PDA

Visualizza Versione Completa : Manuti, falla finita!



G.Carlo Valletta
22-10-2002, 11:06
Nessuno che è venuto a Bologna credo abbia perso tempo e soldi, caro Manuti. Eravamo venuti tutti (e questo me lo auguro) soprattutto per Andreoli e per il suo HCD, per celebrare lui.
Non voglio esagerare, certo -mi metterei sul tuo stesso piano-: ma credo che Alberto sia un personaggio di spessore, una persona pronta e sempre disponibile e alla quale noi appassionati dobbiamo molto.
Certo è, che preparare per tempo uno spazio complesso e sfaccettato come quello che abbiamo visto non è stata (e non è -è ancora work in progress-) cosa facile, e tutti sappiamo quanto i lavori di strutturazione e ristrutturazione di interni siano pieni di imprevisti. Proprio per questo il Cine 9 non era perfetto. Avrai notato, caro Andrea, che, mentre con la fronte imperlata di sudore ti lamentavi a destra e a manca, gli operai montavano e verniciavano il cover sul Cine9 e, intanto, Tact audio (Peter Lyngdorf) tentava una impossibile taratura con il microfono (!!).
Vorrei, caro Andrea ?e scusami la confidenza-, soffermarmi su un interessante particolare a questo proposito: Tact Audio aveva molto più in gioco di te, tu hai avuto il tuo buon capro espiatorio (il povero Andreoli ?che, curiosamente, prima attacchi e poi lodi- ) e una manciata di persone che ti hanno celebrato sul Forum. Lyngdorf, -stimato e conosciuto progettista- stava presentando ad un pubblico (per non parlare della stampa) che probabilmente aveva solo sentito parlare di Tact, le sue elettroniche, stava rischiando molto di più. Non erano tarate bene, a sua detta, eppure non aveva la fronte imperlata di sudore. Era calmo, perché sono cose che capitano quelle che sono capitate.
Non hai presentato una cosa che faceva schifo, ed il livello era molto più che accettabile se contestualizzato con l?aria di cantiere che si respirava.
Su quanto serva il tuo benedetto colorimetro io non sono del tutto convinto, ma del resto sono una persona che vive e lascia vivere; da umanista quale mi sento credo che dopo il colorimetro e la misura, serva anche la sensibilità e il gusto, e quelli non li puoi misurare, come fai con i cavi.
E poi, caro Andrea ?e scusami di nuovo per la confidenza- io da HCD ho trovato il meglio di quanto la tecnologia possa offrire, e questo perché la tecnologia non è fine a se stessa ma fatta di uomini, di sensazioni e di emozioni, di ispirazioni. Io ho trovato un ambiente esclusivo, e soffermandomi a parlare con l?architetto che l?ha progettata, ho potuto scambiare con lui idee ed emozioni, facendomi raccontare la musa che aveva ispirato la realizzazione della Show Room. Ho guardato, visto, sentito.
CHISENEFREGA se il cine 9 non era perfetto per la chiacchierata che abbiamo fatto con te sulla colorimetria, lo sarà !!!!!.
Non tutte le cose vanno come vogliamo, (altrimenti, probabilmente, ci sarebbe stato un cine 9 in omaggio per ogni partecipante) e la vita è fatta di imprevisti, e meno male che ci sono.
Ringrazio di nuovo, e mi piacerebbe che lo facessero tutti gli appassionati del forum, il caro Alberto ,e ringrazio te, Andrea, perché con molto impegno e competenza ti dedichi alla divulgazione giornalistica, ma a volte, ripeto, la vita non và esattamente come vogliamo che vada, ma fa parte del gioco.

Maurizio Travani
22-10-2002, 11:41
hai espresso in modo perfetto TUTTO quello che in fondo TUTTI noi pensiamo. Alberto si MERITA tutta la nostra solidarietà perchè lui è sempre disponibile: ha grande professionalità ed umanità, doti sempre più difficili da trovare soprattutto nell'ambito commerciale. Ma si sà, Alberto innanzitutto è uno di noi e poi, se avanza tempo, è anche un venditore! Io ho potutto constatarlo in molte occasioni.:) :)
Questo sarà il mio ultimo pensiero sulla vicenda che non vi nascondo, mi ha un pò infastidito.
Naturalmente senza rancore per nessuno.
Saluti.

Maurizio Travani

Marco Rosanova
22-10-2002, 14:25
Originariamente inviato da G.Carlo Valletta

Io non c'ero e non posso giudicare ciò che è successo ma, tanto per cambiare, voglio dire la mia: piano con i pomodori!
Tu dici:
Certo è, che preparare per tempo uno spazio complesso e sfaccettato come quello che abbiamo visto non è stata (e non è -è ancora work in progress-) cosa facile, e tutti sappiamo quanto i lavori di strutturazione e ristrutturazione di interni siano pieni di imprevisti.
Ma allora perchè non si è rimandato tutto invece di presentarsi in condizioni non perfette per mancanza di tempo?
Proprio per questo il Cine 9 non era perfetto. Avrai notato, caro Andrea, che, mentre con la fronte imperlata di sudore ti lamentavi a destra e a manca, gli operai montavano e verniciavano il cover sul Cine9
Andrea, secondo me, faceva bene a lamentarsi perchè, come è suo solito, ha peccato di correttezza/ingenuità, prestandosi ad una taratura notturna che un serio e freddo professionista, che non vuole rischiare la sua immagine professionale, si sarebbe dovuto rifiutare di eseguire.
Lyngdorf, -stimato e conosciuto progettista- stava presentando ad un pubblico (per non parlare della stampa) che probabilmente aveva solo sentito parlare di Tact, le sue elettroniche, stava rischiando molto di più. Non erano tarate bene, a sua detta, eppure non aveva la fronte imperlata di sudore. Era calmo, perché sono cose che capitano quelle che sono capitate.
Io credo che ci sia una sostanziale differenza: mentre molti degli intervenuti sapevano come va un cine9 ben tarato, credo che fossero ben pochi a conoscere le reali prestazioni di un sistema Tact.
E credo anche che sia molto più facile eludere eventuali commenti negativi su un sistema audio, piuttosto che su un sistema video.
E poi, anche se non avesse gradito la situazione, per lui, credo che sarebbe stato un po' più complesso rimandare tutto.
Non hai presentato una cosa che faceva schifo, ed il livello era molto più che accettabile se contestualizzato con l?aria di cantiere che si respirava.
Ma scherziamo?
Ripeto, io non c'ero, ma dopo tutte le premesse di lusso competenza e professionalità, questo discorso che senso ha?
E poi, caro Andrea ?e scusami di nuovo per la confidenza- io da HCD ho trovato il meglio di quanto la tecnologia possa offrire, e questo perché la tecnologia non è fine a se stessa ma fatta di uomini, di sensazioni e di emozioni, di ispirazioni. Io ho trovato un ambiente esclusivo, e soffermandomi a parlare con l?architetto che l?ha progettata, ho potuto scambiare con lui idee ed emozioni, facendomi raccontare la musa che aveva ispirato la realizzazione della Show Room.
E la stessa musa non poteva consigliare che tutto fosse rimandato di qualche tempo per permettere a tutti (Manuti, operai, Tact) di lavorare con più calma e professionalità?
Invece di respirare, come tu stesso hai detto, aria di cantiere?
Ho guardato, visto, sentito.
CHISENEFREGA se il cine 9 non era perfetto per la chiacchierata che abbiamo fatto con te sulla colorimetria, lo sarà !!!!!.
Allora potevate andare a mangiarvi una pizza a Palermo che era la stessa cosa!
Non tutte le cose vanno come vogliamo, (altrimenti, probabilmente, ci sarebbe stato un cine 9 in omaggio per ogni partecipante) e la vita è fatta di imprevisti,
Questo è sacrosanto, ma si ha il dovere di cercaare di evitarli.
e meno male che ci sono.
Certo, sennò sai che palle, ma un professionista non può non prevedere e non prevenire almeno i più banali.

G.Carlo Valletta
22-10-2002, 14:34
Mi fa piacere che tu abbia contestato punto per punto le mie affermazioni: siamo in un paese -libero ?- (lasciamo perdere la politica) e democratico ed è giusto che si accenda il dibattito. Credo, comunque, che per Andreoli fosse difficile spostare tutta la cosa, è andato come è andato.
Comunque, cari appassionati e "amici" virtuali, starato o tarato il Cine9 è splendido....

axel70
22-10-2002, 14:39
Perfettamente d'accordo con Manuti e Marco Rosanova.

LucaV
22-10-2002, 14:43
Originariamente inviato da G.Carlo Valletta
Comunque, cari appassionati e "amici" virtuali, starato o tarato il Cine9 è splendido....

E dove l'hai visto tarato?
Luca

luny74
23-10-2002, 09:29
Originariamente inviato da LucaV


E dove l'hai visto tarato?
Luca

Scusa Luca, vista la tua preparazione tecnica e la tua esperienza in merito, vorrei avere da te una delucidazione sulle "prestazioni" del Cine9.

Premetto che sono un "novellino" e non ho certamente il tuo occhio ;). Ho avuto modo di vedere il Cine9 in funzione solo alle due passate edizioni del Top Audio e Video.

Se la prima volta, ad essere sinceri, non è che il Pj mi abbia fatto questa grande impressione, l'ultima ( con il D-VHS della JVC ) mi è sembrato perfetto.

Però, ripeto, non ho l'occhio allenato e non mi sono certamente reso conto di alcuni difetti più o meno gravi che evidentemente a te non sono sfuggiti.

Puoi dirmi cosa aveva che non andava?

Pensi che le prestazioni non ottimali del Pj siano imputabili ad una taratura non perfetta oppure a reali limiti della macchina?

Preciso che queste domande non hanno nessuna velleità polemica, ma nascono solo ed esclusivamente dalla mia voglia di sapere ;)

P.S

Quando ti arriverà il 9500 LC Ultra ? Posso contare su una tua "recensione" ;)

Grazie.

Luigi

LucaV
23-10-2002, 12:10
Originariamente inviato da luny74
Se la prima volta, ad essere sinceri, non è che il Pj mi abbia fatto questa grande impressione, l'ultima (con il D-VHS della JVC) mi è sembrato perfetto.
Però, ripeto, non ho l'occhio allenato e non mi sono certamente reso conto di alcuni difetti più o meno gravi che evidentemente a te non sono sfuggiti.
Puoi dirmi cosa aveva che non andava?

Niente, se a te andava bene non vedo perchè dovresti cercare cosa non andava.
La percezione è la fase finale del processo cognitivo; se ti dico che la dominante magenta per me era eccessiva, esprimo un giudizio di merito soggettivo che potrebbe non coincidere con il tuo; chi definisce quindi la soglia oltre la quale il gusto diventa elemento oggettivo?
Ragazzi facciamo un pò di chiarezza.
Il Cine 9 è una macchina strepitosa, ha delle caratteristiche di targa eccellenti e sono sicuro sia in grado di esprimere empiricamente quanto dichiarato numericamente.

Il problema, ovviamente è che una macchina così complessa necessita di MOLTO tempo per poterne "estirpare" tutte le qualità e caratteristiche.
Questa mole di tempo, inevitabilmente, non è concessa in mostre e rappresentazioni come il TopAV dove le macchine entrano fisicamente nelle stanze solo alcuni giorni prima dell'evento, nè - gioco forza - in eventi come quello di Alberto dove la macchina organizzativa è così complessa da richiedere doti non comuni (ed questo Alberto sembra essere maestro).
Nessuno ha mai detto nè mai potrebbe dire che il Cine 9 è brutto o non consente di raggiungere le prestazioni dichiarate: il punto è che nessuno, fino ad ora ci ha potuto smanettare a tal punto da consentire una valutazione "ponderata" delle qualità della macchina.

Avete idea di cosa significhi settare la linearità orizzontale e verticale di quella macchina in maniera corretta, senza poi parlare dell'astigmatismo, del fuoco, della geometria etc.

Beh, io aspetto tuttora la seconda parte della prova di Emidio su DVHT perchè quella è una delle poche occasioni in cui una persona competente abbia potuto analizzare a fondo (neanche poi così tanto visto che, per fare le cose in maniera garbata io ci metto due giorni per fare una taratura corretta di un banco del Cine 7 e senza colorimetria, ma qui parliamo di una macchina relativamente semplice!).

E'assolutamente comprensibile che Andrea, Alberto etc etc non abbiano avuto la disponibilità materiale di tempo per poter allestire una configurazione di prestigio.
Soltanto per conoscere il menù e il tipo di regolazioni della macchina ci vogliono ore, figuriamoci se uno che la vede per la prima volta, sebbene con l'esperienza e la competenza di Andrea, possa fare il miracolo.
Ciò non toglie che non si possa sottacere la realtà.
Al Top dell'anno scorso il Cine 9 aveva una dominante gialla incredibile e, per giunta, lo spettatore era estremamente vicino allo schermo microforato e subiva una sensazione di perdita di dettaglio.
Quest'anno le altre avriabili erano sistemate in maniera corretta ma la dominante magenta di Bikini detination era troppo marcata nonostante gli effetti voluti dal regista e, per combinazione, anche il Cine 9 di HCD aveva la stessa dominante sebbene fosse altra macchina.
Ma ripeto, quelle di sopra sono sensazioni personali, condivise magari da alcuni ma disattese da altri quindi lasciano il tempo che trovano.



Pensi che le prestazioni non ottimali del Pj siano imputabili ad una taratura non perfetta oppure a reali limiti della macchina?

Sarei un pazzo se pensassi a dei limiti della macchina senza averla avuta a mia disposizione per alcune settimane.
E chi sono mandrake?
Sono OVVIAMENTE del parere che, per valutare un apparecchio dal costo di 60.000 euro e dalla complessità del cine 9, ci voglia, tempo, dedizione e competenza. Spesso le tre componenti non sono disponibili nella stessa unità di tempo ed allora bisogna accontentarsi di quello che si ha.

Ripeto, attendo la seconda parte della rec. di Emidio (della quale, naturalmente, mi fido senza aver visto con occhio) per poter avere un quadro esaustivo della stessa.

Desidero altresì porre un freno alla tendenza autolesionistica degli ultimi giorni sul Forum.
L'evento HCD, IMHO è stata una esperienza eccellente; macchinari al top, ambiente curato e, ciò che più conta, relazioni interpersonali di assoluto rilievo. Mi ha fatto molto piacere scambiare deu parole con Giampiero Matarazzo, con Nicola d'Agostino, con Mister Tact e con gli altri amici del forum. Queste sono occasioni di crescita impagabili e bisogna coglierle come tali perchè tutti abbiamo sempre qualcos da imparare dagli altri.
Tutti.
Ancora una volta un ringraziamento ad Alberto, Andrea e tutti coloro che hanno partecipato a questa splendida occasione di incontro.
Saluti
Luca

G.Carlo Valletta
23-10-2002, 12:25
Cari amici appassionati,
io ho visto un Cine9 perfettamente tarato. Quando, vi chiederete ? Quando lo hanno presentato alla stampa, in un noto albergo di roma. Eravamo in una decina. C'è chi dice che convergenza astigmatismo ecc ecc erano perfetti e invece c'era un problema di colorimetria. Per me era praticamente perfetto.
Non credo sia giusto parlare tanto attorno ad una macchina così. E' talmente superiore (anche ad una pellicola cinematografica) che non c'è storia. E vi dirò di più: io da HCD ci sono rimasto fino a Lunedì pomeriggio e non ho toccato assolutamente nulla del famigerato poco tarato Cine 9 del buon Alberto, eppure ho realmente goduto.
Gli attori uscivano dalla scena, sembravano schizzare fuori dallo schermo e recitare davanti a te.....
E ovvio, dal perfettibile si può ottenere la perfezione, ma il concetto di Cine9 "perfettamente tarato" è lungo da discutere, credetemi.
vi saluto.

Lino Mazzocco
23-10-2002, 12:51
Originariamente inviato da G.Carlo Valletta
E' talmente superiore (anche ad una pellicola cinematografica) che non c'è storia.


Amen

Pick Up HiFi PA
23-10-2002, 12:58
"Marco Rosanova: Allora potevate andare a mangiarvi una pizza a Palermo che era la stessa cosa!"

Spero che la pizza a Palermo sia solo per dare una cognizione "logistica" e non dispreggiativa. :)

Vincenzo

fabio fiorentino
23-10-2002, 13:46
I forni a legna da noi non mancano.........!!!!!



:D :D :D :D :D :D

G.Carlo Valletta
23-10-2002, 14:13
Meglio una pizza fumante reale davanti a noi, o una altrettanto bella pizza, altrettanto fumante, ma vista con il Cine9 BEN TARATO ?
Nel primo caso mangiamo, nel secondo ci soffermeremmo a parlare del nero, del rumore, della colorimetria......
Meglio la pizza reale, lo dice un napoletano.....
Ancora meglio, di reale, la tipetta che il buon Andreoli aveva assoldato per l'inaugurazione......
AAAHAAHAAHAH
Saluti.

LucaV
23-10-2002, 15:15
Originariamente inviato da linomatz
Amen

ROTFL avvitato!
E' stata dura trattenerti eh? :)
Saluti
Luca

Peter
23-10-2002, 15:28
Originariamente inviato da G.Carlo Valletta
Non credo sia giusto parlare tanto attorno ad una macchina così. E' talmente superiore (anche ad una pellicola cinematografica) che non c'è storia.
Quindi dovremmo andare tutti sulla fiducia? Indipendentemente dal caso specifico in cui proprio non voglio entrare, mi sembra una sciocchezza. Riguardo alla superiorità della pellicola, mi scuserai se ti dico di lasciar perdere sparate così grosse.

luny74
23-10-2002, 20:08
Niente, se a te andava bene non vedo perchè dovresti cercare cosa non andava.
La percezione è la fase finale del processo cognitivo; se ti dico che la dominante magenta per me era eccessiva, esprimo un giudizio di merito soggettivo che potrebbe non coincidere con il tuo; chi definisce quindi la soglia oltre la quale il gusto diventa elemento oggettivo?


La realtà è che non ho un termine di paragone valido per farmi una idea precisa sulle reali capacità di questo pj. Ad esempio non ho mai avuto modo di vedere un 9500LC Ultra (che invece penso tu abbia visto) e mi piaceva avere un tuo parere sulla macchina della Barco.

E' come se uno avesse visto sempre LCD, repuntandoli la perfezione, e non sapesse dell'esistenza dei tritubo :D (esempio scemo, lo sò, ma spero di aver reso l'idea di quello che intendo)

Ho avuto modo di vedere un G90 e inizialmente mi sembrò fantastico. Poi lessi di alcuni piccolissimi problemi di colorimetria di questo pj (in particolar modo un verde tendente al giallo ed una resa non perfetta dell'incarnato) ed in effetti ad una visione più attenta (paragonato con altri pj)me ne resi conto (suggestione?.......forse :D )

Ritornando al Barco, ad esempio, anch'io ho notato una dominante magenta, ma ero sicuro che si trattasse di una volontà del regista proprio per l'estrema evidenza di questo "difetto", presente peraltro sporadicamnete (se non ricordo male).

Sò perfettamente che una macchina come il cine9 sia estremamente complessa da tarare e manifestazioni come il Top Audio&Video non siano il luogo adatto per valutarle, ma da quando è stato introdotto sul mercato ho sentito sempre pareri discordanti ( chi ne elogia le caratteristiche tecniche, chi ne evidenzia presunti problemi di colorimetria, chi afferma che il pj in questione è solo un pò meglio del cine 8 ecc, ecc..)

Mi piaceva solo saperne un pò di più da chi ne sà molto più di me ;)

Questo solo per precisare.

Grazie mille per la tua risposta e disponibilità

YGPMOLE
30-10-2002, 11:29
<Non credo sia giusto parlare tanto attorno ad una macchina così. E' talmente superiore (anche ad una pellicola cinematografica) che non c'è storia.>

Senza offesa, ma è il tipo di affermazione che ha fatto il tecnico della Barco al TAV, quando gli ho detto che solo il sabato precedente avevo visto un Marquee 8550 perfettamente tarato e volevo fare il confronto.

Ho visto il Cine 9 solo in due occasioni, al TAV e da HCD, ed in entrambe non si vedevano bene, e se me ne sono accorto io che sono un misero possessore di un misero Sony BPH 1030...
Oltre alla dominante di colore magenta in entrambe le manifestazioni, mi preme dire che durante la presentazione di Andrea al HCD la scala di grigi (rosati) era una chiavica: il settore che avrebbe dovuto essere nero nel pattern era dello stesso grigione che c'era al TAV, con la differenza che in quest'ultimo si stava usando un DLP!!!
Come ho detto a Bologna, se devessi spendere 60.000 euro sulla fiducia perchè c'è scritto "Barco Cine 9", quando i miei occhi mi mostrano dopo lo stesso risultato di un dlp, mi inc****rei come una iena.

E, come San Tommaso, comincerei a chiedermi di cosa è capace il famoso 9500LC, alla faccia della spocchiosità Barco.

Un saluto. Leo!

ifx
30-10-2002, 13:05
Se il cliente paga 60.000 Euro (non se se IVA inclusa o meno, ma non importa), allora almeno 15 vanno al dealer ed almeno 15 al distributore. Amettiamo che Barco abbia fatto un ottimo lavoro nel progettare e produrre l'esemplare in questione: i suoi 30.000 sono meritati.
Ma che dire dei 15.000 del distributore, che non è mai stato in grado nelle ultime fiere di presentare un prodotto accettabile ai visitatori del proprio stand?
Ed i 15.000 del dealer (per carità non mi riferisco a nessun dealer in particolare, visto che non ne conosco nessuno), sono sempre meritati?
Qualche dealer è un vero consulente per il cliente, prima e dopo la vendita, ma qualche altro è solo uno sposta-scatole...

Romano Consul
30-10-2002, 13:21
Avrei voluto non intromettermi, ma leggendo ancora commenti sull'argomento non riesco a trattenermi.

Condivido il punto di vista di Andrea, anche se ammetto che l'occasione dell'incontro per l'inaugurazione di una nuova attività nulla ha a che vedere con la prova specifica degli apparecchi.

Però devo anche aggiungere che, se il taglio dato era proprio quello di una presentazione tecnica, con tanto di mini-corso sull'applicazione del colorimetro, svolta poi da un luminare come Andrea, ci si sarebbe dovuto aspettare un diverso risultato.

E questo tipo di taglio "presentativo", da quanto mi risulta, non era stato scelto da Andrea.

In definitiva il suo sfogo di massima è ben giustificato, a mio avviso. Condivido il suo punto di vista, quando si è sentito in qualche modo "frustrato" dal dover presentare un qualcosa che in realtà non poteva funzionare. Legittima quindi una certa reazione, sopratutto quando si mette in gioco sia il suo nome che il suo operato (non sto scrivendo a nome dei diretti coinvolti in questo thread, ma in termini generali ;) ).

Per quanto riguarda il...
"Non credo sia giusto parlare tanto attorno ad una macchina così. E' talmente superiore (anche ad una pellicola cinematografica" personalmente non mi trovo affatto d'accordo.

(lasciamo perdere il raffronto tra pellicola cinematografica, con le sue 1700-1800 linee di risoluzione rapportate spesso ad un 60-75% di trasferimento di modulazione... !!!! perchè questo genere di discorsi li abbiamo giò discussi e sostenuti, con relativo modello matematico di fronte a tutto il mondo, su AVSforum, anche se da sempre insisto che non sia affatto difficile superare la qualità media di un cinema, anche di alto livello, per mille altri motivi).

Sulla presunta superiorità assoluta del Cine9 rispetto agli altri tritubo... mi riservo di modificare la mia opinione personale.

Ho ancora la riserva del motivo "taratura non ottimale" anche se, dopo averci messo le mani personalmente per non più di mezz'ora (non a causa mia) mi verrebbe voglia di chieder scusa a tutti i tecnici intervenuti nelle installazioni precedenti, ove ho avuto modo di vedere la "belva" all'opera (TAV, presentazioni ecc...), per averne messo in discussione l'operato.

Per quanto sono riuscito a comprendere, se quella macchina ha qualche problema intrinseco, questo con tutta probabilità NON riguarda l'elettronica.
Ma preferisco non approfondire l'argomento, perlomeno non fino al momento nel quale avrò provato meglio (di persona) ad indagare in profondità.

Per ora mi limito semplicemente ad asserire che il mio BG 1209s (usato, acquistato negli USA e riparato pazientemente a casa, macchina dal valore medio nell'intorno dei 15.000 Euro) rappresenta ancora il mio personale termine di riferimento, e (ancora!) che in determinati contesti purtroppo occorre adeguare il proprio operato alle aspettative createsi.

E nel caso di un Andrea Manuti questo non va proprio sottovalutato.


(spero di aver illustrato il mio punto di vista senza aver creato polemica! ;) )


ciao
Romano

Emidio Frattaroli
30-10-2002, 18:38
Anch'io non volevo intromettermi una seconda volta ma sembra sia arrivato il caso.


Premessa.


Ammesso e non concesso che Andrea dovesse delle scuse a qualcuno, queste erano già state consegnate ai presenti prima, durante e dopo il seminario.

Quindi, a distanza di tempo e nonostante tutti - e sottolineo tutti - i presenti al seminario avessero praticamente rispedito al mittente le scuse poichè non erano assolutamente dovute, è scoppiato il caso Cine 9 sui forum di AF Digitale e su AV Forum.

A questo punto, chissà non si finisca anche su AVS Forum :p



Battute a parte, credevo che la sostanza del discorso fosse già stata ampiamente metabolizzata da tutti: attori, comparse e spettatori. E credo se ne sia già parlato a sufficienza.


Anyway, posso soltanto dirvi che il tempo che ho impiegato nella taratura di un solo banco del Cine 9 è abbastanza elevato. Anche il distributore italiano è perfettamente a conoscenza di questo fatto.
Il distributore italiano, quindi, era conscio dei rischi a cui si sarebbe esposto nel presentare il Cine 9 al Top Audio e Video, con il pochissimo tempo a disposizione per l'installazione. Eppure l'ha fatto lo stesso.

Più che di incapacità quindi, parlerei di scelta coraggiosa che, anche alla luce di quello che è successo in questi ultimi giorni, sembra non abbia pagato poi molto.

Certo: avrebbero potuto non esporre il Cine 9.

Ve lo immaginate a quel punto cosa sarebbe sucesso? :rolleyes:

A buon intenditor'...

Quindi, il non presentarlo, forse avrebbe pagato ancora meno ;)



Oltre a queste considerazioni, non bisogna dimenticare i vari ritardi, e gli eventi che si sono accaniti su Barco Italia proprio durante il tempo dedicato all'installazione (non ultimo una piccola "incomprensione" del tri-level sync del JVC 30000).

Disguidi ed eventi negativi che si sono ripetuti anche durante la preparazione della show-room della HCD di Bologna.



Per finire, a me sembra che il discorso sia ormai indirizzato verso qualcosa di completamente differente e che non è più a tema con il titolo originale del thread.

Quindi, proporrei di continuare il discorso sul forum riproduzione video, accendendo una nuova discussione.
Magari con qualche elemento in più che potrebbe arrivare dopo la preparazione di un ottimo set-up predisposto proprio sulla stessa macchina del nostro mitico Alberto Andreoli.


Emidio

Marco Rosanova
31-10-2002, 08:55
Originariamente inviato da Emidio Frattaroli

Il distributore italiano, quindi, era conscio dei rischi a cui si sarebbe esposto nel presentare il Cine 9 al Top Audio e Video, con il pochissimo tempo a disposizione per l'installazione. Eppure l'ha fatto lo stesso.

Più che di incapacità quindi, parlerei di scelta coraggiosa che, anche alla luce di quello che è successo in questi ultimi giorni, sembra non abbia pagato poi molto.

Scusa l'ardire ma, come al solito :), io ho una opinione un po' diversa.
Se sei il leader del mercato, puoi benissimo permetterti di presentare una macchina staticamente, come hai fatto con tutte le altre, giustificando la tua scelta con l'impossibilità di ottenere una taratura decente al TAV e risolvendo il problema prenotando una visione privata presso il centro dimostrativo più vicino, per chiunque fosse interessato.
Non condivido nel definire la scelta "coraggiosa".
Secondo me non ci sono motivi validi per giustificare una presentazione come quella che abbiamo visto, se non quello di sottovalutare terribilmente la competenza del pubblico e dei propri clienti.

Certo: avrebbero potuto non esporre il Cine 9.

Ve lo immaginate a quel punto cosa sarebbe sucesso? :rolleyes:

A buon intenditor'...

Quindi, il non presentarlo, forse avrebbe pagato ancora meno ;)


Certo, qualche ragazzetto impaziente, lungi da permettersene l'acquisto, avrebbe fatto qualche battuta ma, il vero cliente di una macchina da €60.000, avrebbe certamente tirato un sospiro di sollievo e sarebbe andato via tutto contento, sicuro di poter contare su una dimostrazione personalizzata lontano da quella bolgia.