Chiedo scusa a tutti... [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : Chiedo scusa a tutti...



Andrea Manuti
20-10-2002, 22:48
... i partecipanti alla inaugurazione della show room di Alberto Andreoli a Bologna, ieri, sabato 19, che sono venuti anche per vedere una conversazione sull'uso di un colorimetro.

Posto questo messaggio su AVForum e AFDigitale, in quanto parecchie persone presenti a Bologna sono frequentatori abituali di ambedue i luoghi virtuali.

Chiedo scusa perché ho presentato una cosa che faceva schifo ed indegna di un livello almeno accettabile: in altri termini ho fatto perdere a tutti gli intervenuti tempo e soldi. Gli spostamenti, purtroppo, non sono gratis, ed il tempo è una delle risorse più preziose che abbiamo.

Brevemente i fatti: uno (io) viene chiamato a presentare un sistema di calibrazione basato sull'uso di un colorimetro, fatto con il quale sta sbomballando da tempo tutta la comunità videofila (compratevelo perché migliora le prestazioni dell'80%, non potete farne a meno, e via dicendo).

La gente arriva alla Home Cinema Design, ed oltre a trovare un ambiente straordinario, raffinato e traboccante lusso e tecnologia, pensa di trovare il meglio di quanto la stessa tecnologia possa offire.

Trova in realtà un proiettore (Barco Cine 9) con una geometria, convergenza, messa a fuoco ed astigmatismo sulle quali è meglio stendere un velo pietoso.

Trova lo stesso proiettore con una marcata dominante magenta.

Trova un deficiente (sarei io) che si arrabatta per cercare di sistemarlo alla bell'e meglio, dicendo sostanzialmente "Vi dovete fidare perché ve lo dico io".

Vede un risultato che fa pena, prima, durante e dopo.

Mi vergogno di questa cosa.

Per quanto abbia avvisato all'inizio della riunione che il Cine 9 non era stato tarato come avevo richiesto (se devo parlare di colorimetria, mi aspetto che geometria, convergenza, fuoco ed astigmatismo siano TOTALMENTE perfetti), non c'era UN banco a disposizione.

Fino alle 7:30 della mattina di sabato (a partire dalle 2:30 AM...) ho "cercato" io di fare una taratura, incappando anche in un baco della scheda Holo3D, che mi ha fatto fare un settaggio in 4:3 con un anamorfico inscritto, cosa che io aborro. Il commento di mio figlio Federico, 10 anni: "Papi, si vedevano tutte le righine...". E se se ne è accorto lui, a 960p, immagino gli altri...

Ho cominciato ad usare il colorimetro alle 3 meno 5, con già parecchi di voi dentro alla show-room, con un livello di nervosismo (mio, che sono calmo di natura, grazie a Dio) che raggiungeva il parossismo.

Voi potreste chiedere: ma se avevi il colorimetro, perché non lo hai sistemato per bene? Per il semplice fatto che il processo di calibrazione di una macchina è una operazione che richiede un sacco di tempo, non certo un'oretta scarsa. Ci vuole pazienza e tempo, che certo non sono le caratteristiche di una inaugurazione. Bisogna sapere dove partire e dove si vuole arrivare, per fare una qualunqe presentazione, ed io non ho avuto assolutamente il tempo per far vedere niente di ciò.

Ho cercato di ripetere più volte che lo stato del proiettore era MOLTO lontano dal suo limite, ma il mio cruccio è di avere dato a tutti una bella manifestazione di incompetenza.

Non posso che ringraziare Nerio Giacomini della SIM2, presente all'incontro, che ha dimostrato la solita conoscenza enciclopedica (è un mito fuori discussione) e signorilità, dando un suo contributo tecnico che credo sia stata la cosa più apprezzata di tutto l'intervento.

Ovviamente voglio anche ringraziare Alberto Andreoli per la straordinaria ospitalità, la bellezza della show-room, la profusione davvero esorbitante di mezzi ed apparecchiature da sogno per noi appassionati, ma anche per ricordargli amichevolmente che per guardare un tritubo bisogna tararlo con un po' di pazienza, prima... ;) ;) ;)

igor
20-10-2002, 23:44
ieri ho sentito Fauntleroy e Jumbo e non mi sono sembrati così dispiaciuti del posto e non mi sono sembrati neppure innervositi, che non se ne siano nemmeno accorti?:D

ciao

igor
ps: mi dispiace di non poterci mai essere, ma una volta che sia una volta di Domenica?:D

Mauro Bricca
21-10-2002, 02:32
Andrea, non credo proprio sia il caso che tu debba scusarti così tanto! E' praticamente automatico che quando si fanno dimostrazioni ad una platea tutto vada storto! E poi dai, non era mica il ricevimento del Presidente della Repubblica, eravamo tra amici, tutti appassionati che sanno bene chi sei e cosa hai fatto per la 'categoria': io posso dire che il 90% di quello che ho imparato in fatto di teoria video lo devo a te, alla lettura dei tuoi articoli e alla passione che ci hai messo. Magari ce ne fossero dei divulgatori di sapere e di passione come te, continua così!!

...tanto io il corso sul colorimetro l'avevo già visto al TAV... :D

Maurizio Travani
21-10-2002, 09:28
Originariamente inviato da Andrea Manuti
... i partecipanti alla inaugurazione della show room di Alberto Andreoli a Bologna, ieri, sabato 19, che sono venuti anche per vedere una conversazione sull'uso di un colorimetro.

Posto questo messaggio su AVForum e AFDigitale, in quanto parecchie persone presenti a Bologna sono frequentatori abituali di ambedue i luoghi virtuali.

Chiedo scusa perché ho presentato una cosa che faceva schifo ed indegna di un livello almeno accettabile: in altri termini ho fatto perdere a tutti gli intervenuti tempo e soldi. Gli spostamenti, purtroppo, non sono gratis, ed il tempo è una delle risorse più preziose che abbiamo.

Brevemente i fatti: uno (io) viene chiamato a presentare un sistema di calibrazione basato sull'uso di un colorimetro, fatto con il quale sta sbomballando da tempo tutta la comunità videofila (compratevelo perché migliora le prestazioni dell'80%, non potete farne a meno, e via dicendo).

La gente arriva alla Home Cinema Design, ed oltre a trovare un ambiente straordinario, raffinato e traboccante lusso e tecnologia, pensa di trovare il meglio di quanto la stessa tecnologia possa offire.

Trova in realtà un proiettore (Barco Cine 9) con una geometria, convergenza, messa a fuoco ed astigmatismo sulle quali è meglio stendere un velo pietoso.

Trova lo stesso proiettore con una marcata dominante magenta.

Trova un deficiente (sarei io) che si arrabatta per cercare di sistemarlo alla bell'e meglio, dicendo sostanzialmente "Vi dovete fidare perché ve lo dico io".

Vede un risultato che fa pena, prima, durante e dopo.

Mi vergogno di questa cosa.

Per quanto abbia avvisato all'inizio della riunione che il Cine 9 non era stato tarato come avevo richiesto (se devo parlare di colorimetria, mi aspetto che geometria, convergenza, fuoco ed astigmatismo siano TOTALMENTE perfetti), non c'era UN banco a disposizione.

Fino alle 7:30 della mattina di sabato (a partire dalle 2:30 AM...) ho "cercato" io di fare una taratura, incappando anche in un baco della scheda Holo3D, che mi ha fatto fare un settaggio in 4:3 con un anamorfico inscritto, cosa che io aborro. Il commento di mio figlio Federico, 10 anni: "Papi, si vedevano tutte le righine...". E se se ne è accorto lui, a 960p, immagino gli altri...

Ho cominciato ad usare il colorimetro alle 3 meno 5, con già parecchi di voi dentro alla show-room, con un livello di nervosismo (mio, che sono calmo di natura, grazie a Dio) che raggiungeva il parossismo.

Voi potreste chiedere: ma se avevi il colorimetro, perché non lo hai sistemato per bene? Per il semplice fatto che il processo di calibrazione di una macchina è una operazione che richiede un sacco di tempo, non certo un'oretta scarsa. Ci vuole pazienza e tempo, che certo non sono le caratteristiche di una inaugurazione. Bisogna sapere dove partire e dove si vuole arrivare, per fare una qualunqe presentazione, ed io non ho avuto assolutamente il tempo per far vedere niente di ciò.

Ho cercato di ripetere più volte che lo stato del proiettore era MOLTO lontano dal suo limite, ma il mio cruccio è di avere dato a tutti una bella manifestazione di incompetenza.

Non posso che ringraziare Nerio Giacomini della SIM2, presente all'incontro, che ha dimostrato la solita conoscenza enciclopedica (è un mito fuori discussione) e signorilità, dando un suo contributo tecnico che credo sia stata la cosa più apprezzata di tutto l'intervento.

Ovviamente voglio anche ringraziare Alberto Andreoli per la straordinaria ospitalità, la bellezza della show-room, la profusione davvero esorbitante di mezzi ed apparecchiature da sogno per noi appassionati, ma anche per ricordargli amichevolmente che per guardare un tritubo bisogna tararlo con un po' di pazienza, prima... ;) ;) ;)
Carissimo Andrea,
conoscendo la tua precisione comprendo il tuo disappunto ed apprezzo molto le tue scuse ma mi sembrano esagerate. :rolleyes:
Credo che tutti i partecipanti abbiano compreso gli sforzi profusi da te, da Alberto e da tutti i suoi collaboratori per prepararci la sala al TOP. Se ciò non è stato possibile sono convinto che la colpa sia solo dovuta ad imprevisti. Credo di immaginare come si sarà sentito Alberto... e non mi sembra giusto bacchettarlo. Penso che comunque sia stata un'altra bella occasione d'incontro tra noi appassionati e per chi, come il sottoscritto, ha voluto essere presente soprattutto per amicizia e per rivolgere i complimenti ed un grosso IN BOCCA AL LUPO al grandissimo Albertone.
Poi chi lo vorrà, con più calma, potrà tornare e magnificare le prestazioni del sontuoso e (almeno per me) inarrivabile Cine-9.
Ciao.
Maurizio

Alberto Pilot
21-10-2002, 09:33
che ti debba assolutamente scusare Andrea.
Tarare un CRT è un'operazione non da poco e nemmeno veloce.
La gente che ti conosce di persona o solo per i tuoi articoli sa già di trovarsi di fronte ad un serio professionista, appassionato e preparato. Gli inconvenienti sono purtroppo parte della cosa.
Ho solo il rammarico di non essere potuto venire (Giacomini mi ha "dimenticato" a casa, ehm... :mad: )a conoscere anche i Sigg. Frattaroli ed Andreoli di persona...ma conto di fare visita a questo negozio molto molto presto.

Coraggio Andrea, capita anche nelle migliori famiglie.
La prossima volta, magari, avrai più tempo!

Mandi!

Alberto.

LucaV
21-10-2002, 10:59
L'occasione mi è gradita per dire la mia sull'argomento.
Devo, innanzi tutto, ringraziare l'ottimo Alberto Andreoli per l'ospitalità prestata in occasione dell'evento nonchè per gli sforzi (di tipo economico, logistico e temporale) profusi nella organizzazione di una "session" unica nel suo genere in Italia.
Allestire una saletta con un concentrato di quasi mezzo miliardo di lire di valore commerciale in prodotti HT non è comune anzi, è una cosa unica nel suo genere.
Ma veniamo al punto.
Sento di convenire con le rimostranze di Andrea sebbene - come peraltro discusso durante la cena a Bologna - io sostenga una tesi leggermente differente.
Quella che Andrea ha proposto al Top è stata una "conversazione sull'utilità e l'uso del colorimetro" STOP.
Non ha proposto agli astanti di apprezzare la estrema qualità del tritubo 9 pollici "da lui attentamente tarato".
Ove lo stesso non fosse stato ben calibrato (ed, invero, non lo era) le colpe e/o le responsabilità non sono certamente ascrivibili a quest'ultimo e, imho, neanche al titolare Alberto.
Certo, se fossi stato in Alberto avrei cercato di procrastinato la data di inaugurazione al fine di presntarmi al meglio alla platea ma sappiamo bene cosa ci sia dietro l'organizzazione di un simile evento e, come costume di noi Italiani, spesso ci si accorge soltanto all'ultimo che il tempo preventivato non è sufficiente.

Io penso che Barco avrebbe dovuto provvedere in maniera differente all'allestimento (taratura) di tale tritubo. Non posso pensare che il titolare della showroom debba assumersi anche l'onere
di una simile operazione (sebbene al repsonsabilità ricada comunque su di lui) quando anche BARCO Italia era presente alla inaugurazione e, ovviamente, aveva tutto l'interesse commerciale e di immagine per ben figurare.
D'altronde interessa anche e soprattutto a loro che la macchina appaia ben performante.
La mia impressione (si intenda, è solo una mera impressione) è che Barco Italia, nelle avrie rappresentazioni con questa macchina non faccia tutti gli sforzi del caso, evidentemente (e qui sono un pò malpensante) perchè ritiene che il potenziale acquirente del Cine 9 non sia il vero appassionato competente ma il facoltoso Ht-(new)-addict che di convergenza e geometria non vuole neanche sentir parlare.
sarà una impressione sballata ma è la mia e tale rimane.
D'altronde è passato più di un anno dalla presentazione ed ancora non sono riuscito a vedere cosa possa offrire tale macchina da quasi 60.000 euro).
Se doveste vendere una Ferrari a Schumi, gliela fareste provare con una convergenza sballata (anche qui la convergenza!!) o con le gomme usurate?
Beh, qui è la stessa cosa.

Differentemente da Andrea ritengo che il Cine 9 fosse comunque a fuoco ma avesse geometria e convergenza sballate, senza considerare la colorimetria che, ancora una volta, presentava tutti gli attori di Mission Impossible 2 completamente avvinazzati (passi per Cruise ma è un peccato per la bruna!).

Ad ogni modo la saletta era ben allestita, i finali digitali Tact molto ben suonanti con il loro DSP dedicato (e vorrei vedere che non lo fossero a 32.000 Euro di costo), ottimo lo Stewart grigio, molto buono l'Infocus.

Ancora una volta mi preme ringraziare tutti (compresa la mia compagna di camera) ;) per la piacevole compagnia.
Saluti
Luca

Emidio Frattaroli
21-10-2002, 11:03
Qualche volta il Manuti esagera ;)

Allora, oltre alle condizioni nelle quali è stata effettuata la taratura (dalle 2:30 alle 7:00 del mattino, dopo aver atteso che fosse finita la taratura del sistema audio) vorrei sottolineare un aspetto che potrebbe essere trascurato.

Io per fare un banco dignitoso (1024x768@75Hz) nelle migliori condizioni ci ho messo più di 50 ore, calcolando tutte le nottate che possono essere sfruttate in una settimana d'agosto. Ora Andrea benché non conoscesse la macchina (il menu ed i controlli del Cine 9 sono molto differenti da quelli classici di Cine 7 e Cine 8) sinceramente in quelle poche ore e con tutta quella stanchezza accumulata è riuscito a compiere un vero e proprio miracolo.

Tutto qui ;)


Emidio

Bosef
21-10-2002, 11:08
Originariamente inviato da LucaV
Quella che Andrea ha proposto al Top è stata una "conversazione sull'utilità e l'uso del colorimetro" STOP.
Non ha proposto agli astanti di apprezzare la estrema qualità del tritubo 9 pollici "da lui attentamente tarato".

Questa e' la cosa fondamentale!


Differentemente da Andrea ritengo che il Cine 9 fosse comunque a fuoco ma avesse geometria e convergenza sballate, senza considerare la colorimetria...

Per non parlare della parte di tubo effettivamente sfruttato...

Ma c'era gente che non si era accorta di nulla?!


Ancora una volta mi preme ringraziare tutti (compresa la mia compagna di camera) ;) per la piacevole compagnia.

Alla fine, il massaggio dei piedi com'e' andato? ;)

Maurizio Travani
21-10-2002, 13:27
Originariamente inviato da LucaV
L'occasione mi è gradita per dire la mia sull'argomento.
Devo, innanzi tutto, ringraziare l'ottimo Alberto Andreoli per l'ospitalità prestata in occasione dell'evento nonchè per gli sforzi (di tipo economico, logistico e temporale) profusi nella organizzazione di una "session" unica nel suo genere in Italia.
Allestire una saletta con un concentrato di quasi mezzo miliardo di lire di valore commerciale in prodotti HT non è comune anzi, è una cosa unica nel suo genere.
Ma veniamo al punto.
Sento di convenire con le rimostranze di Andrea sebbene - come peraltro discusso durante la cena a Bologna - io sostenga una tesi leggermente differente.
Quella che Andrea ha proposto al Top è stata una "conversazione sull'utilità e l'uso del colorimetro" STOP.
Non ha proposto agli astanti di apprezzare la estrema qualità del tritubo 9 pollici "da lui attentamente tarato".
Ove lo stesso non fosse stato ben calibrato (ed, invero, non lo era) le colpe e/o le responsabilità non sono certamente ascrivibili a quest'ultimo e, imho, neanche al titolare Alberto.
Certo, se fossi stato in Alberto avrei cercato di procrastinato la data di inaugurazione al fine di presntarmi al meglio alla platea ma sappiamo bene cosa ci sia dietro l'organizzazione di un simile evento e, come costume di noi Italiani, spesso ci si accorge soltanto all'ultimo che il tempo preventivato non è sufficiente.

Io penso che Barco avrebbe dovuto provvedere in maniera differente all'allestimento (taratura) di tale tritubo. Non posso pensare che il titolare della showroom debba assumersi anche l'onere
di una simile operazione (sebbene al repsonsabilità ricada comunque su di lui) quando anche BARCO Italia era presente alla inaugurazione e, ovviamente, aveva tutto l'interesse commerciale e di immagine per ben figurare.
D'altronde interessa anche e soprattutto a loro che la macchina appaia ben performante.
La mia impressione (si intenda, è solo una mera impressione) è che Barco Italia, nelle avrie rappresentazioni con questa macchina non faccia tutti gli sforzi del caso, evidentemente (e qui sono un pò malpensante) perchè ritiene che il potenziale acquirente del Cine 9 non sia il vero appassionato competente ma il facoltoso Ht-(new)-addict che di convergenza e geometria non vuole neanche sentir parlare.
sarà una impressione sballata ma è la mia e tale rimane.
D'altronde è passato più di un anno dalla presentazione ed ancora non sono riuscito a vedere cosa possa offrire tale macchina da quasi 60.000 euro).
Se doveste vendere una Ferrari a Schumi, gliela fareste provare con una convergenza sballata (anche qui la convergenza!!) o con le gomme usurate?
Beh, qui è la stessa cosa.

Differentemente da Andrea ritengo che il Cine 9 fosse comunque a fuoco ma avesse geometria e convergenza sballate, senza considerare la colorimetria che, ancora una volta, presentava tutti gli attori di Mission Impossible 2 completamente avvinazzati (passi per Cruise ma è un peccato per la bruna!).

Ad ogni modo la saletta era ben allestita, i finali digitali Tact molto ben suonanti con il loro DSP dedicato (e vorrei vedere che non lo fossero a 32.000 Euro di costo), ottimo lo Stewart grigio, molto buono l'Infocus.

Ancora una volta mi preme ringraziare tutti (compresa la mia compagna di camera) ;) per la piacevole compagnia.
Saluti
Luca

:eek: :eek: :eek: ;)

renato999
22-10-2002, 01:57
Andrea, sono convintissimo che tu non abbia nulla di cui scusarti con noi. La lezione sul colorimetro è stata molto interessante, e ha reso pienamente l'idea di quali benefici possa portare questo strumento. Qualche imprevisto purtroppo può sempre capitare, ma la responsabilità non era certo tua.

Se poi vuoi proprio che accettiamo le tue scuse, dicci pure a quante frustate ti sottoporrai, e noi ti perdoneremo! :D :D :D


P.S. Indovina chi è questo renato999 ? :rolleyes:

Andrea Manuti
22-10-2002, 02:10
Vi ringrazio tutti per l'umana comprensione, ma il fatto rimane.

Non oso neppure per un momento chiamare questa cosa una "lezione", perché non faccio lezioni a nessuno: chiamamola chiacchierata tra amici, con uno che voleva dimostrare qualcosa di cui è convinto.

Ma non ha dato, a suo giudizio, fatti per dimostrarlo: non a chiacchiere, quelle le lasciamo agli imbonitori ed ai venditori di immagini oniriche.

Ecco, pensare di poter essere paragonato a quella generazione di soggetti mi ha fatto cadere gli ultimi capelli che ho in testa...;)

Facciamo una cosa: a gruppetti, quando (forse, un giorno, ... sigh!) avrò il Marquee funzionante, ci vediamo a casa mia!

Andrea Manuti
22-10-2002, 02:11
P.S. Renato999??? Quello prima di Renato1000????:D :D :D

renato999
22-10-2002, 02:20
Ehm... :( Ehm ... proprio quello! :D

Mauro Bricca
22-10-2002, 11:05
Facciamo una cosa: a gruppetti, quando (forse, un giorno, ... sigh!) avrò il Marquee funzionante, ci vediamo a casa mia!

...mi prenoto!!

alberto beria
22-10-2002, 11:20
Cari tutti coloro che hanno commentato il messaggio di Andrea Manuti. Premesso che non è assolutamente mia intenzione polemizzare su quanto accaduto a Bologna, ma poichè la Barco S.r.l. è stata coinvolta in qualche modo nelle discussioni, ritengo mio preciso dovere intervenire per chiarire che l'installazione del Barco Cine 9 è stata volutamente effettuata in modo parziale (e non accurato come è nostra abitudine) in quanto ci era stato confermato l'intervento da parte del Sig. Andrea Manuti per ottimizzare le prestazioni.
Non ritengo quindi scandaloso il fatto che il proiettore sia stato trovato in condizioni non perfette (esattamente così come si trova out-of-the-box.
Non ritengo inoltre dovermi dilungare oltre su quelle che sono le caratteristiche del proiettore in questione, cosa che sembra essere messa in dubbio da alcuni.
Cordiali saluti a tutti.
Alberto Beria
General Manager
BARCO S.r.l.

Alberto Andreoli
22-10-2002, 12:33
Proviamo a cominciare dalle cose concrete : Il Cine9 era tarato bene?. Risposta : No, era tarato male. Perchè era tarato male ? Risposta : perchè il tempo di tutte le installazioni è stato concentrato in due giorni scarsi anzichè nei cinque previsti. Di chi è la colpa? Risposta : Di Alberto Andreoli, responsabile di HCD e di nessun altro.
Assodato questo anche per evitare ulteriori equivoci aggiungo qualche ulteriore informazione. La scaletta dei lavori di ristrutturazione prevedeva che gli operai terminassero il sabato precedente l'inaugurazione ; i continui ritardi hanno fatto sì che solo giovedì le sale fossero agibili per montare i componenti. Il mio accordo con Barco prevedeva che l'installazione del cine9 sarebbe stata fatta il lunedì e il martedì con la collaborazione di Stefano Mascelloni ( installatore Barco ) . Considerato che c'erano ancora gli operai è stata rinviata a martedì e mercoledì ma Stefano ha potuto solo contribuire a installare fisicamente il cine9 sul lift e a fare una taratura sommaria con con lo schermo appoggiato sulla parete. Quindi nesuna responsabilità ascrivibile a Barco che anzi ringrazio per la collaborazione. Poi una serie di coincidenze negative nella giornata di venerdì ( un " pendino " del controsoffitto che vibrava, un'interazione tra due telecomandi che ha fatto perdere una giornata di lavoro a Peter Lyngdorf, macchina sgonfiata di Nicola D'Agostino, etc )ha ulteriormente ristretto il tempo per tarare il proiettore, operazione che tra l'altro è stata eseguita tra le ore 4,30 del mattino e le 6,30 del sabato. Andrea manuti si è gentilmente offerto, così come Emidio, a darmi una mano dato che contemporaneamente io dovevo portare in albergo un bel pò di gente.
Specifico subito che Andrea doveva venire a Bologna solo ed esclusivamente per fare un seminario sul colorimetro, non per tarare il cine9. ( addendum per il post di Alberto Beria : era normale che con la presenza di Andrea, Emidio e Romano qualcuno avesse inevitabilmente messo le mani sul proiettore )Pertanto ringrazio Andrea per la collaborazione non prevista e mi scuso per averlo fatto lavorare sotto stress ( ad esempio solo alle 14,55 ho finito di cablare il cine9 )
Se qualcuno non ha gradito qualcosa me ne dispiace ma dato che ho passato la notte nella show room senza andare a dormire dopo una settimana realmente molto intensa credo di non avere molto da rimproverarmi se non il fatto che non sono riuscito a rispettare i tempi.
Tutto ciò premesso, senza volere polemizzare, mi sembra che il contenuto del post di Andrea non abbia il senso della misura, specialmente considerando che è stato presente e che ha visto quali contarietà abbiamo dovuto affrontare

Paola
22-10-2002, 12:44
:) :) :)
Tanto per dirla tutta, purtroppo alla fine non siamo venuti a Bologna.
Ma posso dire, conoscendo Andrea che quello che ha scritto è comprensibile, vista la serietà el'impegno che mette in questo "lavoro".
Fermo restando il Barco e tutti gli altri problemi tecnici che ho letto nelle varie risposte, concordo con Mauro bricca che tanto il corso sul colorimetro ce lo eravamo ampiamente goduto al TAV e di sicuro Andrea e gli altri a Bologna hanno fatto del loro meglio per rendere piacevole il pomeriggio.
Perciò, caro Andrea, non prendertela più di tanto; chi ti conosce sa bene che persona sei, e quanto accaduto a Bologna non ha cambiato le cose.
Tra l'altro se non mi ricordo male, il Barco era tarato male anche al TAV, più di uno in effetti, perciò non penso sia il caso di prendersela in questo modo.
Un salutone. Paola :) :) :)

LucaV
22-10-2002, 12:52
Originariamente inviato da Paola
Tra l'altro se non mi ricordo male, il Barco era tarato male anche al TAV.

Ssssssss.
Non dirlo così, qualcuno potrebbe prendersela ;)
Saluti
Luca

ifx
22-10-2002, 14:47
Da barco.it stampa&Eventi:

"SMAU:
AF Digitale ospiterà il top della serie Cine, il proiettore home theatre Cine9 (ingresso del Padiglione 9/1, ingresso Porta Metropolitana)"

Che sia la volta buona per vedere un CINE9 come si deve? Chi andrà a controllare?
;)

LucaV
22-10-2002, 14:58
Originariamente inviato da ifx
Che sia la volta buona per vedere un CINE9 come si deve? Chi andrà a controllare?

Io no.
Mi sono stancato di girare l'Italia :)
Saluti
Luca

Emidio Frattaroli
22-10-2002, 19:28
Originariamente inviato da LucaV


Io no.
Mi sono stancato di girare l'Italia :)
Saluti
Luca

Bastava venire nel alaboratorio di Digital Video l'ultima settimana d'agosto :cool:

Emidio

P.S.

Oppure diamo qualche giorno di tempo ad Alberto per "apparecchiare" per bene ;-)

papinist
22-10-2002, 22:53
Originariamente inviato da renato999


Se poi vuoi proprio che accettiamo le tue scuse, dicci pure a quante frustate ti sottoporrai, e noi ti perdoneremo! :D :D :D


P.S. Indovina chi è questo renato999 ? :rolleyes:

Ah, ti vuoi rifare delle 20 frustate 'meritate' per aver detto che il livello del nero del cine9 era degno di un LCD? :D :D :D

(renato999, detta fra noi... avevi ragione!)

Le altre 20 frustate come te le eri guadagnate??

ciao!

renato999
23-10-2002, 00:42
...credo di averle meritate per aver ammesso di non aver mai regolato la colorimetria del mio proiettore e di non esserne capace. :D

Riguardo il livello del nero è andata più precisamente così: Quando il Manuti ha chiesto se quello in cima alla scala era per noi un nero, abbiamo tutti risposto di no; io ho aggiunto che "forse" dipendeva dal fatto che si trattasse di un LCD. Lui, dopo quasi aver controllato, si è "molto arrabbiato" e mi ha ordinato altre 20 frustate! :D :D :D

In effetti è stato pure molto "umano". :D :D :D

joseph68
23-10-2002, 01:13
Originariamente inviato da ifx
Da barco.it stampa&Eventi:

"SMAU:
AF Digitale ospiterà il top della serie Cine, il proiettore home theatre Cine9 (ingresso del Padiglione 9/1, ingresso Porta Metropolitana)"

Che sia la volta buona per vedere un CINE9 come si deve? Chi andrà a controllare?
;)


Io sicuro sicuro ci sarò, sono curioso di vedere :cool:

Ciao

video rookie
23-10-2002, 09:39
ce andrò pure io, anche se non sono un tritubista....:rolleyes:

GizmoLibero
23-10-2002, 12:43
Mi e' uscito sto messaggio sull'HTPC cosa sia ?

Un' epidemia ?

:D

bye
Gizmo

LucaV
23-10-2002, 13:13
Originariamente inviato da Emidio Frattaroli
Bastava venire nel alaboratorio di Digital Video l'ultima settimana d'agosto.

Se mi avessi invitato, magari ti ssarei stato pure utile! ;)



Oppure diamo qualche giorno di tempo ad Alberto per "apparecchiare" per bene ;-)

Emidio hai ragione ma si sa, il tempo non basta mai!!!
Saluti
Luca