione 12 anni fa...Siamo sempre più furbi del vicino eh?
Saluti

nordata
16-04-2007, 15:03
Come è stato scritto giustamente, se si vede all'improvviso un autovelox si cerca di inchiodare di colpo, con le possibili conseguenze immaginabili.

La soluzione di quelli fissi non serve a molto, perchè dopo un po' tutti sanno dove sono e rallentano in quei cento metri, per poi riaccelerare ancora di più perchè sanno che dopo la strada è libera.


Forse sistemando ogni tanto qualche auto anonima o piccolo furgoncino, regolarmente parcheggiati risolverebbe il problema.

Non la si può vedere prima per cui non si inchioda, non si sa dove sono, per cui non si rallenta nelle zone fisse, non sapendo dove può essere magari ci si decide ad andare tutti alla velocità consentita, senza sentirsi menomati e meno "maschi".

Ciao

tino.k
16-04-2007, 15:13
Come è stato scritto giustamente, se si vede all'improvviso un autovelox si cerca di inchiodare di colpo, con le possibili conseguenze immaginabili.

La soluzione di quelli fissi non serve a molto, perchè dopo un po' tutti sanno dove sono e rallentano in quei cento metri, per poi riaccelerare ancora di più perchè sanno che dopo la strada è libera.

Credo che la soluzione migliore sia l'integrazione del sistema tutor (http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Consigli/EducazioneStradale/Parte+III/Tutor/) su tutte le autostrade, questo sicuramente obbligherebbe tutti al "normale" rispetto dei limiti...........

Arnold Layne
16-04-2007, 15:52
Credo che la soluzione migliore sia l'integrazione del sistema tutor (http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Consigli/EducazioneStradale/Parte+III/Tutor/) su tutte le autostrade,
Probabilmente sì, se si sa che tanto siamo tutti controllati alla fine ci si rassegna e si rispetta il CdS.
Ma dei limiti di velocità assurdi non si lamenta nessuno? A me con questo scherzetto tanti anni fa hanno tolto la patente :cry:

fvalenzi
16-04-2007, 16:09
ok per il rispetto dei limiti, purchè siano ragionevoli e ragionati, magari senza stare a cavillare su un delta di 5 - 10 km/h ma voglio fare una domanda: è più pericoloso fare 150 km/h su una vettura media, stando a 100 - 150 m dall'auto che segue o fare i 130 stando incollati a chi ci precede? Meditate gente......Torno a ripeterlo: in Germania nessuno ti fa il francobollo, nè in Svizzera e tantomeno in Regno Unito....un po' peggio vanno le cose in Francia e Spagna, ma non da schifo come da noi! E questo vale a tutte le velocità! Forse qualcuno si ricorda ancora quando a scuola guida o pure sulle vecchie edizioni di 4Ruote si raccomandava come distanza di sicurezza di assumere approssimativamente il risultato del quadrato delle cifre signifcative (quindi rimuovendo lo/gli zeri) del valore di velocità; quindi ad es. a 130 km/h dovrei stare a 169 m.....certo con i sistemi frenanti di oggi si può ridurre un po' questo valore, ma si deve sempre tenere conto degli imprevisti e del tempo di reazione, che non è uguale per tutti specie se si tratta di "volpi" che mentre ti viaggiano a 10 m telefonano, fumano cercano altre cose in auto e via dicendo.....Perciò anche a 130 all'ora mancando l'osservanza di queste regole base si può sempre fare un macello....
Saluti

Arnold Layne
16-04-2007, 16:56
Il problema è se poi stai troppo distante da chi ti precede, come giustamente dovresti fare per il buon senso, trovi altrettanti furboni, che iniziano la manovra di sorpasso senza freccia, oppure il drittone che ti ha appena superato sulla destra che poi ti si para d'avanti e ti guarda dallo specchietto con l'aria di quello che ti dice "t'ho inc..ato". Anche questo è frustrante e stressante.
Si ritorna sempre allo stesso punto, è l'educazione che manca e il rispetto per il prossimo, insomma è questione di cultura.
Però penso, cominciamo noi, nel nostro piccolo ad insegnare ai nostri figli cosa vuol dire il vivere civile e probabilmente domani avremo dei cittadini migliori di quelli che ci troviamo oggi.

tino.k
16-04-2007, 16:58
Però penso, cominciamo noi, nel nostro piccolo ad insegnare ai nostri figli cosa vuol dire il vivere civile e probabilmente domani avremo dei cittadini migliori di quelli che ci troviamo oggi.

............il problema è che anche quelli che superano sulla destra e guardano con l'aria di quello che ti dice "t'ho inc..ato" hanno figli :( :(

AndyStereo
16-04-2007, 18:52
Sul tema distanza di sicurezza e velocità massime consentite ce ne sarebbe molto da dire... forse troppo... poi devo star zitto perchè i miei punti ormai sono finiti.
Il problema secondo me è spesso, troppo spesso, la disattenzione dell'individuo.
Fondamentalmente andare in macchina è semplice, acceleri, freni, curvi, cambi marcia, accendi le luci, accendi la macchina... il problema vero, il problema reale secondo me, è l'attenzione del guidare.
Sempre guardare agli specchietti, sempre guardare gli altri quelli che fanno, sempre essere parte attiva della guida, concentrati, senza guardarsi intorno.
Credo che se ci fosse più attenzione (e se si conoscessero i limiti reali del mezzo... senza pensare di poter affrontare determinate curve a determinate velocità, senza calcolare i mille imprevisti che ci possono essere...) non servirebbero ne autovelox ne pattuglie in giro.
E qui, sempre per me sia chiaro... si torna ad un fatto.
La patente è giusto darla così come viene data ora?
No perchè... se si fa tutto giusto, quel giorno, siamo sicuri che per il resto della vita, quella persona faccia tutto correttamente? tutto qui...!

GianlucaG
16-04-2007, 22:08
...

Come non quotarti per intero!
Io aggiungerei se si bevesse meno alcool o uso di stupefacenti... oppure mettersi al volante dopo aver mangiato l'impossibile.
La velocità è sempre o solo un aggravante ma non può essere causa di incidenti... la causa è sempre la faciloneria delle persone che guida spesso senza concentrarsi e senza conoscere il veicolo di cui dispone.
Ad esempio solo il 30% degli automobilisti sa frenare correttamente... e questo la dice lunga!
Che poi ci siano personaggi che si comportino in maniera incivile è verissimo, ma è anche vero che in Italia a corsia di destra completamente sgombra si preferisce comunque rimanere a sinistra.
Considerate inoltre che la stragrande maggioranza degli incidenti accadono in città, dove si va piano, ma nessuno guarda gli specchietti o usa gli indicatori di direzione...
Io più che di inciviltà mi chiederei a cosa serva un esame dove non ti insegnano a "guidare", ma a mandare un veicolo e piuttosto malino!... Insomma il problema a mio avviso ha radici molto profonde!
Oltre tutto quelle poche cose che insegnano come l'uso degli indicatori di direzione viene subito dimenticato...
Oppure l'uso completamente assurdo delle luci del veicolo... con pioggia battente ti trovi gente che accende i fendinebbia creando problemi a tutti i terzi che incontrano... ma insomma se uno non vede ci sono gli oculisti!

f.ree
16-04-2007, 22:18
Vi dico cosa succede in Svizzera dove vivo e poi ne tirate le conclusioni.
Per chi dice che ilimite di 130 Km/h in autostrada e' assurdo.... in Svizzera il limite sulle autostrade e' di 120... con tratti molto frequenti a 100 (sempre sotto le gallerie) e in prossimita' di montagne e centri abitati 80. Ci sono postazioni fisse dappertutto, dove non sai e dove meno te lo aspetti. Se conosci le postazioni fisse, sta pur certo che periodicamente a 500 metri piu' avanti c'e' un furgoncino parcheggiato sul lato della strada, anonimo, che ti becca senza battere ciglio. Una volta che sei beccato, non hai il tempo di avvicinarti per rompere la macchinetta mangiasoldi, perche' la foto viene subito spedita in centrale, elaborata e spedita, nel giro di una settimana te la ritrovi a casa. Nessuno si sogna di fare ricorso, perche' tanto lo si perde. La polizia non ti deve fermare per niente, e se vuoi visionare la foto devi pagare 20.- Franchi. Le macchine fotografiche sono talmente potenti che riescono a sorvegliare quattro corsie, a fotografare non solo la targa davanti e dietro, ma anche di lato per visionare se il conducente ha allacciate le cinture e ha pagato la "vignetta" autostradale. In caso negativo, oltre alla multa per eccesso di velocita', ti arriva anche quella per le ulteriori infrazioni.

La tolleranza delle macchinette e' sempre di 5 Km/h. Superata questa soglia anche di 1 Km/h scatta la multa. A seconda di dove ci si trova, il Km/h supplementare costa 20. Fr. quindi se superi di 10 Km/h ti arrivano 200. fr. In autostrada le multe sono meno salate. In citta' se ti beccano fai prima a vendere la macchina:( Il limite in citta' e' rigorosamente di 50 Km/h e in praticamente tutte le zone residenziali di 30 Km/h ( avete letto bene ). Se ti beccano qui e' la fine, perche' in queste zone ci abita della gente e se vai veloce sei alla stregua di un vero e proprio criminale. Basta procedere a 75 Km/h per il carcere.

In quasi tutti i semafori c'e' una postazione radar fissa per il rosso. Tolleranza 0.3 sec. Appena passi col rosso ti arrivano 250. Fr di multa piu' un richiamo ufficiale della polizia. Significa che se vuoi cambiare assicurazione ti fanno delle rogne infinite perche' sei stato richiamato. A scuola guida ti insegnano che se da lontano vedi che il semaforo e' verde, non devi accelerare per passare prima, ma decelerare, perche' se all'ultimo momento scatta il giallo devi ancora poterti fermare senza creare pericolo. Al momento del giallo, hai solo tre secondi per sgomberare l'incrocio, e vi assicuro che sono pochissimi. Se sbagli valutazione... zac:eek:
I controlli alcolemici non li fanno la sera alle uscite dalle discoteche, bensi' la mattina dopo, alle 7 del mattino, quando quelli che si sono sbronzati la notte fino alle due e alle 7 sono in macchina per il lavoro, hanno dato all' alcool tutto il tempo di entrare in circolo e di alzare la soglia dello 0,5 per mille. Consegueza ritiro patente minimo 3 mesi.
Non si fanno distinzioni per categorie di lavoro, i conducenti professionali devono guidare con lo 0 per mille, e non devono superare i limiti o saltare i turni di riposo. Se lo fanno significa multa salata nel migliore dei casi, nel peggiore ritiro di patente con conseguente non guadagno....
Sicuramente non e' facile, pero' nelle citta' svizzere tutti procedono a 50 o a 30, tutti si fermano col rosso, nelle autostrade non ti rompe nessuno con gli abbaglianti e non c'e' bisogno di mantenere la distanza di sicurezza, perche' si viaggia tutti a velocita' costante e la distanza si forma praticamente da sola. E il bello e' che nessuno si sogna di protestare per tutto questo. L'Italia, mi spiace dirlo, e' il paese dei balocchi...:rolleyes:

tino.k
16-04-2007, 22:22
Oppure l'uso completamente assurdo delle luci del veicolo... con pioggia battente ti trovi gente che accende i fendinebbia creando problemi a tutti i terzi che incontrano...

Hai toccato un tasto veramente dolente :mad: :mad:
Credo che il corretto uso di fendi/retronebbia sia sconosciuto all'80% dei guidatori.
I fendinebbia oramai sono un optional da tenere acceso solo per far vedere che l'auto ne è dotata. Quante volte la gente in pieno giorno con la minima foschia si affretta ad accenderli!!!!!:mad: :mad:
Per non parlare dei retronebbia, credo che l'errato utilizzo dei retronebbia dovrebbe essere sanzionato allo stesso modo del viaggiare con gli abbaglianti accesi!!!!:mad: :mad:

tino.k
16-04-2007, 22:27
Vi dico cosa succede in Svizzera dove vivo e poi ne tirate le conclusioni.L'Italia, mi spiace dirlo, e' il paese dei balocchi...:rolleyes:

....direi che hai detto tutto :( :mano:

fvalenzi
16-04-2007, 23:14
confermo pure io. E confermo pure che girare in Svizzera, sebbene i limiti in autostrada siano un po' bassini (peraltro ho visto moltissimi superarli sia pure di soli 10 - 15 km/h), mi posso rilassare, guardare la strada (a volte pure ciò che mi sta intorno) sorpassare chi va piano senza il timore di vedermi arrivare il solito monumentale IDIOTA che non riesce ad attendere un attimo in più senza "spingermi". E' vero, molti morti ci scappano in città tuttavia il traffco cittadino se si guida con attenzione è controllabile meglio nelle sue variabili (semafori, precedenze, stop pedone che si butta in strada, porta aperta all'improvviso): trovo che basti stare con 3 paia d'occhi aperti (come faccio io) per evitare il peggio o al più ci scappa la botta senza danni fisici (non mi è mai accaduto peraltro). Ma quando si va veloce i tempi di reazione sono davvero al minimo e le conseguenze di un errore possono essere fatali. Inoltre, se guido con attenzione, come già detto, in città (ma forse anche su strade extraurbane) ho maggior controllo su ciò che accade e che posso evitare che accada, ma in autostrada se ti piomba addosso il solito cerebroleso che è convinto che la sua top car o scatoletta da 250 km/h si possa comunque arrestare o "tenere la strada" che puoi fare? Anche in questi post lo ripeto: la distanza di sicurezza unita ad una guida concentrata sono i primi elementi per evitare conseguenza gravi. Un capitolo a parte poi, meritano i TIR (ma anche i furgoni leggeri) che per un delta di 3 - 5 km/h non esitano a buttarsi in sorpasso dell'altro autocarro senza curarsi minimamente delle auto che sopraggiungono. Tanto loro sono grossi.....provate a schiantarvi in un TIR e vediamo che succede anche con 30 AirBags......Visto il delta di velocità significa che in otto ore si possono fare dai 24 ai 40 km in più....come dire che si risparmiano circa 20 minuti! ***zo! Vale veramente la pena rischiare! E' una differenza abissale!

nordata
16-04-2007, 23:32
Qualche anno fa ho percorso migliaia di Km. nella West Coast USA e dintorni, in grandi città, strade, stradine e High-way, guidando per molte ore, eppure alla fine dei percorsi non ero stanco o stressato, si guidava tranquillamente, tutti alla stessa velocità, tranquilli e distesi.

Tutti si rispettava i limiti, non molto levati, anche su strade diritte, larghe ed in pieno deserto.

Aneddotino:

Benchè mi fossi imparato per bene le norme "nuove" del loro codice un giorno, in un Parco Nazionale, ho fermato la macchina vicino ad un bivio, sono sceso, ho attraversato la strada per andare a leggere un cartello con delle indicazioni (un paio di minuti), mi giro e vedo un ranger che stava andando di corsa verso l'auto (dove fosse prima non l'ho scoperto) e improvvisamente noto che avevo fermato l'auto a ridosso del famoso idrante.

Per fortuna si è conclusa solo con una lavata di capo (di cui non ho capito alcuni termini, per fortuna :rolleyes:) e con molti "Sì, Signor Ranger, Signore" alla Orso Yogy, ma ho strizzato per un pochino.

Ad un mio amico è andata peggio: superato di poco il limite di velocità vicino ad una città è stato fermato, ha dovuto dormire nella città ed al mattino presentarsi davanti al Giudice, pagando poi una multa molto salata.

Ciao

mammabella
17-04-2007, 07:06
Vi dico cosa succede in Svizzera dove vivo e poi ne tirate le conclusioni.
...

Come non darti raggione, conosco bene la tua situazione.
Qui c'è troppa ipocrisia. Tutti vogliona la sicurezza, ma nessuno vuol fare sacrifici e nessuno (quando capita nella trappola del autovelox) e pronto a pagare.
Si critica ma poi si corre a fare ricorso per non pagare la multa: c'era la nonnina di 114 anni alla guida :rolleyes:

Sarai d'accordo con me però, questo rigore svizzero ( che ogni tanto rimpiango) alla fine ti rende completamente stressato :D E vai, ogni tanto una piccola concessione bisogna pur concerdercela ;)

Stefano

Arnold Layne
17-04-2007, 07:23
Per quanto concerne le scuole guida, oramai dopo una prima infarinata, ti spiegano il modo per superare l'esame di guida senza intoppi, che è ben diverso dall'insegnarti come si guida.
Una cosa importante che non ti insegnano a scuola guida e conoscere e saper interagire con chi incontri per strada o meglio ancora in autostrada; le manovre che fanno molti autisti di mezzi pesanti, molte volte, diciamo quasi sempre, non sono dovute a prepotenza. Mi spiego, se con la nostra auto perdiamo velocità, ovvero rallentiamo, poi quasi sempre basta affondare il piede sull'acceleratore oppure scalare una marcia e si riprende subito la velocità di prima. Con i mezzi pesanti non è così, le loro velocità sono limitate elettronicamente o meccanicamente, quindi vanno pressappoco tutti alla stessa velocità massima e una volta persi determinati giri motore perdono quella velocità necessaria per effettuare il sorpasso in sicurezza, quindi una volta raggiunta la spinta ideale per iniziare e poi portare a fine un sorpasso senza impegnare per troppo tempo la corsia di sorpasso è necessario iniziarla in un determinato momento o giù di lì, pertanto come vedono lo spazio sufficiente per il loro mezzo ci si indfilano con buona pace delle automobili che sopaggiungono a velocità ben più alte di quelle dei camion.
Se uno sa queste cose quando si avvicina a una colonna di TIR deve sapere che qualcuno potrebbe in qualsiasi momento uscire dalla fila per un sorpasso, tutto sta a prestare attenzione in quel frangente, tanto poi una volta che si tolgono di mezzo si ha la possibilità di andare alla velocità che vogliamo mentre loro non possono e credetemi per chi sta la sopra e fa centinaia di miglia di chilometri all'anno, molte volte non ben retribuiti, è più stressante che per noi.

luca
17-04-2007, 07:44
E così:
- sto (su autostrada a 3 corsie) nella corsia di mezzo anche a 100 all'ora, che se sto su quella di destra faccio brutta figura e devo stare più attento ad andar dritto

:rolleyes: :( :muro:


Non ho proprio letto tutto il thread, scusate, ma quoto questa punto molto importante.
Mi sembra che abbiate parlato molto di velocità, limiti tempi di frenata etc etc.
Ho una punto 1.2 con gruppo farfallare che si sporca ogni 2 per tre e se fosse per me non la lavarei mai.
Ma vorrei capire bene se quando andate in tangenziale o in autostrada, escludendo gli orari di punta dove effettivamente è materilamente impossibile, voi rispettate i 90 e/o 130 ?! quando la strada è libera forse uno di noi su 50 lo fa. Io non ci riesco e posso affermare con certezza di essere uno che rispetta scrupolosamente il cds. Secondo me la velocità non è l'unico problema assieme all'alcool come vogliono far credere. Se così fosse impostiamo i 50 Km/h come limite su tutte le strade almeno, qualora dovesse accadere un frontale, sicuramente i danni sarebbero lievi. Sai che bello. Il problema pero' che gli incidenti non calerebbero perche':

-c'è quello che va a 25 sulla corsia di mezza come giustamente detto

-c'è quello ( e questo mi fa letteralmente i-n-c-a-z-z-a-r-e ) che non usa mai le frecce. A questo proposito mi piacerebbe poter fare una statistica all'istante e vedere quanti fra quelli che si lamentano del mancato rispetto del CdS usano questo strumento importante. Fatto ? siete cosi tanti ? impossibile, allora viviamo in 2 paesi diversi perchè quando vado in giro ( non faccio il rappresentante e non sono la persona più indicata per dirlo usando la macchina poco) c'è sempre il solito p-i-r-l-a su 50 che le usa.


-c'è quello che viaggia da solo su qualunque strada perchè ha la macchina più bella e per lui lo specchietto retrovisore o gli specchietti laterali servono per pettinarsi il ciuffo o mettersi il rimmel. Di questo esiste la versione arrogante perchè lui è il padrone ( sulla strada e nella vita) e la versione ignorante nel senso che purtroppo ignora il comportamento corretto da tenersi in strada

-c'è quello che non si mette in coda ma la passa e alla fine rientra, magari con il sorriso sulla bocca

-c'è quello ( e questo mi fa i-n-c-a-z-z-a-r-e tanto quanto le frecce) che quando deve uscire in tangenziale/autostrada non utilizza le corsie di uscita perchè non è fico ma alla fine, e senza freccia per carità, si butta a destra ed esce. E ha ragione lui ovviamente

-C'è quello che fa la stessa cosa quando si immette

-C'è quello che si ferma dove più gli aggrada senza le doppie frecce

-C'è quello che la corsia ha spazio sufficiente per stare in 2/3 affiancati e ridurre tra l'altro così facendo le file ma lui deve stare in mezzo perchè oggi è una bella giornata.


Ridurre il tutto alla velocità come sento sempre dire mi fa molto arrabbiare

Grazie per l'attenzione


Luca

Arnold Layne
17-04-2007, 08:00
Non ho proprio letto tutto il thread,
Appunto.... non si parlava solo di velocità.

luca
17-04-2007, 08:05
Ciao Arnold ,



cosa faccio mi ammazzo o lo lascio il mio post ?;) :p

Arnold Layne
17-04-2007, 08:06
- il blocco del traffico? E no, eh... siamo in un paese democratico e non possono limitare la mia libertà personale...
Sempre rispettando il CdS i blocchi del traffico per motivi di inquinamento per me sono inutili

@ Luca
Ma lascia che ti frega, più siamo e meglio stiamo:D

fvalenzi
17-04-2007, 09:17
appunto! Comunque Luca ha ragione, la sua casistica rispecchia abbastanza bene la realtà. Per quanto riguarda i TIR, vero è che è stressante stare su quei mezzi molte ore al giorno, ma pure io ci sto e non per questo mi butto all'impazzata a fare manovre che mettono a rischio la mia e altrui incolumità. Tra l'altro se io mi metto a correre forse posso anche ottenere un significativo taglio sui tempi di viaggio, ma un TIR (ho già fatto il calcoletto della serva sopra) può su 8 ore di guida ridurre i tempi al max di 20 - minuti: [B]vale la pena rischiare?[B]
Forse (e non voglio essere assolutamente presuntuoso in questo) molti autisti ignorano che t= s/v (le grandezze in gioco penso siano chiare a tutti quanti leggono) ma c'è anche un'altra equazione molto interessante certo più complicata da capire ma che spiega facilmente le ragioni della distruzione che semina uno di tali mezzi in caso di impatto ovvero Q= mv e E=1/2 mv2 (velocità al quadrato). Provate a sostutire le velocità medie a cui viaggia un TIR e quelle di un'auto ma anche a inserire la massa.....un'auto è 15 q.li (in media) un TIR anche 500......che dite....c'è più energia da dissipare nell'urto di un camion a 95 o un'auto a 150??????
Saluti

Arnold Layne
17-04-2007, 12:02
Per quanto riguarda i TIR, vero è che è stressante stare su quei mezzi molte ore al giorno, ma pure io ci sto e non per questo mi butto all'impazzata a fare manovre che mettono a rischio la mia e altrui incolumità.......un'auto è 15 q.li (in media) un TIR anche 500......
Diciamo che non si arriva a 500 Q.li se non i rari casi e comunque quasi mai in autostrada, ma anche 280 q.li sono sempre tanti. Il fatto è che quando stai su un bestione non stai a pensare allo spazio di frenata, d'altronde non ci pensi neanche alla guida di una vettura. Quello che volevo dire io è un po' di comprensività in più per chi porta i mezzi pesanti che ribadisco non è come portare un'autovettura.
Per quel che concerne la distruzione che porta un TIR in caso d'incidente volevo ricordare a chi l'ha visto quella ripresa di una telecamera in una galleria, mi sembra in Repubblica Ceca, di quel TIR che piomba su un auto ferma in colonna dietro ad un altro TIR :eek: :( semplicemente spaventoso.
Aggiungo poi che non tutti i comionisti sono esenti da colpe, però è troppo facile generalizzare.

Se mi permettete, un consiglio ai motociclisti o ciclomotoristi o scooteristi, non sorpassate mai un camion sulla destra, parlo ovviamente in città quando si sta in fila. Per i camion l'angolo buio tra la proiezione dello specchio di destra e il raggio di visione dell'autista è molto ampio ed è accentuato dal fatto di trovarsi in alto rispetto al piano stradale, in pratica se passate accanto ad un camion, sulla destra, una volta superate le ruote posteriori del camion stesso, l'autista non è più in grado di vedervi o di avvertire la vostra presenza fino a quando non finite il sorpasso, quindi sono circa 4-5 metri di strada in cui il rischio di essere schiacciati è molto grande.

Un altro consiglio, questa volta per tutti, in città se vedete un camion che percorre la strada sulla quale dovete immettervi ed è bello lanciato, per un camion anche 30 Km/h è una bella velocità, non tagliategli la strada pensando che tanto frena, gli spazi di arresto non sono gli stessi per le automobili ;)

fedetad
17-04-2007, 12:04
La tolleranza delle macchinette e' sempre di 5 Km/h. Superata questa soglia anche di 1 Km/h scatta la multa. A seconda di dove ci si trova, il Km/h supplementare costa 20. Fr. quindi se superi di 10 Km/h ti arrivano 200. fr.
f.ree, viaggio spesso in Svizzera e devo dire che è proprio come dici (ci mancherebbe.... se non lo sai tu!:D).
Sono d'accordo sulla inflessibilità delle vostre norme del codice della strada (velocità in città, distanze di sicurezza, controlli del tasso alcolemico, controlli ai semafori, ecc. ecc.). Anche se poi guidare in Svizzera in autostrada diventa proprio fastidioso, per via dei limiti di velocità autostradali, davvero troppo... svizzeri...:asd:; ho rischiato spesso di distrarmi per controllare di non superare di qualche chilometro il limite... poi devi frenare da 100 a 80 perchè c'è la galleria... poi c'è un ponte di 100 metri e in quei 100 metri devi passare da 120 a 100... poi a 80, poi a 100, poi c'è un tunnel e devi andare ad 80...lì da voi guardo molto più il tachimetro piuttosto che la strada...

Quando vado in Germania e devo passare attraverso tutta la Svizzera il rischio di addormentarsi è notevole... Mi ricordo una volta quando, tornando da un lungo viaggio dalla Germania, a fine giornata abbiamo dovuto attraversare mezza Svizzera... non c'era nessuno.. autostrada, e visibilità perfette, fondo stradale impeccabile... volendo potevi viaggiare a 130/140 in completa sicurezza... beh... il limite lì era di 100 con lunghi tratti ad 80... se non ci siamo addormentati è un miracolo... nemmeno la radio aiuta, visto che la "stazione" svizzera più vivace ti fa rimpiangere Radio Maria...:D

Va meglio di giorno, quando sono un po' più sveglio... Metto il cruise control a 5 km oltre il limite così non sbaglio...
------------------------------------------------------------------------
Ti chiedo però una precisazione "tecnica". Ho un dubbio; diciamo che in un tratto il limite è 120. Se vado a 124 nessuna multa perchè c'è una franchigia di 5 km/h. Se vado a 126 sono multabile.... ma mi conteggiano un superamento dei limiti di 6 o di 1? Becco una multa da 20Frs.x6 o da 20Frs.x1? Mi sa che è la prima da quanto dicevi nel tuo post precedente, ma vorrei una conferma...

Grazie e ciao:)

fvalenzi
17-04-2007, 13:20
mi tocca ripetermi: ok per la comprensione....Gli autisti dei TIR possono fare tutti i sorpassi che vogliono quando non ci sono auto che sopraggiungono, ma non è solo una questione di comprensione: personalmente ho sviluppato una sorta di sesto senso e capisco quasi sempre quando un TIR sta per iniziare la manovra di sorpasso, ma siamo tranquilli che tutti lo capiscono? Oppure semplicemente le auto devono astenersi dal superare colonne di TIR perchè loro devono fare i loro comodi? Per 20 minuti di vantaggio su 8 ore di guida vale la pena prendere il rischio che qualche automobilista si schianti sotto l'autotreno? Tra l'altro, sempre all'estero, non mi capita quasi mai di assistere a queste gare sul filo di lana dei + - 5 km/h tra veicoli pesanti...eppure non è che ce ne siano meno.....forse hanno capito che lì non si scherza? Altro che sanzioni meno pesanti per i guidatori professionali. Oggi c'è qui con noi un collega tedesco e si parlava di guida ....in Germania per il mancato rispetto della distanza di sicurezza la patente vola per un po'.....Certo qui da noi la fisica è un'opinione....mica una scienza esatta....
Saluti

GIANGI67
17-04-2007, 14:18
Qualche anno fa ho percorso migliaia di Km. nella West Coast USA e dintorni,
Non ne parliamo,negli USA e in special modo nella West Coast ci vado tutte le estati e non ho mai visto un'automobile non ARRESTARSI davanti ad uno stop,anche se deserto,e non ho mai visto nessuno fare il furbo per guadagnare spazio ad un incrocio o ad un semaforo,per non parlare del rispetto che c'e' verso i pedoni.Ma stiamo parlando di un altro popolo,di un'altra serieta',di un'altra educazione civica e stradale.

CalabrOne
17-04-2007, 14:54
cosa faccio mi ammazzo o lo lascio il mio post ?;) :pPer punizione ti condanniamo a fare un giro sulla SA-RC :cry:

Toro Seduto
17-04-2007, 19:49
Mi accodo alla lunga lista di lamentele e credo ciecamente nella vostra buona fede, ma: avete notate che siamo (nel senso più ampio del termine, non solo in questa discussione) tutti dalla parte di quelli che subiscono? Avete mai incontrato qualcuno che, fuori dalla sua macchina, vi dicesse: "Sì, è vero, guido come un bastardo"?

