risoluzione: alcuni dubbi [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : risoluzione: alcuni dubbi



jenoux
22-04-2002, 15:26
il mio iscan prende una sorgente pal 480i (che sarebbero 480 linee?) e la fa diventare 480p (che sarebbe 640x480 in progressivo?).
Il DVD ha una ris di 720x576 percio il segnale viene riscalato 2 volte, prima dal lettore per portarlo in pal e poi dall'iscan per portarlo in 480p.
Usando invece un lettore progressivo con uscita a 720x576 (quella originale del DVD) l'immagine dovrebbe essere la piu fedele possibile.
Sicuramente ho detto qualche stronzata ma ho questi dubbi in testa, perche si ammazzano con l'HTPC?
Non meglio usare un lettore con un'uscita piu vicino all'originale?
Che serve aumentare la risoluzione se quella incisa resta sempre 720x576?
Naturalmente mi riferisco all'uso di PRO CRT che non hanno problemi di matrice

jenoux
22-04-2002, 15:34
piccola rettifica: il pal 576i, intendevo l'NTSC.
Comunque penso di aver dato l'idea di quale fossero i miei dubbi.

Lino Mazzocco
22-04-2002, 15:48
In due parole:

Il tuo DVD esce a 576i per il PAL e a 480i per l'NTSC.

Quando li dai in pasto all'ISCAN diventano
rispettavamente 576p e 480p, ossia progressivi e ben
disposti ad essere proiettati dal tuo SIM2 420.

Se hai un DVD gia' con uscita progressiva (576p e 480p)
non puoi andare all'ISCAN perche' non li accetta,
ma devi andare direttamente al CRT.

jenoux
22-04-2002, 16:15
Ciao Lino, non ti sei dimenticato del tuo consiglio iscan+420, a proposito, facendo delle ricerche ho saputo che prima di avere l'ECP 8500 avevi il 420 e ne eri entusiasta, una cosa che mi ha colpito e che hai detto "le regolazioni di fabbrica meglio lasciarle perdere" o qualcosa del genere.
Io ho fatto una taratura semplice, il risultato una griglia perfettamente bianca su tutto lo schermo, senza toccare altro (colorimetria, fuoco elettrico ecc.) ed il risultato per i miei occhi digiuni di PRO CRT ottimo, tu dici che si pu avere di piu?

-In due parole:

-Il tuo DVD esce a 576i per il PAL e a 480i per l'NTSC.

-Quando li dai in pasto all'ISCAN diventano
-rispettavamente 576p e 480p, ossia progressivi e ben
-disposti ad essere proiettati dal tuo SIM2 420.

-Se hai un DVD gia' con uscita progressiva (576p e 480p)
-non puoi andare all'ISCAN perche' non li accetta,
-ma devi andare direttamente al CRT.

Queste cose le sapevo gi il mio dubbio era che non capisco (vista la mia ignoranza in materia) perch bisogna riscalare il segnale video del DVD che 720x576, non meglio prenderlo cosi com'e e spararlo al PRO magari con un alto refresh? (tipo 100Hz).
Praticamente i lettori progressive che ci sono in giro non sono altro che dei normali lettori con un chip tipo DVDO che riscala il segnale Pal e NTSC.

Lino Mazzocco
22-04-2002, 17:11
Il 420 + l'Iscan sono una grande cosa,
imbattibili per quel prezzo, imparerai
sicuramente con il tempo a tirarne fuori il massimo,
ma vedo gia' che sei sulla buona strada.

Il segnale PAL e' 576i, ovvero interlacciato,
cioe' composto da due semi quadri da 288 linee.
Quindi la tua risoluzione nell'unita' di tempo
e' la meta' rispetto al 576p, ovvero progressivo,
in cui i due semiquadri vengono proiettati insieme,
almeno per i segnali di origine filmica.
Aumentare la frequenza di refresh da 50 a 75 o 100Hz
ha il solo scopo di rendere l'immagine piu' stabile
e meno tremolante.
Nel tuo caso sei limitato a 50Hz.

Comunque ti invito a riguardarti in rete
parecchie faq e notizie che ci sono sull'argomento.

Riscalare a piu' di 576p non ha in realta'
una vero valore.
Il discorso e' un po' complesso, pero' considera
che i proiettori di grande pregio hanno risoluzioni
altissime con linee molto sottili.
Cio' significa che a parita' di schermo rispetto
ad un Sim2 420 le potresti facilmente contare
poiche' tra l'una e l'altra ci sarebbe una grossa linea nera.
Quindi riscalare significa inventarsi delle nuove linee di segnale
da interporre a quelle originali vere in modo
da non vedere piu' l'interlinea nero ed avere un'immagine
molto piu' compatta e definita, almeno in apparenza.

Il discorso a questo punto puo' anche
diventare filosofico, ma io mi fermo qui.