Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
WD festeggia i 10 anni di My Passport
WD festeggia i 10 anni di My Passport
L'azienda californiana ha dato appuntamento ai media italiani per celebrare il decennale del suo dispositivo più famoso, venduto per 60 milioni di unità, e anche per il lancio di nuovi prodotti della linea My Passport.
300 - L'alba di un Impero
300 - L'alba di un Impero
Otto anni dopo “300” il secondo film sull'epico scontro tra Grecia e Persia avvenuto nel 480 A.C. Distribuzione Warner Bros Home Entertainment
Top Vendite HD: agosto 2014
Top Vendite HD: agosto 2014
Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di agosto, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 5 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Risultati da 61 a 75 di 80
  1. #61
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273

    prova con i Queen o con i Led Zeppelin
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  2. #62
    Data registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    123
    Dei Queen e dei Led Zeppelin ancora ho nulla in formato vinilico, ma rimedierò presto. Li ho già nella mia wantlist.

    Certo se la differenza è così evidente da un modesto video su youtube, non immagino come possa essere dal vivo.
    Ampli: Nad C 326Bee - CDP: Marantz CD6003 - Giradischi: Pro-Ject Debut III Esprit - Phono: Lehmann Black Cube Statement - Diffusori: Indiana Line Tesi 560 - Cavi Segnale: Audioquest Sidewinder - Cuffie: Philips Fidelio X1

  3. #63
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273
    beh dal vivo e tutta un altra cosa, vuoi mettere anche il coinvolgimento, l'emozione che ti trasmette..
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  4. #64
    Data registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    2.347
    Citazione Originariamente scritto da goreki Visualizza messaggio
    se passo al vinile per poi comprare musica commerciale, esempio un album dei portishead o dei massive attack o dell aguilera, non mi devo illudere pensando di ovviare al problema dei cd vompressi all inverosimile poichè il master d incisione usato per il vinile sarà lo stesso del cd.
    C'è questo rischio, è vero, ma rientra comunque nel generale concetto che è meglio cercare di informarsi quali sono le registrazioni migliori, sia su cd che su vinile.

    Certo, un vinile preso da una registrazione "full analog", in genere offre sempre ottimi risultati, ma questo non vuol dire che non ci siano ottimi vinili presi da registrazioni digitali.

    Uno dei dischi che suonano meglio tra quelli che ho, è "Body and Soul" di Joe Jackson, nonostante in *teoria* dovrebbe essere la situazione peggiore: registrazione digitale dei primi anni '80, quando la tecnologia digitale era agli inizi. Nonostante questo, suona magnificamente (il che dimostra che conta assolutamente chi ha fatto il missaggio), e suona meglio su vinile.
    VPR: Sony VPL-VW60 - Sintoampli: Denon 4308 - Lettore DVD/Bluray: Oppo BDP-83 - HDDVD: Toshiba HD-XE1 - Speakers: B&W 603+LCR60+602 - SAT: Dreambox 7000 - Multimedia: Dune HD Center - Giradischi: Project RPM 9.1 + Sumiko BP2 - Laserdisc: Sony MDP533 - DAT : Sony DT-57ES

  5. #65
    Data registrazione
    Dec 2010
    Località
    MILAN
    Messaggi
    497
    Che poi mi sono un attimo inquietato a leggere certe cifre, nel senso 3000 euro per l'impianto compresi i dischi acquistati da 0 ci può pure stare, ma 3000 euro x l'impianto od il gira x avere risultati tangibili mi sembra sul serio esagerato! io col mio giradischi pioneer PL112D, ahimè sottovalutatissimo in quanto "bollato" erroneamente come giradischi vintage economico, posso dire degli ascolti ampiamente ad alta fedeltà e che mi ripagano sotto ogni aspetto, e persino come credibilità scenica dell'evento, ed oltre a questo i miei dischi continuano a suonare bene e mai sentito salti o fritture di ceci, gracchiamenti onestamente solo in casi estremi tipo vinili ormai stra-ascoltati... insomma anche dire che è condizione obbligatoria spender cifre esorbitanti per avere soddisfazioni dal vinile è forse, imho ovviamente, da dire si ma con le dovute distinzioni del caso...

  6. #66
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    1.135
    Salve ragazzi , non sono un esperto di vinile e l'ho sempre osteggiato in tutti i modi ; forse perche' amici miei audiofili di lungo corso mi hanno sempre detto che per loro il CD e SACD era stata una liberazione dalle tribolazioni dei settaggi pulizie e altre amenita' ...
    in piu' aggiungeteci che sono pure pigro. Quindi viva il cd/sacd ben registrato!
    Poi 2 mesi fa per caso a casa di un amico "analogico convinto" dovevo ascoltare il suo ASR Emitter che pilotava Focal Micro Utopia.
    Ho inserito i miei SACD di riferimento tra cui i soliti Diana Krall (che a me piace tantissimo) e lui i suoi vinili preferiti.
    Il suo set up era stadio phono gira testina sui 9.000 euri. Ricordo lo stadio phono esterno era sempre ASR.
    Che dire ... bisogna sentirlo per capire pero' 2 parole che centrano il concetto le ho: Scorrevolezza , naturalezza.
    Io e mia moglie siamo rimasti colpiti , alle mie orecchie e' come si fosse tolto una sorta di velo che rendeva la riproduzine finta.
    Il mio lettore di riferimento non e' scarso anzi , e' un Onix Sacd 15 che tra i suoi punti forti ha proprio la piecevolezza.
    Che dire .. sto' valutando se inserire in futuro un DAC di livello o una sorgente analogica.
    Ultima modifica di criMan; 28-05-2012 alle 18:35
    Solo musica...

  7. #67
    Data registrazione
    Nov 2010
    Località
    Bari
    Messaggi
    222
    ....e il bello è che non è necessario spendere 10K€ per avere una qualità soddisfacente, ne basta un terzo, fra gira+testina+prefono, per godere appieno del suono analogico in tutta la sua naturalezza....(a patto che il tutto sia abbinato ad ampli e diffusori di pari qualità...)

    Certo lo sbattimento delle regolazioni e della manutenzione ci sarà sempre, la praticità di CD o FLAC è imbattibile, ma bastano pochi accorgimenti, un pochino di sane abitudini, molta pazienza ed il gioco è fatto....
    sorgente analogica: Goldenote Piccolo-testine Goldenote Babele MM+AT33EV sorgente digitale: SACD Marantz SA7001 KI prefono: Audio Analogue ARIA rev.2 ampli: Fountek Altitude 6500 diffusori: Klipsch Heresy III cavi di segnale e potenza: Kimber e Audioquest presa filtrata: Monster Cable

  8. #68
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273
    meglio una sorgente Analogica
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  9. #69
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    1.020
    Il vinile ha un fascino tutto suo, fascino che ti porta ad avere maggiore cura per i dischi neri.
    Ascoltare un disco è un po' come un rituale di altri tempi: ti alzi e scorri il dito sulle copertine, scegli quello che vuoi ascoltare con più attenzione di quanto non faresti con un file flac(cambiare un disco costa fatica).
    Quindi appoggi il disco sul pre, su un tavolino e ti prendi cura del giradischi: togli il panno che usi per far si che non prenda polvere, sollevi il coperchio e con una spazzolina elimini la polvere rimasta al suo interno.Poi tiri fuori il copri disco e estrai delicatamente il disco nero. Controlli che non ci siano altri graffi o ditate rispetto a quello che ti ricordi.
    Quindi metti il disco sul piatto e avvi il motore: con una spazzolina fatta ad hoc rimuovi la polvere che si è depositata sul disco.
    Posizioni il braccio, lo abbassi e ti vai a sedere. Mentre ti stai mettendo comodo, inizia la musica.
    Questo rituale mi ha ridato la voglia di ascoltare la musica e di goderla, al posto di perdere tempo con setup e sciocchezze varie sto spendendo tutto il mio budget in dischi.

  10. #70
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    7
    Ciao. Io sono uno di quelli che ha sempre affermato che il vinile si sente meglio del CD. Dopo anni e anni di prese in giro, adesso godo del mio momento di gloria. Per la pulizia dei dischi ti consiglio un liquito fenomenale che si chiama ART DU SON. Lo trovi su internet. Si tratta di un liquido concerntrato NON ALCOLICO che devi diluire in 5 litri di acqua distillata. Agiti bene
    per mandarlo in soluzione e il gioco è fatto. per usarlo io faccio così:
    1. pulisco il disco con una spazzolina per rimuovere la polvere superficiale
    2. stendo il liquido con una spazzolina esercitando una pressione media (come quando ti lavi le unghie con lo sopazzolinom per intenderci). Questo serve a far penetrare bene il liquido nel solco del disco. Il liquido farà una schiumetta
    3. lascio depositare il liquido per circa un paio di minuti
    4. elimino il liquido con la macchina lavadischi, o in alternativa con un panno

    Dopo queste operazioni potrai accorgerti che tutti quei rimori che non sono imputabili a graffi o righe, saranno spariti o molto attenuati. Ripetendo il lavaggio diverse volte si arriverà a un livello ottimale.

    Io compro spesso dischi usati e ho anni di esperienza e mai ho trovato un liquido lavadischi così efficacie.

    Ricordati che il disco dovrebbe essere lavato prima di ogni ascolto, anche prima del primo ascolto, nel caso che sia nuovo.