Comunque un aneddoto ve lo racconto: dintorni di Roma, fila al semaforo rosso sulla corsia di sx per girare a sx o andare dritti. Arriva il furbo (giovanotto su macchina ganza) va via liscio sulla corsia di dx e si mette in prima fila accanto a me. Scatta il verde ed il tipo non si limita ad andare dritto ma mi taglia la strada per girare a sx. Freno prontamente e manifesto il mio disappunto con un piccolo tocco di clacson al che il tipo apre il finestrino e tira fuori la mano sx con il suo bel dito medio alzato.
Beh, grazie a Dio, non ero il tipo all'americana con la pistola nel cruscotto, altrimenti penso che ora non sarei qui a casa mia....
Mi dispiace ma, in casi come questi, non vedo altra soluzione che una sana e ferma repressione.

Ciao, Marcello.

AndyStereo
17-04-2007, 22:25
Io lo ammetto, a volte, guido come un disgraziato.
La notte, verso le 3 o le 4, ogni tanto prendo e parto per le strade di montagna, sparato.
In autostrada, se non c'è traffico, mi metto sulla sinistra e tiro.
Sì, ho fatto gli abbagglianti per far notare il mio passaggio a quelli di destra che tutto ad un tratto si buttano fuori come se a sinistra non ci fosse nessuno.
Ma spero sempre d'aver rispettato tutti.
Infatti i miei punti parlano chiaro. Ne ho... o 5 o 7, e praticamente tutti presi per eccesso di velocità (di 10, 20 km/h... minimo!).
Ma rispetto alcune norme secondo me fondamentali.
Distanza di sicurezza, attenzione verso gli altri autoveicoli, conoscenza del limite del mio mezzo (non vado a 180 dove si può andare a 100, vado a 110...).
Non so... linciatemi se volete ma... credo di non essere l'unico a fare così ed a non sentirmi pirata della strada.

f.ree
17-04-2007, 23:10
Piccolo OT

@mammabella e fedetad

Scusate ragazzi, ora sono troppo stanco per rispondervi. Lo faro' domani appena trovo tempo.
Per ora buona notte:ronf:

tino.k
18-04-2007, 10:00
Arriva il furbo (giovanotto su macchina ganza) va via liscio sulla corsia di dx e si mette in prima fila accanto a me. Scatta il verde ed il tipo non si limita ad andare dritto ma mi taglia la strada per girare a sx. Freno prontamente e manifesto il mio disappunto con un piccolo tocco di clacson al che il tipo apre il finestrino e tira fuori la mano sx con il suo bel dito medio alzato.

Mi dispiace ma, in casi come questi, non vedo altra soluzione che una sana e ferma repressione.

:huh: come non quotarti!!!!

Il problema è che a questi va sempre bene, poi quando invece siamo noi che ci accorgiamo tardi di una immissione a sx e ci infiliamo come minimo becchiamo vigile, telecamera e camionista che ci gonfia di botte......:cry:

fvalenzi
18-04-2007, 10:05
non ditemi che siamo tutti quasi angioletti sulla strada....:D

f.ree
18-04-2007, 15:02
@mammabella e fede

Avete ragione entrambi, bisognerebbe che questo rigore qualche volta sia un po' meno ...."rigoroso":D Il punto e': dove finisce la regola e dove inizia la tolleranza? Questo confine a volte puo' essere molto vasto, e il pericolo e' che ognuno riesca a trovare il proprio angolino dove infilare la propria scusante piu' o meno forzata. Sentivo proprio ieri in un servizio delle iene, riguardo agli scontri con i cinesi che la gente diceva che non appena si lasciava la macchina in doppia fila per un qualsiasi motivo scattava la multa... e ci si lamentava per questo:confused: . E' chiaro a Milano e' impossibile parcheggiare. Ma allora perche' si va in centro in auto? I bus non funzionano? Chiaro, se le auto camminano sulle loro corsie preferenziali.... Metti che uno lascia la macchina in doppia fila e sulla stessa strada passa un veicolo che trasporta qualcuno in fin di vita, per il quale due minuti possono essere fondamentali... chi glielo va poi a spiegare ai parenti che stavi comprando le sigarette? Bisognerebbe cercare di non cadere proprio nell'infrazione, ma non per paura della multa, ma per paura delle conseguenze a terzi. E' cosi' che si vive in una nazione civile. Prima di pensare a te pensa a quello che potrebbe succedere agli altri con il tuo comportamento, e valuta se vuoi accettarne il rischio.

E' vero in autostrada in Svizzera e' un po' noioso guidare, anche io ho le mie difficolta', e l'ho anche detto che non e' facile. Tuttavia i limiti sembrano solo troppo contenuti, in realta' non lo sono. Le autostrade svizzere si inerpicano su per le alpi. Non sono come le nostre sempre a tre o quattro corsie, molto spesso sono tutte curve e curvette. Le condizioni climatiche cambiano da un momento all'altro, e per questo bisogna essere sempre equipaggiati. L'ultima volta che e' nevicato e' stato due settimane fa, dopo una giornata magnifica.... Ed e' durato 3 giorni di seguito. Pensa se non avessimo avuto le gomme invernali. Tornando alle autostrade, se su di un tratto il limite e' di 80 o 100, se guardi bene e' perche' per qualche ragione, piu' forte non puoi andare per viaggiare in assoluta, e ripeto assoluta, sicurezza. 80 si mette vicino ai centri abitati: mi direte, ma chi e' che cammina a piedi sulle autostrade? Non c'e' pericolo... E l'inquinamento acustico? E quello atmosferico? Io abito a due minuti dall' autostrada e non sento una mosca volare. Inoltre la domenica posso camminare tranquillamente nel boschetto vicino a casa e respirare a pieni polmoni. 100 e' il limite nelle gallerie. Perche'? Semplice. Se qualcuno di voi ha gia' percorso il S. Gottardo (limite a 80, doppio senso di marcia) avra' sicuramente notato come dopo i 17 Km di lunghezza del tunnel, se al portale Sud c'era il sole, a quello Nord puo' esserci il ghiaccio. Provate voi ad uscire da un tunnel dove la temperatura interna supera i 28 Gradi a 140 Km/h su fondo ghiacciato e poi ne riparliamo... Per non parlare delle raffiche di vento sui viadotti, che qui in Svizzera sono a volte alti centinaia di metri. Vedrai che vista cosi' la cosa assume un altro valore. E poi il paesaggio e' cosi' bello che non ti viene nemmeno di spingere sull'acceleratore:)

@fede. se vai a 6 di piu' la multa riguarda 1 solo Km/h, altrimenti che tolleranza sarebbe?
Ciao

tino.k
18-04-2007, 15:36
100 e' il limite nelle gallerie. Perche'? Semplice. Se qualcuno di voi ha gia' percorso il S. Gottardo (limite a 80, senso unico di marcia) avra' sicuramente notato come dopo i 17 Km di lunghezza del tunnel, se al portale Sud c'era il sole, a quello Nord puo' esserci il ghiaccio. Provate voi ad uscire da un tunnel dove la temperatura interna supera i 28 Gradi a 140 Km/h su fondo ghiacciato e poi ne riparliamo...

D'accordo su tutte quello che hai scritto, però questo degli 80 è davvero difficile da tenere, faccio spesso la galleria che passa dietro a Locarno fino ad Ascona, sono solo 4km e non c'è rischio di trovare neve all'uscita(se c'è c'è anche in entrata....:D ) posso dire che ogni volta rischio un abbiocco di quelli davvero giganti......:ronf: :coffee:

f.ree
18-04-2007, 16:10
faccio spesso la galleria che passa dietro a Locarno fino ad Ascona
Se non ricordo male quel tunnel e' a senso unico di marcia?

tino.k
18-04-2007, 18:19
No è a doppio senso, è quello che poi sbuca dalle parti dell'aeroporto di Locarno

f.ree
18-04-2007, 18:44
Si scusa, e' proprio quello che volevo dire, ho scritto male, intendevo a doppio senso e non senso unico:rolleyes:

E' proprio quello il motivo per cui il limite e' a 80... Ti sembra normale viaggiare in Tunnel a doppio senso di marcia (quindi una sola corsia) a piu' di 80?
E' alquanto pericoloso...

Zaphod Beeblebrox
18-04-2007, 20:27
Strade Australiane, sterrate, limite a 80, e dovevi vedere come andavano
gli autoctoni.

Un mito :D

f.ree
18-04-2007, 20:36
80 mph o 80 km/h?;)

Luke63
19-04-2007, 14:07
... allora, la settimana scorsa ci siamo recati la mia signora ed io in quel di Monaco di Baviera per la partita di Champions col Bayern.

Già arrivati in Alto Adige è tutto un altro andazzo...
In Austria, in autostrada il limite massimo è 100km/h, in alcuni tratti è addirittura di 80. Per gli automezzi è di 40Km/h !!!

Io non ho visto furbi. Il sorpasso a destra in autostrada è legale. Arrivati in Germania abbiamo costatato che la velocità massima era di 130Km/h, come da noi. Ma ci fosse qualcuno che la infrange!... si, qualche furbetto col cellulare in mano lo trovi, ma mai come ne vediamo da noi. Inoltre su alcuni tratti autostradali tedeschi, non esiste un limite di velocità. Lo vedete quando c'è la barra sul 100 o sul 130. Il problema è che tu vai a 130 e poi ti chiedono di rallentare con un cartello, fino a 80Km/h. Ma il viaggio è stato un pacchia. Anche il ritorno... meno che quando siamo arrivati in prossimità di Bolzano, dove abbiamo rivisto gente che ti passa a dx e sx andando a chissà quale velocità, gestacci a non finire. Alla mia signora ho detto: "anche se non ci fossero in cartelli con scritto, qui siete in Italia, lo si capirebbe subito dal comportamento incivile!"

Da notare che a Monaco ci sono ben 15 linee metropolitane!!! :eek:

E' vero che in Italia appena che scavi e trovi un cuccio le belle arti ti bloccano i lavori, ma è mai possibile metterci trent'anni per costruire un'unica linea metropolitana?

Perché non le facciamo sopraelevate come alcune tangenziali interne? Vedasi ad esempio quella di Roma che porta dall'olimpica fin dalle parti della Tuscolana. Oppure quella di Milano che ora non mi ricordo come si chiama....

Ciao!

obiwankenobi
19-04-2007, 14:27
Perché non le facciamo sopraelevate come alcune tangenziali interne? Vedasi ad esempio quella di Roma che porta dall'olimpica fin dalle parti della Tuscolana. Bruttissime, comunque.
Devastanti per gli jellatissimi proprietari dei palazzi a lato della strada, che devono vivere tombati in una casa con i tripli vetri per il rumore e l'inquinamento.
Devastanti per i commercianti delle strade interessate (non ci passa più nessuno in basso).
Devastanti per i proprietari degli appartamenti circostanti (non vendono più, anche se volessero cambiare zona).

Sto parlando delle sopraelevate automobilistiche, ovvio.

Comunque per quella di Roma è partito il progetto per demolirla completamente e al suo posto fare...
.
.
.
.
.
...un tunnel sotterraneo. :cool: :D

Tant'è... :rolleyes:

MDL
19-04-2007, 14:33
Bene!!
Cosi venderemo un po di trivelle a anche a Roma:D

Ciao
Mimmo

nordata
19-04-2007, 14:55
Ho notato che tutti sono d'accordo sul rispetto del CdS e, in particolare, dei limiti di velocità, però alcune volte, con premesse e precisazioni del tipo:

- i limiti sono giusti, però anche se li superi un pochino..., dopo tutto ci vuole un po' di tolleranza;

- i limiti sono giusti, però se la strada è libera...;

- i limiti sono giusti, però molte volte sono ingiustamente più bassi di quanto la strada permetterebbe.

- i limiti sono giusti, però la mia auto fa i 250 ed è sicurissima, ha dei buoni freni e io guido benissimo;

- i limiti sono giusti, però......

La cosa vale per qualsiasi altra norma: il semaforo è rosso, ma si vede benissimo che non c'è nessuno - c'è divieto di sosta, ma qui non ingombra e poi non sto via tanto, ecc.

Credo sia purtroppo tipico vizio nostrano il voler sempre escludersi con qualche motivazione.

Perchè non diciamo semplicemente: i limiti sono quelli/le norme sono quelle e io le rispetto.

Ciao

GIANGI67
19-04-2007, 15:53
Bruttissime, comunque.
Devastanti per gli jellatissimi proprietari dei palazzi a lato della strada...
Vedi Fantozzi:D

fvalenzi
19-04-2007, 16:05
forse perchè, qui da noi i limiti sono aimè spesso messi senza un criterio che denota uno studio tecnico alle spalle coem invece ad es. in Svizzera e Germania. resto comunque convinto anche io che la velocità non è sempre la prima causa di incidente, semmai è il fattore che ne aggrava le conseguenze. Ma, insisto, perchè in Germania la gente sa cosa significa guidare in sicurezza (distanza, segnaletica etc.) e da noi no? Mettono solo giù il piede convinti che la loro perizia e la tecnologia superlativa della loro carretta ipertecnologica possano rimediare sempre e comunque a tutto......

Arnold Layne
19-04-2007, 17:45
Io aggiungo una cosa, se io commetto una infrazione al codice della strada, che reputo di conoscere abbastanza bene, visto gli innumerevoli esami che ho sostenuto per le varie patenti, permessi e certificati di abilitazione professionale, lo faccio consapevolmente. Mi spiego meglio, se vado oltre il limite di velocità e mi beccano io non mi giustificherò mai con il "non sapevo che c'era quel limite", ovviamnte non parlo dei 130 in autostrada, se passo con il rosso o parcheggio in doppia fila, mi becco la multa e abbozzo.
Molte persone invece pur infrangendo il CdS, al momento del verbale incominciano la sceneggiata delle loro motivazione, sempre gravi e improrogabili, io non lo accetto, ho sbagliato.... pago! Se il verbalizzante si fa cogliere dalla pietà, sbaglia due volte!
Una cosa che dico sempre ai miei amici è questa:
"mi piacerebbe essere fermato per un controllo quando sto alla guida almeno una volta a settimana" sembra assurdo ma lo spero davvero, la realtà è che sono circa 5 anni che non mi "spalettano" e se io non me ne approfitto, altri invece prendono l'assenza (non la carenza) dei controlli a pretesto per fare delle cose inenarrabili al volante.

ARAGORN 29
19-04-2007, 19:15
la maggior parte della gente vede le corsie di destra come un insulto alla propria virilità e si piazzia in seconda o terza corsia anche se a destra c'è il deserto.

Nel periodo estivo, quando rientro dai week-end marini, mi piazzo tranquillo sulla corsia di destra mentre orde di cereboprivi viaggiano ai 20Km/H in corsia di sorpasso quando no si fermano.
Indovinate chi arriva prima? :p


Quoto tutto.
P.S. I comportamenti ineducati di cui ci si lagna, purtoppo, accadono anche al centro nord.

Ultima considerazione: dopo aver passato il "valico" della bologna firenze, in direzione sud, persino un santo comincia a guidare nervosamente.

Siamo un paese assurdo dove si fa finta di ostacolare una variante di valico per motivi ecologici... quando in realtà gli ostacoli provengono da una legislazione assurda che consente agli enti locali, pur minuscioli, di ricattare chi prova a compiere opere di interesse nazionale, lucrandoci parecchio.
Se avessero rispetto per l'ecologia considererebbero che un traffico veicolare che procede a 20 km/h provoca un inquinamento molto, ma molto, superiore di un traffico che procede a 130 km/h.

Intanto quel tratto rimane un imbuto... e la gente ci muore.

Quando inaugurano un tratto a tre corsie, e se ne vantano, inneggiano spesso ad un opera già vecchia: in alcuni tratti ce ne vorrebbero cinque, ma è meglio fare un appalto alla volta....:rolleyes:

Zaphod Beeblebrox
19-04-2007, 20:26
f.ree,
In australia adottano una strana combinazione, guida a sinistra ma niente
misure imperiali.
Dunque erano 80 km/h. :)

Pur essendo di Roma ho guidato per un bel pò anche a Milano e dintorni,
e non ho notato grosse differenze (a parte un uso maggiore del clacson
lassù).
Però ammetto di essere piuttosto adattabile e potrei essermi fatto sfuggire
qualcosa :p

Chiudo con una critica alle statistiche che da secoli ci propinano sugli
incidenti in macchina.
Ne avessi mai sentito uno che ti dice, oltre che ti conviene andare in
aereo, quale è la differenza statistica negli incidenti tra chi guida sotto
l'effetto di sostanze psicoattive (alcol, droga, home theatre... :D) e chi
invece ha il sangue "pulito"

fedetad
12-09-2007, 09:44
Ho visto questa cosa stamattina e devo dire che mi ha abbastanza sconvolto... ma si può morire così???????????????:mad: :mad:

http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?idCanale=Italia&filtro=Tutti&pagina=1&passo=5&uuid=417de43c-60fa-11dc-8619-0003ba99c53b&navName=1

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/09_Settembre/12/mottola.shtml

sasadf
12-09-2007, 10:38
(ivi compresi i veicoli commerciali leggeri - vero pericolo pubblico)


Questa lascia senza parole....:eek:

Fortuna che l'hanno arrestato: voglio vedere se pure a questo farabutto gli contestano solo l'omicidio colposo!!:ncomment:

Fossi l'uomo che ha perso il controllo....:huh:

walk on
sasadf

p.s.:anche se come penalista, uno spiraglio ce l'ho visto....:Perfido: . Ma non mi paicerebbe(per questioni di coscienza) difendere quel rumeno....:nono:

f.ree
12-09-2007, 11:12
che gran figlio di p......:grrr: :incazzed:

Girmi
12-09-2007, 12:22
p.s.:anche se come penalista, uno spiraglio ce l'ho visto....:Perfido:
Perderesti.
La manovra di cambio di corsia, anche se tardiva, era già completata.
C'è poi l'aggravante dell'omissione di soccorso e ci scommetterei che in quel tratto esista il divieto di sorpasso per i camion, come ormai in molte autostrade a due corsie.

Ma vedrai che se la cava con poco lo stesso e la cosa ancora più schifosa, ci scommetto, sarà il risarcimento per la morte del povero 87enne, ormai improduttivo e suppongo fonte di sostentamento per nessuno, che verrà valuta molto poco dalla compagnia di assicurazione. :rolleyes:



Ciao.