Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Edge of tomorrow
Edge of tomorrow
L'epico film di fantascienza di Doug Liman in un'edizione quasi reference. Protagonisti Emily Blunt e Tom Cruise. Distribuzione dei dischi 2D/3D curata da Warner Home Video
Godzilla
Godzilla
Reboot anche per il leggendario Kaijū diretto per la prima volta da Ishiro Honda nel 1954. Distribuzione del disco curata da Warner Home Video
Top Vendite HD: settembre 2014
Top Vendite HD: settembre 2014
Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di settembre, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 2 di 12 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 177
  1. #16
    Data registrazione
    Apr 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    67

    Ciao,
    Oltre al BAT vk51 SE ho trovato anche un Cary Audio SLP 05 (2 telai) e un Angstrom Research Ref. 2.
    Tutti e tre costano più o meno la stessa cifra.
    Qualche preferenza tra i tre abbinati con il Plinius?

    @2112Luca: cosa intendi per adattatore? il connettore o il trasformatore di accoppiamento?

    Grazie
    Ultima modifica di elite1967; 02-06-2012 alle 08:38

  2. #17
    Data registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2.578
    Ciao
    non ho ascoltato il cary per giuducare ma ho sentito il 31se con il plinius e andava un gran bene, con il 51 puoi solo migliorare, non escludo che con il cary possa avere dei risultati superiori.
    c'è anche il problema di una futura rivendibilità BAT e un marchio conosciuto ai più, cary audio non tantissimo anche se construisce macchine ottime soprattutto i lettori

  3. #18
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    805
    Onestamente non avevo letto il 3D ma nel frattempo ho avuto modo di conoscere personalmente l'amico Elite1967 (grazie Lele) e di fargi ascoltare il mio impianto.

    Dunque, provo a dare qualche suggerimento visto l'ascolto diretto dell'accoppiata Angstrom Research + Plinius Sa 103 (in configurazione mono) + Sonus Faber Amati e le 'esigenze' di upgrade su cui ci siamo confrontati.
    Scusate le lungaggini, ma sono appassionato al tema.

    Cominciamo da Plinius SA-103

    Ottimo finale, uno dei migliori sul mercato anche per rapporto Q/P.
    Ho avuto modo di ascoltarlo in maniera approfondita, oltre che nel mio setup, sia con pre a stato solido (anche della stessa casa) che valvolari. Personalmente sostengo che il Plinius SA-103 supera se stesso in catene con pre valvolari di alto rango.

    Il Plinius SA-103, come tutte le macchine 'performanti' essendo a valle della catena mette a nudo, radiografando, tutti i pregi e/o difetti di quanto c'è a monte (pre + cavi) e a valle (cavi + diffusori). Un minimo errore e ... sei fritto !!!

    Dunque è essenziale, come d'altra parte è noto, prima di dire se meglio questo o quello, costruire una catena 'equilibrata' che tenga conto delle sinergie e dei livelli di tutti i componenti, ambiente compreso e livelli di costo/prestazioni equivalenti (l'anello debole è quello che poi ascolti, sia esso un cavo, la sorgente, etc..).

    Il Plinius SA-103, ma vale lo stesso anche per Pass, Spectral e chi ne ha + ne metta, va messo in condizione di rendere al meglio ottimizzando pezzo.pezzo tutta la propria catena e per questo non esistono ricette speciali o magiche che sulla carta valgono sempre.

    I Preamplificatori

    Dunque se dovessi consigliare Elite1967, il Plinius va accoppiato a pre valvolari di alto rango che ne esaltino / valorizzino le caratteristiche proprie di trasparenza, dettaglio, fuoco, scena ed estensione dinamica (specie in gamma medio-bassa).

    Essendo un finale veramente 'a larga banda' ossia capace di prestazioni lineari dal basso profondo ai paradisi dei soprani, necessità di pre VV veloci, non colorati, non ambrati .. insomma dei pre VV travestiti da SS.

    Il Plinus accetta sia XLR che RCA, io lo preferisco in XLR.

    Per me i pre + adatti sono questi (in ordine di sinergia):

    -) Convergent SL1 (sicuramente il n.1 con Plinius)
    -) Laam 2.1 (strepitoso in accoppiata)
    -) Nordlys Estro Armonico (ottimo Q/P, prestazioni superlative, ma un pochino leggermente 'colorato')
    -) Carry / BAT
    -) Angstrom Research (preferibilmente provvisto di controllo di guadagno per adattare bene lo stadio di buffer)

    Ragazzi il pre di Garlaschi è eccezionale, sopra è al quarto posto solo perchè è un pre da veri intenditori ed è sicuramente da trattare con i guanti bianchi per quanto riguarda il fine-tuning delle valvole/etc... Sconsiglio però di prenderlo usato .. a meno di non essere veramente esperti e/o pensare di fare una completa revisione direttamente da Garlaschi.

    Io tenderei a suggerire in pre di Garlaschi e non lo cambierei mai (anche xchè mia moglie Angela mi sbatterebbe fuori di casa tanto le piace) a meno di un nuovo modello (provvisto di stampati) .... che i bene informati dicono ... sta per uscire per il prossimo TAV ... vedremo e mettiamo i soldini da parte .... Forza Roberto!!!

    Concordo con Luca2112, Carry e BAT sono sicuramente soluzioni valide, peraltro proposte dallo stesso distributore, se proprio si deve scegliere tra i 2 preferirei i Carry ...

    Se si esclude Convergent (per costo) e Angstrom (per 'esperienza' richiesta) allora best buy in accoppiata con Plinius un bel Laam usato (divino) o un Nordlys (ma da sentire attentamente).

    In accoppiata trovo i CJ troppo ambrato e tra gli SS a quel punto prendere sicuramente un M8 della stessa Plinius (per circa 2.500 euro rapporto Q/P strepitoso).

    Detto questo ... mica abbiamo finito, certo uno si può comprare Laam (io comprerei un bel Lamm) + Plinius ... se lo porta a casa e .... i cavi ? i diffusori ? L'ambiente ? ... la Musica che si ascolta ? .....

    Vorrei un suono valvolare ma con i bassi degli SS ... si ma i

    I diffusori?

    Elemento essenziale, con le mie SF Amati Homage (prima generazione con medio-alte curate alla perfezione) un finale tipo Plinius SA-103 ne esalta i pregi (la medio-alta) e ne compensa i difetti (la gamma bassa) ... ma con altri diffusori ???? COn le Focal ??? ..

    Occhio che Plinius va accoppiato a diffusori di alto rango mooolto curati ed equilibrati in gamma medio-alta, allora è un domatore nato ... uno di quei maschi che seduce e domina i poveri woofer di femmine capricciose ed altolocate ... come controlla il basso il Plinius ne ho visti pochi ... fermo, deciso, granitico ... armoniche perfette ... ma se trova femmine troppo 'instabili' o no perfettamente equilibrate ... allora è sempre di razza ma gli manca quella grazia o quella pazienza ... fate voi che serve per 'adattarsi' all'amplesso e .... si vedono che i 2 sono da una botta e via .... insomma gli manche l'amore che rende il rapporto stabile e duraturo.

    A questo punto cosa si fa ? Si divorzia ? si cambiano i diffusori ? .... meglio pensarci prima se non si vuole sostituire tutto l'impianto.

    I Cavi

    E che dire poi dei cavi ... sono come il prezzemolo ... pardon come il cacio sui maccheroni ... no, come lo spumante in un matrimonio .... mai trascurare i cavi ... pena ... pensare di cambiare tutto l'impianto. e MAI trascurare le sezioni di alimentazione ... pena degrado di prestazioni di tutto l'impianto anche se in casa si ha tutta una catena da 100.000 euro.

    Cavi 'giusti' fanno suonare bene anche un eschimese con una brasiliana ... specie se l'ambiente non e' per loro confortevole ... ipotizza che si trovano ad amoreggiare ad Hong Cong come fanno senza ... i cavi giusti?

    e poi la Musica

    mica pizze e fichi ... che musica ascolti ? un genere particolare ?

    -) Orchestra sinfonica ?
    -) Barocco ?
    -) Rock?
    -) Metallica ?
    -) Jazz ?
    -) Pop ?
    -) di tutto ....

    Cominciamo dal fondo ... se la risposta è 'di tutto' allora meglio un integrato, buono, ottimo, di alto rango, di quelli de marca (inutile fare nomi Mc,Accu, ...) e ti passa la paura. Se non si vuole l'integratone (io non comprerei mai un integratone), allora DECISAMENTE, accoppiata 2 telai (dopo ascolto) rigorosamente dello stesso brand (ad es. IMHO sempre in ordine di investimento Laam+Laam, Plinius+Plinius, Audia Flight + Audia Fligh, Spectral+Spectral, Convergent+Convergent).

    (Insomma avete capito che se si ascolta di tutto e si vuole i 2 telai, suggerisco Laam+Laam se VV, Audia Flight per SS) ...e poco altro ... magari Spectral 'usati'.

    Se invece le risposte sono DIVERSE da 'ascolto' di tutto allora si può giocare ad ottimizzare la propria catena (dall'inizio alla fine ... considerando anche l'ambiente) e qui siamo nel campo dell'arte, della magia ... e del '****' ... inteso come sinergie tra elementi astrali che ti danno fortunamente il massimo accoppiamento tra le parti del proprio impianto.

    Se uno preferisce 'barocco' (tipo me per capirsi), grandi cori polifonici, allora Convergent + Plinius è un ottimo Q/P (meglio ancora anche Laam + Plinius)

    Se uno preferisce 'concerto barocco' ma anche Jazz ad ascolti 'intimi', ma all'occasione anche a dinamiche elevate allora un bel pre passivo di Garlaschi (o un Lamm) e 2 melodiosi, setosi e bellissimi finali mono Viola da 70W .... MAGIA

    Se uno preferisce rock/pop ... ma anche sinfonica, Convergent + Convergent o Convergent + Plinius (con i giusti diffusori).

    Ma se uno invece prendesse una bel 2 telai della Audia Flight ????

    Conclusione, so di avere generato qualche dubbio al ns. amico Elite1967, che ho avuto modo di conoscere e di apprezzare quanto a competenza audiofila durante l'ascolto del mio impianto (che nell'occasione era in fase di smontaggio per pulizie varie) ...

    Spero di avere 'aiutato' Elite1967 come lui ha 'aiutato' me nel campo dell HT .... ( ... se ancora Elite1967 ha la possibilità di pensare bene alla sua catena ... (attualmente una deliziosa catena tutta VV) ... ed è nelle condizione di rimandare gli acquisti allora 'forse' ... seguiranno sorprese ....

    Conclusioni

    In questo campo + si sale di livello e + il videogioco si fa duro ed i duri e coraggiosi cominciano a giocare ... insomma avete presente Halo per la Xbox !!!!
    Ultima modifica di UltimoDeiMohicani; 03-06-2012 alle 16:21 Motivo: manca l'inizio
    ..alla fine di tutti i ragionamenti audiofili possibili e' sempre una questione di ESTETICA.

    aesthetica: dal greco αἴσθησις che significa sensazione e da αἰσθάνομαι che significa percezione mediata dal senso.

  4. #19
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273
    Porca vacca che papiro!! Peccato avrei voluto esserci anche io.. Comunque se non lo ha messo sulla retta via così..
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  5. #20
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    805
    Lele vieni a 'riascoltare' il mio impianto che con l'occasione ho tirato a lucido, sostituito qualche cavo di alimentazione, sostituito le 6J5 del pre che esalavano gli ultimi respiri (specie quella del canale dx) .., riposizionato i diffusori ed ottimizzato le loro inclinazioni .... wow ... altro che papiro ... i Plinius SA-103 configurati mono 'sembrano' diventati dei fascinosi Viola ...

    Ripeto fino alla noia, oppure fino a scrivere un altro papiro ... Get Better Sound di Jim Smith è da tenere sul comodino per tutti quelli che hanno la ns. passione ed ogni sera leggersi una paginetta ...

    Ottenere un suono di qualità accettabile non è un problema di semplice soluzione: acquistare costosi componenti HiFi non è né necessario né sufficiente, purtroppo. Curare l'installazione e l'acustica della stanza d'ascolto influenza per più del 50% la performance finale.

    http://www.tnt-audio.com/books/get_better_sound.html

    Dimenticavo ... altra cosa da studiare a memoria manco fossero le tabelline delle elementari .... tutti gli articoli scritti dall'illuminato Lorenzo Zen.

    http://www.lorenzozen.it/
    ..alla fine di tutti i ragionamenti audiofili possibili e' sempre una questione di ESTETICA.

    aesthetica: dal greco αἴσθησις che significa sensazione e da αἰσθάνομαι che significa percezione mediata dal senso.

  6. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273
    ok, alla prima occasione dedicherò sessione di ascolto
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  7. #22
    Data registrazione
    Apr 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    67
    @ UltimodeiMohicani,
    grazie per la dettagliatissima risposta.
    Benchè ci conosciamo da poco, abbiamo reciprocamente capito quali sono i nostri gusti in termini musicali e in termini di sonorità dell'impianto ideale.

    Io mi sono convertito alle valvole da qualche anno abbinandole a dei diffusori Focal 937 (eccellenti sotto tutti i punti di vista). Il suono è sensuale, travolgente, musicale, caldo. Ma mi sono accorto col tempo che manca di una porzione di armoniche nella fascia bassa che è ciò che rende reale una orchestra quando la si sente dal vivo.
    Il transistor di suo ha una dinamica travolgente, un basso preciso, potente e definito e una grana microscopica, ma alle mie orecchie rimane un po' freddo, troppo tagliente quasi un po ' nasale.

    Dopo aver ascoltato il mio impianto con il Plinius 103 (grazie alla pazienza di UltimodeiMohicani), mi sono convinto che forse lo SS non fa per me e ho deciso di prendere una pausa di riflessione e di rimandare l'acquisto a dopo una più attenta valutazione delle alternative disponibili. Al momento non sono ancora pronto a rinunciare alla musicalità delle VV a vantaggio della potenza del basso. Il Plinius è un'ottima macchina intendiamoci, ma forse non è la macchina che fa per me!

    Farò tesoro dei consigli di UltimoDeiMohicani perchè ha dimostrato grandissima competenza, esperienza e tantissimo buon senso (cosa che spesso si tende a trascurare).

    Ritirerò dal mercatino i miei finali (che suonano ancora molto bene) per ora e poi vedremo...

    Grazie a tutti per i consigli e per la pazienza.
    Vi terrò aggiornati sulle mie scelte.

  8. #23
    Data registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2.578
    secondo mè devi puntare ad una soluzione ibrida pre a valvole finale a SS dovresti riuscire ad avere entrambe le cose, le nuance delle valvole e la potenza del finale e credo che il pre bat possa darti entrambe le cose.

  9. #24
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    805
    @elite1967

    piacere mio, sono arcisicuro che continueremo ad approfondire i rispettivi punti di vista ... abbiamo molto in comune .. forse anche le Ultime 4 cifre del tuo nick ... se poi sei nato anche a Febbraio .... .

    @2112luca

    secondo me hai ragione su VV + SS e penso che alla fine il punto di arrivo e' ormai tracciato, ma ti assicuro che il buon elite1967 ha un impianto che suona una meraviglia ed inoltre e' perfettamente inserito in meraviglioso ambiente.
    Forse pero' per i gusti di elite e per l'ambiente che ha il BAT avrebbe una impostazione sonora leggermente un po secca .... ci vedrei invece mooooolto bene un VV + VV con CAT SL1 .... o un Laam.
    ..alla fine di tutti i ragionamenti audiofili possibili e' sempre una questione di ESTETICA.

    aesthetica: dal greco αἴσθησις che significa sensazione e da αἰσθάνομαι che significa percezione mediata dal senso.

  10. #25
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.273
    Se se fate comunella.. Comunque Plinius non va bene con Focal
    2ch: Exposure 2010S2 - CDP: Exposure 2010S2 - Giradischi: Goldenote Valore - Pre-Phono: Goldenote Phono I - Diffusori: ProAc Response D Two - Distributore di alimentazione: Isotek Orion 6-WAY - Cavi di alimentazione: Thender (terminati Furotech CDP+Ampli) - Isotek Premium - Cavi di segnale: VDH D-102 MKIII (CDP) - Audio Execute (Pre-Phono) - Cavi di potenza: Nordost White Lightning Anniversary
    Liquida: MacBook Pro 13'' - DAC: - Goldenote DAC7 - Cavo USB: - Goldenote Firenze - Cavo di segnale: RAMM Elite 30 - Cavo di alimentazione: Goldenote Lucca AC

  11. #26
    Data registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2.578
    Citazione Originariamente scritto da UltimoDeiMohicani Visualizza messaggio

    @2112luca

    secondo me hai ragione su VV + SS e penso che alla fine il punto di arrivo e' ormai tracciato, ma ti ..........[CUT]
    Ciao non mi pare da proprietario che il BAT 51se sia proprio così asciutto anzi e molto morbido non a livello dei CJ ha si sente che è un valvolare.....

  12. #27
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    805
    Luca concordo con te 100%, il BAT VK-51SE e' una macchina eccezionale ... un pre bilanciato da riferimento, specie con le 6H30P-DR on board.

    Dico solo che sarebbe opportuno avere modo di provare queste macchine che stand alone sono straordinarie nel proprio setup in quanto come dicevo prima ambiente ed il resto della catena (finali diffusori etc.. ) condiziona sempre e comunque il risultato finale.

    Alle volte anche un componente 'musicale' se preso in un contesto puo' suonare asciutto in un contesto diverso. Tieni conto che l'ambiente di elite1967 tende naturalmente ad 'asciugare' molto il suono ...

    Sarebbe opportuna una prova diretta in ambiente.

    L'accoppiata con il Plinius SA-103 e' collaudata e sperimentata, con quali altri finali lo vedresti in accoppiata tenendo conto delle Focal 937. Non ho mai sentito il BAT in accoppiata con Spectral ma probabilmente al ns. amico elite1967 serve qualcosa in SS di meno radiografante del Plinius e pensavo appunto ai finali della casa americana magari sotto i 100W.
    ..alla fine di tutti i ragionamenti audiofili possibili e' sempre una questione di ESTETICA.

    aesthetica: dal greco αἴσθησις che significa sensazione e da αἰσθάνομαι che significa percezione mediata dal senso.

  13. #28
    Data registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2.578
    Citazione Originariamente scritto da UltimoDeiMohicani Visualizza messaggio
    Dico solo che sarebbe opportuno avere modo di provare queste macchine che stand alone sono straordinarie nel proprio setup in quanto come dicevo prima ambiente ed il resto della catena (finali diffusori etc............[CUT]
    Forse il problema dell'iperdettaglio non sta nel finale........ho sentito il plinius con delle Thiel 3.6 ed era tutto fuorchè radiografante.

    In merito agli abbinamenti eviterei come la peste l'abbinamento pre di qualsiasi marca con finali spectral, non si amano molto, finali spectral solo con pre spectral, entrando nel merito ci fosse la disponibilità economica si potrebbe vedere un 30sl g2 e un DMA200s, alternativa al Plinius potrebbe essere un Mark Levinson serie 3, 331, 332, 333, non oltre con pre a valvole o BAT o AR, al limite può restare in famiglia con un 380s.

  14. #29
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    805
    Citazione Originariamente scritto da 2112luca Visualizza messaggio
    Forse il problema dell'iperdettaglio non sta nel finale........ho sentito il plinius con delle Thiel 3.6 ed era tutto fuorchè radiografante ..[CUT]
    Concordo sulla diagnosi, infatti anche nel mio setup il Plinius con le SF Amati e' tutto fuorche' radiografante.

    Probabilmente nel setup di elite e' da curare in maniera opportuna (oltre al pre) il cablaggio dell'impianto, in particolare l'alimentazione.

    Prima di pensare al finale definitivo, fossi in elite proverei a cambiare il pre ed i cablaggi. Se la strategia di elite e' questa il BAT VK-51 con le 6H30P-DR e' una garanzia, da subito avrebbe bassi piu' pieni e profondi, ma, avendo avuto modo di scambiarci il modo di intendere il suono, ci avrei visto benissimo anche un Laam.

    Poi BAT VK-51 e Plinius SA-103 e' una garanzia al quadrato ...
    ..alla fine di tutti i ragionamenti audiofili possibili e' sempre una questione di ESTETICA.

    aesthetica: dal greco αἴσθησις che significa sensazione e da αἰσθάνομαι che significa percezione mediata dal senso.

  15. #30
    Data registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2.578

    Non sappiamo che tipo di cavetteria ha elite magari ha anche dei cavi Kimber che non brillano per essere profondi e pastosi.

    Quando ho sentito le focal mi hanno sempre dato un suono molto aperto in alto, ma credo che sia la caratteristica della casa.

    Sono daccordo che la coppia BAT/Plinius vada e và alla grande, come detto un'amico ha il 31se e suona veramente molto bene

    Non ho ascoltato apparecchi Lamm ma mi pare siano solo rca o sbaglio?

Pagina 2 di 12 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •