Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
IFA 2015: le novità Acer
IFA 2015: le novità Acer
A Berlino, a due giorni dall'inizio dell'IFA, Acer presenta i suoi nuovi prodotti sia nel settore mobile che nel gaming, questi ultimi con utili applicazioni nel settore dell'editing video. Non mancano nteressanti sorprese tra i prodotti per la riproduzione video
Sony Bravia 4K KD-65X8505C
Sony Bravia 4K KD-65X8505C
L'esponente più economico tra gli schermi 4K con diagonale da 65" del catalogo Sony, è dotato di sistema operativo Android TV, presenta alcune novità molto interessanti soprattutto tra gli strumenti dedicati alla qualità d'immagine e si candida a vero blockbuster nella sua fascia di mercato.
Whiplash
Whiplash
Tra biografia e drammatizzazione lo spaccato del periodo di vita musicale del regista Damien Chazelle. Distribuzione Universal Pictures HE per Sony Pictures HE
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Data registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    197

    Un pò di chiarezza su S.S. e l'IVA in Germania


    Salve ragazzi volendo comperare un sintoamplificatore avevo intenzione di prenderlo in Germania dato che qui i prodotti costano meno che in Italia. Però mi sorge il dubbio circa le s.s. e l'IVA (se nn sbaglio lì si chiama VAT).
    Andiamo per ordine.

    Spese di spedizione.
    Mi sono imbattuto in due siti (che molti di voi conoscete) e cioè TnT-vers@nd e medi@ch€ckpo!nt. ad es. se volessi prendere il sintoamplificatore da TnT-vers@nd e precisamente uno yamaha rx-v450 dal peso di 11kg secondo la tabella che riporto QUI quanto dovrei pagare per farlo arrivare in Italia? 22€ o 35€...nn l'ho capito. Come nn ho amncora capito a quanto ammontano le s.s. nel secondo shop dove lo stesso prodotto costa sensibilmente di meno 228€ nel primo shop e 209€ nel secondo.


    IVA (VAT).
    I prezzi riportati nei due shop di sopra sono comprensivi di tassa sul valore aggiunto o al prezzo indicato nel sito la si deve ancora aggiungere? E cmq questa tassa deve essere calcolata in base al valore del ns paese o al loro...quindi al 20% o al 16%?

    Tnx anticipatamente sperando di avere un vostro riscontro alla mia discussione.

    Saluti e buona giornata, Inlogitech
    Ultima modifica di Inlogitech; 23-03-2005 alle 10:16

  2. #2
    Data registrazione
    Feb 2002
    Località
    comunità collinare Alto Astigiano, Italia
    Messaggi
    1.704
    Non so dirti per le spese di spedizione, ma per l'IVA il riferimento è il paese di residenza dell'acquirente: da norma, la merce dovrebbe esserti venduta in esenzione IVA e dovresti corrispondere l'importo all'atto del'importazione, e cioè il 20%.
    Il fatto di essere tra paesi CEE elimina i dazi di importazione tra l'uno e l'altro paese, ma i regimi IVA di ognuno devono essere rispettati, e come residente italiano devi pagare il 20% allo stato Italiano.
    Ciao,
    Andrea
    ...Una scrivania pulita ed ordinata e` il primo sintomo di una mente malata...

  3. #3
    Data registrazione
    Nov 2003
    Località
    Piemont!
    Messaggi
    14.532
    andrea aghemo ha scritto:
    Non so dirti per le spese di spedizione, ma per l'IVA il riferimento è il paese di residenza dell'acquirente: da norma, la merce dovrebbe esserti venduta in esenzione IVA e dovresti corrispondere l'importo all'atto del'importazione, e cioè il 20%.
    Il fatto di essere tra paesi CEE elimina i dazi di importazione tra l'uno e l'altro paese, ma i regimi IVA di ognuno devono essere rispettati, e come residente italiano devi pagare il 20% allo stato Italiano.
    Ciao,
    Andrea
    è vero se si tratta di entità fiscale (con partita IVA). il privato può scegliere se far applicare l'IVA del paese di provenienza o quello di destinazione. in questo caso conviene la prima ipotesi.

    in questo modo i soggetti fiscali regolano l'IVA con il proprio stato e quindi con le percentuali stabilite.

  4. #4
    Data registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    197
    stazzatleta ha scritto:
    è vero se si tratta di entità fiscale (con partita IVA). il privato può scegliere se far applicare l'IVA del paese di provenienza o quello di destinazione. in questo caso conviene la prima ipotesi.

    in questo modo i soggetti fiscali regolano l'IVA con il proprio stato e quindi con le percentuali stabilite.
    scusa questo vuol dire che se il sintoamplificatore ha un costo di 228€ (penso comprensivo di vat al 16%) io posso decidere di lasciare invariato tale valore e quindi nn dovrei pagare l'iva italiana, ma solo la vat tedesca?

    Cmq tnx per le risp.

    p.s: per le s.s. nessuno sa dirmi nulla?

  5. #5
    Data registrazione
    Nov 2003
    Località
    Piemont!
    Messaggi
    14.532

    yes

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •