Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
X-Men: giorni di un futuro passato
X-Men: giorni di un futuro passato
Dal regista dei primi due film Bryan Singer, il notevole reboot dedicato agli amati mutanti Marvel. Distribuzione 20th Century Fox Home Entertainment
Lei
Lei
Uno tra i più interessanti autori americani del nostro tempo in una profonda riflessione su amore ed essere. Distribuzione 01 Rai Cinema per BIM/QMedia
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Dall'8 ottobre è nei negozi il nuovo gioco di Sony, definito come il primo “social racing game”. Innovative modalità di condivisione a cui si somma il grande lavoro compiuto sulla grafica
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Data registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    193

    Un pò di chiarezza su S.S. e l'IVA in Germania


    Salve ragazzi volendo comperare un sintoamplificatore avevo intenzione di prenderlo in Germania dato che qui i prodotti costano meno che in Italia. Però mi sorge il dubbio circa le s.s. e l'IVA (se nn sbaglio lì si chiama VAT).
    Andiamo per ordine.

    Spese di spedizione.
    Mi sono imbattuto in due siti (che molti di voi conoscete) e cioè TnT-vers@nd e medi@ch€ckpo!nt. ad es. se volessi prendere il sintoamplificatore da TnT-vers@nd e precisamente uno yamaha rx-v450 dal peso di 11kg secondo la tabella che riporto QUI quanto dovrei pagare per farlo arrivare in Italia? 22€ o 35€...nn l'ho capito. Come nn ho amncora capito a quanto ammontano le s.s. nel secondo shop dove lo stesso prodotto costa sensibilmente di meno 228€ nel primo shop e 209€ nel secondo.


    IVA (VAT).
    I prezzi riportati nei due shop di sopra sono comprensivi di tassa sul valore aggiunto o al prezzo indicato nel sito la si deve ancora aggiungere? E cmq questa tassa deve essere calcolata in base al valore del ns paese o al loro...quindi al 20% o al 16%?

    Tnx anticipatamente sperando di avere un vostro riscontro alla mia discussione.

    Saluti e buona giornata, Inlogitech
    Ultima modifica di Inlogitech; 23-03-2005 alle 11:16

  2. #2
    Data registrazione
    Feb 2002
    Località
    comunità collinare Alto Astigiano, Italia
    Messaggi
    1.704
    Non so dirti per le spese di spedizione, ma per l'IVA il riferimento è il paese di residenza dell'acquirente: da norma, la merce dovrebbe esserti venduta in esenzione IVA e dovresti corrispondere l'importo all'atto del'importazione, e cioè il 20%.
    Il fatto di essere tra paesi CEE elimina i dazi di importazione tra l'uno e l'altro paese, ma i regimi IVA di ognuno devono essere rispettati, e come residente italiano devi pagare il 20% allo stato Italiano.
    Ciao,
    Andrea
    ...Una scrivania pulita ed ordinata e` il primo sintomo di una mente malata...

  3. #3
    Data registrazione
    Nov 2003
    Località
    Piemont!
    Messaggi
    13.918
    andrea aghemo ha scritto:
    Non so dirti per le spese di spedizione, ma per l'IVA il riferimento è il paese di residenza dell'acquirente: da norma, la merce dovrebbe esserti venduta in esenzione IVA e dovresti corrispondere l'importo all'atto del'importazione, e cioè il 20%.
    Il fatto di essere tra paesi CEE elimina i dazi di importazione tra l'uno e l'altro paese, ma i regimi IVA di ognuno devono essere rispettati, e come residente italiano devi pagare il 20% allo stato Italiano.
    Ciao,
    Andrea
    è vero se si tratta di entità fiscale (con partita IVA). il privato può scegliere se far applicare l'IVA del paese di provenienza o quello di destinazione. in questo caso conviene la prima ipotesi.

    in questo modo i soggetti fiscali regolano l'IVA con il proprio stato e quindi con le percentuali stabilite.

  4. #4
    Data registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    193
    stazzatleta ha scritto:
    è vero se si tratta di entità fiscale (con partita IVA). il privato può scegliere se far applicare l'IVA del paese di provenienza o quello di destinazione. in questo caso conviene la prima ipotesi.

    in questo modo i soggetti fiscali regolano l'IVA con il proprio stato e quindi con le percentuali stabilite.
    scusa questo vuol dire che se il sintoamplificatore ha un costo di 228€ (penso comprensivo di vat al 16%) io posso decidere di lasciare invariato tale valore e quindi nn dovrei pagare l'iva italiana, ma solo la vat tedesca?

    Cmq tnx per le risp.

    p.s: per le s.s. nessuno sa dirmi nulla?

  5. #5
    Data registrazione
    Nov 2003
    Località
    Piemont!
    Messaggi
    13.918

    yes

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •