[Panasonic VT60-ZT60] Tecnica e calibrazione [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : [Panasonic VT60-ZT60] Tecnica e calibrazione



Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21

nenny1978
16-10-2012, 21:03
Apro questa discussione per discutere di tutto ciò che riguarda la calibrazione e gli aspetti più tecnici in relazione al VT60 e allo ZT60 Panasonic.

Faccio presente alcuni punti importanti che saranno da rispettare senza deroghe per consentire di conservare l'utilità della discussione:

- questa è una Discussione Ufficiale ed è incentrata unicamente sui succitati modelli. Confronti con altri TV non sono ammessi;
- possono intervenire anche in non possessori, tenendo comunque bene a mente che i modelli di cui si discute sono il VT60 e lo ZT60;
- si possono trattare argomenti di calibrazione e si può discutere anche delle attrezzature e dei software utilizzati, ma sempre in relazione alla calibrazione di questi due modelli.

Vi prego di utilizzare d'ora in poi soltanto questa discussione per tutti gli argomenti tecnici che per i meno esperti sono di difficile comprensione. In questo modo spero di rendere meno difficile, per chi è a digiuno di terminologia tecnica, seguire la discussione ufficiale del VT60 o quella dello ZT60.

Considerate che questa discussione nasce da una costola di quella ufficiale sul VT60 e conseguentemente sarà frutto di un copia e incolla di post. Tenterò di conservare un filo logico ma perdonate eventuali incomprensioni.


Su richiesta di thegladiator aggiungo in questo primo posto i settings che, come emerso da questa discussione, sono in grado di restituire una situazione di partenza condivisa per la successiva calibrazione:

I seguenti settings sono consigliati per VT/ZT60. Non sostituiscono ovviamente una calibrazione professionale completa ma sono i più idonei per avvicinarsi il più possibile al reference da parte del 99% degli esemplari, poiché vanno a correggere alcuni comportamenti comuni tipici dei VT/ZT60 a default, ossia l'esuberanza di rosso su medi e alti IRE e un gamma troppo basso sui bassi IRE, oltre ovviamente a disattivare tutti i filtri non necessari per la visione con sorgenti e materiali nobili, blu-ray in primis.

Grazie a biasi c'è anche un utile strumenti per chi si volesse cimentare nella calibrazione: link (http://www.avmagazine.it/forum/88-calibrazione-proiettori-e-display/259281-guida-all-utilizzo-di-devicecontrol-software-per-il-controllo-dei-device).

Preset video: Professionale 1/2
Contrasto: 60
Luminosità: regolare per ultima tramite un pattern "pluge low" (impostare un valore di +7 in mancanza del pattern)
Colore: 47
Tinta: 0
Nitidezza: 0

Temperatura colore: Calda
Colore Intenso: OFF
Sensore Ambientale: OFF
Noise Reduction: OFF
MPEG Remaster: OFF
Ottimizzatore Risoluzione: OFF
Ottimizza i sottotitoli: OFF
Miglioramento Brillantezza: OFF
IFC - Intelligent Frame Creation / 24p Smooth Film: OFF

Opzioni luminosità del pannello: Medio
Adaptive Gamma Control: 0
Espansore del nero: 0
Gamma di colori: Rec.709
Bilanciamento del bianco a 2 punti: portare R-GAIN a -8, tutto il resto a 0 (default)
Bilanciamento del bianco a 10 punti - Regolazione più precisa: default
Gestione colore: default
Gestione colore - Regolazione più precisa: default
Gamma: 2.4
Gamma - Regolazione più precisa: portare 10 IRE a -30, 20 IRE a -15, tutto il resto a 0 (default)

Contenuto HDMI: OFF (impostare Off in tutte e tre le voci "HDMI" presenti nella sotto-schermata)
Range RGB HDMI: Normale
Game Mode: OFF
Modalità Film Cadence: ON
1080p Pure Direct: ON
Pixel Orbiter: AUTO con i BR per evitare scaling e perdita di mapping 1:1 - ON con tutto il resto per limitare i rischi di ritenzione
Overscan: OFF

thegladiator
25-04-2014, 14:45
Ragazzi, ho bisogno del vostro aiuto, specie dei più esperti circa spazio colore e conversioni.

Stamane ho finalmente fatto il test per determinare quale fosse lo spazio colore più appropriato da impostare in uscita dall'Oppo, RGB Video Level, YCbCr 4:2:2 o YCbCr 4:4:4 (il tutto poi col VT60 su Pure Direct on e off), tramite il disco Spears&Munsill 2nd Edition.

Tutto ok (non sto a dilungarmi sui vari pattern e i risultati ottenuti, magari ne parliamo dopo) fino a che arrivo al penultimo pattern, quello denominato REC709, utile a verificare se le impostazioni siano correttamente impostate appunto per il REC709 e non per il REC601. Con mio grande stupore ho verificato, sempre che il pattern dica il giusto, che stavo visualizzando in REC601!!!
Questo sia che fossi in 4:4:4 che in 4:2:2, al contrario in RGB Video Level il test dà il risultato corretto. Al che ho detto, magari è il sinto a introdurre l'errore (anche se pareva strano dato che è sempre stato in "direct", ossia assolutamente "trasparente" al segnale video), ho provato allora a collegare direttamente l'Oppo al tv e niente, sempre e solo REC601 qualora in uscita dal lettore ci sia l'YCbCr.
A questo punto la cosa mi "allarma" un po': possibile che un errore così grossolano venga commesso da un Oppo (!!) o dal VT60?!?!

Qualche idea in proposito? Qualcuno dotato dello stesso disco mi farebbe la cortesia di eseguire quel test? Magari mi sfugge qualcosa.... :muro:

Guttenplan
25-04-2014, 15:45
Cioè, con tv impostato in REC.709 e Oppo in YCbCr 4:4:4 o 4:2:2, il pattern denominato REC.709 dice che in realtà visualizzi in REC.601, mentre con l' Oppo in RGB Video Level visualizzi - come in effetti dovresti - in REC.709?

Boh, che strana sta cosa....

Non avendo il disco Spears & Munsil non posso provare con il mio Pioneer 450, per cui dovrai attendere qualcun altro che possa far la prova con il suo lettore.

thegladiator
25-04-2014, 15:46
Esatto..... sembra pazzesco ma è così...

luctul
25-04-2014, 15:53
non sono esperto ma personalmente con l'Oppo vedo enormemente meglio con YCbCr 4:4:4 e Pure Direct on e tanto mi basta francamente...comunque domani lo calibrano e al limite chiedo di verificare

possibile che un errore così grossolano venga commesso da un Oppo (!!) o dal VT60?!?!
così a naso direi il VT60:D...

biasi
25-04-2014, 15:53
@thegladiator succede la stessa cosa anche se usi l'altra uscita dell'oppo? (che se non sbaglio dovrebbe essere quella che non usa il qdeo)

thegladiator
25-04-2014, 16:09
Riccardo, non ho provato onestamente.....

Quello che ho capito facendo qualche ricerca è che la "matrice REC709" viene applicata all'ultimo stadio di conversione ovvero ad RGB, quindi sembrerebbe che l'errore sia del VT60 poiché se gli si manda un segnale già in RGB tutto è a posto, se gli si manda un YCbCr, e quindi è compito suo convertire in RGB e applicare la "matrice" corretta (709), canna alla grande...

Ovviamente ammettendo che quel diamine di test dello Spears&Munsill sia corretto...

Guttenplan
25-04-2014, 16:26
personalmente con l'Oppo vedo enormemente meglio con YCbCr 4:4:4 e Pure Direct on e tanto mi basta francamente...



Ma, comunemente, non si dovrebbe tenere Pure Direct off e 4:2:2? O mi sbaglio (cosa peraltro possibilissima)?

thegladiator
25-04-2014, 16:29
Con la mia catena il Pure Direct ha un impatto notevole, sicuramente va lasciato attivo e tutti gli altri pattern lo dimostrano.
In ogni caso il problema qui è un altro... onestamente non so dove sbattere la testa...

Guttenplan
25-04-2014, 16:31
Da quanto hai scritto nel tuo penultimo post, parrebbe che il VT60 (almeno il tuo) abbia un bug non da poco nell' applicare il REC.709....

thegladiator
25-04-2014, 16:41
Oddio, l'applicazione del REC709 è a livello sw, quindi se il mio ha un bug tenderei ad escludere che sia solo il mio.... non è mica una questione che può cambiare da esemplare a esemplare (a parità di firmware)...

luctul
25-04-2014, 16:41
Ma, comunemente, non si dovrebbe tenere Pure Direct off e 4:2:2? ...
mah non credo ci sia una indicazione in tal senso...io ricordo di avere letto una rece (di Mc Kenzie credo)dove consigliava ai possessori di Oppo di uscire con il VT60 a 4:4:4 sull'Oppo...e pure direct on ovviamente
Comunque,probabile mi sbagli,ma non si era già parlato di qualche problema in proposito(sia per il VT 60 che per il disco test in questione?)
http://www.avmagazine.it/forum/108-disc-ufficiali-plasma-full-hd/235344-panasonic-viera-serie-vt60-50-quot-55-quot-65-quot/page314

luctul
25-04-2014, 16:52
ma poi domanda da un milione di dollari...se di bug del VT60 si tratta(e fosse comune a tutti gli esemplari)possibile che nessun Guru di calibrazioni nelle loro rece ne parlino?possibile che sia sfuggito?a questo punto potrebbe pure essere una incompatibilità tra Oppo e VT60?provare un altro lettore?

thegladiator
25-04-2014, 16:56
Ho appena provato l'HDMI output 2 dell'Oppo (che esclude il Qdeo): stesso risultato! Quanto è probabile che entrambe le uscite dell'Oppo presentino lo stesso "bug"? Una ulteriore prova che il colpevole sia il VT60.... :rolleyes:

Cappella
25-04-2014, 16:56
....quindi sembrerebbe che l'errore sia del VT60 poiché se gli si manda un segnale già in RGB tutto è a posto, se gli si manda un YCbCr, e quindi è compito suo convertire in RGB e applicare la "matrice" corretta (709)...
Mi sta venendo in mente quanto ho letto tempo fà (forse in questa stessa discussione) di un utente possessore di Kuro, dove (con lo stesso disco test) aveva verificato/riscontrato un migliore comportamento del display, uscendo in RGB dal lettore (forse pure Oppo). Presumo che anche lì può essere legato ad un problema di gestione del REC nella conversione in RGB.

thegladiator
25-04-2014, 16:57
io ricordo di avere letto una rece (di Mc Kenzie credo)dove consigliava ai possessori di Oppo di uscire con il VT60 a 4:4:4 sull'Oppo...e pure direct on ovviamente.......[CUT]

Sì, confermo.

thegladiator
25-04-2014, 17:00
Non ho un altro lettore purtroppo, ma insomma, entrambe le uscite dell'Oppo, che sono gestite da chip differenti, producono lo stesso risultato, ad intuito direi che cambiando lettore risolverei poco...

Dai, nessuno che abbia quel disco test? Magari è quel test che è farlocco e ci stiamo arrovellando per niente...

biasi
25-04-2014, 17:12
purtroppo non essendo possessore del vt60 non posso provarlo;l'ho però provato ora su un lcd con lettore ps3 e il test mi dice correttamente che è rec 709 (compare il quadratino all'interno del quadrato verde)

Guttenplan
25-04-2014, 17:17
Direi, a questo punto, che il VT60 diventa l' unico serio indiziato....

Cappella
25-04-2014, 17:24
...ad intuito direi che cambiando lettore risolverei poco...
Se cambi idea tieni informati gli utenti che hanno avuto sfortuna sotto la finestra di Ettore! :asd:

luctul
25-04-2014, 17:25
Dai, nessuno che abbia quel disco test? Magari è quel test che è farlocco e ci stiamo arrovellando per niente...
guarda...domani mi calibrano il tv...se chi viene ha questo disco test provo e ti dico...comunque mi pare strano che nessuno si sia accorto di questo bug(parlo a livello di recensori/calibratori)...quindi a naso opto per il test farlocco...

thegladiator
25-04-2014, 17:26
purtroppo non essendo possessore del vt60 non posso provarlo;l'ho però provato ora su un lcd con lettore ps3 e il test mi dice correttamente che è rec 709 (compare il quadratino all'interno del quadrato verde)

Ok, e nel quadrato rosso nessun quadratino, giusto?

Attenzione, non l'ho specificato: a me non è che non compare il quadratino nel quadrato verde, il fatto è che mi compare ANCHE il quadratino in quello rosso.....

luctul
25-04-2014, 17:28
Direi, a questo punto, che il VT60 diventa l' unico serio indiziato....

comunque invito ancora e leggere il post n.4697 di questo thread che mi pare parli di strani comportamenti con questo test
http://www.avmagazine.it/forum/108-disc-ufficiali-plasma-full-hd/235344-panasonic-viera-serie-vt60-50-quot-55-quot-65-quot/page314

red5goahead
25-04-2014, 17:28
Riccardo, non ho provato onestamente.....
Quello che ho capito facendo qualche ricerca è che la "matrice REC709" viene applicata all'ultimo stadio di conversione ovvero ad RGB, quindi sembrerebbe che l'errore sia del VT60 poiché se gli si manda un segnale già in RGB tutto è a posto, se gli si manda un YCbCr, e quindi è compito suo conve..........[CUT]

Una domanda, esiste un pattern visualizzabile da Pc? adesso ho una cartella GCD MKV con una montagna di test ma non quello credo.
tanto per verificare anche con l'ST60. non vorrei che alla fine il mio occhio che ha sempre visto soggettivamente un'immagine migliore uscendo in RGB alla fine non avesse ragione. Uso da un po' YCbCr 4:4:4 perché mi avete convinto con qualche strano trucco Jedi.

biasi
25-04-2014, 17:30
@thegladiator esatto,solo il quadratino verde e niente in quello rosso
ho effettuato il test con l'edizione numero 2,anche tu hai la stessa?
sul tv lcd dove ho fatto il test il quadratino compare nel rosso se abbasso il colore di un pò di tacche (14 per la precisione)

luctul
25-04-2014, 17:34
Uso da un po' YCbCr 4:4:4 perché ...
mah io prima del VT60 non mi smuovevo da RGB...ma sul VT60 vedo differenze (a sfavore di RGB) visibili ad occhio...

thegladiator
25-04-2014, 17:34
Ragazzi, BINGO!!! Forse ho capito.......

Il test dice che ammesso che il segnale NON sia clippato, se compare il quadratino in entrambi significa che c'è qualche errore. Se il segnale invece è clippato allora il test non può essere eseguito in quanto darebbe un risultato non veritiero. Al che, prima di eseguire il test ho abbassato il contrasto a 42 in modo da eludere il famigerato clipping delle Pro, ma evidentemente ciò non elimina il clipping in senso stretto (nonostante sul classico pattern del White clipping col contrasto a 42 visualizzi tutte le barre fino alla 254!) ....perché? Perché ora ho avuto la "fumata" di impostare "custom" nel VT60 (che notoriamente non clippa) et voilà...... quadratino verde e non rosso anche con YCbCr, quindi REC709!! :)

Detto questo, evidentemente per qualche motivo che ha a che fare col clipping delle Pro quel test non risulta essere veritiero....

Effettivamente, prima forse ho tralasciato un particolare: il test non è che mi dava REC601, ossia solo quadrato rosso, bensì entrambi i quadrato che, da guida dello S&M, significa: If there is a smaller box inside both the red and green boxes, there is some kind of odd error, which should be treated as a “fail.”


P.S. Sì Riccardo, 2n Edition...

luctul
25-04-2014, 17:36
quindi non ho ben capito...la cosa funziona solo con la custom?o è solo un bug del test?

thegladiator
25-04-2014, 17:39
Da quello che ho dedotto io è un bug del test, ma mi piacerebbe sentire il parere anche di qualcun altro. :)

biasi
25-04-2014, 17:44
te lo fa vedere anche con la professionale con le impostazioni di default?
nel mio lcd per far comparire entrambi i quadrati devo abbassare il colore

thegladiator
25-04-2014, 17:45
Sì, anche a default...

Zimbalo
25-04-2014, 18:17
Sul mio Kuro ho testato S&M 2nd edition sia inviando il segnale in RGB che in YCbCr.
Stessa risposta al test: si quadratino verde, no quadratino rosso = REC 709.

La stessa risposta si verifica sia clippando a 235 che a 252.

thegladiator
25-04-2014, 18:27
Eri mica tu però che preferivi RGB Level? Perché, al di là del "test-bug" in Pro con YCbCr per il REC709, il multiburst sulla vertical resolution è migliore con RGB Level, per tutti gli altri pattern è indifferente, stessi risultati (il tutto con Pure Direct on). Quindi sarebbe comunque da scegliere RGB Level nel mio caso...

biasi
25-04-2014, 18:29
con rgb level non rilevi sul vt60 delle linee più frastagliate in quei test?

Zimbalo
25-04-2014, 18:32
Senza Radiance ho sempre utilizzato RGB perché Pioneer lavora meglio così.
Con il Radiance, cambia poco tra RGB e YCbCr. Più tardi aggiungo qualcosa in proposito perché ora non avrei il tempo necessario.

thegladiator
25-04-2014, 18:32
No, le linee "frastagliate" sulle diagonal ramps ce le ho più con 4:2:2. Fra 4:4:4 e RGB Level è tutto veramente identico tranne la chroma vertical resolution, a vantaggio di RGB Level....

A meno che intendo male cosa intendi tu per "frastagliate". Innanzitutto su quale pattern?

luctul
25-04-2014, 18:40
comunque al di là dei test io con 4:4:4 e l'Oppo vedo l'immagine + incisiva rispetto a RGB .Mi pare notasse la stessa cosa pure F_Carone...dirò di +...essendo anni che avevo sempre RGB mi sono dovuto sforzare per cambiare...ma francamente la differenza è visibile

thegladiator
25-04-2014, 19:18
Però i test dicono altro.... l'occhio sui normali contenuti può ingannare, i pattern appositi meno...

Zimbalo
25-04-2014, 19:36
A tal proposito tempo fa ho letto un interessante botta e risposta fra D-Nice e il "nostro" forumer ev666il che nel settembre 2011 poneva una domanda che cade proprio a fagiolo sulla questione in oggetto:

"D-Nice, do you happen to know whether Panasonic and Pioneer plasmas do all of their internal processing on the incoming signal in YCbCr 4:2:2 regardless of whether the incoming signal is actually in that format? (i.e. feeding them with a different signal than YCbCr 4:2:2 would result in an additional conversion of that signal to YCbCr 4:2:2 for processing before the final conversion to RGB)"

E D-Nice rispose:

"Pioneer did it in RGB. As far as I know, Panasonic processes everything in 4:2:2 before converting to RGB".

(Questo è il link del topic: http://www.highdefjunkies.com/plasma-displays/7905-panasonic-plasma-insiders-discussion-thread-218-print.html)

Quindi se per Pioneer non ci sono dubbi (meglio RGB), bisognerebbe sapere se Panasonic anche nel VT60 (come nei precedenti modelli) processa comunque il segnale in 422 prima di convertirlo in RGB. In questo caso inviando un segnale RGB, il VT60 potrebbe comunque fare un passaggio in più e questo non sarebbe utile e consiglierebbe pertanto inviare il segnale in YCbCr.
Ovviamente rimane il suggerimento di testare la propria catena con l'apposito test.

thegladiator
25-04-2014, 20:14
Da quello che ho visto le diagonal ramps in 4:2:2 sono meno morbide (ed è palese, come in 4:4:4) e ne risente anche la chroma vertical resolution.
In ogni caso se fosse vero ciò che afferma D-Nice anche il 4:4:4 comporterebbe una conversione in più eppure dai miei test se dovessi fare una classifica direi: RGB, 4:4:4 e per ultimo 4:2:2.

Ovviamente RGB e 4:4:4 in Pure Direct, altrimenti il risultato è osceno, e sarebbe il peggiore di tutti, con il chroma alignment che evidenzia un upsampling eseguito col peggiore degli algoritmi, ossia il "nearest neighbor". Col 4:2:2 invece il Pure Direct è ovviamente non attivabile.

Come la mettiamo? :)

Zimbalo
25-04-2014, 20:32
Potrebbe essere che l'Oppo fa meglio la conversione in RGB e il VT60, a differenza delle precedenti serie, non riprocessa il segnale in 422 e lo "digerisce" così come arriva.

sanosuke
25-04-2014, 20:37
nn e' solo pio a lavorare meglio con i segnali rgb,pure samsung preferisce ma pana mi viene proprio nuova in effetti,nn avevo mai letto di una cosa simile,ANZI.

Roby7108
25-04-2014, 20:53
Se interessa, qui ci sono altri test: http://www.belle-nuit.com/test-chart

...e pure nel DVD Merighi ci dovrebbe essere qualcosa.

thegladiator
25-04-2014, 21:20
Potrebbe essere che l'Oppo fa meglio la conversione in RGB e il VT60, a differenza delle precedenti serie, non riprocessa il segnale in 422 e lo "digerisce" così come arriva.

Questo spiegherebbe anche il perché se si disattiva il Pure Direct nel VT60 la situazione si ribalta a favore del 4:2:2. Potrebbe essere:

ingresso 4:2:2 --> VT60 processa in 4:2:2 (il Pure Direct non è attivabile), come di consueto per Pana, e l'algoritmo di upsampling è buono ma non ottimo come quello dell'Oppo

ingresso RGB o 4:4:4 + Pure Direct OFF --> VT60 deve convertire in 4:2:2 e poi riconvertire in RGB, motivo per cui il risultato è il peggiore di tutti

ingresso RGB o 4:4:4 + Pure Direct ON --> VT60 non riprocessa in 4:2:2, in virtù del PD on, e sfrutta praticamente tutta la conversione ottima dell'Oppo nel caso del RGB in ingresso, mentre perde leggermente solo sul vertical chroma resolution nel passaggio da 4:4:4 ad RGB se in ingresso arriva il 4:4:4.

Come vi sembra come quadro generale? Le precedenti serie di Pana a cui fa riferimento D-Nice disponevano del Pure Direct? Perché in caso negativo, quadrerebbe il tutto (credo).

Guttenplan
25-04-2014, 21:26
Se rileggete la sua review del 65, Mackenzie spiega diverse cose circa il comportamento del VT60 con i vari formati Chroma, e - secondo lui - in nessun caso il risultato è esente da pecche.

Zimbalo
25-04-2014, 21:26
Sul VT30 non mi pare ci sia il Pure Direct

mikigio
25-04-2014, 21:49
questo per chi possiede l'oppo


Therefore, we can conclude this extreme pixel peeping by saying that arguably the best way to watch Blu-rays on the TX-P65VT65B is with a Panasonic Blu-ray player (or similar), outputting 4:4:4, with the [1080p Pure Direct] mode enabled, and the player’s advanced chroma processing feature turned on. Even the cheapest current Panasonic BD players have this feature, and will outperform more expensive “boutique” players in this minor regard. If you don’t have a player which smooths the chroma channels in this way, then you might find that you prefer to feed the Panasonic VT65 with 4:4:4 video but to leave the [1080p Pure Direct] mode off, which will effectively act as in-TV smoothing of small jagged colour details."



Se rileggete la sua review del 65, Mackenzie spiega diverse cose circa il comportamento del VT60 con i vari formati Chroma, e - secondo lui - in nessun caso il risultato è esente da pecche.

esatto, comunque mai 4.2.2

thegladiator
25-04-2014, 21:52
Me lo ricordo bene cosa scrisse David (e sono andato a rileggere proprio quel passaggio non più tardi di 3 ore fa). Ma io non metterei 4:4:4 con il Pure Direct off nemmeno sotto tortura. Il risultato dei pattern è davvero il peggiore di tutti. O è cambiato qualcosa a livello firmware nel VT60 oppure significa che tra l'Oppo 103 (che utilizzava David) e il mio 93 il comportamento in abbinata col VT60 cambia RADICALMENTE.

thegladiator
25-04-2014, 21:57
Sul VT30 non mi pare ci sia il Pure Direct

Ecco, questo confermerebbe la mia teoria. :)

Ettoreeeeeeeeeee, tu hai il disco S&M. Vero che domani fai qualche prova? So che ci sei, non far finta di niente.... :D

Zimbalo
25-04-2014, 22:33
Ma la faccenda del REC 709?

Arydani
26-04-2014, 09:54
Ragazzi sono arrivato a 50ore e volevo almeno dare una controllatina al gamma..
Io possiedo una id3,tenendo conto che normalmente sottostima il rosso,usando hcfr cosa mi consigliate di usare come matrice e/o spettro?

thegladiator
26-04-2014, 10:09
Dato che non puoi sapere se la tua è fra quelle che sottostimano il rosso il mio consiglio è di usare SOLO lo spectral sample per i plasma.

thegladiator
26-04-2014, 10:11
Ma la faccenda del REC 709?

In attesa di ulteriori e gradite conferme, vedi qui:

http://www.avmagazine.it/forum/108-disc-ufficiali-plasma-full-hd/235344-panasonic-viera-serie-vt60-50-quot-55-quot-65-quot?p=4165020#post4165020

Arydani
26-04-2014, 10:13
Dato che non puoi sapere se la tua è fra quelle che sottostimano il rosso il mio consiglio è di usare SOLO lo spectral sample per i plasma.

Si ho avuto modo di paragonarlo ad una sonda molto più precisa e calibrata e abbiamo constatato con certezza che sottostima il rosso..ragion per cui mi consigli sempre solo lo spettro oppure anche la matrice di larry/Zoyd?

f_carone
26-04-2014, 10:38
Si ho avuto modo di paragonarlo ad una sonda molto più precisa e calibrata e abbiamo constatato con certezza che sottostima il rosso..ragion per cui mi consigli sempre solo lo spettro oppure anche la matrice di larry/Zoyd?

Nel mio caso ho fatto profilare la mia ID3 con uno spettrofotometro Colormunki e i risultati non si discostano molto dalle letture ottenute con la matrice di Zoyd.

thegladiator
26-04-2014, 10:48
Si ho avuto modo di paragonarlo ad una sonda molto più precisa e calibrata e abbiamo constatato con certezza che sottostima il rosso..ragion per cui mi consigli sempre solo lo spettro oppure anche la matrice di larry/Zoyd?

Partendo dal presupposto che usare una matrice altrui è pur sempre una rischiosa approssimazione, io userei la matrice di Larry che quantomeno è ottenuta su VT60.

Nel mio caso per esempio, usare la matrice di Zoyd sulla mia sonda (già precisa di default) comporterebbe un rilevamento completamente sballato.

Arydani
26-04-2014, 11:07
Grazie delle risposte..allora provvisoriamente proverò entrambe le matrici e sceglierò quella che più mi aggrada ad occhio..
Poi finito il rodaggio mi farò creare la matrice apposita tramite Calman con sonda profilata da un amico!
Grazie ancora..

P.S.
Ah,quello che non ho capito è se usare le matrici in accoppiata allo spettro plasma o solo le matrici?

sanosuke
26-04-2014, 11:09
usato solo lo spectral in assenza di conferme sulle matrici e la mia sonda.
Se poi è giusto o meno nn lo saprò mai finché nn avrò una sonda profilata per il mio tv :-\

Zimbalo
26-04-2014, 11:40
Giusto per avere un riscontro visivo, questi 3 scatti si differenziano fra loro per una temperatura di circa 300° K.
Visti affiancati ci si può (forse) rendere conto di quale sia più vicino a 6.500° K, ma se dovessimo osservarli ad uno ad uno sarebbe la stessa cosa?

http://i.imgur.com/9raujCel.jpg

http://i.imgur.com/tLSvvCjl.jpg

http://i.imgur.com/DdcRjnOl.jpg

Arydani
26-04-2014, 11:51
Effettivmente a meno di non avere 2 tv affiancate la differenza è difficile da percepire..
L'unico dubbio è capire quanto sottostima la id3,si parlava di 500k..

luctul
26-04-2014, 12:34
Ringrazio di cuore l'amico Giovanni(Mikigio) per l'accurata e ottima calibrazione del mio VT60...per le differenze che sono spuntate fuori tra il 50 e il 55 vi parlerà con ovvia cognizione di causa lui...per quanto mi riguarda ci tenevo appunto a ringraziarlo per la sua squisita disponibilità;)

Zimbalo
26-04-2014, 12:37
Congratulazioni Lucio!
Visto che ci sei, il tuo B&W calibrato a quale delle tre foto postate in alto si avvicina di più?

luctul
26-04-2014, 12:51
direi alla seconda immagine...di sicuro non alla prima

red5goahead
26-04-2014, 12:53
complimenti, approfitto per chiedere ancora se esistono dei pattern di calibrazione inerenti la questione Rec601/Rec709/RGB/YCbCr ecc e in formato MKV, MP4 ecc. grazie

Amfortas
26-04-2014, 12:54
Congratulazioni Lucio!
Visto che ci sei, il tuo B&W calibrato a quale delle tre foto postate in alto si avvicina di più?

Al mio occhio, la prima è troppo fredda (cioè in realtà calda, in Kelvin), l'ultima è troppo rossiccia e quella di mezzo è più equilibrata, anche se secondo me andrebbe tolto un pochettino di rosso anche a quella (poco, eh).

luctul
26-04-2014, 13:16
sì...ho detto la seconda in generale...ma sicuramente ho meno rossiccio...d'altronde quel che è venuto fuori durante la calibrazione è stata un'ottima uniformità...dominanti sì(in gran parte rientrate)ma molto contenute e sopratutto(da quel che ho capito sia chiaro:D)un gamma decisamente più domabile rispetto al 50"

thegladiator
26-04-2014, 13:35
Come potete giudicare quelle immagini e giudicare la temperatura considerando che ognuno di voi le sta osservando su monitor differenti? Boh...

Discorso gamma: ieri ho fatto un po' di rilevazioni e a onor del vero tutta la variabilità rilevata sul 50" di Mikigio non l'ho proprio riscontrata sul mio pannello. Potrei postare due grafici (a default) del gamma ricavati da misure con standard windows 10% e con 10%APL22% (entrambi da GCD) e vedreste che sono praticamente sovrapponibili come andamento.

Mikigio, di che data di fabbricazione è il tuo 50"?

Amfortas
26-04-2014, 13:38
Come potete giudicare quelle immagini e giudicare la temperatura considerando che ognuno di voi le sta osservando su monitor differenti? Boh...
[CUT]

Le giudico senza la pretesa di dire cose di assoluta verità, ma tenendo ben presente i limiti del monitor con cui le guardo.

Zimbalo
26-04-2014, 13:42
Come potete giudicare quelle immagini e giudicare la temperatura considerando che ognuno di voi le sta osservando su monitor differenti? Boh...[CUT]

Glad l'esempio riportato naturalmente non era teso a "misurare" la temperatura, quanto a saggiare, ciascuno sul proprio monitor, differenze di temperatura fra le tre immagini affiancate.
Indipendentemente da come è settato il proprio monitor, la differenza di temperatura fra le tre immagini è sempre di 300° K.
Ovviamente era solo un giochino per dimostrare la difficoltà di percepire occhiometricamente il giusto equilibrio della temperatura.

thegladiator
26-04-2014, 13:46
Certo, ma non si può dire quale sia la più corretta.

Zimbalo
26-04-2014, 13:48
Appunto, era teso proprio a quello. Neanch'io so quale potrebbe essere quella "giusta"!

thegladiator
26-04-2014, 13:55
Quindi, tanto per fare un esempio, Lucio non può dichiarare "sicuramente non la prima", non ha alcun senso.

mikigio
26-04-2014, 14:37
Come potete giudicare quelle immagini e giudicare la temperatura considerando che ognuno di voi le sta osservando su monitor differenti? Boh...

Discorso gamma: ieri ho fatto un po' di rilevazioni e a onor del vero tutta la variabilità rilevata sul 50" di Mikigio non l'ho proprio riscontrata sul mio pannello. Potrei postare due grafici (a defa..........[CUT]

Ciao, il mio pannelo è 33xxxxx

Ma le differenze tra 6,5% ---- 10% window --- e GCD 10% apl22% non sono evidenti, lo sono molto di più man mano che si sale di sfondo apl, fino a sfondi al 50% o con AVSHD apl grandi, li si vedono grosse differenze nel mio pannelo da 50.

queste sono invece le differenze minime tra Mascior (window)6,5% ---- window 10%---e GCD 10% apl 22%:
21831

luctul
26-04-2014, 15:02
Le giudico senza la pretesa di dire cose di assoluta verità...
idem con patate...;)

... Lucio non può dichiarare "sicuramente non la prima", non ha alcun senso.
ok...autofustigazione:D

thegladiator
26-04-2014, 15:11
50 fustigate sono sufficienti! :O:D

mikigio
26-04-2014, 15:38
Oggi ho avuto il piacere di conoscere un utente del forum e testare il vt60 55"

Un'altro pannello per alcuni aspetti, un'altro pannello in meglio si intende.

Molto più uniforme del mio 50, ad esempio nel pattern 10% non vi era differenza tra sx--centro--dx, mentre nel mio 50 verso sx c'è più verde-----verso dx più rosso, la differenza non è molto elevata ma la sonda lo rileva, nel 55 nulla.

Calibrazione eseguita con EyeOne Pro2 + C6 profilata attraverso al Pro2
Per sgrossare ho utilizzato Calman in autocal collegato al Lumagen Radiance il quale generava anche i pattern
Per rifinire ho utlizzato il suo Oppo 103 con Mascior 6,5%

Preset gamma Sempre a 2.4 perché il preset 2.2 non si avvicina alla Near Black Scale

Con gamma 2.4 luminosità +7 (non oltre) si vede la 17 e appena appena appena si può percepire la 16 con visione distolta (passatemi il termine ma è un metodo per osservare il buio)

Abbiamo scelto 126 candele su Mascior 6,5% quindi contrasto a 75 si vedono le barre white clipping fino alla 241, mentre nella RGB clipping (AVSHD) erano visibili tutte le barre fino alla 251.

Altra caratteristica positiva rispetto al 50 (oltre alla migliore uniformità) è la stabilità del Gamma è la minor propensione a cambiare la risposta RGB al variare dei pattern (cambiamenti più contenuti in temperatura colore), questo per cambiamenti nello sfondo APL importanti, generalmente più sale lo sfondo Apl e più sul il mio 50 la sonda rileva un aumento del rosso, nel 55 ciò avviene in misura minore.
Analogamente sul Gamma più saliamo con lo sfondo APL (contenuto luminoso) e più il gamma si alza ben oltre il 2.4 sul 50 mentre sul 55 la variazione c'è ma è molto molto contenuta, questo è il parametro che maggiormente diverge rispetto al mio 50 per cui ho ritenuto di poter calibrare nel suo 55 una BT1886 partendo da preset 2.4 ed una 2.22 partendo sempre da 2.4, questo perché nel 55 non si raggiungono mai valori estremi tipo gamma 3 come sul 50, ripeto su sfondi APL importanti.

Questo discorso non è collegato all'ABL che stranamente interviene prima nel mio Pioneer (seppur presenti un gamma granitico come stabilità) tagliando le candele dalle 80ire in su con sfondi APL decisi 50%, mentre su mio vt60 50 per vedere intervenire l'ABL che taglia si deve arrivare a sfondi APL del 68% e si comincia a tagliare sulle 90ire

Il CMS rilevato con la EyeOne Pro2 è quasi perfetto, piccoli marginali interventi sul Magenta in quanto il resto essendo tutto a delta-e 0.3 non ritenevo necessario modificarlo,
Saturazione 48.

Dimenticavo, il nero rilevato si aggirava sul 0.0045 cdm2, ma appena iniziato, quindi senza residuo delle alte ire si è visualizzato uno 0.0022.

sanosuke
26-04-2014, 16:00
quindi sul delta E del CMS siamo praticamente d'accordo =)
Vorrei provare con gamma 2.4 prima o poi la calibrazione ma boh,quando ne avro' voglia tra diverse ore magari mi ci rimetto.
Di sicuro devo ricalibrare per ps4 che quella generica copiata dalla pro2 per i film nn va per niente bene,e' abbastanza slavata ( cosa che nn riscontravo nel mio vecchio tv dove usando la stessa per ps3 e lettore Bd ottenevo sempre un ottimo risultato a viedeo )

thegladiator
26-04-2014, 16:31
Molto più uniforme del mio 50, ad esempio nel pattern 10% non vi era differenza tra sx--centro--dx, mentre nel mio 50 verso sx c'è più verde-----verso dx più rosso

Questo mi capitava col vecchio pannello, con quello nuovo anche i field a basse IRE sono perfetti come uniformità. Sempre più convinto che gli ultimi esemplari di 50" abbiano una marcia in più, tanto è vero che il tuo è di inizio 2013 (come il mio precedente), il mio attuale invece è di inizio 2014. :)

mikigio
26-04-2014, 16:49
Questo mi capitava col vecchio pannello, con quello nuovo anche i field a basse IRE sono perfetti come uniformità. Sempre più convinto che gli ultimi esemplari di 50" abbiano una marcia in più, tanto è vero che il tuo è di inizio 2013 (come il mio precedente), il mio attuale invece è di inizio 2014. :)

Ciao, potrebbe essere, sicuro che se hanno cambiato qualche parametro di gestione del pannello e l'hanno avvicinato al 55 funziona meglio.
Domanda, hai già calibrato il tuo nuovo pannello mi pare di aver capito.
Ho letto che hai fatto una prova Window 10% e successivamente il GCD apl, fai magari anche Mascior 6,5% per vedere che reazione hai RGB sulle basse ire 20-60?
Se hai differenze in quale misura cambia la temperatura colore?


quindi sul delta E del CMS siamo praticamente d'accordo =)
Vorrei provare con gamma 2.4 prima o poi la calibrazione ma boh,quando ne avro' voglia tra diverse ore magari mi ci rimetto.
Di sicuro devo ricalibrare per ps4 che quella generica copiata dalla pro2 per i film nn va per niente bene,e' abbastanza slavata ( cosa che nn riscontravo nel mio vec..........[CUT]

Con gamma preset 2.4 sei più vicino alla Near Black, quindi sarà meno slavata per PS.

Tacco
26-04-2014, 17:04
Questo spiegherebbe anche il perché se si disattiva il Pure Direct nel VT60 la situazione si ribalta a favore del 4:2:2. Potrebbe essere:

ingresso 4:2:2 --> VT60 processa in 4:2:2 (il Pure Direct non è attivabile), come di consueto per Pana, e l'algoritmo di upsampling è buono ma non ottimo come quello dell'Oppo

ingresso RGB o 4:4:4 + Pure Dir..........[CUT]
Stefano, sono venuto a riprendermi la famiglia, che era rimasta in campagna da Pasqua, quindi mi collego solo ora...
Sono abbastanza perplesso, devo rileggermi bene le ultime pagine per capire bene la situazione. Comunque ricordavo anch'io il post linkato da Lucio, quindi effettivamente la questione era emersa subito, ma fino ad ora nessun altro aveva fatto lo stesso test, quindi non se ne è riparlato. Io stesso ho il BD S&M, ma come detto le prove da fare sono così tante che per vincere la pigrizia di cui parlavamo tempo fa ho messo da parte la questione, almeno così ho cominciato a calibrare. Anzi, a questo proposito trovo molto interessante il post di Giovanni (a proposito: complimenti a Lucio per la ricevuta calibrazione, e a Giovanni per averla fatta!): visto che a suo giudizio il 55" è meno sensibile dal punto di vista della gestione del gamma" rispetto al 50, la BT1886 tornerebbe in gioco (io per ora l'avevo scartata proprio vista la sua disamina sui pattern di vario tipo). Posto quindi una domanda per lui, te (Stefano), Filippo, Riccardo... insomma, per tutti i calibratori più esperti sul VT60 (ma anche per chiunque voglia dare una risposta, ovviamente). Se si sceglie BT1886 come gamma formula, come ci si comporta per la questione "calibrazione Day e Night"? Immagino si determini solamente il picco di Y desiderato (quindi più alto per la Day rispetto alla Night, decidendo in base alle proprie preferenze), senza più bisogno di scegliere anche il target del gamma (2.0/2.2/2.4), dato che con la BT1886 viene elaborato in maniera ottimale in base alle condizioni effettive del display. Giusto?

Tornando alla questione del test per lo spazio colore corretto, non so bene cosa dire...
La prima cosa che colpisce è che in THX (come si legge in quel post di gennaio) e Personalizza il test non viene fallito, quindi non mi sembra che si possa parlare di bug nel VT60, né di migliore/peggiore conversione da uno spazio colore all'altro. Sembrerebbe appunto che il test non venga passato nella modalità Professionale a causa del white clipping che la caratterizza (qualcuno conferma che anche in THX il clip non c'è?), come viene spiegato anche da S&M. Quindi nessun problema con lo spazio colore, che è correttamente REC.709, ma resta il problema di capire quale sia il segnale migliore da dare in pasto al VT60.
Devo dire che non sapevo che il 1080p pure direct fosse impostabile anche con RGB in ingresso, se non ricordo male però in quella modalità si invia al tv un segnale a 8bit... ed è questo che mi lascia perplesso, perché se hai ragione, Stefano (e il tuo discorso è assolutamente molto plausibile), il migliore segnale da dare in pasto al VT60, almeno da parte di chi dispone di un ottimo lettore/processore, sembrerebbe essere appunto l'RGB.
Potrei fare la stessa prova anch'io, dato che ho un buon processore video impostabile in uscita in RGB (presumo quindi che la conversione sia di buona qualità, come nel tuo Oppo), e anche il Marantz UD5005 ha questa possibilità: ho verificato l'altra sera le sue impostazioni video, e si può scegliere appunto tra YCbCr (nessuna opzione tra 4:2:2 e 4:4:4, anche se in source direct esce in 4:4:4) e RGB. Ripeto: bisogna riuscire a mettere da parte le proprie convinzioni, e se i test dicono una cosa ci si deve fidare, quindi se da quei test ne esce che l'RGB sia la migliore soluzione per avere un quadro video perfetto (o più vicino alla perfezione) quello è, quella cosa degli 8bit però mi ronza in testa fastidiosamente...
Ettore

PS: l'altra notte l'ho passata in piedi a calibrare del tutto il mio VT60, poi però non ho avuto il tempo di verificare i risultati con del buon materiale video, perché dovevo appunto mettermi in viaggio. Magari più tardi o domani posto qualche grafico... ora mi pare che la questione più interessante da sviscerare sia questa, anche perché se l'idea di Stefano è corretta... dovrò mettere da parte tutto e rifare con segnale RGB in ingresso nel VT60 (e magari BT1886 come gamma formula, viste le indicazioni di Giovanni)...
Posso anticipare però che anch'io ho avuto una situazione ottima anche per il gamut, a tutti i livelli di saturazione, non so quell'errore sul Blu da dove saltasse fuori l'altra volta. Il livello del nero rilevato, però, è superiore ai valori letti qui nel 3d (da 0,0063cd/m2 a default, con Gamma preset 2.4, a 0,0058cd/m2 a fine calibrazione), sarei curioso di sapere da Giovanni cosa ha riscontrato sul 55" di Lucio per capire se è la normale differenza tra 50" e 55".

thegladiator
26-04-2014, 17:08
Domanda, hai già calibrato il tuo nuovo pannello?
In caso affermativo hai provato la calibrazione attraverso Mascior 6,5% e successivamente il GCD apl per vedere che reazione hai sulle basse ire 20-60?.......[CUT]

Da ieri ci sto smanettando un po'.

Ho identificato il miglior spazio colore in RGB Level in uscita dall'Oppo. E tra ieri pome e oggi lo sto calibrando (ormai sono a quasi 300 ore). Quello che mi ha positivamente stupito è che col solo 2P ho ottenuto tutta la scala sotto dE di 2, con una media di circa 1. Sto calibrando a gamma 2.22 (come target) e con i 10% APL 22% di GCD (per il momento). Sto usando il preset 2.2 in quanto non ho ancora fatto prove col 2.4 ma concordo con le tue affermazione, il near black è raggiungibile molto meglio col preset 2.4. Ma ora è giusto per dare una "sgrossatina"... :)

Amfortas
26-04-2014, 17:09
Ripeto: bisogna riuscire a mettere da parte le proprie convinzioni, e se i test dicono una cosa ci si deve fidare...[CUT]

Nella prossima vita sarebbe interessante discutere a lungo questa affermazione ;)

Tacco
26-04-2014, 17:24
Nella prossima vita sarebbe interessante discutere a lungo questa affermazione ;)
Mario, sono curioso... dammi anche solo una breve anticipazione del tuo pensiero a proposito.
Io confesso di essere un analitico nel corpo di un romantico... una specie di Dr Jekyll & Mr Hyde, insomma...
Ettore

PS: ho visto ora, leggendo, che Giovanni ha scritto nel suo post il valore del nero rilevato sul 55" di Mario. Non so se la differenza nelle ore di vita del pannello possa avere importanza per questo tipo di rilevazione (non ho guardato l'altra notte le ore del mio, ma saranno di certo parecchie di più di quelle di Mario), di certo io ho avuto una lunghissima sessione di calibrazione, dato che sto ancora perfezionando tutto, workflow custom compreso, quindi il plasma è stato acceso per circa 8 ore... e non ho rilevato il nero subito, all'accensione. Anzi...
Però la differenza resta, e potrebbe anche essere che la mia i1DPro sia meno precisa in questa rilevazione rispetto alla C6 di Giovanni. Anzi, quello è certo, vista la differenza di costo tra le due sonde dovuta proprio alla specifica customizzazione fatta sulla C6 da Spectracal. Giovanni, ne approfitto per farti una domanda: la tua C6 ha una ripetibilità di rilevazione a prova di bomba? Non tanto sul nero (a questi livelli, sinceramente non è un dato che mi fa perdere il sonno. Il nero del VT60 è mostruoso anche a occhio, quindi non mi interessa più di tanto avere il dato preciso) quanto sul white balance anche agli IRE intermedi. E la stessa cosa mi interessa saperla anche da Stefano...
A me capita spesso, in calibrazione, che i livelli delle tre componenti rilevate a uno stesso livello cambino di un tot, senza aver toccato nulla. Mi spiego meglio: mettendo la sonda in rilevazione continua, le tre colonnine degli RGB una volta rilevate restano immobili, oppure hanno una leggere oscillazione ogni tot frazioni di secondo? A me questo ogni tanto capita, e ne ho la controprova facendo una normale lettura completa da 0 a 100 IRE senza aver modificato nulla. Alcune (piccole) differenze le riscontro sempre, anche facendo le due rilevazioni una dopo l'altra, ed è per questo che in linea di massima non ho più intenzione di perdere il sonno per avere le tre componenti allo stesso identico livello, o deltaE inferiori a 1 oppure 0,5. Con sonde amatoriali come le nostre, si rischia solo di inseguire quello che è impossibile da raggiungere...
Ettore

Amfortas
26-04-2014, 17:26
PS: ho visto ora, leggendo, che Giovanni ha scritto nel suo post il valore del nero rilevato sul 55" di Mario. Non so se la d..........[CUT]

TV di Lucio...

Tacco
26-04-2014, 17:28
Refusino... ;-)

Zimbalo
26-04-2014, 17:44
... Se si sceglie BT1886 come gamma formula, come ci si comporta per la questione "calibrazione Day e Night"? Immagino si determini solamente il picco di Y desiderato (quindi più alto per la Day rispetto alla Night, decidendo in base alle proprie preferenze), senza più bisogno di scegliere anche il target del gamma (2.0/2.2/2.4), dato che con la BT1886 viene elaborato in maniera ottimale in base alle condizioni effettive del display. Giusto?...[CUT]

Avendo la BT un gamma medio di 2.38 la ritengo più appropriata per una Night.
Per una Day utilizzerei una Power Law 2.22
Picchi di luminanza secondo le proprie abitudini ed esigenze (ambiente di visione, etc.).

luctul
26-04-2014, 17:45
edit...edit...

biasi
26-04-2014, 18:37
@Tacco sul mio panasonic ho notato che le misure sono più ripetibili se dopo ogni pattern della scala dei grigi alterno una schermata nera;con il radiance come pattern generator è molto semplice fare questo test ma in manuale direi che è improponibile :)

benja65
26-04-2014, 20:42
Una domanda velocissima agli esperti (al limite del richiamo :rolleyes:)
Vorrei cominciare a cimentarmi nella calibrazione del mio 50VT60, utilizzando il software chromapure di cui già dispongo. Dovrei quindi acquistare solo la sonda. Sono arrivato alla scelta fra x-rite i1Display Pro e spyder4 HDTV, anche se propenderei più per la prima anche se un pò più costosa. Cosa ne pensate? Il secondo dubbio che ho è il modello, nel senso che mentre della x-rite c'è solo quel modello della spyder4 ci sono varie versioni (express, pro, elite e hdtv); la differenza fra questi 4 modelli sta nel software a corredo o è anche hardware? Perché se fosse solo software, e volendola usare con il software Chromapure, potrei risparmiare un sacco comprando la Express che costa poco, oppure non sono tutti compatibili con Chromapure?
Ho provato a leggere a destra e sinistra ma alla fine mi si è generata una gran confusione?
Grazie in anticipo
Per evitare di andare OT potete darmi consigli anche in pm.

Benja

sanosuke
27-04-2014, 11:38
@Ettore il nero rilevato a fine calibrazione mi oscilla tra 0.005 e 0.006 cd/m2 quindi nn ci vedo nulla di strano nella tua rilevazione ( del resto e' pure il dato riportato da HdtvTest )
Ben lontano dallo 0.002 che dice qualcuno qui ( almeno sul mio pannello ) ma a meno nn e' mai sceso in fase di ultima calibrazione ( da appena acceso fa 0.004 ma cambia poco e niente se dopo un tot sale )
Riguardo le componenti rgb che si muovono...SI lo fanno =)
Nel senso magari fai una lettura continua al 20% che passa tipo 30 sec senza fare una piega tra le 3 componenti poi di botto una delle 3 saltella,e cosi via.
Capita alle volte e' influenzato dalla calibrazione dello step precedente o successivo.
Non ci perdo piu' il sonno se la variazione e' minima ( insomma che nn passi da un delta di 0.4 a 4 hehe )

@Gladiatore per adesso pure io uso la 2.2 e come dice Zimb ho usato la power law ( nell'altro era pura follia =P )
Il risultato nn e' male mal al buio alle volte sento che manca qualcosa.
Probabilmente il gamma nn e' cosi stabile come ci si aspetterebbe e varia un po' in base alla scena visualizzata ( nel tv precedente sta cosa nn l'avevo mai notata )
Superate le 500 e passa ore magari ci rimetto mano con il gamma 2.4

thegladiator
27-04-2014, 11:44
Stefano, sono venuto a riprendermi la famiglia, che era rimasta in campagna da Pasqua, quindi mi collego solo ora......[CUT]

Allora sei perdonato...... :D

Però conto davvero che tu faccia al più presto la verifica dello spazio colore con lo S&M. Sono ansioso di avere il tuo parere anche perché vorrei confrontarmi con te nella valutazione di alcuni pattern chroma multiburst che non sono proprio facili da decifrare, e non vorrei aver valutato male ciò che vedevo a video (e quindi tratto conclusioni errate circa lo spazio colore).


Posso anticipare però che anch'io ho avuto una situazione ottima anche per il gamut, a tutti i livelli di saturazione, non so quell'errore sul Blu da dove saltasse fuori l'altra volta. Il livello del nero rilevato, però, è superiore ai valori letti qui nel 3d (da 0,0063cd/m2 a default, con Gamma preset 2.4, a 0,0058cd/m2 a fine calibrazione), sarei curioso di sapere da Giovanni cosa ha riscontrato sul 55" di Lucio per capire se è la normale differenza tra 50" e 55".

Oh, bene, hai visto che anche il tuo pannello non aveva nessun problema sul blu?

Per quanto riguarda il nero, io non so che dirvi, sia sul vecchio pannello che sul nuovo rilevo 0,0022-0,0023 cd/mq (la quarta decimale e successive, per chi usa HCFR, si rileva "editando" - aprendo - la cella del foglio...). E a onor del vero anche dopo 3 ore di calibrazione, la lettura finale della scala dei grigi non è minimamente stata inficiata dalla ritenzione, sempre quel valore mi ha rilevato. Non so che dirvi, ora la sonda è anche profilata sul mio pannello e Emidio quando ha rilevato l'altra settimana quel valore mi ha detto che è assolutamente veritiero (e ha rafforzato la cosa dicendomi che lo ZT che aveva avuto modo di misurare faceva addirittura leggermente meglio, strumentalmente, arrivando a 0,001xxx).

thegladiator
27-04-2014, 11:51
Ben lontano dallo 0.002 che dice qualcuno qui ( almeno sul mio pannello )

Leggi il mio post precedente, neanche a farlo apposta. ;)
Non so che dirvi, se non che prima di fare una rilevazione completa della scala dei grigi, metto un pattern nero e attendo qualche minuto, come da consiglio dello stesso Emidio.

Ah, lo 0,006 le recensioni lo hanno rilevato con basso, non con medio (che mi pare qui usino tutti), e occhio a non confondere i dati ANSI con il rilevamento di un pattern nero centrale e/o schermata nera. Il 65" in questo caso dovrebbe scendere a 0,0033, il 55" a 0,0039 e il 50" a 0,0040, se proprio vogliamo fare i pignoli! Quindi fra il primo e l'ultimo ci sono 7 decimillesimi di differenza.
Ergo, la mia sonda potrebbe anche essere leggermente ottimista (ma allora anche quella di Emidio?!), ma le vostre sarebbero pessimiste, eh (oppure tra un pannello e l'altro il nero può essere leggerissimamente migliore o peggiore).....

In generale comunque, vi posso confidare che Emidio mi ha detto che il modo migliore per calibrare i plasma, VT60 compreso, sarebbe quello di alternare FRA OGNI PATTERN (in ogni fase della calibrazione, scala dei grigi, gamma, colori etc..) un pattern nero. Ciò garantirebbe la migliore ripetibilità e precisione possibile nei rilevamenti.
Potrebbe anche essere che in futuro prepari dei file ad hoc, nel caso poi si condivide. :)

thegladiator
27-04-2014, 11:57
Non ci perdo piu' il sonno se la variazione e' minima ( insomma che nn passi da un delta di 0.4 a 4 hehe )

Concordo


@Gladiatore per adesso pure io uso la 2.2 e come dice Zimb ho usato la power law ( nell'altro era pura follia =P )
Superate le 500 e passa ore magari ci rimetto mano con il gamma 2.4

Sì, come ho detto ieri non so se sarà la mia scelta definitiva. Per il momento, a 300 ore, lo tengo così. :)
Non ho nemmeno toccato il bilanciamento bianco a 10P, a dire il vero anche perché ho tutta la scala sotto a dE di 2 già solo col 2P....


@Arydani la verita' e' proprio l'opposto di quel che dici e cioe' che questo tv ha un moto troppo perfetto che nn maschera nulla. Restituisce una definizione massima pure nelle carrellate che pero' di contro sembrano balbettare molto di piu' di altri tv con fonti a 24Hz. Mi son trovato spiazzato pure io all'inizio ma ora nn posso dire che la gestione del moto nn sia perfetta ANZI forse lo e' troppo e tante persone scenderebbero ben volentieri a compromessi sulle linee risolte pur di avere mascherato l'aspetto negativo che ne consegue.

Lo so, forse ho quotato una riga in più del dovuto, ma mi sembrava doveroso. Concordo al 200%!!

Arydani
27-04-2014, 14:27
Confermo che anche il mio misura un nero di 0,006(per calibrazione) ed il gamma partendo dal 2,4 è molto più vicino al 2,2 che non partendo dal preset 2,2!
Il tutto usando gcd..invece ho letto alla veloce la scala dei grigi con avshd e il grafico è diverso ed inguardabile con punte che arrivano a 2,6..mi rifiuto di pensare che possa essere veritiero,userò sicuramente GcD 10% APL!

luctul
27-04-2014, 14:48
Confermo che anche il mio misura un nero di 0,006(per calibrazione) ed il gamma partendo dal 2,4 è molto più vicino al 2,2 che non partendo dal preset 2,2!
I...
confermo...il gamma ,avendo seguito di persona la calibrazione di Giovanni(a proposito non lo ringrazierò mai abbastanza...ora è un altro vedere...la pro cambia dal giorno alla notte rispetto a valori di default)è infinitamente meglio(sarà anche per i miei gusti...ma non solo)partendo da 2.4...

thegladiator
27-04-2014, 16:43
è infinitamente meglio partendo da 2.4...

Quando lo dicevo io.... :fiufiu:

Tacco
27-04-2014, 16:57
Avendo la BT un gamma medio di 2.38 la ritengo più appropriata per una Night.
Per una Day utilizzerei una Power Law 2.22
Picchi di luminanza secondo le proprie abitudini ed esigenze (ambiente di visione, etc.).
Perfetto, come pensavo. BT1886 con Y tra 80 e 90 cd/m2 per la Night; Power 2,2 con Y di 100cd/m2 per la Dim Room, e infine Power 2.0 con Y massima raggiungibile per la Day, quando la farò. Queste credo saranno le mie linee guida...


@Tacco sul mio panasonic ho notato che le misure sono più ripetibili se dopo ogni pattern della scala dei grigi alterno una schermata nera; con il radiance come pattern generator è molto semplice fare questo test ma in manuale direi che è improponibile :)
Come avevo avuto modo di dire anche dopo la mia primissima calibrazione, anch'io seguo da sempre una precauzione simile durante le calibrazioni, utilizzando i pattern interni al mio VP50PRO, soprattutto la banda di scorrimento (simile a quella interna del VT60, solo molto più sottile, ergo schermo quasi tutto nero con una sottile banda bianca in movimento). Lo faccio per prevenire un'eccessiva ritenzione, visto che le mie sessioni durano sempre moltissimo. Magari da ora in poi vedrò di usare anch'io un pattern nero a schermo completo, magari non dopo ogni singolo pattern ma il più spesso possibile...


@Ettore il nero rilevato a fine calibrazione mi oscilla tra 0.005 e 0.006 cd/m2 quindi nn ci vedo nulla di strano nella tua rilevazione ( del resto e' pure il dato riportato da HdtvTest )
Ben lontano dallo 0.002 che dice qualcuno qui ( almeno sul mio pannello ) ma a meno nn e' mai sceso in fase di ultima calibrazione ( da appena acceso fa 0.004 ma ..........[CUT]
Okay, leggendo il tuo post ma anche altri che sono seguiti mi consolo. Diciamo che la mia sonda, e il mio VT60, sono più o meno nella media. Certo che il caso di Glad è particolare, nel senso che sia con il primo 50" che con questo legge dati di molto migliori. Sono propenso a credere che la sua i1D Pro sia fuori standard almeno per le basse luci (a meno che non utilizzi qualche opzione di lettura particolare. Stefano, per caso hai qualche opzione avanzata sulle basse luci - non conosco HCFR, ma in Calman ci sono... - che per esempio prolunga la lettura fino a 4-5 secondi, o cose del genere?), e il fatto che sia profilata non interviene su questo aspetto. La profilazione aiuta la sonda a leggere meglio lo spettro di emissione, e le sue componenti, non a rilevare meglio le basse luci dal punto di vista dell'Y emessa. E dico fuori standard in senso lato: potrebbe essere una sonda ottimista, ma potrebbe anche essere particolarmente precisa (la sonda di Emidio ci dicevi che ha letto gli stessi valori, giusto? Ma si trattava sempre di una i1D Pro oppure della sua sonda professionale?), di certo dubito che molte altre i1D Pro riescano a leggere correttamente un nero pari a 0,002 cd/m2 o anche leggermente superiore. Certo, se Stefano fissa le vacanze di agosto nel periodo giusto magari vedremo di fare una prova incrociata, nella quale la sua sonda verificherà il nero del mio 55VT60... :cool:


Però conto davvero che tu faccia al più presto la verifica dello spazio colore con lo S&M. Sono ansioso di avere il tuo parere anche perché vorrei confrontarmi con te nella valutazione di alcuni pattern chroma multiburst che non sono proprio facili da decifrare, e non vorrei aver valutato male ciò che ved..........[CUT]
La prova la faccio di certo, Stefano, però devo studiare per bene la spiegazione del test che ho stampato dal loro sito. Poi così ne parliamo... Nel frattempo, mi confermi che al momento per te la soluzione migliore sembra essere entrare nel VT60 con segnale RGB, attivando poi 1080p direct (o come diavolo si chiama...)?


Non so che dirvi, se non che prima di fare una rilevazione completa della scala dei grigi, metto un pattern nero e attendo qualche minuto, come da consiglio dello stesso Emidio...........[CUT]
Come scrivevo sopra a Riccardo, anch'io ho sempre seguito una precauzione simile, anche se solo per evitare ritenzione.
Ho comunque intenzione di provare a rilevare il nero del mio 55VT60 subito dopo l'accensione, mettendo prima un bel pattern nero e attendendo un po' come dici. Anche se solo per puro divertimento accademico, diciamo così...
Se però questo stratagemma aiuta ad avere rilevazioni più accurate, lo userò di certo almeno prima della scala dei grigi.


Non esageriamo, ora: non è che va bene solo con i BD. I canali HD di Sky e del digitale terrestre, se trasmettono con un bit-rate adeguato, si vedono alla grande, eh, anche sul VT60.... :)
Oooohhh, finalmente qualcuno ha scritto quello che ho pensato subito dopo aver letto i primi post di questi due ultimi giorni sull'argomento, passando da una pagina all'altra leggendo di 24p, IFC, panning, scatti, gestione del movimento etc. etc.
Non scherziamo, se si parla di SKY HD il VT60 rende alla grandissima, altro che plasma solo per i BD! Certo, deve essere una trasmissione di buona qualità, perché se il bit rate di partenza è scarso allora non c'è VT60 che tenga, anche se in quel caso i problemi non sono tanto sui panning o sulla gestione del movimento, quanto a livello di dithering, nero, solarizzazioni etc.
Fra l'altro ho letto di palline da golf che spariscono e saltano...
Io il golf non lo vedo, però guardo tennis, basket e calcio. E la pallina da tennis non è tanto più grande di quella da golf, ma di salti e sparizioni nemmeno l'ombra, quindi non capivo nemmeno di cosa si stesse parlando...


...invece ho letto alla veloce la scala dei grigi con avshd e il grafico è diverso ed inguardabile con punte che arrivano a 2,6..mi rifiuto di pensare che possa essere veritier..........[CUT]
I pattern di AVSHD sono quelli con APL medio più alto di tutti, immagino quindi possa esserci un certo intervento dell'ABL del plasma, a seconda del pattern visualizzato, e da lì i picchi anomali di gamma altissimo. Mi pare ne avesse parlato anche Giovanni nella sua disamina di qualche tempo fa.
Al momento, i dischi test da preferire sembrano essere Mascior e GCD. Io uso quest'ultimo perché preferisco comunque usare pattern in formato APL.
Ettore

luctul
27-04-2014, 17:16
Quando lo dicevo io.... :fiufiu:
e chi ha mai detto niente?anzi se ben ricordi sei stato tu e poi il sottoscritto(oltre a F_Carone mi pare)a difendere la scelta del 2.4...tanto che,sempre se ben ricordi,rischiammo la galera:D

Zimbalo
27-04-2014, 17:57
... di certo dubito che molte altre i1D Pro riescano a leggere correttamente un nero pari a 0,002 cd/m2 o anche leggermente superiore ...[CUT]

Se legge correttamente o no (nei limiti della fascia qualitativa del prodotto) non lo so, posso solo dire che spesso la mia ha rilevato valori inferiori a 0.002 cd/m2 (il più basso che ricordo era 0.00158...).

nenny1978
27-04-2014, 18:23
@Zimbalo

In realtà il fatto che venga mostrata una misura non significa automaticamente che sia attendibile, visto che si parla di limiti tecnici della sonda stessa. A leggere leggerà e mostrerà un valore, ma che sia quello reale al disotto dello 0,002 non lo garantisce uno screenshot.
A parte questo la cosa non riguarda certo il vt60 e quindi è OT ;)

Zimbalo
27-04-2014, 18:30
Infatti ho precisato "Se legge correttamente o no .... non lo so". In ogni caso quello abbiamo e di quello discutiamo ...
Se, a proposito di rilevazione di sonde, qui dovessero parlare solo quelli che hanno Klein o Minolta penso che leggeremmo ben pochi post.
O no? ;)

mikigio
27-04-2014, 18:53
Possiedo la iD3pro e la C6, le due sonde sono uguali in realtà la sensibilità della C6 è migliore, quando la id3 rileva valori inferiori allo 0.002 cdm2 nel Vt60 50" (a volte sono così bassi che la rilevazione non compare ne con Hcfr n'è con Calman) la C6 rileva regolarmente 0.0022, dopo una sessione di calibrazione (oramai solamente test per valutazioni) è la iD3 pro a rilevare 0.0022/23 mentre in quel caso la C6 è costante su 0.0042/50
Comunque non mi curerei più di tanto di quale sia il valore effettivo del nero, è il modo in cui ci arriva che è notevole e la trasparenza che trasmette decisamente reale, considerando che mi piace la notte e guardare il buio posso affermare che il VT approssimi molto bene la realtà.

sanosuke
27-04-2014, 21:20
In generale comunque, vi posso confidare che Emidio mi ha detto che il modo migliore per calibrare i plasma, VT60 compreso, sarebbe quello di alternare FRA OGNI PATTERN (in ogni fase della calibrazione, scala dei grigi, gamma, colori etc..) un pattern nero. Ciò garantirebbe la migliore ripetibilità e precisione possibile nei rilevamenti.

senza processore video esterno al momento e' impossibile fare questa cosa,salvo nn modifichino i dischi test aggiungendo questo aspetto.

Tacco
28-04-2014, 08:48
senza processore video esterno al momento e' impossibile fare questa cosa,salvo nn modifichino i dischi test aggiungendo questo aspetto.
Robertoooo, ti fischiano forse le orecchie...????
Magari nei ritagli di tempo ci sforni una versione by Roby di GCD con un bel full field gray 0% tra un pattern e l'altro... sai mai...

@Stefano: Tornando al consiglio di Emidio, il pattern nero tra una schermata e l'altra quanto dovrebbe restare a video secondo lui per avere quell'effetto positivo? Anche solo indicativamente... parliamo di qualche decina di secondi oppure di qualche minuto?
Ettore

thegladiator
28-04-2014, 09:23
Guarda Ettore, sapevo che mi avresti fatto questa domanda, ero qui che ti aspettavo. :p

Dunque, durante le misure che abbiamo fatto per profilare la sonda, fra una carrellata e l'altra di pattern (scala dei grigi piuttosto che primari e secondari) attendevamo 3 minuti circa con pattern nero. Quando però mi ha detto che l'optimum sarebbe avere un pattern nero fra OGNI pattern onestamente non gli ho chiesto quanto dovesse durare ma escludo minuti, altrimenti ogni sessione di calibrazione durerebbe davvero troppe ore.
Comunque per non saper né leggere né scrivere gli mando una mail e poi vi dico. :)

thegladiator
28-04-2014, 09:45
In realtà il fatto che venga mostrata una misura non significa automaticamente che sia attendibile, visto che si parla di limiti tecnici della sonda stessa. A leggere leggerà e mostrerà un valore, ma che sia quello reale al disotto dello 0,002 non lo garantisce uno screenshot.

Ovvio Nenny, la garanzia che la rilevazione sia esatta non si può avere, però ti confermo che la lettura anche sotto gli 0,002 la esegue senza problemi.

Arydani
28-04-2014, 09:53
Allora allora...ieri vista la pioggia ho passato la giornata a calibrare cercando di capire il comportamento di questo plasma,per ora mi sono fermato a bilanciamento del bianco e gamma..
Una delle cose che ho notato è che usando solo lo spectral sample "plasma" o solo la matrice di Larry o entrambi la differenza nei rilevamenti è veramente minima!

Gamma:
Partendo dal preset 2,2 non sono riuscito ad appiattire perfettamente i 10IRE neanche andando a fondo scala col comando,questo é davvero strano e non capisco come possa essere dato che tutti gli altri step erano incollati al 2,22!
Se qualcuno ha qualche spiegazione/consiglio sarebbe utile..
Al contrario partendo dal preset 2,4 ho ottenuto un gamma perfetto,una tavola da 2,22 in tutti gli step,salvo poi aumentare la luminosità a +7 per non affogare le basse luci e clippare alla barra 16 e quindi tornare ancora ad inquadrare il gamma(che tra l'altro varia anche al variare del "contrasto").
Comunque risultato notevole una volta finito 2,22 perfettamente lineare!

Bilanciamento del bianco:
Qui riscontro qualche difficoltà a voler essere pignolo:ho cercato di bilanciare le componenti RGB senza mai toccare nè il Gain-verde nè il Cutoff-verde ottenendo un risultato ottimo lungo tutta la scala riguardo rosso e verde ma a 50IRE ho un problema col blu che mi rovina di conseguenza la temperatura colore rendola(in quel punto)più fredda dei 6500k..
Con i controlli a disposizione non sono riuscito a migliorare perché il gain blu influisce le alte luci ed il Cutoff quelle basse,le 50ire trovandosi in mezzo mi impediscono un controllo fine..voi come avete aggirato il problema?
Forse dipende dal fatto che non ho ancora toccato il CMS e/o controllato saturazioni,tinte e luminosità?

Questione nero:
Durante le varie letture é capitato sporadicamente che la sonda rilevasse anche a me 0,002cd/m2,anche se nell'80% dei casi si "fermava" a 0,005!
Non so da cosa possa dipendere,probabilmente dalla precisione altalenante della id3 sulle basse/bassissime luci..

thegladiator
28-04-2014, 10:05
Certo che il caso di Glad è particolare, nel senso che sia con il primo 50" che con questo legge dati di molto migliori. Sono propenso a credere che la sua i1D Pro sia fuori standard almeno per le basse luci (a meno che non utilizzi qualche opzione di lettura particolare. Stefano, per caso hai qualche opzione avanzata sulle basse luci - non conosco HCFR, ma in Calman ci sono... - che per esempio prolunga la lettura fino a 4-5 secondi, o cose del genere?)

Assolutamente nessuna opzione particolare attiva e ribadisco che non ho bisogno di particolari artefici per leggere lo 0,002. Tra tv appena acceso, inizio calibrazione e fine calibrazione quel valore non cambia se non alla 4a decimale...



E dico fuori standard in senso lato: potrebbe essere una sonda ottimista, ma potrebbe anche essere particolarmente precisa (la sonda di Emidio ci dicevi che ha letto gli stessi valori, giusto? Ma si trattava sempre di una i1D Pro oppure della sua sonda professionale?)

A casa mia ha utilizzato il suo spettroradiometro per i colori e profilare la sonda, dopodiché ha usato la mia sonda per fare qualche misura. Il fatto che lo 0,002 fosse "veritiero" deriva dal fatto che aveva rilevato lo stesso valore (non so con quale strumento ) su altro VT60, ed è li che poi mi ha detto che lo ZT scendeva addirittura sotto lo 0,002....

Comunque ragazzi, per farla breve, la mia potrà anche leggere uno 0,001 in meno (può essere) ma è certo che le vostre (se basiamo il confronto con i dati di hdtvtest) leggano +0,002/3. Perché ripeto che 0,005-6 sono valori da basso, su medio dovreste rilevare meno, i dati (di hdtvtest) li ho riportati nel mio post di ieri.

Attenzione ad un particolare, che forse ho sempre dato per scontato: la ripetibilità dello 0,002 l'ho sempre e solo ottenuta con lettura "a contatto", molto meno "a distanza".

Detto questo, non è che ci dobbiamo strappare i capelli per 0,003 millesimi di nero, stiamo parlando di valori davvero infinitesimali........ :p


Ettore mi raccomando, conto su di te per la questione "spazio colore"... ;)

thegladiator
28-04-2014, 10:06
Questione nero: Durante le varie letture é capitato sporadicamente che la sonda rilevasse anche a me 0,002cd/m2

oh, meno male... mi sentivo solo.... :p

Arydani
28-04-2014, 10:07
Finita la calibrazione parziale ho comunque copiato i setting sulla hdmi di SKY e controllato (durante la pubblicità di Caressa con la moglie,quella con sfondo tutto bianco:) )il bilanciamento rgb notando con piacere che è identico a quello della sorgente con cui ho eseguito la calibrazione,il che mi lascia ben sperare sul fatto che anche il gamma sia uguale o almeno simile,in ogni caso altre prove non credo si possano fare!
Il risultato finale anche con SKY é un netto miglioramento,con immagini contrastate e dettagliate..confermo che con segnali di qualità la visione è molto vicina a quella dei bluray,ma questo anche prima della calibrazione..

thegladiator
28-04-2014, 10:09
Gamma:
Partendo dal preset 2,2 non sono riuscito ad appiattire perfettamente i 10IRE neanche andando a fondo scala col comando
Al contrario partendo dal preset 2,4 ho ottenuto un gamma perfetto,una tavola da 2,22 in tutti gli step,salvo poi aumentare la luminosità a +7 per non affogare le basse luci e clippare alla barra 16 e quindi tornare ancora ad inquadrare il gamma(che tra l'altro varia anche al variare del "contrasto").
Comunque risultato notevole una volta finito 2,22 perfettamente lineare!

Tutto assolutmente NORMALE, il VT60 si comporta così. E i settings che riporti sono assolutamente verosimili. :)

Molto bene anche la prova che hai fatto son SKY, bella "furbata"!! :D E ciò confermerebbe quello che già avevo più volte detto, ossia che la calibrazione fatta per i BR ben si adatta anche a SKY, non ho mai notato grossi scostamenti ad occhio (almeno col decoder BSKYB). Tranne per quelle volte, e lo ribadisco, che SKY impazzisce e trasmette con gamma sballato ma in quei casi (rari) è talmente evidente che il dubbio non si pone, le barre nere diventano grigie!

Aenor
28-04-2014, 10:09
Questione nero:
Durante le varie letture é capitato sporadicamente che la sonda rilevasse anche a me 0,002cd/m2,anche se nell'80% dei casi si "fermava" a 0,005!
Non so da cosa possa dipendere,probabilmente dalla precisione altalenante della id3 sulle basse/bassissime luci..

Come mi disse Stefano potrebbe essere la ritenzione che alza il valore letto! non a caso vedo che Stefano ed Ettore stanno parlando ora dell'inserimento di schermate nere (per quanto tempo si saprà) tra un pattern e l'altro..

Correggetemi se sbaglio !

Arydani
28-04-2014, 10:49
[QUOTE=thegladiator;4166446]Tutto assolutmente NORMALE, il VT60 si comporta così. E i settings che riporti sono assolutamente verosimili. :)

Ah ok,menomale pensavo il mio pannello avesse qualche problema ma se succede anche a voi posso stare tranquillo..
SKY alle volte sembra che trasmetta con spazio 0-255 tanto slava i neri:D

@Aenor
La differenza nel mio caso è che l'80%delle volte misura 0,005..ho appena provato a rilevare con luminosità pannello basso ed il nero è 0,01 piuttosto altino rispetto ad altri:confused:

Rivolto a tutti:consigli sul blu a 50ire?

thegladiator
28-04-2014, 10:57
Qui riscontro qualche difficoltà a voler essere pignolo:ho cercato di bilanciare le componenti RGB senza mai toccare nè il Gain-verde nè il Cutoff-verde ottenendo un risultato ottimo lungo tutta la scala riguardo rosso e verde ma a 50IRE ho un problema col blu che mi rovina di conseguenza la temperatura colore rendola(in quel punto)più fredda dei 6500k..

Anche sul mio pannello (e su quello di Filippo, il quale mi aveva passato il file di HCFR del solo bilanciamento a 2P per verificare alcune cose) ti confermo che c'è un picco del blu a 50 IRE che col solo 2P non è correggibile (salvo sballare il resto della scala), ma col 10P non dovresti proprio avere problemi.

Dato che hai sollevato la questione, posto i grafici della mia ultima (grossolana) calibrazione (che per il momento ho fermato al solo 2P, al gamma e al CMS, tutti solo "sgrossati"):


http://s28.postimg.org/k2go2hypp/dati.png (http://postimg.org/image/4tqqoq515/full/)

http://s28.postimg.org/ya6cr5bel/gamma.png (http://postimg.org/image/45hw5s6bd/full/)

http://s28.postimg.org/5920hqqyl/rgb.png (http://postimg.org/image/k50jpc2d5/full/)

luctul
28-04-2014, 10:59
....Al contrario partendo dal preset 2,4 ho ottenuto un gamma perfetto,una tavola da 2,22 in tutti gli step,salvo poi aumentare la luminosità a +7 per non affogare le basse luci e clippare alla barra 16 e quindi tornare ancora ad inquadrare il gamma(che tra l'altro varia anche al variare del "contrasto").
Comunque risultato notevole una volta finito 2,22 perfettamente lineare!

esatto...stesso risultato anche per me dopo calibrazione...sull'altro pro invece siamo stati (sempre partendo da 2.4)leggermente + luminosi (senza perdere assolutamente nulla sul nero)...anche se io preferisco il primo pro calibrato...mi pare decisamente + incisivo

thegladiator
28-04-2014, 11:06
0,01 piuttosto altino rispetto ad altri...[CUT]

No, questo valore è davvero fuori standard. Con basso dovresti rilevare 0,006-7cdmq, non di più assolutamente...

luctul
28-04-2014, 11:10
...Questione nero:
Durante le varie letture é capitato sporadicamente che la sonda rilevasse anche a me 0,002cd/m2,anche se nell'80% dei casi si "fermava" a 0,005!
Non so da cosa possa dipendere,probabilmente dalla precisione altalenante della id3 sulle basse/bassissime luci..
sul mio durante la calibrazione il nero rilevato si aggirava sul 0.0045 cdm2, ma appena iniziato, quindi senza residuo delle alte ire si è visualizzato uno 0.0022.

f_carone
28-04-2014, 11:10
... consigli sul blu a 50ire?....[CUT]

Concordo con Stefano, cercando di allineare con solo 2pt si verifica un picco di blu di +5% a 50IRE, perfettamente allineabile a 10pt.

Tacco
28-04-2014, 11:11
Guarda Ettore, sapevo che mi avresti fatto questa domanda, ero qui che ti aspettavo. :p

Dunque, durante le misure che abbiamo fatto per profilare la sonda, fra una carrellata e l'altra di pattern (scala dei grigi piuttosto che primari e secondari) attendevamo 3 minuti circa con pattern nero. Quando però mi ha detto che l'optimum sarebbe avere un p..........[CUT]
Ormai mi conosci meglio di mia moglie... :D
Attendere 2-3 minuti con pattern nero tra una fase della calibrazione e l'altra non è un problema, come detto lo faccio da sempre anche se con barra bianca su sfondo nero invece che con full field completamente nero.
A questo punto vedrò di inserire un nero completo tra un pattern e l'altro, magari anche solo per 10-20 secondi, in maniera da avere rilevazioni un pelo più affidabili senza allungare troppo il procedimento completo. Certo che, a maggior ragione adesso, l'Autocal e la sua velocità diventano ancora più graditi...


Ovvio Nenny, la garanzia che la rilevazione sia esatta non si può avere, però ti confermo che la lettura anche sotto gli 0,002 la esegue senza problemi.


Assolutamente nessuna opzione particolare attiva e ribadisco che non ho bisogno di particolari artefici per leggere lo 0,002. Tra tv appena acceso, inizio calibrazione e fine calibrazione quel valore non cambia se non alla 4a decimale..........[CUT]
Stefano, io davvero a questo proposito non so cosa dire. A me sotto lo 0,0058 rilevato a fine calibrazione non sono mai andato, e se a te non cambia granché nemmeno tra plasma appena acceso e fine calibrazione perde di importanza anche la prova che volevo fare a tv appena acceso (per escludere la variabile ritenzione). Sono d'accordo con te, non ci perdo il sonno, però la cosa mi incuriosisce.
Ah, dimenticavo... ovviamente io ho sempre e solo calibrato con la sonda a contatto con il vetro, mai a distanza... anche perché da quel che so con un display quella modalità non ha senso, o sbaglio?


Finita la calibrazione parziale ho comunque copiato i setting sulla hdmi di SKY e controllato (durante la pubblicità di Caressa con la moglie, quella con sfondo tutto bianco:) )il bilanciamento rgb notando con piacere che è identico a quello della sorgente con cui ho eseguito la calibrazione, il che mi lascia ben sperare sul fatto che anche il gamma..........[CUT]
Io per SKY (e per il dtt) mi limito da sempre ad adeguare la Luminosità, abbassandola, rispetto ai setting ottenuti dalla calibrazione. E' naturalmente solo un adattamento spannometrico, ma come detto non si può fare tanto di più, considerando poi che come ripetuto mille volte per quel tipo di sorgente si deve anche tenere conto della variabilità da evento a evento dovuta alla loro trasmissione, quindi avrebbe poco senso fare salti mortali con adattamenti ulteriori...
Ettore

Arydani
28-04-2014, 11:15
No, questo valore è davvero fuori standard. Con basso dovresti rilevare 0,006-7cdmq, non di più assolutamente...

Non so che dire..aspettiamo altri riscontri da coloro che misurano 0,005 su medio!

Grazie dei consigli,userò il 10p allora grazie!

thegladiator
28-04-2014, 11:16
@Arydani:
no, per il momento ho lasciato "reccomended". In ogni caso ho appena provato: con CIE2000 e relative Y rimane tutto comunque sotto 2 tranne i 10 IRE che vanno a 4.

Tieni però presente che per la scala dei grigi solitamente si utilizza CIE76uv (è quella che trovi anche nelle rece di hdtvtest) che infatti corrisponde alla "reccomended", con l'unica differenza che quest'ultima utilizza absolute Y

thegladiator
28-04-2014, 11:17
Non so che dire..aspettiamo altri riscontri da coloro che misurano 0,005 su medio!

Guarda il valore rilevato su hdtvtest...

Quando misuri su basso però occhio alla maggiore ritenzione!!!

Tacco
28-04-2014, 11:18
Non so che dire..aspettiamo altri riscontri da coloro che misurano 0,005 su medio!
Io come detto la modalità Bassa, che all'inizio mi interessava eccome, l'ho scartata dopo una prova preventiva su consiglio di Stefano, quindi non l'ho rilevata né lo faro (a breve), vista l'assoluta mancanza di tempo e le mille altre cose da fare con priorità ben superiore.
Mi spiace...
Ettore

f_carone
28-04-2014, 11:21
Non so che dire..aspettiamo altri riscontri da coloro che misurano 0,005 su medio...

Sul mio ho sempre misurato 0,005 con lum pannello medio e sonda a contatto, non ho mai coperto con panno nero il pannello w sonda come quando si effettua la misura vera del livello del nero o lasciato a video una fullfield 0IRE.

thegladiator
28-04-2014, 11:27
Ah, dimenticavo... ovviamente io ho sempre e solo calibrato con la sonda a contatto con il vetro, mai a distanza... anche perché da quel che so con un display quella modalità non ha senso, o sbaglio?.........[CUT]

Certo, anche io a contatto per comodità. Ma attenzione!!

Sempre Emidio docet: con la sonda a contatto, quest'ultima si scalda molto di più e dopo una lunga sessione di calibrazione potrebbe sballare qualche misura. Inoltre, e cosa più importante: la sonda a contatto ha un'area di rilevamento molto piccola. Ora, ammettendo che il pannello sia molto uniforme ad occhio, minime variazioni ci saranno sempre. Allargando l'area di misura, allontanando perciò la sonda, forniamo alla stessa una mole di dati maggiore e "mediata" sull'intera area di rilevazione, il che ai fini della calibrazione risulta essere meglio.

Credo pertanto che quando vorrò eseguire una calibrazione davvero seria, rileverò solo il nero a contatto (magari alla fine, giusto per scopo di "record" dei dati) mentre eseguirò poi tutta la calibrazione a distanza. Quale distanza? Proporzionata alla dimensione del pattern in modo da rilevarne la maggiore area possibile (ricordi il barbatrucco-pattern)? ;)

thegladiator
28-04-2014, 11:28
Sul mio ho sempre misurato 0,005 con lum pannello medio e sonda a contatto, non ho mai coperto con panno nero il pannello w sonda come quando si effettua la misura vera del livello del nero o lasciato a video una fullfield 0IRE.

Ma se stai a 0,005 su medio, su basso a quanto vai?

f_carone
28-04-2014, 11:28
Anche sul mio pannello (e su quello di Filippo, il quale mi aveva passato il file di HCFR del solo bilanciamento a 2P per verificare alcune cose) ti confermo che c'è un picco del blu a 50 IRE che col solo 2P non è correggibile (salvo sballare il resto della scala), ma col 10P non dovresti proprio avere problemi......[CUT]

Quello è un copia/incolla della mia RGB Scale a 2pt cal?:D
Impressionante quanto sia simile.


Ma se stai a 0,005 su medio, su basso a quanto vai?
Mai misurato!

thegladiator
28-04-2014, 11:34
Impressionante quanto sia simile.

Filippo, quando ho aperto il tuo file l'altro giorno dopo aver calibrato a 2P, sono rimasto BASITO!! :eek:

Effettivamente dire che sono sovrapponibili è dire poco!!! Impressionante. Questa è la prova che con player di qualità (vedi Oppo e S790) una certa assonanza fra pannelli quantomeno della stessa dimensione c'è...
Anche il gamma è spiccicato...

Piuttosto, "mi servivi proprio tu" :D perché volevo capire se avevi qualche idea su come risolvere quello scostamento sul giallo al 25% di saturazione che mi ritrovo anche io.... :)
Nella tua calibrazione da che valore parti per il colore?


Mai misurato!

Prova, sono curioso...io 0,005-6 lo misuro con basso....

f_carone
28-04-2014, 11:41
Piuttosto, "mi servivi proprio tu" perché volevo capire se avevi qualche idea su come risolvere quello scostamento sul giallo al 25% di saturazione che mi ritrovo anche io...[CUT]

Nooooo non mi dire :eek:, è stato il mio cruccio, ho usato vari metodi, non è servito a niente sparisce con l'invecchiamento del pannello :D.


Prova, sono curioso...io 0,005-6 lo misuro con basso....
Si, si ne avevamo già discusso altre volte, purtroppo non ne ho mai avuto il tempo di verificare.

thegladiator
28-04-2014, 11:45
Nooooo non mi dire :eek:, è stato il mio cruccio, ho usato vari metodi, non è servito a niente sparisce con l'invecchiamento del pannello :D.

O porca vac.... vabè meglio così!!! :)

Ascolta... quindi il valore di partenza ottimale del colore nel tuo caso qual è?

f_carone
28-04-2014, 11:47
... il valore di partenza ottimale del colore nel tuo caso qual è?

Colore=48 ;).

thegladiator
28-04-2014, 11:48
Grazie!!! :)

Tacco
28-04-2014, 11:54
Certo, anche io a contatto per comodità. Ma attenzione!!

Sempre Emidio docet: con la sonda a contatto, quest'ultima si scalda molto di più e dopo una lunga sessione di calibrazione potrebbe sballare qualche misura. Inoltre, e cosa più importante: la sonda a contatto ha un'area di rilevamento molto piccola. Ora, ammettendo che il pannello sia molto..........[CUT]
Mah, su questo argomento sono abbastanza perplesso.
Al di là delle complicazioni non da poco nei preparativi pre-calibrazione (treppiede, giusta distanza dal pannello, giusta angolazione della sonda...) che già di per sé mi fanno escludere la cosa, con i display lcd/plasma (escludendo quindi i soli proiettori) mi sembra davvero una cosa abbastanza inutile, nel senso di irrisoria.
Anche accettando gli eventuali vantaggi dovuti alla rilevazione di una porzione più ampia di schermo, quindi con meno impatto a proposito della uniformità dello stesso, di che incremento stiamo parlando? Usando i pattern 10% windows APL di GCD (per non parlare dei 6,5% windows standard di Mascior, o addirittura più piccoli) parliamo comunque di andare a rilevare una porzione in più di schermo davvero piccola, secondo me quindi gli eventuali vantaggi (tutti da verificare: può essere che sui 65" da quello che si legge qui una maggiore variabilità nell'uniformità del pannello ci sia, ma sui 50" e 55"...) di questo tipo di rilevazione sarebbero inferiori agli svantaggi/problemi da risolvere, come per esempio la questione dell'interferenza della luce ambientale, che in condizioni come le nostre (normale appartamento o taverna che sia... ma con elettroniche che hanno spie di accensione/stand-by, per non parlare dei riflessi di pareti, pavimenti, mobili, specchi, cornici etc. etc.) è di certo rilevante in una calibrazione di questo tipo. Si dovrebbero utilizzare le funzioni di compensazione della luce ambientale di sonda/software, sperando che siano affidabili... insomma, io onestamente quello è proprio un problema che non mi pongo (almeno questo!).
A proposito: un precedente post di Filippo mi ha fatto sorgere una domanda: ovviamente per il livello del nero utilizzi lo stesso tipo di pattern, quindi gli APL di GCD o i windows di Mascior, giusto? Perché non mi sono posto proprio il problema che magari tu parlassi di rilevazioni fatte con full field 0% per il livello del nero...
Ettore

Tacco
28-04-2014, 12:00
Ascolta... quindi il valore di partenza ottimale del colore nel tuo caso qual è?
Stefano, a questo proposito fai anche la prova relativa al comando Tint. Io ho verificato che settando in partenza non solo il comando Colore, ma anche quello Tint, la situazione di partenza è decisamente migliore.
Purtroppo non posso postare i grafici della mia calibrazione, perché l'altro giorno smanettando per modificare il mio workflow ho inavvertitamente salvato delle modifiche non sul workflow base, ma sulla sessione vera e propria di calibrazione, quindi ho perso le rilevazioni finali. Mi sono rimaste solo quelle iniziali e intermedie, relative a due salvataggi che ho fatto nel corso del lavoro...
Ettore

f_carone
28-04-2014, 12:03
...per il livello del nero utilizzi lo stesso tipo di pattern, quindi gli APL di GCD o i Windows di Mascior, giusto? Perché non mi sono posto proprio il problema che magari tu parlassi di rilevazioni fatte con full field 0% per il livello del nero.........[CUT]

Misurando con APL GCD e con full field 0% si ha una differenza di qualche decimillesimo di candela.

Arydani
28-04-2014, 12:07
@Arydani:
no, per il momento ho lasciato "reccomended". In ogni caso ho appena provato: con CIE2000 e relative Y rimane tutto comunque sotto 2 tranne i 10 IRE che vanno a 4.

Tieni però presente che per la scala dei grigi solitamente si utilizza CIE76uv (è quella che trovi anche nelle rece di hdtvtest) che infatti corrispond..........[CUT]

Ok con le tue impostazioni siamo sovrapponibili..perfetto!
A questo punto mi sembra di capire da chi ha il tv calibrato che i valori sono tutti molto uguali tra loro a parte il livello del nero che probabilmente sui 50pollici é più basso,ma ci sono troppe variabili da considerare..meglio non fasciarsi la testa!
Sarei solo curioso di sapere cosa rileverebbe una klein..

P.S.
A meno che non si trattò di un vpr sono assolutamente contrario ad usare la sonda a distanza,secondo me meglio a contatto.

f_carone
28-04-2014, 12:14
A questo punto mi sembra di capire da chi ha il tv calibrato che i valori sono tutti molto uguali tra loro a parte il livello del nero che probabilmente sui 50pollici é più basso,ma ci sono troppe variabili da considerare..meglio non fasciarsi la testa...[CUT]

In effetti le variabili sono tante e siccome stiamo parlando di valore rilevato durante una calibrazione e non per la misura specifica del nero, oltre alla tolleranza della sonda e del pannello si aggiunge anche la variabile delle condizioni luminose dell'ambiente di misura; considerando che stiamo parlando di valori bassissimi basta anche una minima variazione luminosa dell'ambiente anche del solo display del pc di misura per influenzarla, ecco perchè ho tirato in ballo la questione del panno nero a copertura del pannello+sonda durante questa lettura che sarebbe una condizione specifica ed uguale per tutti, chiaramente diventa lettura specifica decontestualizzata dalla calibrazione.

thegladiator
28-04-2014, 12:16
Misurando con APL GCD e con full field 0% si ha una differenza di qualche decimillesimo di candela.

Confermo, praticamente nessuna differenza.

thegladiator
28-04-2014, 12:18
Stefano, a questo proposito fai anche la prova relativa al comando Tint.......[CUT]

Ok, seguirò anche il tuo consiglio. ;)

thegladiator
28-04-2014, 12:21
In effetti le variabili sono tante......[CUT]

Ovvio. Io quando calibro sono nel buio più assoluto, durante le misure il notebook va su schermata nera, tutti i display delle elettroniche spenti o dimmerati. Non credo che, almeno nel mio caso, il panno nero intorno al pannello farebbe differenza...

thegladiator
28-04-2014, 12:27
probabilmente sui 50pollici é più basso...[CUT]

Stando alla regola generale e ai rilevamenti di hdtvtest non dovrebbe essere così: su schermata nera 0,0033 il 65", 0,0039 il 55" e 0,0040 il 50". In ogni caso tra 50", il peggiore, e il 65", il migliore, stiamo parlando di 7 decimillesimi di candela (!!). Le differenze aumentano leggerissimamente su schermata ANSI, ma credo sia più dovuto al fatto che su un 65" i rettangoli sono più grandi quindi la distanza fra il punto di rilevamento centrale al rettangolo e il bordo dei quadrati bianchi adiacenti aumenta, di conseguenza la filtrazione di luce è inferiore. Non dipende certo dal fatto che il 50 o il 55, per ragioni oscure, "tengono meno" il nero. Scommettiamo che se eseguiamo il rilevamento con quadrati riproporzionati ad uguale dimensione, le misure si eguaglieranno anche sull'ANSI? ;)

sanosuke
28-04-2014, 12:27
sul mio durante la calibrazione il nero rilevato si aggirava sul 0.0045 cdm2, ma appena iniziato, quindi senza residuo delle alte ire si è visualizzato uno 0.0022.

stesso valore del mio al momento.
Dopo un po' di smanettamenti sul 65pollici il nero si ferma a 0.0045 circa,se sposto la sonda in una parte dove nn si e' formata ritenzione sono a 0.002
Se fosse possibile calibrare abbassando la ritenzione in qualche modo tra una slide e un altra sarebbe cosa gradita perche' credo che nn sia solo il nero ad andare a ramengo poi =)

Con pannello basso si ferma a 0.006 CD/m2 o poco meno il mio
Carina la cosa della lettura a distanza ma nn ho il cavalletto e nn riuscirei nemmeno a metterlo per come e' messo il tv =/
Riguardo i grafici di Gladiatore sugli RGB sono assolutamente sovrapponibili ai miei con la calibrazione a soli 2P ( il gamma manco per niente magari ma tante' ) con il 50 che rompe le bolas e che nn si puo' sistemare senza l'ausilio della 10P ( pena massacrare tutto il resto )
Su quello pare siamo tutti grossomodo nella stessa barca,segno che i tv reagiscono molto similmente nei pro e nei contro a quanto pare.

f_carone
28-04-2014, 12:28
@Lucio
Una curiosità, c'è un motivo specifico per cui si è deciso di intervenire anche sul G e non soltanto sul R e B dal momento che si dispone di tutti i comandi compreso il gamma?

thegladiator
28-04-2014, 12:30
@Lucio:
i valori della tua calibrazione mi sembrano esattamente in linea con quelli che ho sempre visto, nulla da segnalare. Te lo sei fatto fare bello luminoso, eh? :D
A quel livello di contrasto però sarebbe bello vedere però il grafico gamma diviso sulle tre componenti....

f_carone
28-04-2014, 12:35
@Lucio:
Te lo sei fatto fare bello luminoso, eh?... a quel livello di contrasto però sarebbe bello vedere però il grafico gamma diviso sulle tre componenti....

Forse è per questo che si è dovuto intervenire anche sul G? A quel livello di contrasto (io sono su 58) non mi sono mai sognato di arrivarci.

thegladiator
28-04-2014, 12:35
se sposto la sonda in una parte dove nn si e' formata ritenzione sono a 0.002...[CUT]

Ulteriore conferma. :)

Dai dati raccolti, pare che la maggiore indiziata su queste piccolissime differenze sul nero sia proprio la ritenzione, e come sappiamo ogni pannello fa storia a sé....

luctul
28-04-2014, 12:36
@Lucio:
i valori della tua calibrazione mi sembrano esattamente in linea con quelli che ho sempre visto, nulla da segnalare. Te lo sei fatto fare bello luminoso, eh? :D
....
mah...non è che ho deciso io...è venuto fuori così dalla calibrazione(credo)...sull'altra pro è + luminoso ma io preferisco questa che è + incisiva IMHO

sanosuke
28-04-2014, 12:36
stessa cosa che volevo chiedere io con contrasto a 75 sarei curioso di vedere che viene fuori con le 3 componenti poi :)
Qualcuno mi rispiega perche' fermo restando di ottenere un gamma 2.22 piatto se parto dal 2.4 anziche' dal 2.2 ottengo una resa diversa?
Son sempre stato curioso visto che il targhet rimane il 2.22

luctul
28-04-2014, 12:38
@Lucio
Una curiosità, c'è un motivo specifico per cui si è deciso di intervenire anche sul G e non soltanto sul R e B ...
non saprei risponderti...spero Giovanni legga il tuo post e risponda in maniera sicuramente precisa ed esauriente

thegladiator
28-04-2014, 12:42
Con pannello basso si ferma a 0.006 CD/m2 o poco meno il mio......[CUT]

Sul mio rilevo 0,005-6, quindi siamo perfettamente allineati.

Vedrai che con l'invecchiamento del pannello, e la diminuzione della ritenzione, su medio avrai letture sempre più spesso a 0,002.. ;)

f_carone
28-04-2014, 12:43
... perche' fermo restando di ottenere un gamma 2.22 piatto se parto dal 2.4 anziche' dal 2.2 ottengo una resa diversa? Son sempre stato curioso visto che il targhet rimane il 2.22

Credo dipenda da una base di partenza diversa raccordata al famigerato ABL.

thegladiator
28-04-2014, 12:45
Qualcuno mi rispiega perche' fermo restando di ottenere un gamma 2.22 piatto se parto dal 2.4 anziche' dal 2.2 ottengo una resa diversa?

Dunque, sul near black credo che la risposta tu già la sappia: non avendo a disposizione comandi che intervengano sotto le 10 IRE vien da sé che sia diversa. Sul resto della scala le differenze, se il target è identico, non sono eclatanti ma in ogni caso la risposta te la potrebbe dare solo Panasonic! :D

mikigio
28-04-2014, 12:47
f-Carone
Ciao, considera che lui ha il 55 e tu il 50, siamo partiti dalla decisione di avere 125 cdm2 sul pattern 100% Mascior 6,5
Sul mio 50 quel valore si raggiunge con contrasto 66
Il verde non è legato al gamma come su altri pannelli, Pioneer ad esempio ma sul VT il gamma varia anche se tieni 0 sul verde ma spostando il Rosso in più o meno fuori range il gamma varia, quindi il gamma del VT è strettamente legato all'RGB indipendentemente dal colore trattato.
Inoltre gli interventi sul verde migliorano la resa generale, questo sempre parlando del riferimento che utilizzo io (5090H)


Contrasto a 75 la resa era lineare sulle tre componenti RGB anche a 90-100ire.

thegladiator
28-04-2014, 12:55
Il verde non è legato al gamma come su altri pannelli, Pioneer ad esempio.......[CUT]

Dunque, questo l'avevo notato. Però non ci ho mai ragionato molto fino ad ora, magari erroneamente, e non ci ho dato molto peso.

A questo punto però spiegami una cosa in virtù di quanto hai (preziosamente) affermato: come fai a sapere quale sia la combinazione più corretta della terna RGB ad un determinato IRE? Voglio dire, i 6500K li puoi raggiungere a -8, 0, -3 (è un esempio eh) e allo stesso modo a -12, -6, -10 e "infinite" altre. Su che base scegli? Non so se mi sono spiegato...

f_carone
28-04-2014, 13:05
... i 6500K li puoi raggiungere a -8, 0, -3 (è un esempio eh) e allo stesso modo a -12, -6, -10 e "infinite" altre. Su che base scegli? Non so se mi sono spiegato.......[CUT]

Per quanto mi riguarda ti sei spiegato benissimo, infatti era quello che mi stavo accingendo a chiedere a mikigio, e cioè le combinazioni/variabili diventano tante dato che il G è influenzato anche dai valori di R e B, posso capire l'intervento sul G in casi particolari, ma qui è stato fatto per tutta la scala RGB. La richiesta non è per contestare, si intende, ma per condividere certi aspetti che in questo momento mi sfuggono ;).

mikigio
28-04-2014, 13:18
Dunque, questo l'avevo notato. Però non ci ho mai ragionato molto fino ad ora, magari erroneamente, e non ci ho dato molto peso.

A questo punto però spiegami una cosa in virtù di quanto hai (preziosamente) affermato: come fai a sapere quale sia la combinazione più corretta della terna RGB ad un determinato IRE? Voglio dire, i 6500K li puoi raggiun..........[CUT]

Questo non lo sò, o meglio Calman determina i valori, se ho ad esempio a 90 ire gamma -2 ____R+3 G-3 B+2____ se cambio il Rosso e lo porto negativo otterei un quadro che tende al blu/ciano, dovrei quindi abbassare il Verde ed il Blu portando tutto molto negativo per riequilibrare la T.C., a quel punto il Gamma se ne andrebbe per i fatti suoi e dovrei cambiare il valore di gamma per recuperare la linearità perduta.
La stessa cosa avviene sul Radiance, dove attraverso Calman non esiste nemmeno il comando del Gamma point ma solo RGB e lavorando solo sugli RGB si aumenta od abbassa il Gamma, Verde compreso, non vi è distinzione.
Quanto scritto in quest'ultima frase è legato alla Gestione del RGB Radiance non quello della TV.

Tacco
28-04-2014, 14:59
..........[CUT] come fai a sapere quale sia la combinazione più corretta della terna RGB ad un determinato IRE? Voglio dire, i 6500K li puoi raggiungere a -8, 0, -3 (è un esempio eh) e allo stesso modo a -12, -6, -10 e "infinite" altre. Su che base scegli?...


Questo non lo sò, o meglio Calman determina i valori, se ho ad esempio 90 ire gamma -2 R+3 G-3 B+2, se cambio il Rosso e lo porto negativo otterei un quadro che tende al blu/ciano, dovrei quindi abbassare il Verde ed il Blu portando tutto molto negativo per riequilibrare la T.C., a quel punto Gamma il se ne andrebbe per i fatti suoi e dovrei cam..........[CUT]
Ragionando su questo aspetto... da quel che so (e da quel che ha scritto in un post precedente), Giovanni prima ha operato un passaggio con Autocal, dopodiché ha lavorato in manuale di fino (dico bene Giovanni?), quindi ovviamente in manuale è andato ad agire partendo da valori RGB di partenza ben definiti. A quel punto, è ovvio che la scelta sui valori da "preferire" sia scontata, nel senso che in base alla temperatura colore rilevata e al grafico RGB Balance settato in maniera da visualizzare bene i tre livelli RGB per ogni step IRE si agirà sulla componente RGB (o su più di un componente RGB) più fuori scala, osservando la reazione degli altri.
Anch'io ho notato fra l'altro in queste due sole sessioni sul mio VT60 che agire sul comando specifico del gamma influenza direttamente le componenti RGB del wb anche se l'intervento è molto limitato, e anch'io sono intervenuto spesso sul GREEN un po' perché non se ne poteva fare a meno, e un po' perché notavo che il gamma mutava comunque anche agendo solo sul RED e/o BLU.

Nota a margine: Di certo, però, io non calibrerò a 125cd/m2, un po' perché come detto con gli APL di GCD quel valore non è raggiungibile sul mio 55", e un po' perché quel valore lo userei solo per la visione Day. Credo mi orienterò - a differenza di quanto fatto finora - sulla BT1886 con Y di 90-100cd/m2 per la Night... può essere che decida direttamente per le 100cd/m2, evitando così una calibrazione specifica Dim Room intermedia e usando a quel punto la Professonale 2 prima per un confronto calibrando con lo stesso target, ma entrando nel VT60 in 1080p (così seguendo le indicazioni di Filippo potrei verificare la reale esigenza di una calibrazione specifica per SKY e il suo 1080i 50Hz). Se non noterò grosse varianti, farò la calibrazione Day direttamente lì, risparmiandomi l'uso del preset Personalizza...
Ettore

sanosuke
28-04-2014, 18:23
parliamo comunque di andare a rilevare una porzione in più di schermo davvero piccola, secondo me quindi gli eventuali vantaggi di questo tipo di rilevazione sarebbero inferiori agli svantaggi/problemi da risolvere, come per esempio la questione dell'interferenza della luce ambientale, che in condizioni come le nostre (normale appartamento o taverna che sia... ma con elettroniche che hanno spie di accensione/stand-by, per non parlare dei riflessi di pareti, pavimenti, mobili, specchi, cornici etc. etc.) è di certo rilevante in una calibrazione di questo tipo.

ancor piu' se tra pannello e vetro ci intercorre pure spazio ( come nel vt60 )
L'ideale per il contatto sarebbe comunque avere un tipo di pannello come quello dello ZT,per quello il nero misurato e' un cicinino meglio del vt )

sanosuke
28-04-2014, 18:26
Sul mio rilevo 0,005-6, quindi siamo perfettamente allineati.

Vedrai che con l'invecchiamento del pannello, e la diminuzione della ritenzione, su medio avrai letture sempre più spesso a 0,002.. ;)
la differenza maggiore ad oggi rispetto all'inizio la vedo nel gamma ( che pero' con il tuo nn c'azzecca ancora nulla...quella linearita' li l'avevo nel vecchio C7000 ma nel pana manco a parlarne ) e nel grafico CIE ( adesso e' molto molto piu' preciso gia' di casa )
Piuttosto io nn ho problemi con il giallo a nessuna saturazione ( ho letto che hai problemi al 25%? ) unico colore rognoso e' il blu ma si sistema pure quello ai limiti dell'ottimo.
Io come ho sempre detto l'unica vera difficolta' di calibrare questo tv la trovo nel non generare dithering colorato sul nero a fine calibrazione senza mangiare il 17.
Per il resto nn ho MAI visto un tv piu' facile da sistemare a parte i led ( il fatto che il verde nn incide quasi per niente nel gamma aiuta moltissimo la calibrazione )
Adesso ci vorrebbe un disco test apposta per i plasma con intra frame nero tra un pattern e un altro con schermata ANSI e tutto quello che manca al GCD =/

PS ho provato la differenza tra matrice di Larry e solo spectral e come gia' letto qui e' davvero minima,cambia qualche scostamento nella scala rgb qui e li ma proprio davvero poca roba.
Per nn saper ne leggere ne scrivere e non avendo una mia matrice io preferisco nn caricare nulla e andare solo di spectral,poi se faccio bene o male pazienza.

thegladiator
28-04-2014, 21:24
che pero' con il tuo nn c'azzecca ancora nulla.........[CUT]

Ma intendi da calibrato o a default? Perché a default capirei che possano esserci differenze tra 50" e 65", se non riesci ad appiattirlo calibrandolo... ehm... sei tu che non sei capace!!!! :fiufiu:





Scherzo... :D ma magari davvero, a parte tutto, devi ancora imparare a conoscerlo per bene il VT60, io ormai è un anno che ci sbatto la testa... ;)



Io come ho sempre detto l'unica vera difficolta' di calibrare questo tv la trovo nel non generare dithering colorato sul nero a fine calibrazione senza mangiare il 17.

Per evitare il dithering rosso sul nero (che bell'accoppiamento di colori!!! :D ) evita di alzare il RED CUT del 2P oltre un certo valore, basta anche 1 tacca in meno e sparisce del tutto (bilancia poi la terna RGB in altro modo)... ma ti devo dire tutto, eh!!! :D;)



Adesso ci vorrebbe un disco test apposta per i plasma con intra frame nero tra un pattern e un altro con schermata ANSI e tutto quello che manca al GCD

eh, non sarebbe male....



Per nn saper ne leggere ne scrivere e non avendo una mia matrice io preferisco nn caricare nulla e andare solo di spectral,poi se faccio bene o male pazienza.

fai bene! :)

thegladiator
28-04-2014, 21:31
ho letto che hai problemi al 25%.........[CUT]

Sì, il giallo al 25% di saturazione è l'unico che a default sballa un pochetto e non è facile da sistemare. Per tutto il resto già a default è davvero a posto (è vero, il blu un pochino meno...) ma bastano pochi clic (come dici tu! :D ) per centrare tutti i target.

Anche Filippo è nella stessa situazione, sarà una prerogativa dei 50". Ognuno ha le sue "rogne"...

thegladiator
28-04-2014, 21:34
L'ideale per il contatto sarebbe comunque avere un tipo di pannello come quello dello ZT,per quello il nero misurato e' un cicinino meglio del vt

Su questo non ci sono dubbi, il pannello fra VT e ZT è identico e l'unico fattore che può incidere (infinitesimalmente) sul nero è proprio il one sheet glass gapless...

biasi
28-04-2014, 23:49
..Adesso ci vorrebbe un disco test apposta per i plasma con intra frame nero tra un pattern e un altro con schermata ANSI e tutto quello che manca al GCD..
io sto utilizzando recentemente un disco test con le caratteristiche citate (intra frame nero tra un pattern e un altro, contrasto ansi, color checker, saturazioni varie,ecc) ed è quello che si trova su http://www.displaycalibrations.com

Tacco
29-04-2014, 00:00
Eh, Riccardo... però gli mancano gli APL.
M perché il disco test perfetto per tutti e per ogni esigenza non esiste? Io continuo a preferire gli APL per i plasma, purtroppo.
Ah... comunque in effetti non ho capito come mai usi ancora il disco invece del solo Radiance come pattern generator...
Ettore

sanosuke
29-04-2014, 01:07
@Gladiatore ma il gamma che avevi postato in un grafico ( di qui o di la' mo nn so do e' andato a finire ) era calibrato o default?
Se era calibrato e' un conto ma se quello e' default il gamma del mio e' un macello rispetto a quello.
Calibrato e' ovviamente piatto come na tavola ( se si parte da gamma 2.2 a 10 ire nn si riesce a chiudere bene nemmeno a fondo scala e tende un po' ad aprire ma sta bene cosi il discostamento e' davvero minimo finche' nn calibro con presrt 2.4 )

luctul
29-04-2014, 07:32
....Io per SKY (e per il dtt) mi limito da sempre ad adeguare la Luminosità, abbassandola, rispetto ai setting ottenuti dalla calibrazione...
scusa Ettore una domanda...ma variando la luminosità non sballa la calibrazione?(o forse mi confondo con il contrasto che dopo calibrazione non va toccato)

thegladiator
29-04-2014, 08:12
Se era calibrato e' un conto ma se quello e' default il gamma del mio e' un macello rispetto a quello........[CUT]


Luca, mi pare ovvio che il grafico del gamma che ho postato ieri, che riporto nuovamente di seguito (a scanso di equivoci), fosse a pannello calibrato (c'era anche scritto):

http://s28.postimg.org/ya6cr5bel/gamma.png (http://postimg.org/image/45hw5s6bd/full/)


Questo invece a default (mod. Pro + pannello su medio):

http://s29.postimg.org/d9nm4ywif/gamdef.png (http://postimg.org/image/545k6t89f/full/)



...e non mi pare proprio sia così drammatico come tu dici, ANZI. ;)

f_carone
29-04-2014, 08:59
Identica situazione:

Pro1/2 Gamma Default (lum pannelo medio):
http://s29.postimg.org/wtg3dsc2b/Pro2_Gamma_Default.jpg (http://postimg.org/image/wtg3dsc2b/)

Pro1/2 Gamma Calibrated (lum pannelo medio):
http://s27.postimg.org/eihgqcxr3/Pro2_Gamma_Calibrated.jpg (http://postimg.org/image/eihgqcxr3/)

thegladiator
29-04-2014, 09:09
Filippo come al solito mi "ruba" i grafici del mio pannello.... :O



:D:D:D


P.S. Parti da preset 2.4?

Tacco
29-04-2014, 09:19
scusa Ettore una domanda...ma variando la luminosità non sballa la calibrazione?(o forse mi confondo con il contrasto che dopo calibrazione non va toccato)
Lucio, questo è ovvio. Ogni cambiamento a uno dei controlli di immagine cambia - o almeno può cambiare - la situazione.
Ma infatti stimo parlando di adattamenti occhiometrici da fare per SKY o per il dtt interno, segnali che non possono essere calibrati, per ovvie ragioni, e per i quali comunque i parametri ottenuti dalla calibrazione attraverso lettore BD su un segnale 1080p24 non si adatteranno comunque alla perfezione nemmeno se lasciati inalterati. E ce ne si accorge alla prima visione, soprattutto nel caso di scene scure: non potendo avere alcun riferimento su gamut e gamma, l'unica cosa che si può fare è adattare il controllo di Luminosità per evitare il dithering in eccesso in quella parte del quadro, senza alcuna pretesa di avere setting da riferimento ma semplicemente per consentire una visione adeguata. L'unica parte della calibrazione che anche a occhio resta valida almeno per il 90% anche nel caso di SKY è il white balance. L'assenza delle dominanti prevalenti è evidente...
Ettore

mikigio
29-04-2014, 10:56
Anche il 55 di Luctul aveva di default un grafico molto simile a quello da voi postato, solo che noi lo visualizzavamo in Calman

Arydani
29-04-2014, 11:06
Ragazzi alla fine ieri non ho saputo resistere ed ho continuato la calibrazione utilizzando i controlli 10p..
I risultati sono molto soddisfacenti,,direi perfetti per quanto riguarda gamma,temperatura colore e andamento rgb ma ho riscontrato dei problemi riguardo il CMS..Ecco i grafici:

Gamma
21842

RGB LEVEL
21843

TEMPERATURA
21844

DIAGRAMMA CIE
21845

Purtroppo in quest'ultimo non sono riuscito a centrare il 25%sat del giallo,il 100% rosso ed i blu sono messi piuttosto malaccio tranne al 75%..
Sarà mica colpa dei patterns? Ho usato gcd 100lum/100sat!
Con i 75/75 era peggio soprattutto per le saturazioni al 100% che risultavano troppo lontani dai targhet mentre gli altri step evidenziavano più o meno gli stessi problemi..
Leggo che qualcuno con pochi click riesce a sistemare sia il giallo che il rosso,sarebbero molto utili dei consigli vista la mia prima calibrazione su questo tv..

f_carone
29-04-2014, 11:14
...Parti da preset 2.4?

Preset gamma 2.2.

Tacco
29-04-2014, 11:15
Ragazzi alla fine ieri non ho saputo resistere ed ho continuato la calibrazione utilizzando i controlli 10p..
I risultati sono molto soddisfacenti,,direi perfetti per quanto riguarda gamma,temperatura colore e andamento rgb ma ho riscontrato dei problemi riguardo il CMS..Ecco i grafici:..........[CUT]
Quello che posso dirti è che io da sempre per il gamut utilizzo il 75% di stimolo, e credo che questa sia l'indicazione generalmente seguita. Per quanto riguarda la saturazione, ovviamente è una tua scelta: mi pare di capire quindi che tu abbia calibrato per il 100% di saturazione, io invece avrei cercato di centrare il 75% vedendo poi la situazione generale. Visto però che dici che così facendo (75/75) il risultato era peggiore, non so che dirti...
Ovviamente conta anche, e tanto nel caso del gamut, la sonda utilizzata, oltre che il pattern (okay i livelli di stimolo e saturazione, ma hai usato la versione 10% APL oppure i Windows standard?).
Ettore

f_carone
29-04-2014, 11:21
Purtroppo in quest'ultimo non sono riuscito a centrare il 25%sat del giallo,il 100% rosso ed i blu sono messi piuttosto malaccio tranne al 75%.. Sarà mica colpa dei patterns? Ho usato gcd 100lum/100sat!......[CUT]

Concordo con Ettore che per il CMS meglio partire concentrandosi sul 75lum e secondo me anche 75sat per poi verificare gli altri livelli di lum/sat utilizzando sempre lo stesso tipo di patterns.

Tacco
29-04-2014, 11:32
Filippo, meno male che ogni tanto ci azzecco!
Evidentemente le ripetizioni tue, di Roberto, Stefano, Giovanni e Riccardo (cito a memoria i più tartassati dal sottoscritto) hanno avuto un qualche effetto... :D
Ettore

Arydani
29-04-2014, 11:34
Si,10% APL..Ho calibrato anche con i pattern 75/75 ma i risultati come detto prima erano simili negli intermedi ma gran lunga peggiori al 100..
Bah magari proverò a ripartire da 0...:rolleyes:

f_carone
29-04-2014, 11:41
Come ho riferito anche a Stefano il problema del giallo si dovrebbe attenuare con l'invecchiamento del pannello, il mio ha superato da un pezzo le 1000 ore di utilizzo e ora il giallo è perfettamente centrabile al 25%, 50% e 75% meno perfetto al 100% ma pur sempre a contatto del relativo quadratino reference. Fino a circa 400 ore avevo la tua stessa situazione sul cie.

thegladiator
29-04-2014, 11:46
Preset gamma 2.2.

Ok. Quindi suppongo un comando a 10 IRE del gamma 10P tirato "al limite", giusto? :p



Concordo con Ettore che per il CMS meglio partire concentrandosi sul 75lum e secondo me anche 75sat per poi verificare gli altri livelli di lum/sat utilizzando sempre lo stesso tipo di patterns.

Concordo, 75/75 di partenza.

Per quanto riguarda il giallo sottosaturo al 25%.... BENVENUTO NEL CLUB!! Attendiamo fiduciosi l'invecchiamento del pannello... :D

Tacco
29-04-2014, 11:46
Si,10% APL..Ho calibrato anche con i pattern 75/75 ma i risultati come detto prima erano simili negli intermedi ma gran lunga peggiori al 100..
Bah magari proverò a ripartire da 0...:rolleyes:
Se preferisci calibrare al 100 di saturazione, prova comunque i pattern 75/100, magari la situazione cambia. Per il resto, da che valori di Colore (e magari Tinta) sei partito? Perché anche quello aiuta, un pochino soltanto ma aiuta (il RED di certo, il Giallo meno, almeno nel mio caso).
Ettore

Arydani
29-04-2014, 12:04
Dopo varie prove ho deciso di lasciare il colore a 50,provato anche a 48 ma non mi convinceva..anche la tinta a 0..ho provato a spostarla ma non vedevo benefici in termini di saturazione dove io ho il problema..
Però ammetto che col CMS ho poca esperienza ed il pannello è proprio nuovo,ha appena 80ore!

f_carone
29-04-2014, 12:48
Però ammetto che col CMS ho poca esperienza ed il pannello è proprio nuovo,ha appena 80ore!
Appena 80 ore? :nonsifa: :D
Vai a rileggerti le difficoltà e le amarezze espresse da sano alla calibrazione da nuovo, e poi i suoi commenti entusiastici di come sia cambiato (in meglio) il pannello rendendo tutto più facile in calibrazione.

Arydani
29-04-2014, 13:00
Grazie carone allora sono fiducioso..è solo che non ho resistito alla voglia di sistemare almeno il gamma e già che mi ci son trovato dentro ho fatto che completare la calibrazione..
Ne riparliamo tra qualche mese tanto per ora i miglioramenti sono già sostanziali e posso anche sorvolare su qualche piccolo errore!

Tacco
29-04-2014, 13:14
Dopo varie prove ho deciso di lasciare il colore a 50,provato anche a 48 ma non mi convinceva..anche la tinta a 0..ho provato a spostarla ma non vedevo benefici in termini di saturazione dove io ho il problema...
Queste due regolazioni però sono specifiche, non ha senso farle osservando l'andamento generale del gamut...
In linea di massima (qui o nella DU, se i post non sono stati spostati, troverai i post relativi), Colore lo regoli valutando solo il Rosso, al 100% di saturazione, Tinta invece utilizzando solo il Ciano, sempre al 100%. Per ciascuno di questi due colori c'è un target preciso da raggiungere (puoi vederlo anche come un obiettivo di massima), una volta trovata la regolazione migliore per questi due aspetti puoi passare alla calibrazione fine del gamut.
Ovvio che la considerazione di Filippo sulla gioventù del tuo pannello al momento ha l'importanza maggiore...
Ettore

Arydani
29-04-2014, 13:52
Grazie Tacco utilissimo il tuo intervento,queste due cose mi erano sfuggite e la prossima volta che calibro il gamut partirò controllando prima colore e tinta rispettivamente alle saturazioni 100% rosso e ciano!
Altra piccolezza che ho notato(come altri qui)è una leggera red tint sul nero o le bassissime luci,evidentemente in alcuni punti ho esagerato col Cutoff rosso per cercare di non toccare il verde,ma visto appunto il comportamento del vt60 alla prossima utilizzerò tranquillamente anche i controlli questi controlli..

thegladiator
29-04-2014, 14:06
evidentemente in alcuni punti ho esagerato col Cutoff rosso per cercare di non toccare il verde.....[CUT]

Bingo. Il dithering rosso sul nero è causato proprio da quello. ;)

Roby7108
29-04-2014, 14:34
Se fosse possibile calibrare abbassando la ritenzione in qualche modo tra una slide e un altra sarebbe cosa gradita perche' credo che nn sia solo il nero ad andare a ramengo poi =)
Invece io vado controcorrente e continuo a preferire la lettura dei vari pattern in sequenza, proprio come abbiamo sempre fatto.
Inserire una slide nera potrà sicuramente aiutare il pannello a "ritrovare" le sue condizioni numeriche di luminanza minima (con tutto di guadagnato per i numerini record misurati sul nero), però... nella normale visione tutto ciò non accade, infatti le immagini (colorate e non) si susseguono l'una all'altra in barba alle nostre decisioni in fase di calibrazione.
Pertanto, a mio avviso, molto meglio lasciare che il pannello "sporchi" le nostre misurazioni sul nero proprio come accade durante la visione di un film (eh, non è che possiamo stoppare il film in ogni fotogramma, e inserire una schermata nera, per avere il fotogramma successivo con il nero più basso) in modo da ottenere una calibrazione il più possibile attendibile e aderente alle reali potenzialità del pannello.
Chi ha il tv che non soffre di ritenzione è beato, chi invece vede oscillazioni sul nero un pò meno ( ma considerati i valori in gioco direi che può comunque vivere sereno)... senza contare che come da tempo va ripetendo Fabio... il plasma è di per se intrinsecamente dinamico, pertanto (aggiungo io) è sostanzialmente inutile allungare i tempi di calibrazione per ricercare finezze tutto sommato inutili.

nenny1978
29-04-2014, 14:39
Capisco il ragionamento, ma è anche vero che un film presenta immagini neanche lontanamente simili a quelle di un pattern e quindi è molto improbabile che si formi lo stesso genere di ritenzione...

thegladiator
29-04-2014, 15:52
In questo caso concordo con Nenny. Io capisco il ragionamento di Roby e concordo sul non impazzire durante la calibrazione di un plasma però calibrare nella situazione più "neutra" possibile può essere solo un vantaggio, anche fosse solo a livello di ripetibilità delle misurazioni per calibrazioni successive. Inoltre, e mi rivolgo in particolare a Roby, forse mi sono spiegato male io quando ho riportato il pensiero di Emidio: l'intervallare i pattern neri non era mirato alla misura del nero per fare il record del mondo (ovvio che poi anche il rilevamento del nero ne beneficia al di là di tutto...), bensì alla corretta rilevazione di tutto ciò che NON è nero, ossia la scala dei grigi e i colori. Mi sembrava doveroso chiarire. :)

Tacco
29-04-2014, 16:01
..........[CUT] l'intervallare i pattern neri non era mirato alla misura del nero per fare il record del mondo (ovvio che poi anche il rilevamento del nero ne beneficia al di là di tutto...), bensì alla corretta rilevazione di tutto ciò che NON è nero, ossia la scala dei grigi e i colori.
Esatto, è il mio stesso pensiero. Non mi interessa più di tanto vedere chissà quale rilevazione del nero (mi interesserebbe invece capire il motivo della discrepanza tra il mio pannello e quello di Glad, per esempio, a questo proposito), però è ovvio che se la scala dei grigi o anche il gamut risentono della parziale inaffidabilità delle rilevazioni a causa della persistenza dei pattern precedenti...
Nella normale visione le immagini si susseguono, in genere con colori e Y diverse in maniera continua e casuale, con una velocità che non ha nulla a che vedere con il tempo che un pattern passa a schermo in fase di calibrazione. Credo la differenza sia sostanziale...
Ettore

Roby7108
29-04-2014, 16:29
Rimango dell'opinione che durante la visione di un film si generi ritenzione, ergo preferisco calibrare nelle stesse condizioni più verosimili.
Concordo sul fatto che l'intervallare un pattern nero generi neutralità, soprattutto durante la regolazione dei colori, un pò meno durante la scala dei grigi ed il gamma dal momento che l'ordine di visualizzazione (almeno per HCFR) è dai bassi livelli di luminanza a salire (fosse il contrario, ovvero dal 1oo% white fino al nero, sarei d'accordo con voi... anzi, avrei già provveduto a calibrare inserendo la schermata nera tra un livello di stimolo e il successivo).


Capisco il ragionamento, ma è anche vero che un film presenta immagini neanche lontanamente simili a quelle di un pattern e quindi è molto improbabile che si formi lo stesso genere di ritenzione...
Verissimo che le immagini no sono assolutamente simili a dei riquadri bianchi, ma film caratterizzati da alti livelli di APL per ovvie ragioni generano ritenzione (laddove il display ne fosse maggiormente soggetto) nel normale avanzamento del film.

Immagino che se Sanosuke a fine visione di un film avesse voglia di misurare il livello minimo di luminanza ritroverebbe proprio quel 0.0045cd/m2, o giù di li.

sanosuke
29-04-2014, 19:09
Luca, mi pare ovvio che il grafico del gamma che ho postato ieri, che riporto nuovamente di seguito (a scanso di equivoci), fosse a pannello calibrato (c'era anche scritto):



Avevo dato solo un occhiata al grafico di sfuggita e nn avevo letto che era a pannello calibrato ma visto che piu' di una volta sul nuovo tv ti ho sentito dire del gamma ulteriormente migliorato rispetto al vecchio...quello pero' era un miracolo nn un miglioramento in effetti hehe
All'inizio mi sono trovato un gamma a 10 ire che scendeva a 1.9 poi risaliva a 2.2 a 60 come nel tuo per riscendere a 2 a 90
E SI faceva pena rispetto a come ero abituato =)
Adesso ho preso mano con il pannello ( che e' pure migliorato ) e come detto la situazione e' come la tua pre e post ne piu' ne meno.

PS il frame nero nn mi servirebbe per battere il record mondiale di un valore che poi a conti fatti serve il giusto, ma per evitare che la ritenzione che inevitabilmente si genera con pattern statici di quel tipo possa in qualche modo sporcare i rilevamenti pure durante la misurazione degli rgb.
Riguardo il CMS meglio 75 e 75 di solito ma io quell'errore sul giallo nn ce l'ho ( e nn lo avevo nemmeno ad 80 ore della prima calibrazione ) in nessun modo,con ciano,magenta,verde rosso e giallo perfetti e il blu un poco meglio ( ora ) di quello nel grafico di Ary

thegladiator
29-04-2014, 20:25
Il giallo sotto saturo al 25% deve essere una caratteristica del 50" da nuovo, a Filippo è andato a posto col passare delle ore e ricordo che anche sul vecchio pannello nelle ultime calibrazioni era ok. Quindi non mi preoccupo di certo...

Sulla questione del pattern nero infatti sono d'accordo, è Roby che è più scettico...

Per il gamma, insomma, va bene tutto ma quella "tavola" a default avrebbe avuto sì il sapore di un miracolo divino! :D

Roby7108
29-04-2014, 20:46
Sulla questione del pattern nero infatti sono d'accordo, è Roby che è più scettico...
Si sono scettico (anzi ne sono pressoché convinto) che nella calibrazione della Gray Scale e Gamma non serva, proprio perchè trattasi di Plasma e perchè nella visione di film è un continuo generarsi (e cancellarsi) ritenzione.


Faccio un'ipotesi...

(Assunto che il valore del nero e del picco bianco, se modificati, determinano anche cambiamenti nel gamma)
Supponiamo di avere un tv che appena acceso ci regali un bel nero pari a 0,002 cd/m2 e che (in quanto tendente alla ritenzione) piano piano si assesti intorno allo 0,01cd/m2 (pertanto mantenendo tale valore per tutto l'arco della visione).
Secondo voi è più corretto calibrare il gamma prendendo a riferimento un nero pari a 0,01 candele oppure il valore che riesce ad esprimere il pannello appena acceso, visto e considerato che tale decisione comporterà curve di gamma differenti?

Ben sapendo che il gamma in un plasma è un qualcosa di assai variabile, lascio a voi l'ardua sentenza! :D

Tacco
30-04-2014, 10:38
Ieri sera ho provato, per curiosità, a rilevare il nero a tv appena acceso, lanciando la cattura da parte della sonda subito dopo aver tenuto lo schermo nero per un paio di minuti (volevo escludere ogni altra variabile a parte plasma e sonda, lo ripeto, non mi interessa più di tanto sapere che il mio VT60 ha un nero di 0,002 piuttosto che di 0,0058, anche se la differenza non è poca), e confermo che non è cambiato nulla dalle volte precedenti. Rilevato 0,0061 contro lo 0,0063 pre-calibrazione dell'altra settimana.
A breve avrò la possibilità di provare la mia i1D Pro su un 65VT60, quindi a quel punto dovrei capire se è la sonda stessa a non riuscire a rilevare un nero inferiore, fermandosi alla soglia dello 0,006 (se otterrò lo stesso valore anche su quello, mi pare ovvio che sia questo il caso visto che tutti gli altri possessori magari non arrivano allo 0,002 di Stefano ma leggono senza problemi valori di 0,004 o giù di lì...) oppure il mio plasma ad avere un nero inferiore alla media dei VT60.
Ho però una domanda, magari stupida ma tant'è...
Il mio setting di partenza prevede Lum. Pannello su Medio + preset del gamma 2.4, e di conseguenza la Luminosità settata a circa +7 (pre-calibrazione) per avere la corretta lettura dei livelli 16-17. Se impostassi il preset del gamma 2.2 come partenza, avendo quindi una Luminosità a circa 0/+1 per avere la solita corretta situazione sul Pluge, potrei leggere un nero migliore?
Fra l'altro, mi è anche venuto in mente che il colpevole nel mio caso potrebbe essere il lettore, perché per risolvere la questione del white clipping che induceva nel VT60 alla fine ho impostato su di esso -1 come Contrasto (guadagnando fino al livello 249 sul plasma) ma poi ho anche dovuto mettere +1 di Luminosità per ritrovare il livello 17, altrimenti scomparso. Il quadro, quindi, immagino ne risulti schiarito, visto che come dicevo di là l'intervento di questi controlli immagine sul mio UD5005 è poco progressivo.
Appena riesco ricalibrerò usando la BT1886, quindi ne approfitterò per riportare a default tutti i controlli immagine del lettore, e magari scoprirò delle differenze anche nel livello del nero...
Ettore

thegladiator
30-04-2014, 10:49
potrei leggere un nero migliore?.....[CUT]

No. Anche se imposto 2.4 e luminosità +7 (o qualsiasi valore atto a "compensare" e vedere solo 17 e superiori) sempre 0,002 leggo.
Per la questione contrasto sul lettore, ti direi "a sensazione" che non cambierà nulla, ovviamente potrei sbagliarmi...

Tacco
30-04-2014, 11:01
Okay per la questione preset del gamma.
Per quanto riguarda le impostazioni del lettore, invece, io sono fiducioso. Non è ovviamente il -1 di Contrasto l'imputato. Riportando a default quello tornerò ad avere il clip sul VT60 al livello 240. Il punto è il +1 di Luminosità, che mi ha fatto tornare visibile il livello 17, ma che ha inevitabilmente schiarito di un po' l'intero quadro, come ovvio. Io spero che sia quello l'imputato... altrimenti restano appunto solo la sonda o il pannello stesso.
Ettore

thegladiator
30-04-2014, 11:06
La risposta la puoi tranquillamente verificare. Fai leggere alla sonda un nero che sai per certo possa andare sotto a 0,006. Che so, un vecchio CRT su schermata nera, fai una simulazione, es. metti la sonda dentro una scatola.... insomma inventati qualcosa che verifichi la capacità della sonda di scendere oltre quel valore. Basta anche una sola lettura al di sotto e potrai escludere la sonda dall'elenco degli imputati. A quel punto ti rimarrà solo il pannello come colpevole.
La mia idea comunque è che non sia la sonda ma il pannello ad avere un nero leggermente più alto.....

P.S. E fai questa prova: metti preset 2.4, brightness 0 e il 10 e 20 IRE del gamma 10P a -50. Vedi cosa ti legge.

f_carone
30-04-2014, 11:23
Nel mio caso con lum pannello medio, preset gamma 2.2, la mia id3 rileva un nero più basso rispetto al preset gamma 2.4 agli stessi livelli di BClip 17, WClip 242 e target gamma 2.22, di poco, massimo fino a un millesimo di candela sotto, ma è sempre così (differenza massima post calibrazione preset 2.2=0,00485, preset 2.4=0,00586).

Tacco
30-04-2014, 11:36
Stefano, la prova della sonda nella scatola appoggiata su un cartoncino nero o quella con le regolazioni del gamma a 10/20IRE a -50 sarebbero da fare.
Come dicevo, avrò prima la possibilità di testare la mia sonda su altro VT60, quindi attendo quello prima.
Per il resto, davvero non voglio passare per quello che ha il classico complesso del tipo Once you go black, you'll never... etc. etc., insomma non ho una sorta di complesso fallico per il nero del mio VT60, però al di là delle specificità di ogni singolo pannello, la differenza tra il mio 0,006 e lo 0,002 che dovrebbe essere mi sembrerebbe davvero eccessiva. Il pannello ha circa 450 ore di vita, quindi...
Ettore

thegladiator
30-04-2014, 12:06
Fai questo ragionamento: se la mia sonda fosse ottimista di 1 millesimo (possibile) e la tua pessimista di 1 millesimo (altrettanto possibile) la differenza si ridurrebbe a 2 millesimi, il che potrebbe anche essere plausibile. ;)

@Filippo: sul vecchio pannello con preset 2.4 invece miglioravo..... ma alla quarta decimale!! Mi ricordo un 0,0024xx con preset 2.2 vs. 0,0022xx con preset 2.4 (entrambi da calibrati eh). Su quello nuovo il dato con preset 2.2 è nuovamente confermato (0,002377 all'ultima lettura), quello con preset 2.4 non l'ho ancora misurato... ma dato che presto passerò al preset 2.4 (appena arrivo a 400 ore ricalibro, sono a 330) avrò modo di verificare anche quest'ultima situazione.

celticapatchanka
30-04-2014, 12:23
Le letture a 0IRE con i1Display Pro sul mio VT da 50" oscillavano tra 0.004cd/m2 e 0.005cd/m2 (luminosita' pannello su Medio).
Mi sembra strano che possa esserci una differenza di 0.003/4 tra un pannello e l'atro, sarei piu' propenso ad imputare tutto cio' ad una variabilita' della sonda o delle condizioni di lettura tipo luce ambientale o loghi di pausa sullo schermo che vengono diffratti dal filtro frontale.

Le impostazioni di HCFR possono fare qualche differenza a riguardo?

thegladiator
30-04-2014, 12:37
Io ricordo sempre le rilevazioni di hdtvtest, eseguite con strumento che nulla ha a che vedere con le nostre i1dpro. Facciamo l'esempio del 55": Ettore rileva 0,0063 e dovrebbe stare a 0,039, differenza 0,0024 (+60%) - in termini assoluti +2,4 millesimi -. Esempio sul 50": io rilevo 0,0024 e dovrebbe essere 0,0040, differenza 0,0016 (-40%) - in termini assoluti -1,6 millesimi -.

Consideriamo poi che una tolleranza c'è sempre e comunque fra pannello e pannello e nulla esclude che il mio pannello possa essere di 1 millesimo migliore rispetto a quello misurato da hdtvtest e il pannello di Ettore possa essere di 1 millesimo peggiore sempre rispetto a quello misurato da hdtvtest. A questi livelli di nero è un attimo creare differenze che possono apparire consistenti se mettiamo nell'equazione la tolleranza fra pannelli sommata alla tolleranza fra sonde. ;)

thegladiator
30-04-2014, 12:42
Le impostazioni di HCFR possono fare qualche differenza a riguardo?

Non mi risulta.

Arydani
30-04-2014, 12:46
@Tacco
Io ho provato a rilevare il nero sia con preset 2,2 e luminosità a 0 che con gamma preset 2,4 e luminosità +7..il risultato è sempre lo stesso 0,005 in entrambi i casi a parte qualche sporadica eccezione dove rileva 0,006,valore che può capitare indipendentemente dal preset!
Nel mio caso so per certo che che non può essere la sonda il problema, con l'altro tv che ho in firma rilevando la luminosità di un pattern 1%scala dei grigi per evitare che il dimming spenga completamente la retroilluminazione la sonda misura 0,002 e dirò di più,se abbasso di un punto la luminosità arriva a rilevare anche 0,001..
Mi sentirei di escludere che sia la sonda anche nel tuo caso..
Al contrario di quello che lascia pensare il fatto che siano cifre millesimali,la differenza tra un nero di 0,002 e 0,005 è nettissima!
E ad occhio,guardando uno schermo e poi l'altro,il nero non mi sembra per niente sullo stesso livello!

P.S.
Ieri ho ricalibrato partendo da 0 appunto con gamma preset 2,2 ed intervenendo anche sui controllo del verde,..il risultato sul gamut è nettamente migliore,non ho più il problema sul 25% sat del giallo e anche i blu sono migliorati(anche se non perfetti)..gli unici problemi sono alle sat 100% del verde e del rosso ma tanto non hanno molta importanza..come pattern ho usato i 10%apl 75/75 come da vostro consiglio..
Strano ma vero anche il gamma a 10ire sono riuscito ad appiattirlo!
Più tardi se trovo il tempo posto i grafici!

P.P.S.
Non riesco a starvi dietro,tra questo 3D e l'altro andate alla velocità della luce!:D

thegladiator
30-04-2014, 12:53
Peccato che in "ordine di marcia" quel nero il led se lo scorda (ANSI rilevato da hdtvtest di 0,049!!).... :p

Comunque, sono d'accordo, tra 0,006 e 0,002 la differenza ad occhio è ben percepibile.


Piuttosto, con che criterio sei intervenuto sul verde che mi interessa molto?

f_carone
30-04-2014, 13:17
...il risultato è sempre lo stesso 0,005 in entrambi i casi a parte qualche sporadica eccezione dove rileva 0,006,...con l'altro tv che ho in firma rilevando la luminosità di un pattern 1%scala dei grigi per evitare che il dimming spenga completamente la retroilluminazione la sonda misura 0,002 e dirò di più...[CUT]

Da queste tue misure si dedurrebbe che il LED ha un nero nettamente migliore del VT60 :eek: :D.

Tacco
30-04-2014, 13:27
Fai questo ragionamento: se la mia sonda fosse ottimista di 1 millesimo (possibile) e la tua pessimista di 1 millesimo (altrettanto possibile) la differenza si ridurrebbe a 2 millesimi, il che potrebbe anche essere plausibile...........[CUT]
Questo è vero.


..........[CUT] sarei piu' propenso ad imputare tutto cio' a ..... loghi di pausa sullo schermo che vengono diffratti dal filtro frontale.

Questo ovviamente non è il mio caso. Nessun logo di pausa o play a video nel momento delle catture, ovviamente...


Io ricordo sempre le rilevazioni di hdtvtest, eseguite con strumento che nulla ha a che vedere con le nostre i1dpro. Facciamo l'esempio del 55": Ettore rileva 0,0063 e dovrebbe stare a 0,039, differenza 0,0024 (+60%) - in termini assoluti +2,4 millesimi -. Esempio sul 50": io rilevo 0,0024 e dovrebbe essere 0,0040, differenza 0,0016 (-40%..........[CUT]
Stefano, mi sapresti indicare al volo il valore del nero rilevato - e quindi il riferimento presunto... - del 65"?


..........[CUT] Ieri ho ricalibrato partendo da 0 appunto con gamma preset 2,2 ed intervenendo anche sui controllo del verde,..
Posso confermare che a parte sporadici casi (bassissimi IRE) l'Autocal di Calman 5 nella fase di calibrazione di wb -10pt e gamma (le due calibrazioni vengono svolte contemporaneamente, non mi sembra ci sia la possibilità di separare queste due fasi mantenendo l'automatismo, o almeno io ancora non ci sono riuscito. Non so comunque se potrebbe portare benefici, anzi credo sia stato studiato così non a caso, quindi...) tende a lasciare inalterato i valori del GREEN. Anche qui, un motivo ci sarà, suppongo...


.... Comunque, sono d'accordo, tra 0,006 e 0,002 la differenza ad occhio è ben percepibile.
E infatti è questo il punto. Se il 55" deve stare attorno alle 0,0039cd/m2, un valore di 0,0045 è quello che ci si potrebbe aspettare, e un limite superiore di 0,0050cd/m2 resterebbe comunque più che accettabile. I valori che rilevo sul mio (0,0058 soltanto post calibrazione) sono invece un po' troppo in là. Comunque staremo a vedere...
Ettore

thegladiator
30-04-2014, 13:38
Stefano, mi sapresti indicare al volo il valore del nero rilevato - e quindi il riferimento presunto... - del 65"?......[CUT]

0,0033cd/mq

Arydani
30-04-2014, 13:39
Allora,lungi da me fare un paragone tra i due tv(anche perché sarei OT),naturalmente quei valori sono stati rilevati sul led con pattern full field e l'ho fatta per vedere fin dove la sonda fosse in grado spingersi nel rilevare le basse luci!

@thegladiator
In ANSI il mio pannello misura 0,039 con la id3 e la klein di un mio amico rileva 0,031..hdtv test mi pare che abbia rilevato con dimming su basso anziché su standard..ma al riguardo ho una teoria secondo cui per logica una schermata ansi non sia un test proprio attendibile per misurare il rapporto di contrasto di un led con dimming(mio parere personale e condiviso da molti esperti)!
Il plasma sicuramente vince sulle basse luci e nell'intraframe,ma se parliamo di livello del nero fine a se stesso e si fa una media durante la normale visione il w9 non ha nulla da invidiare al vt60,questo al buio..di giorno non sono neanche paragonabili ovviamente!

Riguardo ai comandi del verde ho cercato di utilizzarli incondizionatamente,in modo da allontanare il meno possibile i parametri rgb dallo 0,cioè ho cercato sempre di toccare in ugual misura,per quanto possibile i 3 parametri..non so se mi sono spiegato bene!
Se volete dopo posto oltre ai grafici anche i parametri così possiamo confrontarli!

thegladiator
30-04-2014, 13:40
EDIT.........

thegladiator
30-04-2014, 13:49
per logica una schermata ansi non sia un test proprio attendibile per misurare il rapporto di contrasto di un led con dimming

Questo proprio non mi risulta. In quel caso è pure avvantaggiato perché la schermata ANSI ha dei rettangoloni enormi che sono ben più grandi delle zone di un local dimming serio (tra l'altro il W9 è un edge, è non si può definire local dimming in senso stretto, di "local" ha ben poco..). Una schermata normale contiene aree in contrasto spesso mooooolto più piccole e lì se non hai un controllo per pixel non c'è trippa per gatti, non scherziamo. Microcontrasto, e conseguente microdettaglio, di ben altro livello.

In ogni caso 0,006 ANSI del VT60 vs. 0,039: non mi pare si possa fare un confronto, come si dice "it plays in another league..."



ma se parliamo di livello del nero fine a se stesso e si fa una media durante la normale visione il w9 non ha nulla da invidiare al vt60.......[CUT]

Imho a livello di media (per i motivi espressi sopra) durante la visione non esiste paragone proprio al buio (il W9 l'ho potuto ben visionare).

/FINE OT



Riguardo ai comandi del verde ho cercato di utilizzarli incondizionatamente,in modo da allontanare il meno possibile i parametri rgb dallo 0,cioè ho cercato sempre di toccare in ugual misura,per quanto possibile i 3 parametri..non so se mi sono spiegato bene!

Sì, capito. E sì, mi interesserebbe vedere i valori. :)

Tacco
30-04-2014, 14:13
0,0033cd/mq
Grazie Stefano.
Interessante, il 65" meglio del 55"...
Ettore

thegladiator
30-04-2014, 14:22
Sì Ettore, "meglio", parliamo di 6 decimillesimi eh.... :p

Tacco
30-04-2014, 14:43
... della serie, mica pizza e fichi...! :sofico:

mikigio
30-04-2014, 16:26
Ho sia la iD3 che la C6, ero curioso.......

la mia iD3 rileva sempre un nero più basso della C6......

Quando la iD3 rileva valori anche inferiori allo 0.002 cdm2 anche su Calman la C6 legge 0.0022, i valori inferiori della iD3 allo 0.002 vengono evidenziati come 0.0000 non c'è lettura del nero.

Quando dopo una sessione di calibrazione la iD3 legge 0.0023/0.0025 la C6 legge 0.0045/50

sanosuke
30-04-2014, 17:49
Da queste tue misure si dedurrebbe che il LED ha un nero nettamente migliore del VT60 :eek: :D.

basta che il dimming funzioni bene e su molte zone ( anche edge eh ) per volerci davvero poco sul nero a fare valori paritetici a un plasma eh =D
Il problema esce fuori in ansi dopo hehe i confronti pero' nn andrebbero fatti solo sul nero ansi ma pure sulla luminosita' espressa dal pannello in condizioni reali.
un led nn ha APL e nelle schermate miste rendera' sempre meglio con un immagine forse pure piu' tridimensionale del vt60 che invece cede parecchio a luminosita'.
Quello nn lo conta mai nessuno eh ma i plasma pana quando si parla di nero rullano ma quando si parla di tenuta sulle alte...nzomma...( e nn parlo di luminosita' massima eh sia chiaro )

thegladiator
30-04-2014, 18:11
Il VT60 è un hdtv per la fruizione di materiale cinematografico alias film, i film si guardano al buio, al buio la luminosità di un led non serve ad una cippa (cit.), non guadagna nulla in tridimensionalità nemmeno in scene luminose anche perché non avrà mai un controllo per pixel che è MOLTO più importante, e non avrà mai un nero intra-frame minimamente paragonabile.
Partita persa ancora prima di iniziare.

nenny1978
30-04-2014, 18:23
Non facciamo che si inizia la solita e sterile diatriba LCD-plasma...
Anche perché la partita a livello commerciale è persa e i plasma sono fuori gioco.

Concentratevi sul topic, please ;)

Possiamo dire ad esempio che un VT60 sulle alte luci in scene che sfruttano la dinamica a partire dalle medie luci (e non sono poi così poche) questo TV deve per forza di cose sottostare ai compromessi in materia di consumo energetico, imposti forse più da una sorta di moda che da una reale necessità "green". Questo è senza dubbio un aspetto oggettivo che non a tutti piace.
Poi è vero al contrario che sulle basse luci (probabilmente sono più presenti questo genere di scene, che sfruttano la dinamica a partire dalle medie luci in giù) un VT60 non ha rivali nella propria fascia di appartenenza.

Arydani
30-04-2014, 19:21
Questo proprio non mi risulta. In quel caso è pure avvantaggiato perché la schermata ANSI ha dei rettangoloni enormi che sono ben più grandi delle zone di un local dimming serio (tra l'altro il W9 è un edge, è non si può definire local dimming in senso stretto, di "local" ha ben poco..). Una schermata normale contiene aree in contrasto sp..........[CUT]

Giusto per precisare non ho mai detto "local"..so bene che il W9 è un led edge e non ha un local dimming ma solo un oscuramento a zone che però lavora benissimo evitando anche il tanto odiato blooming.
Riguardo il contrasto ansi purtroppo la penso proprio all'opposto di te..cioè è proprio quella la condizione peggiore per un led,alternare zone con picchi di 120cd attaccate a zone nere,cosa che fino a prova contraria QUASI MAI si verifica nella normale visione..Riguardo i plasma invece,essendo le scacchiere luminose di porzioni mooolto più piccole di quelle che a volte si verificano nelle scene ad esempio diurne,fa sì che l'ABL entri meno in gioco e quindi per me,palesemente avantaggiato(anche se grossomodo veritiera del reale contrasto) rispetto ad altre tecnologie..
Detto ciò non voglio essere frainteso,sono pienamente d'accordo con te sul fatto che il contrasto intraframe,i dettagli sulle basse luci(che poi è quello che conta) e il microdettaglio siano migliori sul vt60,ma sempre parlando di nero fine a se stesso,guardando magari le bande nere dei BD,ti assicuro che in molti frangenti il w9 va ben al di sotto del nero prodotto dal vt60,praticamente indistinguibile dalla cornice come è anche vero che affoga alcuni dettagli..
Ovviamente tutto questo discorso vale al buio(a patto di stare davanti al tv,maledetto angolo di visione)perché di giorno il paragone è improponibile dato il grigione dei plasma! :D
Mi scuso anticipatamente con i MOD, se volessero posso EDITARE!


Ed ora tornando in tema ecco i miei grafici:

Diagramma CIE:
21856
Gamma:
21857

E le impostazioni:

Modalità Pro2
Contrasto 60
Luminosità 0
Colore 48
Tinta 0
Nitidezza 0
temperatura colore Calda
Gamma colori:rec709
GAMMA 2.2
Regolazione precisa Gamma
10 ire -50/20 ire -20/30 ire -17/40 ire-9/50 ire -6/60 ire -3/70 ire -4/80 ire -4/90 ire -3/100 ire 0
BILANCIAMENTO BIANCO
R-Gain -6/G-Gain 2/B Gain -1/R-Cutoff 1/G-Cutoff -2/B Gain 1
regolazione + precisa bilanciamento bianco
10 ire (R -1,G-8,B 12)
20 ire(R 1/G -2/B 2)
30 ire (R -2/G -4/B 6)
40 ire (R 6/G -4/B -1)
50 ire (R 6/G 2/B -6)
60 ire (R 3/G 0/B -2)
70 ire (R 2/G 0/B 0)
80 ire (R 2/G 2/B -3)
90 ire ( R -2/G 2/B 2)
100 ire (R 0/G 0/B 0)
GESTIONE DEL COLORE

TON SAT LUM
ROSSO 3 0 -4
VERDE 7 18 -3
BLU 0 -5 -2
AZZURRO -9 1 0
MAGENTA 8 0 -13
GIALLO 0 3 2

Come resa generale,personalmente preferisco questa dal preset 2,2 di partenza..Percepisco un quadro con molti più dettagli sulle basse luci ed anche un migliore comportamento sulle alte luci,confermata dal White clipping che con queste impostazioni a parità di contrasto clippa 3 barre dopo!
L'unico problema a fine calibrazione l'ho riscontrato nel clipping del nero dove le barre dalla 17 in su continuano ad evidenziare delle tinte rosse e verdi,mentre il nero sembra neutro!

Arydani
30-04-2014, 19:23
basta che il dimming funzioni bene e su molte zone ( anche edge eh ) per volerci davvero poco sul nero a fare valori paritetici a un plasma eh =D
Il problema esce fuori in ansi dopo hehe i confronti pero' nn andrebbero fatti solo sul nero ansi ma pure sulla luminosita' espressa dal pannello in condizioni reali.
un led nn ha APL e nelle schermate mi..........[CUT]

Come ti quoto:D

Arydani
30-04-2014, 19:30
Ho sia la iD3 che la C6, ero curioso.......

la mia iD3 rileva sempre un nero più basso della C6......

Quando la iD3 rileva valori anche inferiori allo 0.002 cdm2 anche su Calman la C6 legge 0.0022, i valori inferiori della iD3 allo 0.002 vengono evidenziati come 0.0000 non c'è lettura del nero.

Quando dopo una sessione di calibrazione la i..........[CUT]

Sono certo che la Klein misura un nero più basso della iD3..almeno sul mio led,magari dipende anche dal tipo di spettro che si va a rilevare..Poi che quest'ultima misuri 0,001 forse ricordo male io..

thegladiator
30-04-2014, 20:07
Ovviamente potrei controbattere punto per punto a tutte le osservazioni riguardanti led vs. plasma ma mi atterrò al consiglio di Nenny di rimanere in topic.

Tornando al giallo: tu avevi il problema della sotto-saturazione al 25% e hai risolto una volta che hai toccato il G?!
Fosse così, meglio eh, però non me lo spiego....

Arydani
30-04-2014, 20:47
Ad essere sinceri non so se dipenda dal fatto di avere usato i controlli del green,magari dipende anche dal preset del gamma di partenza..non lo so,ho cercato di centrare tramite i controlli tutte le saturazioni dei primari e secondari usando i pattern 75/75 e quando sono andato a leggere tutti gli step dei colori, il giallo me lo sono ritrovato al suo posto e mediamente ci sono risultati migliori un po' ovunque..
Altra cosa che mi ha sorpreso è stato trovarmi il gamma a 10ire perfetto,cosa che prima non avveniva,forse anche questo è condizionato dalle scelte sul bilanciamento del bianco 2p..
Se qualcuno ha qualche ipotesi/spiegazione ben venga..il consiglio generale è quello di ripartire da 0 se la calibrazione non soddisfa!

kalach
30-04-2014, 20:59
Il grande Arydani!! Sapevo che ti saresti fatto strada. ;)
Trovarti qui quasi mi commuove... :D

@thegladiator
Sulla scacchiera ANSI ha ragione Arydani. Ho scritto le stesse cose tempo fa discutendone con Plasm-on in altro topic.


Un saluto a tutti. :)

thegladiator
30-04-2014, 21:18
Arydani, però non capisco, hai usato il preset 2.2 o 2.4? Da come parli sembrerebbe il secondo ma nei settings hai messo 2.2....

Arydani
30-04-2014, 21:32
Alla prima calibrazione sono partito dal preset 2,4 perché dalla prima occhiata mi ero accorto che non riuscivo ad addrizzare a 10ire e seguendo la discussione del vt60 dove consigliavate di partire dal 2,4 ho continuato su quella strada(primi grafici che ho postato)..
In questa invece sono partito dalla 2,2 iniziando dal bilanciamento del bianco e sorpreso dalla linearità del gamma a tutti gli step ho continuato ottenendo risultati complessivamente migliori non solo dal punto di vista di grafici e tabelle ma anche nella normale visione..

@kalach
Ciao grande ci segui anche qui...

Arydani
30-04-2014, 22:03
Se possono essere utili magari domani posto anche i parametri della prima calibrazione col preset 2.4,tanto c'è li ho ancora salvati nella pro1!
Piuttosto voi riguardo il blu ed il color checker siete messi come me o meglio?

tdinero
01-05-2014, 01:33
ragazzi domani dovrebbe arrivarmi il vt60 da 65".

per iniziare vanno bene questi settaggi consigliati?
http://www.avmagazine.it/forum/108-disc-ufficiali-plasma-full-hd/235344-panasonic-viera-serie-vt60-50-quot-55-quot-65-quot?p=3858378#post3858378

li posso usare sia nella pro1 sia nella thx?

invece per materiale sd(tv normale) cè qualche settaggio particolare consigliato da fare? grazie.

sanosuke
01-05-2014, 02:17
Il VT60 è un hdtv per la fruizione di materiale cinematografico alias film, i film si guardano al buio, al buio la luminosità di un led non serve ad una cippa (cit.), non guadagna nulla in tridimensionalità nemmeno in scene luminose anche perché non avrà mai un controllo per pixel che è MOLTO più importante

permettimi di dissentire =) AI VOGLIA se si nota la differenza di luminosita' in scene normali ( pure al buio eh )
e la dinamica ne guadagna tantissimo ( ecco perche' i kuro rullavano e rullano tutt'ora,tirano 140 candele reali volendo con un nero da primato mondiale ) tanto che in marcia imho un F8500 nn e' davvero niente male in questo aspetto eh
L'ideale sarebbe avere il nero e il controllo sulle basse luci del vt60 e la luminosita' e il controllo sulle alte dell'F8500 ( un kuro insomma ) hehe

thegladiator
01-05-2014, 08:00
Dopo aver tirato in ballo il W9 - e ammetto che non avrei dovuto rispondere perché era ovvio che poi si finisse al confronto - adesso tiriamo anche in ballo il kuro e l'F8500.... come volevasi dimostrare, e come avevo predetto prima dell'apertura, questo thread si sta trasformando in una Royal Rumble... e già se ne sono sentite di cotte e di crude tipo quella dell'ANSI e del nero dei local dimming.

Poi non si può rispondere altrimenti si va OT e passa tutto beatamente in cavalleria.

Nenny, secondo il mio parere andrebbero ripuliti tutti i post OT fin da quelli di ieri. Altrimenti togliamo la denominazione di DU e poi ne ho per tutti. Tks se vorrai accogliere la richiesta. :)

Tacco
01-05-2014, 09:20
Ieri, come detto in precedenza, sono stato in trasferta a casa (a proposito: complimenti Stefano, davvero stupenda!) di un forumer dotato di 65VT60, che ho provato a calibrare. Passato il timore reverenziale davanti al bestione ci siamo messi al lavoro... purtroppo però il tutto è stato reso sostanzialmente inutile dalla gioventù del pannnello, dato che aveva meno di 90 ore di vita...
Non solo quindi i setting ottenuti saranno adeguati per poco tempo, visto che il pannello cambierà assestandosi velocemente, ma le caratteristiche del pannello erano infatti molto diverse da quanto mi aspettavo. Per dire... la temperatura colore media a default (con preset Calda) era ben oltre i 6500°K, molto vicina ai 7000°K, e infatti da 50IRE in su Blu e Verde erano enormemente preponderanti sul Rosso, mentre da 50IRE in giù il Rosso era più marcato. Questo ha portato ad avere, alla fine della calibrazione, un brulichio rosso sul nero come quello di cui parla Arydani che sul mio (calibrato non prima di aver raggiunto le 400 ore) non ho mai avuto.
Fra l'altro, proprio per questa minore incidenza del Rosso in alto a default, il confronto di alcuni screenshot presi da film di riferimento tra pre e post calibrazione ha evidenziato differenze davvero minime (nonostante graficamente la calibrazione abbia appiattito il gamma e sistemato molto molto bene le componenti RGB lungo tutto il grafico), giusto un bianco più luminoso e pulito in alto, e un po' più di pulizia e tridimensionalità in basso. Questo particolare era abbastanza evidente solo nell'ultimo fermo immagine tra quelli passati in rassegna (un primo piano dei due protagonisti di Blood Diamond che uso dai tempi del V20, dato che si presta molto bene allo scopo...), e per fortuna (mia)!, altrimenti il proprietario del VT60 avrebbe pensato che tutta quella fatica per avere alla fine delle differenze praticamente irrilevanti è una cosa da malati di mente.
Spero di averlo convinto che davvero calibrare un pannello con così poche ore di vita non ha praticamente senso... quindi magari tra qualche mese metterò in agenda una seconda trasferta... :-)

Per quanto riguarda il livello del nero rilevato dalla mia sonda, non ho avuto risposte definitive: ha rilevato uno 0,0056 cd/m2 che è più basso di quanto rilevato sul mio, ma sempre di molto superiore ai valori letti qui. Mi resta il dubbio che la mia i1D Pro non riesca a scendere più di tanto... non so...
Ettore

nenny1978
01-05-2014, 09:32
Intanto chiudo la discussione.
Appena ho tempo vedrò se c'è da sanzionare qualcuno. Siete tutti esperti e conoscete il regolamento. Se avete trasgredito sapendo che questa è una discussione ufficiale, sapete già cosa aspettarvi.

nenny1978
01-05-2014, 14:23
@sanosuke

Un avviso non è stato sufficiente a non ribattere e continuare sulla strada intrapresa.
2 giorni di sospensione.


@kalach e Arydani

Nel vostro caso il giorno di sospensione sarà solo 1.
Al primo perché un intervento del genere, tanto per dire che sei d'accordo su una cosa OT, inevitabilmente è come proseguire l'OT.
Al secondo perché così come sanosuke sapeva di essere OT, e dopo il mio avviso ha comunque continuato (chiedere scusa non può servire, visto che poi l'OT non si è nemmeno chiuso lì).

Per ora lascio ancora chiusa la discussione per farvi capire che l'utilità della stessa, e quindi la sua apertura, è vincolata in modo stretto al modo in cui la portate avanti. Se l'utilità cala, la discussione non serve.

nenny1978
02-05-2014, 09:12
Discussione riaperta.

Fate i bravi ;)

Tacco
02-05-2014, 12:36
La risposta la puoi tranquillamente verificare. Fai leggere alla sonda un nero che sai per certo possa andare sotto a 0,006. Che so, un vecchio CRT su schermata nera, fai una simulazione, es. metti la sonda dentro una scatola.... insomma inventati qualcosa che verifichi la capacità della sonda di scendere oltre quel valore. Basta anche una sola let..........[CUT]
Stefano, ieri sera ho fatto la prova che mi consigliavi. Abbassando semplicemente il gamma a 10-20IRE, e magari anche la Luminosità, la sonda continuava a leggere valori analoghi ai precedenti, addirittura superiori ai precedenti, così ho appoggiato la i1D Pro su una coperta nera, avvolgendola poi del tutto con una parte del lembo, in modo che fosse completamente chiusa lì dentro. Ho anche disattivato il suo led di status, che lampeggia durante le rilevazioni (e questo potrebbe essere un espediente valido a prescindere, anche in calibrazione), tanto per essere certo. In quelle condizioni, prima il programma mi ha dato un messaggio di errore, più che normale, dovuto all'incapacità di rilevare il nero. Ho quindi deflaggato l'opzione "Synch Mode" come consigliato da Calman nel caso non si riescano ad avere rilevazioni, e a quel punto il valore letto è stato - ovviamente, aggiungo - 0cd/m2.
Ora mi chiedo: questo esclude che la mia i1D Pro non riesca a scendere sotto certi valori, oppure no? Me lo chiedo perché non so quanto sia probante una prova fatta rilevando il nero di una superficie che non emette alcuna luce, come appunto una coperta. Immagino quindi che la sonda in assenza totale di luce rilevi correttamente 0, ma in presenza di una minima emissione luminosa, come appunto sul mio VT60, sovrastimi tale emissione non riuscendo a indicare il valore reale, ma errando per eccesso di - diciamo - circa 0,003/0,004cd/m2. Cosa ne dici?

Il Colormunki ovviamente non può essermi d'aiuto, perché ovviamente ha un livello minimo rilevabile decisamente superiore all'i1D Pro e al livello del nero stesso del mio VT60 (ieri rilevava 0,017cd/m2), ma comunque sono stato rassicurato anche da mikigio a proposito delle mie perplessità
Quello che mi lasciava perplesso è il fatto che usando la BT1886 come formula per la rilevazione del gamma, se il livello del nero rilevato non è quello effettivo naturalmente l'andamento del gamma deciso per il display, almeno nella porzione iniziale, non sarà corretto, o quanto meno non sarà il migliore possibile per le effettive potenzialità del mio plasma. Ed è effettivamente così, ma secondo mikigio solo nella porzione del near black, e comunque in maniera davvero minima. Contando che a breve entrerò in possesso di un Radiance XS 3D, potrò a quel punto perfezionare la calibrazione ottenuta con gli strumenti del VT60 integrandola con le regolazioni del Radiance anche solo per gli IRE intermedi, quindi i 5 in primo luogo, e poi magari anche in alto, a 75-85-95...
Ettore

mikigio
02-05-2014, 15:22
Ciao, come già sai possiedo sia la iD3 che la C6 (iD3 spectracal)
La C6 dovrebbe essere da loro selezionata come quella più vicina alle letture del loro spettrofotometro inteso come ripetibilità-punto di nero-punto di bianco stop, nulla possono sull'RGB a meno che non testino le sonde per ogni diverso tipo/marca di pannello per vedere quali delle iD3 prodotte in basse al lotto di filtri meglio si sposa con quel tipo di pannello----quindi nulla possono sull'errore di lettura del Rosso.

Quello che ho notato tra le due è questo:
In alto ci sono appena 5 cdm2 di differenza, tipo 121 cd. 126cd
In basso, se la iD3 è sotto lo 0.002 (limite della iD3), non rileva il nero e sia Calman che HCFR evidenziano 0----mentre la C6 legge sempre 0.0021/2

Mentre quelle volte che la mia iD3 rileva 0.0022 la C6 rileva 0.0045/50

Credo che la C6 sia più vicina alla realtà per via della loro selezione e credo che vi possano essere iD3 come la tua che rilevano neri più alti del reale e iD3 come la mia che li rilevano più bassi del reale.

Ora chi possiede solo le ID3 come la mia pensa di avere un pannello il cui nero è strepitoso, altri che hanno una iD3 come la tua che non scende, pensano di avere un pannello che non ha il nero di altri, in realtà credo che nemmeno la C6 sia effettivamente reale o corretta, forse più vicina alla realtà perché selezionata ma comunque non mi preoccuperei del nero rilevato (a prescindere eccellente) ma della Near black più importante per avere i giusti contrasti in basso e riempire il colore in generale ed in questo il VT avendo un nero molto molto profondo e trasparente fatica ad avvicinarsi alla Near se non si può intervenire sulle 5ire, cosa che potrai fare con il Radiance XD.

Questo per dire che le sonde possono essere + o - sensibili alla minima luce emessa dal pannello, tutte funzionanti allo stesso modo sul nero totale (scatola chiusa) ma con risposte diverse in merito alla soglia minima di luce emessa, che poi non siano precise e siano piuttosto diverse tra loro credo sia normale visto anche il costo del colorimetro;
in questo però c'è un ciù, cioè io che ho preso anche la C6 :confused:

nenny1978
02-05-2014, 15:32
Dato che sono state fatte delle affermazioni sul contrasto ANSI e sull'attendibilità di questo tipo di misurazione in ambito plasma, vorrei aggiungere due parole.

Il pattern del contrasto ANSI nasce con lo scopo di dare un'idea più accurata del contrasto di un display.
In precedenza si procedeva diversamente, misurando il nero su schermata nera e il bianco su schermata bianca. Siccome la quasi totalità dei display ha comportamenti a dir poco particolari in queste situazioni, si è deciso di cambiare approccio, cercando un pattern che mettesse in difficoltà i sistemi che falsano la misurazione sul nero.
Il pattern ANSI nasce quindi in risposta soprattutto alla misurazione del nero, che fa da base per il calcolo del contrasto ed è senza dubbio più determinante di quello del bianco.

Detto questo, non è un pattern di misura perfetto. Infatti la superficie di bianco esistente è già in grado di far intervenire il sistema di ABL in alcuni casi (molto verosimilmente quello del VT60 interviene piuttosto presto). Allo stesso modo per gli LCD retroilluminati a LED sia il dimming software che soprattutto quello hardware possono in qualche modo risultare diversi dalla realtà.

Se infatti prendiamo una qualsiasi immagine reale, in nessun caso avremo un risultato simile a quello di qualsivoglia pattern. Non ha senso nemmeno calcolare la superficie di bianco su un fotogramma, poiché persino in un film in bianco e nero non ci sarà quasi mai il bianco pieno ma moltissime sfumature di grigio, dalla più chiara alla più scura. Persino il nero assoluto è meno diffuso di quanto si pensi.

La conseguenza più diretta è che la schermata ANSI non è un termine di paragone adatto ad esprimere il contrasto reale che ci sarà mostrando un'immagine. Semplicemente è più efficace rispetto alla misurazione del solo bianco e del solo nero per calcolare il contrasto di un display.

Penso che su questo non ci siano discorsi soggettivi da fare.
Quale sia la tecnologia che ne trae più vantaggio non dovrebbe interessare nemmeno, una volta compreso che ciò che conta realmente è la resa finale dell'immagine. Quella non è realmente calcolabile su un pattern, e si è semplicemente deciso che fosse necessario un metodo generico che fosse veloce e facile da riprodurre per fare confronti (che ribadisco qui sono OT).
Il pattern ANSI è quello più adatto e conveniente da usare.

Riassumendo, non tollero battaglie su quale sia il migliore display in questo topic.
Il pattern ANSI non esprime il contrasto reale, ma è solo il contrasto calcolabile più vicino a quello reale.
Probabilmente si può dire che OLED e Crystal LED sono le due tecnologie che potrebbero trarre vantaggio da questa misurazione e dare un risultato realmente attendibile del contrasto misurato.

L'argomento è da ritenersi chiuso.

benja65
03-05-2014, 23:44
Salve a tutti,
ho appena ordinato la sonda i1 Display pro; poiché è la versione retail se non ho capito male non può essere usata con il software Chromapure che riconosce solo la versione Oem.
Pensavo di acquistare il software Calman 5 ma ho sentito parlare in questo forum anche del software Controlcal. Che differenza c'è tra i due software? Hanno lo stessa funzione? Mi chiedo questo perché sul forum di Contralcal si parla di vendita di un pacchetto bundle sonda + contralcal + calman. Se i 2 software fanno la stessa cosa perché li vendono in bundle?
Nel caso mi consigliate il Calman quale delle 3 versioni mi consigliate. Sono un neofita che intende utilizzarlo unicamente per calibrare il mio Panasonic 50VT60 e nulla di più. Ho provato a capire le differenze tra la varie versioni ma non avendo mai fatto calibrazioni mi è difficile capire la differenza fra la Control e la Enthusiast, e soprattutto quale sarebbe sufficiente per le mie esigenze.
Grazie in anticipo per ogni vostro consiglio.
Benja
PS La calibrazione tramite ControlCal è tutta manuale o c'è una versione del software che ha l'autocalibrazione come in Calman Control o Enthusiast?

Dario65
04-05-2014, 00:00
ho appena ordinato la sonda i1 Display pro; poiché è la versione retail se non ho capito male non può essere usata con il software Chromapure che riconosce solo la versione Oem.


Non è corretto. Adesso ChromaPure supporta anche la versione retail della suddetta sonda ;)

ControlCAL non è un software di calibrazione, è un programma che, tra l'altro, ti permette di controllare le funzioni del display evitando la comparsa a schermo del menù e delle relative voci selezionate, cosa che andrebbe ad inficiare la lettura della sonda. In questo senso, è di grande comodità, ma non proprio indispensabile.

Per approfondire, dai un'occhiata qui (http://www.avmagazine.it/forum/88-calibrazione-proiettori-e-display/238398-guida-all-utilizzo-di-controlcal?p=3894641#post3894641)

Ciao

benja65
04-05-2014, 07:42
Non è corretto. Adesso ChromaPure supporta anche la versione retail della suddetta sonda ;)
[CUT]

Azz...questa e' una bella notizia



ControlCAL non è un software di calibrazione, è un programma che, tra l'altro, ti permette di controllare le funzioni del display evitando la comparsa a schermo del menù e delle relative voci selezionate, cosa che andrebbe ad inficiare la lettura della sond..........[CUT]

Grazie Dario65, come immaginavo non avevo capito.... Ho letto la guida di ABAP e adesso mi è chiaro.
A questo punto resta la scelta tra Chromapure e Calman, e nel caso di Calman quale versione scegliere.
Spero mi sappiate dare ulteriori consigli.

Tacco
04-05-2014, 08:17
Tieni conto che se ti interessa calibrare solo il tuo Panasonic VT60, Controlcal nemmeno ti serve, perché le stesse possibilità che quel programma ti offre sono già inserite nella funzione di autocalibrazione specifica per i Panasonic di Calman. Per quanto riguarda la differenza tra le due licenze, Control ed Enthusiast, se non ricordo male l'ultima ha in più della prima la possibilità di usare le 3DLUT (se non hai un Lumagen Radiance, o un htpc con determinati software aggiuntivi, non te ne fai niente...) e di calibrare il monitor dei pc...
Ettore

thegladiator
04-05-2014, 10:23
benja65, ma usare HCFR (da abbinarsi a ControlCal) che è gratuito? Se non sei interessato alla calibrazione automatica ha tutto ciò che ti serve e anche di più. ;)

thegladiator
04-05-2014, 10:26
In questa invece sono partito dalla 2,2 iniziando dal bilanciamento del bianco ..........[CUT]

Il problema del preset 2.2 è che, a meno di non avere un processore esterno, non riuscirai mai ad avere un near black (0-10 IRE) corretto.

sanosuke
04-05-2014, 11:38
io alla prima calibrazione con 2.4 nn lo avevo corretto comunque...
tanto come tocchi a 10 sballi a 5,ritocchi a 5 sballi a 10 non c'e' trippa per gatti.
Unico modo e' avere la possibilita' di comandare 5 e 10 separatamente e nel vt60 nn si puo'.
Anzi purtroppo avevo ben altri problemi onestamente....ma magari il pannello era troppo giovane,riprovero' molto piu' avanti e sicuro otterro' un risultato migliore ( oddio sicuro no,si spera =P )

Tacco
04-05-2014, 12:16
benja65, ma usare HCFR (da abbinarsi a ControlCal) che è gratuito? Se non sei interessato alla calibrazione automatica ha tutto ciò che ti serve e anche di più. ;)
Io continuo a credere che chi ha un VT60 (o altro display supportato) deve necessariamente provare l'autocalibrazione che consente Calman. Io davvero non ne farò più a meno. I ritocchi di fino li si fa a mano, non è un problema, ma è ovvio che partendo da una situazione già perfetta (per esempio, mettendo come target un deltaE di 0,5 in autocal...) è tutta un'altra cosa. E una calibrazione completa fatta automaticamente, e con i risultati che garantisce ora questo automatismo nella versione 5 di Calman, fa risparmiare tempo e fatica, cosa che consente di fare, tanto per dire, una calibrazione completa al mese, e magari anche due preset diversi in ogni seduta di calibrazione...


Il problema del preset 2.2 è che, a meno di non avere un processore esterno, non riuscirai mai ad avere un near black (0-10 IRE) corretto.
Da quello che so, però, il near black corretto non lo si raggiunge nemmeno partendo dal preset 2.4, purtroppo. Come dici, è necessario un processore con regolazione a 21 punti.
Ettore

Roby7108
04-05-2014, 15:49
Io continuo a credere che chi ha un VT60 (o altro display supportato) deve necessariamente provare l'autocalibrazione che consente Calman.

Sicuramente è un ottimo aiuto e ottimo prodotto, però il fatto che hcfr sia completamente gratuito lo pone in cima alla classifica dei software.... senza contare che man mano che ci si impratichisce con questo programma si diventa (per forza di cose) anche dei bravi calibratori. ;)

sanosuke
04-05-2014, 16:32
fermo restando che se mi dai na macchina automatica e una a marce con le stesse caratteristiche io prendo quella automatica eh,mica sono matto :)
imparare ci sta ma se si potesse fare tutto semplicemente premendo un tasto io ci metterei la firma a sangue eh
Non mi diverto a fare sessioni da 6 ore a botta per cercare il compromesso migliore per il tv e se un software mi fa il grosso del lavoro nn posso che essergliene grato.
Curioso pero' di sapere come fa ad arrivare a certi risultati da solo quando sappiamo tutti che per arrivare da A a B nella calibrazione si puo' passare per un infinita' di strade e nn tutte ( nonostante lo stesso risultato a grafici ) portano all'appagamento ANZI alle volte viene fuori un casino...

Roby7108
04-05-2014, 16:44
fermo restando che se mi dai na macchina automatica...
Proprio li il punto... se mi dai! Se invece me lo devo comprare il discorso cambia. :D

benja65
04-05-2014, 16:45
grazie a tutti per i consigli.
Effettivamente HCFR è gratuito, l'ho già scaricato ma il dubbio è di non riuscire a fare una buona calibrazione non avendo alcuna dimestichezza, magari in futuro, per questo che l'autocalibrazione di calman 5 mi attira parecchio.
Certo la differenza fra i 36 euro per l'accoppiata contralcal-hcfr e i 215 euro di calman 5 control non è proprio poca roba.
Magari potrei cimentarmi un po' con hcfr e vedere se riesco a fare qualcosa ed eventualmente poi ripiegare sul Calman.
Certo che l'autocalibrazione...... :p
Ciao