    Per quanto riguarda l'usura del vinile questo dipende soprattutto dall'assetto della tua puntina. Se la puntina è montata correttamente, calibrata con la dima e in perfetto assetto e co il peso e l'antiskating giusti, l'usura è pressoché nulla. Molti trascurano questo aspetto e dopo un po' di tempo si trovano i dischi rovinati. Un assetto ideale della puntina ha come conseguenza un miglioramento sostanziale della resa sonora.

    Ti saluto e ti auguro buon ascolto

    www. red-ki.com




    Citazione Originariamente scritto da goreki Visualizza messaggio
    Mi servirebbe un consiglio, sono tentato dall'aggiungere alla mia catena un vinile, nella fattispecie il pro-ject genie rpm.
    Il tutto mosso dal mio ampli audio video cambridge audio azur e dalle mie monitor audio rx6, passando per uno stadio pre phono ancora da identificare, probabilmente nad o cambridge o qualcosa di cinese a valvole.
    Ora, perdo..........[CUT]

  11. #71
    Data registrazione
    Jun 2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    66
    Ciao a tutti.
    Beh, certo che rispetto al CD, il buon caro vecchio disco nero è tutta un'altra cosa, c'è una bella differenza in termini di bellezza e qualità audio.
    Il CD che cos'è? è solo un pezzo di plastica con un buco al centro, invece il vinile, così bello e maestoso, con i suoi innumerevoli microsolchi ed il suo fascino particolare è tutta un'altra vista, per non parlare delle etichette, nei CD sono stampate solo quattro parole, il logo della casa discografica, fine! invece nei vinili erano presenti sempre quelle belle etichette colorate e/o con immagini particolari, e vogliamo metter anche le copertine, a volte erano anche apribili in due a mò di libro con dentro un sacco di belle fotografie della band, annotazioni, particolari tecnici e sopratutto avevano la busta del disco con i testi dei brani scritti sopra, così sapevi cosa cantavano....beh, nei CD non è tanto diverso, ma è tutto in formato molto ridotto....e senza i testi scritti sopra....e se parliamo della qualità..beh, il Cd avrà pure una buona qualità audio, ma non potra mai avere quel grado di fedelta che ha il nostro "frisbee" nero gigante, l'audio del CD è una sensazione fredda, metallica vuota, senza nessuna emozione, ma quando io ascolto un vinile, e come se venissi avvolto dal suono e dal suo calore e fedeltà, senti certi suoni e passaggi che con il CD scompaiono, io stesso possiedo dei vinile risalienti al 1969-1970 (tra cui la prima stampa inglese Island Records del primo disco omonimo degli "Emerson, Lake & Palmer", e il suono ti trasporta in un'altra dimensione, e il bello di vedere quel grosso piattone nero girare sul giradischi, vedere la puntina che cammina sui solchi, pulirlo dalla polvere, prendersi cura di lui, sono emozioni che sincermante a me mi affascinano molto.
    la mia raccolta musicale è composta tutta da vinili (33 e 45) di generi che vanno dalla musica classica al Metal che vanno dal 1966 al 1990, tutti tenuti bene e tutti con un bellissimo audio.

    I vinili hanno ancora molte soprese da svelarci....

  12. #72
    Data registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    568
    direi che questo video empirico chiude la questione mostrando senza ombra di dubbio cosa suoni male e cosa bene.
    possiamo anche chiudere il topic.[vide....o=youtube;g5dCMz4gKLI]http://www.youtube.com/watch?v=g5dCMz4gKLI&feature=youtube_gdata_player[/video]
    Ultima modifica di gorecki; 21-02-2013 alle 20:37

  13. #73
    Data registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1.755
    Ahah

    Io sono tornato al vinile perchè mio padre aveva una collezione notevole di dischi, mi sembrava giusto non lasciarli marcire.

    Inizialmente ero scettico poi mi sono appassionato, ora se capita qualcosa di interessante mi fa piacere averlo in vinile e qualcosa si trova anche ai mercatini.

    Sulla questione qualità non entro, dico solo che al mio orecchio suonano diversi e ascoltare in vinile è più soddisfacente, vuoi anche perchè il disco suona a seconda di come te ne prendi cura. Se un disco è trattato bene suona bene.

    Oramai con relativamente poco (Preamplificatore Rega Fono Mini + Giradischi Pro Ject Carbon / Rega P1) si riesce ad ottenere un ottimo risultato.

  14. #74
    Data registrazione
    Jun 2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    66
    Citazione Originariamente scritto da gorecki Visualizza messaggio
    direi che questo video empirico chiude la questione mostrando senza ombra di dubbio cosa suoni male e cosa bene.
    possiamo anche chiudere il topic.http://www.youtube.com/watch?v=g5dCM...e_gdata_player
    Questo video dice tutto sul fatto!

  15. #75
    Data registrazione
    Jul 2012
    Località
    Toscana
    Messaggi
    96

    questo video dimostra senza ombra di dubbio che il vinile suona meglio
    ti piace il JAZZ
    www.m-base.com

Pagina 5 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •