Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
X-Men: giorni di un futuro passato
X-Men: giorni di un futuro passato
Dal regista dei primi due film Bryan Singer, il notevole reboot dedicato agli amati mutanti Marvel. Distribuzione 20th Century Fox Home Entertainment
Lei
Lei
Uno tra i più interessanti autori americani del nostro tempo in una profonda riflessione su amore ed essere. Distribuzione 01 Rai Cinema per BIM/QMedia
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Dall'8 ottobre è nei negozi il nuovo gioco di Sony, definito come il primo “social racing game”. Innovative modalità di condivisione a cui si somma il grande lavoro compiuto sulla grafica
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 1 di 241 123451151101 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 3612
  1. #1
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728

    Guida rapida alla calibrazione avanzata HDTV Plasma ed altri dispositivi (ColorHCFR)



    PARTE 1


    Questa discussione si prefigge lo scopo di spiegare i passi principali per poter effettuare una calibrazione avanzata di un HDTV Plasma.
    (con gli opportuni accorgimenti è comunque valida anche per le altre tecnologie)
    Si leggeranno riferimenti per i Plasma Samsung dal momento che, in alcuni comandi, differiscono dagli altri HDTV di altra marca,
    pertanto chi non fosse interessato li potrà tranquillamente saltare.
    Con questa guida non voglio entrare nello specifico, come è invece stato fatto in quella di CurtPalme, in primis perché non voglio far diventare questo documento un corso alla calibrazione (e non ne sarei capace) e secondo perché quella linkata è perfetta e anzi ve
    ne consiglio la lettura, in quanto fondamentale per l'introduzione nel mondo della calibrazione!

    Ricordate che senza una buona conoscenza delle nozioni di base, una guida veloce come questa (dove ci saranno poche spiegazioni) diventerebbe di difficile comprensione, e poco utile allo scopo per il quale è stata concepita.

    Un ringraziamento speciale a Fabio (revenge72) per i preziosi aiuti e consigli forniti.


    Premetto che il software utilizzato sarà HCFR (in quanto free) nelle versioni rilasciate da Zoyd ColorHCFR v3.1.0.7 e precedenti.
    I dischi pattern saranno AVS HD 709 e i nuovi e più completi dischi GCD e Mascior's (in quanto free e pertanto accessibili a tutti).

    (cliccate sui dischi qui sotto per la versione AVCHD)



    Ai link Forum ufficiale AVS HD 709 - GCD-Gamut Calibration Disk - Mascior's Calibration Disc
    è inoltre possibile scaricare altre versioni: HDMV, MP4 e MKV


    Qui sotto trovate la mia personale versione del GCD (.MKV), a cui ho dato un ordine (imho) più logico, ho aggiunto nuovi pattern più
    precisi per il controllo (occhiometrico) della gray scale, del nero e del bianco. Ed ho infine inserito un utilissimo file mp4 "effetto neve".




    Primi passi

    Cominciate con l'impostare la tv in modalità Film con preset di fabbrica con tutti i filtri spenti, assicurandovi che lo spazio colore, le regolazioni del bilanciamento del bianco a 2 e 10 punti e le impostazioni del Gamma siano settati ai valori predefiniti.
    La temperatura colore è solitamente buona norma impostarla al valore più alto consentito, questo ci permetterà di raggiungere lo Standard con meno click nei controlli. Questo consiglio vale generalmente per tutti i tv prima di effettuare una calibrazione con sonda.

    Nello specifico, per i modelli Samsung, il contrasto non dovrebbe essere regolato ad un livello superiore a 95, la
    temperatura colore settatela su Caldo 2 e il Cinema Smooth impostato su ON.

    Passate adesso alla regolazione di due parametri estremamente importanti: contrasto e luminosità.


    Contrasto - Luce Cella

    Scegliete un disco Blu-Ray che contenga alcune scene molto luminose e quindi regolate il contrasto ad un livello a voi gradito.
    Fatelo nelle stesse condizioni ambientali che solitamente adottate nel guardare la TV. Prendetevi il tempo necessario per fare questo, e ricordate che è più importante regolare la luminosità della vostra tv in modo che soddisfi la vostra visione, piuttosto
    che utilizzare un picco di luminosità che si adatta al gusto personale di qualcun altro (le impostazioni eseguite da un'altra persona potrebbero essere troppo luminose e causare affaticamento agli occhi e mal di testa).
    Se volete invece impostare la luminanza del vostro tv ad un livello ben preciso (ad esempio 90 cd/m2) utilizzate un pattern piccolo (windows 16%) di luminanza pari al 100% e procedete con la lettura in continuo (la lettura dei dati dovrà avvenire nella sezione MEASURES di HCFR, la prima scheda). A questo punto, mentre state effettuando la lettura, con il comando contrasto regolate il valore fino al raggiungimento del valore prefissato, ossia 90 cd/m2.

    Per i Plasma con comando di regolazione della luce cella

    In questi HDTV è presente anche il comando LUCE CELLA o LUMINOSITÀ DEL PANNELLO (o nomi simili) che vi permette di aumentare/abbassare l'efficienza luminosa del pannello senza interferire con il livello del nero. Regolate questo parametro in base ai vostri gusti e alle vostre condizioni ambientali, ricordando che modifiche di questo parametro in teoria non dovrebbero alterano il Gamma in quanto il luma Y di ogni step della scala dei grigi cambia in modo proporzionale.
    Regolate questo parametro anche in base a quanto è consigliato da utenti esperti, recensori o utilizzatori in quanto ogni tv fa un pò storia a se e ci potrebbero essere impostazioni +/- consigliate.


    Luminosità

    Per quanto concerne la regolazione della luminosità il mio consiglio è quello di utilizzare il pattern contenuto nel disco AVS HD (dal menu DVD, selezionate "Basic Settings" e avviate il primo capitolo) oppure nel disco GCD (Black Clip) e regolare la luminosità del tv in modo che la barra 16 diventi nera e la 17 rimanga appena visibile.
    Una volta regolato questo parametro rifate una misurazione di controllo sul contrasto per vedere se ci sono state variazioni, quindi operate di conseguenza.




    La sonda

    Alcune note su come usare la sonda (colorimetro): La i1 D2 (LT) è sensibile alla temperatura, è pertanto necessario riscaldarla fino alla temperatura del plasma per ottenere letture coerenti. Con la TV che mostra contenuti tipici di visione, posizionare lo strumento sullo schermo e lasciarlo lì per almeno 20 o 30 minuti prima di calibrare. HCFR richiederà che, prima di iniziare la lettura, venga eseguita l’inizializzazione del livello del nero (utilizzando una superficie piana e nera). Eseguite questa operazione dopo che la sonda è stata riscaldata. Suggerisco che la i1 D2 (LT) venga inizializzata ogni 30 a 45 minuti circa durante la sessione di calibrazione.

    La sonda i1 DisplayPro / ColorMunki, utilizzabile unicamente con le nuove versioni di HCFR, non è così sensibile alla temperatura, ma anche lei necessita di inizializzazione che va eseguita su un pattern bianco > 50% e clikkando sul tasto "Calibrate meter". In questa fase la sonda viene sincronizzata con il refresh del pannello stesso, e tale sincronizzazione verrà mantenuta finché non si clikka nuovamente su "Calibrate meter". Questa sonda è assolutamente plug and play e non necessita l'installazione di altri driver.


    Per il corretto riconoscimento di tutte le altre sonde da parte di HCFR 3.0.4.x vi rimando al Meter Support Notes.


    x


    Ultima modifica di Roby7108; 17-09-2014 alle 15:29 Motivo: Modificata la grafica in fondo al post

  2. #2
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    Il software

    Le novità introdotte a partire dalla versione 3.1.0.0 Changelog

    Una volta eseguite queste operazioni preliminari, selezionate Advanced -> Preferences -> References, scegliete lo
    Spazio Colore e Gamma desiderati per la calibrazione e impostate gli altri parametri in base alle vostre esigenze.
    Le schermate qui sotto riprodotte sono riferite alla versione di HCFR, la v.3.1.0.7


    - O -


    La schermata qui sotto riprodotta è riferita alla versione di HCFR, la v.3.0.5.2 e riguarda la sezione inerente il calcolo del
    delta E (con minor comandi rispetto alle nuove versioni) dove è possibile considerare sia luminosità che cromaticità nel
    calcolo dell'errore.


    Se ancora utilizzate la versione HCFR 2.1 ricordatevi di andare in Advanced -> Preferences -> General e assicuratevi che non ci sia la spunta
    su "used measures colors (when available)", se c'è toglietela... vi servirà per la successiva calibrazione del CMS.


    Nota...
    E' possibile che installando l'ultima versione di HCFR (su windows 7) le impostazioni e le preferenze scelte non vengano tenute
    in memoria al successivo riavvio del software... Qui al LINK una brevissima guida per rimediare all'inconveniente.

    Link
    Link
    Link
    Ultima modifica di Roby7108; 22-09-2014 alle 21:23 Motivo: Spazio riservato
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  3. #3
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    PARTE 2


    Strumenti HCFR

    Interfaccia grafica dei principali comandi che HCFR mette a disposizione.
    Per poter visualizzare anche quelli nascosti, ricordatevi di selezionare in View le barre degli strumenti cerchiate in rosso
    (vedi immagine), che comprendono tra gli altri anche il Near-Black ed il Near-White.



    Scelta del Pattern:

    Nel momento in cui è stata scritta la guida era disponibile (parlando di materiale free) il solo disco AVS HD 709 che offre i pattern Windows e APL (large/Small); a distanza di tempo però il panorama è cambiato e, con l'introduzione dei dischi GCD e Mascior's, è ora possibile soddisfare le esigenze di tutte le tipologie di display (soprattutto per i Plasma).
    Infatti questi dischi, a differenza di AVSHD, forniscono all'utente tutta una serie di pattern specifici per la calibrazione come ad esempio i 10% Windows con fisso 22% APL, oppure quelli 2%,4%,5% e 6,5% APL e non (cioè con sfondo nero).
    Altro interessante disco introdotto di recente è il CMD HD
    La scelta di quale pattern utilizzare sta a voi, in base alle vostre esigenze di visione o alle tipologie di display.


    Prima di cominciare...

    Effettuate una lettura completa della vostra scala dei grigi, dei colori primari, complementari e saturazioni quindi salvate il file
    (vi servirà per capire da dove siete partiti), magari utilizzando un nome riconoscibile... come ad esempio "vecchio documento"
    oppure "pre calibrazione".


    Raccomandazione: nel mentre effettuate le letture (se potete) uscite dai menù OSD in quanto le misurazioni potrebbero risultare falsate!
    A tal proposito , per i possessori di Plasma Panasonic, si consiglia l'utilizzo del software ControlCal.





    Calibrazione della scala dei grigi e del gamma.


    • Bilanciamento bianco 2 punti

      Lo scopo sarà quello di rendere neutra l'intera scala dei grigi, e questo sarà possibile unicamente linearizzando i contributi di Rosso, Verde e Blu, possibilmente aderenti alla linea di riferimento del 100%. Quindi si comincerà con lo "sgrezzare" questo processo di calibrazione andando ad occuparci esclusivamente di ciò che accade nella parte alta della scala dei grigi (intorno al 75% dello stimulus) e nella parte bassa (intorno al 25% dello stimulus).
      Per far ciò si farà uso del comando denominato bilanciamento del bianco a 2 punti presente nei controlli del tv e applicando piccoli cambiamenti agli RGB HighEnd o Gain (controllo che permette di regolare i colori Rosso,Verde e Blu nella zona più chiara della scala dei grigi) e successivamente agli RGB LowEnd o Offset o Cut-off (controllo che permette di regolare i colori Rosso,Verde e Blu nella zona più scura della scala dei grigi).

      Utilizzando l’opzione di lettura in continuo di HCFR visualizzate un pattern Gray-scale al 75% dello stimulus (disco consigliato GCD) per regolare i livelli RGB della parte finale della scala di luminanza (tramite i controlli Gain) e uno al 25% dello stimolo per la parte iniziale, quella buia (tramite i controlli Offset). Sappiate che gli RGB Offset non hanno una grande influenza sulla scala dei grigi dai 50 IRE in su, mentre gli RGB HighEnd avranno un notevole effetto su tutta la scala dei grigi; pertanto una regolazione di questo parametro implicherà inevitabilmente un adeguamento degli RGB LowEnd allo scopo di compensare.
      Quindi regolate prima i Gain e successivamente gli Offset. Successivamente ricontrollate i Gain e se ci sono state variazioni rispetto alla lettura precedente procedete ad una nuova regolazione... tornate sugli Offset e controllate, e così via fintanto che il tutto si stabilizza.

      Questo dovrebbe produrre una scala di grigi molto accettabile con livelli RGB piuttosto lineari.
      Ricontrollate la luminanza massima e ri-regolate il contrasto, se necessario. Fate la stessa cosa con la luminanza minima e,
      se necessario, ri-regolate la luminosità. Se apportate modifiche ai controlli di luminosità e/o contrasto dovrete nuovamente controllare e regolare (se necessario) i Gain e gli Offset.

      HCFR rende questo primo passo molto semplice. Basta regolare i gain e gli offset fino a quando le barre a colori dell'istogramma saranno allineate il più possibile al 100%. La freccia inoltre (selezionando target in information) si avvicina al centro del bersaglio quando le 3 barre avranno raggiunto lo stesso il livello . I colori intorno al bersaglio sono un'altra rappresentazione grafica dell'obiettivo da raggiungere.



      Cercate di ricordare che, ad ogni livello di luminanza, dovrete regolare i contributi RGB della scala dei grigi in modo da ottenere un colore neutro e pertanto farlo cadere nel centro del punto bianco D65 (punto in cui non vi è alcuna componente di colore)...e questo deve accadere dal nero 0% al bianco 100% passando per tutte le gradazioni di grigio.
      Tutti i livelli della scala dei grigi devono passare per il punto D65 le cui coordinate sono x=0,3127 y=0,3290.
      Numeri magici! Che dovrete cercare di mantenere, al variare della luminanza Y, in tutti i livelli di stimolo.
      Quindi, anziché dei grafici ad istogramma, potete avvalervi dei target x e y per calibrare perfettamente ogni livello della scala dei grigi, sia nel bilanc. a 2 punti che in quello a 10



    • Bilanciamento bianco 10 punti

      Effettuate una lettura completa della scala dei grigi utilizzando un pattern della stessa tipologia usata per la regolazione del bilanciamento bianco a 2 punti e osservate, anche graficamente, come è cambiato l'allineamento e l'andamento dei livelli RGB.

      In ogni caso, dopo aver effettuato la misurazione in scala di grigi, utilizzate le regolazioni del bilanciamento del bianco a 10 punti per correggere eventuali intervalli in cui il delta E è superiore a 3. Cercate di ottenere un delta E inferiore a 2.
      Il consiglio è quello di partire dal primo step del bilanciamento bianco (10%) e procedere fino allo step 10 (100%) seguendo l'ordine di successione naturale dei pattern contenuti nei vari dischi di calibrazione.

      Il procedimento è semplice ed è il medesimo utilizzato per il bilanciamento bianco 2 punti... quando ad esempio regolate lo step 1 (corrispondente alle 10 IRE) dovrete visualizzare il pattern Gray-scale 10% ed agire (utilizzando la lettura in continuo) sui controlli Rosso e Blu fino a quando le barre a colori dell'istogramma saranno allineate il più possibile al 100%.
      Cercate per il momento di non toccare il verde ed eseguite sempre piccole variazioni.
      Proseguite in questo modo fino allo step numero 10 (visualizzando pattern a salire fino al 100%) corrispondente alle 100 IRE.
      Non perdete troppo tempo al di sotto delle 20 IRE quando si utilizza sonde come la i1 LT/D2 in quanto le letture ai bassi IRE non sono del tutto stabili...

      Appena terminato effettuate nuovamente una lettura completa della scala di grigi!


      Lo scopo è quello di ottenere un andamento dei livelli RGB come il seguente, senza esasperare troppo i comandi dei singoli punti; pertanto, al termine del lavoro effettuato, controllate sempre la bontà delle immagini a video (con un buon Bluray).


    Ultima modifica di Roby7108; 28-04-2014 alle 00:57
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  4. #4
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    • Gamma


    Il Gamma è la relazione che intercorre tra il livello del segnale e la relativa emissione di luce in uscita sul display. Il valore del gamma determinerà quanto grande o piccolo sarà il cambiamento di luminosità tra ogni step della Gray Scale.

    Cercate ora di appiattire e correggere la curva del Gamma (generata automaticamente durante la calibrazione in scala di
    grigi) avvicinandola al riferimento, che si attesta al valore che inserirete nella casella denominata Reference Gamma.
    E' possibile inserire il canonico 2.22 (gamma in decoding dedotto dal REC 709) ricordando di spuntare "Display Gamma with black compensation" (soprattutto per quei display che non hanno un livello del nero prossimo allo zero), ma si è comunque liberi di scegliere un altro valore come ad esempio 2.35 -2.40 (standard cinematografico?) o meglio ancora ITU-R BT.1886 (elaborato
    per simulare, in sala di regia/montaggio ecc.. , la resa dei vecchi display CRT con gli attuali display digitali con il preciso scopo
    di mantenere l’ uniformità con il materiale supervisionato con monitor CRT).

    Se il tv dispone delle regolazioni Gamma ad intervalli di 10 step agite su quelli affinché possiate raggiungere i valori target di luminanza Y previsti per ogni step della scala dei grigi, diversamente come nel caso del Plasma Samsung dovrete utilizzare i
    comandi inerenti il bilanciamento del bianco 10 punti.

    Per i Plasma Samsung...

    Con questo tv selezionate un pattern della Gray-scale, ad esempio un grigio di luminanza 30%, e regolate il valore del comando Verde nello step corrispondente 30 IRE (nel bilanciamento bianco a 10 punti) fino ad ottenere il valore target di luminanza Y previsto per tale step. Un aumento di valori nel controllo determina un abbassamento del Gamma misurato. Una diminuzione invece ne determina un aumento. Successivamente modificate i valori di Rosso e Blu della stessa quantità con cui è stato modificato il valore verde. Quando tutti valori di luminanza Y di ogni step saranno allineati al Gamma desiderato, controllate i valori di luminanza minimi e massimi ancora una volta e, se necessario, regolate il contrasto e la luminosità.
    Eseguite questa operazione partendo dal primo step del bilanciamento bianco e ripetete l’aggiustamento per ognuno dei 10 step di luminanza fino a quando non è possibile ottenere il miglior Gamma possibile.


    Se il Gamma non può essere regolato affinché sia vicino al vostro obiettivo, selezionate un altro valore dai settings Gamma
    del tv. Un click dovrebbe cambiare le regolazione del Gamma di quasi esattamente 0,1 nel gamma misurato.
    A differenza dei tv Panasonic (dove i settings sono contrassegnati con il valore Gamma), in altri HDTV un aumento nei controlli solitamente determina una diminuzione del Gamma misurato. Una diminuzione determina un aumento.



    HCFR rende la regolazione del Gamma un operazione facile: La linea denominata "gamma Y" vi darà esattamente i valori target, indicando che valore di Y è necessario per ciascun livello di luminanza.
    Per rendere visibile la linea gamma Y cliccate sulla freccina in basso nella finestrella "VIEW" come da immagine sottostante:


    Pertanto, utilizzando la lettura in continuo di HCFR, osservate il valore Y (sezione Selected color - Data) variare in tempo
    reale al variare del controllo del Gamma (nei Samsung i valori R, G e B agganciati) per quel preciso livello di stimolo, utilizzando
    un pattern ad esso riferito, e fermatevi quando il valore target sarà raggiunto.

    La lettura (e contestuale regolazione) di ogni singolo livello della scala dei grigi è buona norma eseguirla procedendo sempre nello stesso modo e cioè dai bassi agli alti livelli di stimolo e, possibilmente, utilizzando la stessa tipologia di pattern utilizzata fino a questo punto.

    Nei tv al plasma è consigliato un successivo lavaggio (ad es. effetto neve) una volta eseguita le lettura/regolazione
    del bianco 100%, e comunque sempre prima di procedere ad una lettura totale.


    Successivamente eseguite una lettura di tutta la scala dei grigi e, con calma, analizzate il risultato.
    HCFR nella scheda Measures vi fornirà tutte le indicazioni (riga gamma Y) e inoltre i grafici Luminance e Gamma vi daranno un quadro generale dell'andamento del vostro Gamma.
    Se in qualche punto della curva non è stato raggiunto il target, concentratevi su questi, procedendo alla cieca (senza l'ausilio
    della sonda) e agendo sui controlli corrispondenti ai livelli di luminanza per i quali è necessario intervenire. A questo punto
    ripetete la lettura di tutta la Grey Scale (servendovi della sonda) e verificate la bontà degli interventi eseguiti.


    Dopo aver modificato il controllo del Gamma, ricontrollate e regolate (se necessario) nuovamente il controllo della luminosità.

    Ripetete l'intero processo a tre fasi, tante volte fintanto che non si riesce ad ottenere una stretta scala di grigi e una curva
    Gamma possibilmente piatta cercando di applicare cambiamenti molto piccoli durante queste iterazioni.




    A questo punto la calibrazione della scala dei grigi e del Gamma può ritenersi conclusa.... adesso guardatevi qualche Blu Ray per
    rendervi conto di quanto il quadro sia migliorato e di come tutta la scena abbia acquistato in profondità!


    Ricordate che nei TV Plasma Samsung è necessario mantenere un valore di contrasto superiore a circa 85... se viene impostato un valore inferiore non si riuscirà a far corrispondere la luminanza percentuale ai rispettivi 10 intervalli del bilanciamento del bianco. Inoltre, i controlli del CMS non avranno sufficiente spazio (range) per ottenere una calibrazione accurata dei colori.



    NOTA:

    Una volta che vi sarete impratichiti sappiate che la calibrazione del bilanciamento del bianco a 10 punti può essere effettuata CONTESTUALMENTE a quella del Gamma. Infatti nel momento che regolate il Rosso ed il Blu per pareggiare gli istogrammi potrete anche agire sul verde per raggiungere il valore di Y desiderato per quella regione, qualora il vostro TV non disponga del controllo separato del Gamma.
    Ultima modifica di Roby7108; 15-02-2014 alle 21:10
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  5. #5
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    PARTE 3


    Nota introduttiva diagramma CIE 1931 e Gamut


    Il diagramma CIE rappresenta lo spettro luminoso visibile dall'occhio umano.
    Il Gamut rappresenta invece le coordinate dei colori che il nostro apparato va a visualizzare.

    In base al tipo di applicazione esistono Gamut di riferimento differenti (il triangolo che ci presenta HCFR senza fare misurazioni).
    Quando facciamo le misurazioni dei primari e dei complementari HCFR andrà a creare un altro gamut che rappresenta invece ciò che il nostro display fa.

    [Cit. Riker]


    Il triangolo dell'immagine sottostante rappresenta la gamma di colori che il nostro display ci si aspetta sia in grado di produrre.
    I puntini bianchi vicino al punto D65 sono le nostre misure in scala di grigi che abbiamo eseguito in precedenza (che si spera cadano proprio al centro).
    Il triangolo nero rappresenta lo spazio colore che abbiamo scelto.
    I punti alle estremità del triangolo spazio colore sono chiamati primari e sono rappresentati dai colori rosso, verde e blu e definiscono il modo in cui tutti gli altri colori sono creati all'interno del triangolo.
    Lungo i bordi del triangolo abbiamo i colori secondari (più correttamente chiamati complementari) e sono rappresentati dai colori giallo, ciano e magenta. Questi punti secondari vengono creati miscelando, con importi predefiniti, due dei colori primari che si trovano alle due estremità della linea: verde e blu fanno ciano, verde e rosso fanno giallo e blu e rosso fanno magenta.
    I complementari (immagine di destra) cadranno sul triangolo tracciando una linea attraverso i colori primari e il punto bianco che abbiamo selezionato, nel nostro caso il punto D65.
    Andando verso il centro del triangolo, e quindi avvicinandoci al punto bianco D65, avremo altri colori (diversi) con una saturazione inferiore rispetto a quella rilevata ai margini del Gamut. Le saturazioni intorno al 25/50/75% sono quelle che rispecchiano maggiormente i colori della natura, come ad esempio il colore del cielo, di un prato, della sabbia, della pelle, dei capelli ecc.



    Prima di proseguire vorrei fare una breve ma doverosa premessa cominciando col dire che l'approccio alla calibrazione dei colori nei display non è sempre lo stesso e varia in base ai gusti, alla sensibilità di chi calibra o anche in base alla scuola di pensiero.
    Alcuni calibrano prendendo a riferimento quello che succede agli estremi del Gamut... altri invece preferiscono concentrarsi su ciò che accade ai livelli inferiori.
    Di sicuro gli step a 25/50/75% della saturazione (coordinate x;y nel diagramma CIE 1931) sono quelli con cui più abbiamo a che fare in natura pertanto sono quelli che andrebbero presi in maggior considerazione. I comandi del CMS, che influiscono agli estremi dei primari e complementari, agiscono anche ai valori di saturazione inferiori solo che ottimizzando esclusivamente presso i vertici, spesso si viene a sbilanciare la rappresentazione corretta dei valori cromatici intorno al punto bianco D65.

    Giusto per fare un esempio, se il rosso è sovrasaturo e va oltre le specifiche REC709 vorrà dire che quando si guarda la F1 la Ferrari sembrerà un po più rossa oppure durante la pubblicità della vodafone il rosso sarà più vivo.
    E' molto più importante invece che il display sia perfetto ai livelli di saturazione intermedia... giusto per dare un'idea osservate dove sono posizionati gli "skin tone"... fra rosso e giallo a circa il 25% della saturazione.


    Calibrare al 100% della saturazione, se il gamut è nativamente più ampio del riferimento, di solito porta a sotto saturazioni ed errori anche importanti del tint ai valori inferiori in quanto i comandi agli estremi non rispondono nello stesso modo che ai valori 25/50/75%.

    [Cit. Revenge72]


    Qui di seguito una rappresentazione grafica (HCFR) di un Gamut con evidenziate le saturazioni 25/50/75/100% di primari e complementari:



    Ci sarebbe poi anche da affrontare il discorso dei valori di Y (luminanza cd/mq).... Infatti bisogna considerare lo Spazio Colore
    come un qualcosa di tridimensionale (un conoide, un prosciutto!) che si sviluppa sugli assi x,y (saturazione e tinta) e su quello Y (luminanza). Quindi cercate di immaginare un terzo asse (Y) che fuoriesce dal foglio (o schermo). Purtroppo noi non riusciremo ad esplorare interamente tutti gli aspetti riguardanti il Gamut, anche perché i display mancano dei comandi specifici per regolare in modo preciso le saturazioni ai vari livelli di luminosità ( Y ).


    Calibrando con il diagramma CIE1931, se tutti i valori di x;y sono giusti come anche i valori di Y sono allineati a quelli previsti dallo standard otterrò una fetta di questo conoide di forma giusta e spessore giusto... calibrando la scala dei grigi e il gamma so che il nucleo della fetta è nella posizione, nella direzione e della densità giusta... ma, per paradosso, dato che di quello che è intorno al nucleo (D65) non conosco nulla (se non a livello della fetta che ho tagliato), non sarò quindi in grado di conoscere il peso e la
    forma reale dell'intero conoide.

    [Cit. Revenge72]

    Premessa sul CMS Samsung

    La calibrazione del colore nei tv Samsung è abbastanza semplice, ma richiede la comprensione del comportamento dei controlli dello spazio colore rispetto ai dati risultanti. Questi modelli Samsung utilizzano i controlli rosso, verde e blu per ciascuno dei colori primari e secondari. Tuttavia HCFR mostra sostanzialmente i risultati in termini di Saturazione, Tinta e Luminosità.
    I comuni controlli di Saturazione e Tint di primari e secondari e della loro luminosità (Y=cd/mq) vengono quindi sostituiti dai controlli RGB per ogni primario e secondario.

    (Per maggiori informazioni di quello che verrà discusso in questa sede, leggere il tutorial di Tom Huffman "Basic Guide to Color Calibration using a CMS (updated and enhanced)" nel forum AVS).

    ...Occorrerà pertanto effettuare una conversione mentale nel passaggio da HSL a RGB.

    • Per desaturare un primario, aggiungere la stessa quantità di entrambi gli altri 2 primari.
    • Per desaturare un secondario, aggiungere il primario in opposizione ad esso.
    • Per modificare la tonalità di un primario aggiungere quantità diverse degli altri 2 primari.
    • Per modificare la tonalità di un secondario, aggiungere quantità diverse del contributo dei primari.
    • Per diminuire la luminanza di un primario, ridurre la quantità del primario stesso.
    • Per diminuire la luminanza di un secondario, diminuire della stessa quantità il contributo dei primari.



    Terminologia in HCFR

    A questo punto credo possa giovare una succinta spiegazione della terminologia che in questo contesto viene utilizzata e che permetterà di comprendere meglio le relazioni tra le tabelle riportate nella scheda Misure di HCFR e il diagramma CIE:


    Saturazione: indica la profondità del colore rispetto allo stesso. La saturazione viene visualizzata sul diagramma
    Saturazione: CIE come la posizione su una retta che unisce il colore e il punto di bianco che è stato selezionato
    Saturazione: nella calibrazione della scala di grigi.

    Tinta:xxxxxx è indicato dall'angolo di rotazione di un colore attorno al punto bianco. La tinta è visualizzata sul display
    Saturazione:come la contaminazione che c'è tra due colori, per esempio, troppo verde nel colore rosso.

    Y:Saturazio: è il lightness (o luminosità) del colore. In HCFR non viene visualizzato graficamente.

    Delta E:xxxx indica l'errore determinato della combinazione delle coordinate x, y (saturazione e tinta) e Y (luminosità).

    Delta xy:xxx è un indicatore di quanto il risultato della calibrazione è lontano dalle coordinate desiderate x ed y sul
    Saturazione:diagramma CIE, valori correttamente visualizzati nelle apposite tabelle.

    Delta Luma:xindica l'errore nel valore di luminosità del colore.




    xxx
    Ultima modifica di Roby7108; 09-09-2013 alle 23:14
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  6. #6
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    PARTE 4


    Calibrazione Colore - Premessa

    Seguendo i consigli dei più esperti l'approccio migliore, per una regolazione corretta con il CMS, è quello di concentrarsi su ciò
    che avviene ai livelli di saturazione inferiori piuttosto che ai margini del Gamut, e magari in riferimento ad uno stimulus del 75%.
    Quindi la raccomandazione è quella di controllare quello che succede ai valori 50% o 75% di saturazione e calibrando pertanto il display con i rispettivi pattern. Ben sapendo però che nulla vieta di calibrare al 100% della saturazione, e anzi... potrebbe essere interessante effettuare entrambe le calibrazioni (75%S-75%L e 100%S-75%L) per poi confrontarle.

    Per avere un'idea della situazione del vostro spazio colore dovrete innanzi tutto effettuare una lettura completa dei primari, dei complementari ed un primo giro di indagine riguardante le saturazioni al 25/50/75/100%.

    Per procedere in HCFR con quanto descritto sopra dovrete poi servirvi dei seguenti comandi:


    Nel processo di calibrazione, oltre a servirci dei dati forniti da HCFR, e per una maggior precisione, utilizzeremo anche un foglio
    di calcolo nel quale, impostando il valore di luminanza (Y=cd/mq) e di gamma a cui intendiamo calibrare, verranno creati in
    automatico i target x,y,Y da raggiungere.



    ...con il disco di calibrazione Gamut - GCD


    Grazie al Gamut Calibration Disk è oggi possibile controllare ciò che avviene a tutti i livelli di Saturazione in riferimento a tutti
    i livelli di Luminanza il tutto ripetuto per ogni tipologia di pattern (1%APL - 10% Windows - 10% Windows con fisso 22%APL - Fields), pertanto capace di soddisfare le esigenze di ogni tipo di display e proiettore.

    Nell'ipotesi di una calibrazione dei colori primari e complementari al 75% di saturazione e 75% di luminanza, scegliete lo spazio
    colore Rec.709 con target al 75% (Advanced -> Preferences -> References ->Color Space lo standard HDTV - REC 709 (75%)).
    In questo modo in HCFR il Gamut verrà rimpicciolito e i suoi estremi saranno adesso le saturazioni del 75% (e non più del 100%), permettendo in questo modo di visualizzare graficamente/numericamente e con precisione i target di riferimento.
    I target x,y verranno visualizzati graficamente nella schermata Measures per mezzo di quadratini posti ai margini del Gamut (Information -> CIE Chart) mentre l'obiettivo Y verrà visualizzato per mezzo di un istogramma giallo (Selected color).

    Il consiglio pratico è quello di calibrare tinta e saturazione di primari e complementari cercando di piazzare il pallino giallo in
    modo perfetto nel quadretto del 75% (ovviamente usando il pattern giusto ovvero 75% lightness-75% saturazione), e regolare
    la luminanza Y cercando di assestare al 100% la barra gialla dell'istogramma .

    L'esempio sottostante è riferito ad una calibrazione del colore Rosso 75%S-75%L con Gamma= 2.22 e Y= 95,5 cd/m2



    Calibrate tutti colori restanti e, successivamente, eseguite la lettura completa di primari e complementari premendo il tasto...



    Ovviamente, al fine di raggiungere una maggior precisione, sarà necessario confrontare anche i valori numerici forniti da questo foglio di calcolo con quelli visualizzati a schermo nella tabella Primary and Secondary colors.
    Pertanto, supponendo che la luminanza Y espressa dal vostro pannello sia pari a 95,5cd/mq (valore che avete trovato nel bilanciamento del bianco con pattern bianco 100%) e che vogliate calibrare il colore ad una Saturazione del 75% riferita ad uno stimulus del 75%, non dovrete fare altro che aprire il succitato foglio excel ed inserire negli appositi spazi il valore di Y riferito al bianco 100%, ed il valore medio del gamma.
    Il foglio calcolerà automaticamente i valori di luminanza Y corretti per ogni primario e secondario e li potrete vedere (insieme alle corrette coordinate x,y) nel riquadro evidenziato sotto (quello inerente Saturazione 75% - Luminanza 75%).


    Verifica finale valida per ogni tipologia di Display

    Non è assolutamente importante che le coordiante x,y di primari e complementari saturi al 100% siano sovrapposte al riferimento REC709, è importante invece che le saturazioni a 25/50/75% siano nella corretta posizione (x, y, Y).
    Al termine della calibrazione dello spazio colore procedete con la lettura di tutti i valori della saturazione (25%-50%-75%-100%)
    sia relativamente al 75% della lightness che al 100% (serve come verifica); si consiglia di utilizzare la stessa la tipologia di
    pattern utilizzati per la calibrazione della Gray Scale e del gamma.


    Per i Plasma Samsung...


    ...(sempre nell'ipotesi di calibrare il colore Rosso) regolate il comando blu ed il comando verde (inerenti al primario Rosso)
    in modo da avvicinarvi alle coordinate x,y precalcolate.Successivamente regolate il comando rosso su/giù in modo da raggiungere il valore target Y. Procedete alla stessa maniera anche per i restanti primari Verde e Blu.

    Per calibrare i complementari dovrete regolare i controlli RGB adiacenti (del secondario interessato) su/giù insieme per
    regolare la luminosità e utilizzare tutti e tre i colori RGB per regolare le coordinate x,y.
    Prima cercate di sistemare le coordinate x,y del secondario prescelto (ad esempio il giallo) ...dovrete fare un pò di
    pratica per capire come rispondono i singoli controlli RGB disponibili per ogni complementare (giallo, ciano, magenta), successivamente regolatene la luminosità agendo sui primari adiacenti. Quindi, nel caso del colore Giallo, dovrete agire
    sui controlli verde e rosso.




    ...con disco di calibrazione AVS HD709

    Sappiate fin da ora che il disco AVS HD709, a differenza del disco GCD, non permette di scegliere tutte le combinazioni Saturazione/Luminanza e infatti, con non poca fatica (in quanto i pattern desiderati si trovavano nella sezione saturazioni) è possibile calibrare al 75% della Saturazione, però limitatamente al 100% della Luminosità.

    Il procedimento di calibrazione è identico a quello eseguito in presenza del disco GCD, con l'unica differenza che, come già detto,
    i pattern saturi al 75% (che troverete nella sezione windows - saturation) NON esistono nel formato APL e sono riferiti ad uno stimulus del 100%.
    Fate molta attenzione al momento in cui HCFR vi chiederà di eseguire la lettura del pattern bianco di riferimento (100% L)... sappiate che questo pattern NON è contenuto nella sezione Saturation, ma dovrete andarlo a cercare in un'altra sezione, ricordandovi di sceglierlo della stessa tipologia con cui sono stati letti gli altri pattern colore.

    Anche in questo caso, durante la calibrazione, sarà necessario confrontare i valori numerici forniti dal foglio di calcolo con quelli visualizzati a schermo nella tabella Primary and Secondary colors.
    Pertanto, supponendo che la luminanza Y espressa dal vostro pannello sia pari a 95,5cd/mq (valore che avete trovato nel bilanciamento del bianco con pattern bianco 100%) e che vogliate calibrare il colore ad una Saturazione del 75% riferita ad uno stimulus del 100%, non dovrete fare altro che aprire il succitato foglio excel ed inserire negli appositi spazi il valore di Y riferito al bianco 100%, ed il valore medio del gamma.
    Il foglio calcolerà automaticamente i valori di luminanza Y corretti per ogni primario e secondario e li potrete vedere (insieme alle corrette coordinate x,y) nel riquadro evidenziato sotto (quello inerente Saturazione 75% - Luminanza 100%).




    Verifica finale valida per ogni tipologia di Display

    Non è assolutamente importante che le coordiante x,y di primari e complementari saturi al 100% siano sovrapposte al riferimento REC709, è importante invece che le saturazioni a 25/50/75% siano nella corretta posizione (x, y, Y).
    Al termine della calibrazione dello spazio colore sarebbe però opportuno effettuare un ulteriore lettura di controllo dei primari e dei complementari (magari utilizzando i pattern APL 100% Saturazione 75% Luminanza) per verificare che le coordinate (x, y e non ovviamente Y) degli estremi saturi al 100%, utilizzando i pattern APL a 75% dello stimulus, coincidano con quelle corrispondenti ottenute dalla calibrazione con pattern a saturazioni inferiori ma riferite al 100% dello stimulus.
    In questo modo sapremo che la calibrazione del colore è corretta (il display non è troppo tirato per il collo a livello di luminosità
    di punta).

    Ultima modifica di Roby7108; 13-10-2013 alle 19:31
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  7. #7
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728


    Ora che il meccanismo di calibrazione per mezzo del CMS è diventato piuttosto chiaro, potrete anche decidere di calibrare ad
    una saturazione differente o ad un diverso stimulus. Non esiste una regola fissa, dovrete valutare voi stessi di volta in volta
    quale possa essere l'approccio migliore, e questo lo capirete solamente dopo aver fatto una prima calibrazione dello spazio colore
    e una successiva lettura completa di primari e complementari a tutti i livelli di saturazione.
    Ad esempio potreste rendervi conto che la lettura delle saturazioni di un determinato colore possano essere migliori se si decide
    di calibrare questo colore ad una saturazione differente rispetto a quella a cui sono stati calibrati agli altri colori.
    Nulla vieta, ad esempio, di calibrare cinque colori al 75% della saturazione e un solo colore al 50%...



    Saturation - Luminance

    Per mezzo del diagramma CIE (o per mezzo dei dati riportati nella sezione "View-> Saturation Colors") conoscete
    perfettamente le coordinate x,y di ogni colore primario/complementare a tutti i livelli di saturazione (che possono anche essere
    più dei canonici 5)...
    Allo stesso modo dovrete conoscere anche il valore di luminanza Y di ogni colore ad ogni step di saturazione.
    Anche in questo caso vi potrete avvalere di quanto riportato nella sezione"View-> Saturation Colors", prestando particolare attenzione all'ultima riga denominata delta luma.
    Oppure potrete servirvi della rappresentazione grafica che trovate alla scheda Saturation - Luminance.



    In questo modo è facile "leggere" se la luminanza di primari e complementari segue una certa linearità lungo tutta la scala delle saturazioni o se ci sono bruschi salti e cadute.
    Al termine della calibrazione con il CMS è quindi buona norma controllare che anche la luminanza Y degli RGBYCM sia impostata correttamente.


    Interazione tra il Gamma e la luminanza dei colori ai bassi livelli di saturazione

    La saturazione allo 0% riferita al primario/secondario che stabilisce il valore della luminanza nella saturation sweep è un grigio in percentuale differente a seconda del primario o secondario che si sceglie calcolato sul bianco di riferimento.

    Se il grigio relativo alla saturazione allo 0% cade in una zona ove localmente la curva di luminanza è un filo più alta di quello che dovrebbe essere (leggi localmente il gamma è troppo basso) ci veniamo a ritrovare con errori percentuali positivi nella saturation lumiance ai valori bassi di saturazione (0-25 e decrescendo fino al 75% come in questo caso).

    Il comando relativo alla luminanza in questo come in altri casi ha un andamento non lineare ed agisce in massima parte a partire
    dal 50% della saturazione.
    Se ne deduce che, in tutta probabilità, se in fase di calibrazione Gamma si ottenesse una curva di luminanza perfetta (leggi un Gamma perfettamente lineare) si riuscirebbe a gestire con maggiore facilità la luminanza a livello di CMS.


    [Cit. Revenge72]

    Color Checker

    Un ulteriore metodo di controllo della corretta regolazione dello spazio colore, ma soprattutto di target toni/colore ben specifici,
    è rappresentato dal Color Checker, cioè una serie di obiettivi (12/24) visualizzabili direttamente sul diagramma CIE.
    Questi target possono variare leggermente di coordinate a seconda che si utilizzi il disco GCD o Mascior's, è pertanto possibile selezionare la scelta direttamente in Advanced -> Preferences -> References nel menù a tendina posizionato sotto alla voce
    "Color Checker Patterns".
    In ciascuno dei dischi sopra menzionati è presente una serie di pattern chiamati appunto Color Checker che, a scelta, possono essere 12 oppure 24 (consigliato).
    Per far sì che HCFR inizi la lettura dei pattern di controllo dei toni selezionate Measures -> Saturations -> Color Checker
    (come da esempio sottostante).



    Una loro disposizione sul diagramma CIE come quella sotto rappresentata sarebbe il risultato ideale!



    Segue...................


    Flat Gamma & Measured Gamma

    Qualora decidiate di calibrare il CMS utilizzando il foglio di calcolo GCD-Target ricordate che impostando l'opzione Flat Gamma i valori target saranno generati in riferimento ad un Gamma da voi indicato (quello rilevato in HCFR) e che pertanto dovrà essere inserito nell'apposito spazio.


    Invece, impostando Measured Gamma, gli obiettivi x,y e Y saranno calcolati utilizzando i valori interpolati del Gamma (ottenuti dalle vostre misurazioni) che precedentemente avrete inserito nel foglio 2 (contenuto nel foglio dicalcolo GCD). Se avete voglia e tempo di fare la lettura della scala dei grigi a passi del 5%, potrete anche inserire i 20 step di luminanza ottenuti in HCFR, in modo da avere un riferimento ancora più preciso.

    Ultima modifica di Roby7108; 31-01-2014 alle 14:41 Motivo: Inserito il link al nuovo Mascior's Pattern Disc
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  8. #8
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    Ultima modifica di Roby7108; 23-06-2014 alle 05:57
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  9. #9
    Data registrazione
    Oct 2006
    Località
    Purlilium
    Messaggi
    2.750
    di forma giusta e spessore giusto.... calibrando la scala dei grigi e il gamma so che il nucleo della fetta è nella posizione, direzione e densità giusta ... ma per paradosso dato che di quello che è intorno al nucleo (D65) non conosco nulla (se non a livello della fetta che ho tagliato), non sarò quindi in grado di conoscere il peso e la forma reale dell'intero...
    Ho capito solo una cosa ...., ti sei mangiato il prosciutto e lo hai anche digerito

    Ora ti sei messo nei pasticci e ti ritroverai con i P.M. intasati.
    Dato che sei in corsa... un accenno al nuovo disco e foglio excel non ci starebbe male come appendice, giusto per esibire la possibilità di eseguire una calibrazione della parte colorimetrica eseguita al 75% dello stimulus con corrispondenti saturazioni al 25/50/75% ... oggi tutto questo ...........

    "Si può faaare"
    [Cit. Frankenstein Jr.]




    .....sono secoli che il povero audiofilo viene preso a pesci in faccia con esoterismi, sciamani, guru, psicofarmaci messi nella coca cola ed altro - by Alberto Pilot

  10. #10
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    Certo Fabio, avevo pensato di inserire pure questa possibilità... infatti il discorso Colore l'ho preso un pò alla lontana.
    Non vorrei però entrare troppo nel teorico (ci sono già le ottime guide di Riker e CurtPalme) ricalcando il lavoro fatto (benissimo) da altri. E non vorrei nemmeno che questa diventasse un doppione di altre discussioni... è anche vero però che quanto scritto può sempre essere adattato e/o modificato in modo da renderlo universale e versatile.

    L'accenno al nuovo disco e a tutto ciò che comporta però è troppo allettante e lo inserirò sicuramente e anzi, spero che in questo tu mi dia una mano!



    Edit:

    Nel frattempo, rileggendo, ho sistemato alcune cosine che mi erano sfuggite, tra l'altro alcuni discorsi filavano poco...
    Chiedo scusa se la lettura, a volte, potrà essere sembrata indecifrabile ma la guida è ancora in fase di costruzione e spesso scrivo di fretta!
    Ultima modifica di Roby7108; 21-07-2012 alle 00:40
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  11. #11
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    257
    se porto il gamma 2.22 a 10 e a 100 ire come calcolo i valori intermedi di luminanza ai riferimento 20 , 30 ,40 ...... ire ?
    grazie

  12. #12
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728
    Utilizzando i controlli che hai sul gamma che ti permettono di regolare la luminanza a tutti i passi di IRE, anche in quelli intermedi.
    Se non hai il controllo sul gamma, potresti provare come ho scritto nella guida e cioè utilizzando il verde del bilanciamento del bianco a 10 punti e impostando la corretta luminanza per ogni livello della scala dei grigi. LINK
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

  13. #13
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    257
    Citazione Originariamente scritto da Roby7108 Visualizza messaggio
    Utilizzando i controlli che hai sul gamma che ti permettono di regolare la luminanza a tutti i passi di IRE, anche in quelli intermedi.
    Se non hai il controllo sul gamma, potresti provare come ho scritto nella guida e cioè utilizzando il verde del bilanciamento del bianco a 10 punti e impostando la corretta luminanza per ogni livello della scala d..........[CUT]
    se imposto su HCFR la lettura continua come verifico la corretta luminanza per ogni livello della scala dei grigi, c'è un riferimento grafico o numerico?
    es 10 ire Y = 1
    20 ire Y = 3 e cosi via

  14. #14
    Data registrazione
    May 2005
    Località
    porto sant'elpidio
    Messaggi
    5.853
    Citazione Originariamente scritto da revenge72 Visualizza messaggio
    Ho capito solo una cosa ...., ti sei mangiato il prosciutto e lo hai anche digerito

    Ora ti sei messo nei pasticci e ti ritroverai con i P.M. intasati.
    Ci penso io a intasargli la casella di posta con i PM, ma lui sarebbe felicissimo se fossero in tanti a contribuire all'intasamento,significherebbe che parecchie persone hanno seguito il suo esempio e hanno cominciato a cimentarsi in questa cosa

    Una cosa e' sicura,senza di lui nn sarei arrivato dove sono arrivato ora e cioe' alla comprensione del 20% ( e sono buono ) di tutto sto casino di roba,e nn sarei riuscito a calibrare cosi il mio tv.
    St'uomo ha una pazienza alucinante ( per fortuna )

    Quindi GRAZIE GRAZIE GRAZIE e tranquillo continuero' a intasarti la casella

  15. #15
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Genova
    Messaggi
    5.728

    Esagerato!!!! Il 20% appena! Facciamo il 75%... giusto per restare in tema.

    Il merito non è mio, ma di questo Forum... di persone come Fabio, Riker, Luciano Merighi, Nordata, Girmi e tanti altri (che non riesco a ricordare) che con la loro passione, anche a distanza di anni, contribuiscono ad arricchire e a formare tutti coloro che hanno un minimo di curiosità e voglia di imparare.

    Prometto che al più presto mi rimetto a scrivere in modo da ultimare la guida. (ma Sano è troppo avanti ed è riuscito a calibrare anche lo spazio colore! )
    Display Plasma: SAMSUNG PS51D8000 - Bd Player: SAMSUNG BD-C8500 - Decoder: MySkyHD Samsung 990V
    SintoAmpli:
    ONKYO TX-SR 605 - Diffusori: INFINITY HCS PRIMUS - Remote Control: LOGITECH HARMONY 555


    Guide: Calibrazione di base di un HDTV - Calibrazione avanzata HDTV Plasma (corso rapido)

Pagina 1 di 241 123451151101 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •