Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Godzilla
Godzilla
Reboot anche per il leggendario Kaijū diretto per la prima volta da Ishiro Honda nel 1954. Distribuzione del disco curata da Warner Home Video
Top Vendite HD: settembre 2014
Top Vendite HD: settembre 2014
Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di settembre, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese
The Amazing Spider-Man 2
The Amazing Spider-Man 2
Secondo capitolo del reboot dell'Uomo Ragno, discutibile arte in un'edizione reference. Distribuzione Sony Pictures Home Entertainment
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 9 di 9 PrimaPrima ... 56789
Risultati da 121 a 133 di 133
  1. #121
    Data registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    2.538

    Emidio, perchè non fai il punto della situazione e la tua attuale idea?
    Visto che io credo che questo sia un forum che - pur gratuito - ha dietro una organizzazione economica (un editore, una società proprietaria con un proprio bilancio, dei clienti e fornitori), come ti scrissi ormai parecchi giorni fa reputo normale - anzi mi preoccupa il contrario - che vi sia un ritorno economico per iniziative simili, o quantomeno che tu possa scegliere a chi farle fare sulle pagine del tuo forum.
    C'è un punto molto chiaro che mi pare emerso ora e forse andrebbe sottolineato meglio: se sul forum si possono fare i cobuy di praticamente tutto ciò che è fornito da "fornitori ufficiali", mentre su ciò che non è fornibile si può scegliere se lasciarlo fare ugualmente (non si pestano i piedi a nessuno) o non farlo fare, mi pare che venga tutelata la qualità tecnica insieme alla gamma di prodotto.
    D'altro canto nessuno è obbligato ad aderire, ma personalmente se il prodotto X mi interessa ed è a un buon prezzo e con garanzia ITA, a me che lo venda Alfa Beta o Gamma non importa un fico secco.
    Se tu impieghi il tuo tempo lavorativo per il cobuy e ti esponi a un qualche genere di responsabilità, non vedo perchè non pagarti - succedesse a me mi farei pagare senz'altro!
    Tutti sono felici e contenti, mentre dall'altro lato scegliere tra Alfa, Beta o Gamma è il ruolo di chi gestisce il cobuy - esattamente come ora.
    Ciao e buon lavoro.
    ora passo alle cose serie - le fatture che mi servono per pagarmi questo costoso hobby e il pc da cui scrivo (un toshiba da 780gr con unità SSD)
    Il tasto "Cerca" non attiva alcuna funzione dannosa per i nostri personal computers.

  2. #122
    Data registrazione
    Aug 2003
    Località
    Terni
    Messaggi
    6.386
    Citazione Originariamente scritto da Emidio Frattaroli
    Per il resto, torno a dire che non avevo alcuna intenzione di essere pedante e scortese. E comunque ti chiedo scusa lo stesso.
    OK, don't worry
    è evidente che ogni tanto io e te non ci si capisca, sono contento che l'unico problema sia di comunicazione e non di sostanza

    p.s. non è proprio verissimo che tutti i negozi possano reperire tutto, ci sono produttori che vendono direttamente senza intermediazione, magari sono di nicchia, ma qui dentro compriamo molti prodotti di nicchia.

  3. #123
    Data registrazione
    Sep 2002
    Località
    Frosinone=Sonnifero
    Messaggi
    17.677

    Sasadfworld, il primo forum dei carbonari....

    Citazione Originariamente scritto da cesano
    o per non turbare il "profilo editoriale" nascerà la carboneria dei co-buysti?
    LA vedo la fine più probabile...

    CMQ, facciamo prima a partire e vedere come va e poi, nel caso, adottare dei correttivi in corsa: a dire il vero ancora adesso vedo tutto fumoso; sviluppiamone un paio, vediamo come si sviluppano e poi nel caso chiediamo lumi al padrone.

    Non si era capito, o almeno io non l'avevo capito, che si parlava di negozi, e non di marchi intesi in senso lato.

    Azzardo delle considerazioni, che invito a saltare a piè pari ai fini decisori, ma servono solo per stuzzicare un ragionamento che avrebbero già potuto fare altri....
    Negozi specializzati?!Ma come?!
    Si parla tanto di globalizzazione, di vendita globalizzata, e noi invece di andare, con la forza del numero, a bussare alla casa madre, scavalcando la pletora di intermediari professionali(o meno), e risparmiando quindi sui ricarichi dei vari passaggi, andiamo a bussare alla porte dell'ultimo della catena, quando praticamente tutti i ricarichi della filiera son stati applicati(e giustamente direi: nessuno lavora gratis), e quindi il risparmio sarà nel peggiore dei casi irrisorio, nei migliori lo sconto che viene applicato ad un ottimo cliente del negozio....?!?!?!?!
    Per me così diventerà ben presto poco più di una presa in giro: pronto a ricredermi ed a cospargermi il capo di cenere in caso di previsione errata, ma ho questo presentimento.

    Poi una cosa che non ho capito: hai quotato Mauro, e lui s'è ingrifato, ed allora tu non per non farlo incavolare togli lui e quoti me?!?!

    Della serie (ZELIG docet): TANTO LUI 'MMUTO!! ....

  4. #124
    Data registrazione
    Dec 2005
    Località
    prov. bs
    Messaggi
    3.200
    Bah .... la storia si infittisce

    Vediamo
    Giancarlo
    qualunque cosa facciate nella vita, circondatevi di persone intelligenti che vi contestano.

  5. #125
    Data registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    5
    Secondo me bisogna lasciare il cobuying ad eventuali siti specializzati

    Purtroppo tutte le iniziative passate sono fallite, vedi mobshop e mercata per us e letsbuyit per eu, tanto per citarne alcuni

    Il problema è che ad oggi non esiste ancora una soluzione vincente e sostenibile sul lungo periodo di b2c che aggreghi la domanda di acquisto

    Qua mi sembra che siate troppo concentrati su chi acquista. Se si ci mette nei panni del venditore la situazione si complica. Ancora piu complessa se si pensa alla catena di distribuzione e al produttore. Sono stati scritti fiumi di parole sull'argomento ed esistono modelli di business che sulla carta sembrano eccezionali ma sul campo hanno fallito (es mercata ha ricevuto investimenti per 89milioni$ ma poi li ha bruciati tutti)

    Lancio solo due provocazioni:
    1) vi siete accorti che le catene di distribuzione (sia fisiche, es mediaworld, che online - es amazon) fanno già il cobuying per i propri clienti? Comprano n pezzi ad un prezzo piu basso di quello unitario e poi rivendono ricaricando il loro margine. Perche una società di cobuying dovrebbe spuntare sconti maggiori della catena di distribuzione? Solo perche è sicura di comprare una certa quantità di pezzi? Perche il potere di acquisto del cobuyer dovrebbe essere maggiore?
    2) vi siete mai chiesti perche lo store online della sony per un determinato articolo propone lo stesso prezzo di mediaworld?

    Io sono a favore del cobuy ma fino ad oggi non esiste una soluzione solida. Secondo me bisogna pensare ad una soluzione di compromesso tra venditore e compratore che consideri e integri le strategie di marketing e di vendita (o di acquisto), sia per loro che per tutti gli attori coinvolti nella catena di distribuzione. E dove si vedono opportunità rispetto al modello tradizionale cogliere e mettere in pista un nuovo modello di cobuy.


    Quindi in definitiva, non fare il cobuy in questo sito ne tantomeno farlo altrove seconodo i termini qua discussi.

    Comunque direi che è un ottima discussione. Complimenti per il thread
    Ciao

  6. #126
    Data registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    5
    cliccato due volte, sorry

  7. #127
    Data registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    5
    Dopo aver letto infiniti thread per orientarmi nell'acquisto del tv, ho scoperto sul sito la possibilità di aderire al cobuy per il Pioneer LX 508 e, con l'aiuto ed i consigli di myfriend (che ringrazio ancora una volta pubblicamente), ho acquistato il 50“ HD ready.
    E' inutile dire che sono contentissimo della qualità del tv ma ancor più contento del risparmio avuto;inoltre sono rimasto colpito da queste iniziative tanto da elogiarle parlando con amici dell'acquisto fatto.
    Detto ciò mi sembra ingiusto non continuare a consentire queste lodevoli iniziative avvalorate anche dal fatto che per il Pioneer vi è stata una adesione in massa che non pensavo potesse esserci per un tv al top della qualità e del prezzo.
    Credo che i problemi sorti in tale cobuy siano dipesi proprio dalla adesione in massa, cosa che ha messo in crisi l'importatore che non ha potuto far fronte alle richieste, e che tali iniziative siano tanto più valide quanto più il prodotto è di nicchia (vedi costo).
    Spero che l'amministratore ritorni sui suoi passi, consentendo nuovamente e liberamente tali iniziative, fermo restando che bisognerà adottare iniziative più decise nei confronti dei soggetti che non rispettano la netiquette e che si potrebbe consentire solo con quei venditori, accreditati a giudizio dei gestori del forum, che garantiscono professionalità e serietà in modo da tutelare gli acquirenti.
    Sperando di aver dato un contributo valido, anche se leggo e scrivo poco, saluto tutti.

  8. #128
    Data registrazione
    Nov 2004
    Località
    Italy, Monza-Brianza
    Messaggi
    1.826
    Citazione Originariamente scritto da macmatrix
    1) vi siete accorti che le catene di distribuzione ............e poi rivendono ricaricando il loro margine. ............ Perche il potere di acquisto del cobuyer dovrebbe essere maggiore?
    mica sempre vero...

    modestamente un articolo di un mio co-buy aveva il prezzo + basso d'Italia, trattandosi di prodotto ufficiale, e senza i numeri di smercio appannaggio esclusivo dellla grande distribuzione.....


    saluti
    nessun elenco materiale, impossibile l'aggiornamento giornaliero
    The difference between men and boys are the price of their toys

  9. #129
    Data registrazione
    Dec 2005
    Località
    prov. bs
    Messaggi
    3.200
    Citazione Originariamente scritto da macmatrix
    Secondo me bisogna lasciare il cobuying ad eventuali siti specializzati
    Non vedo il perchè ??
    Visto che su questo forum sembrano funzionare (almeno per la maggior parte).

    Poi non vedo il perchè in un forum di appassionati (perchè tali siamo sennò non saremmo qui a leggere e scivere le ns impressioni o idee) Non si possa fare uso di un mezzo che oramai dilaga in tutti i settori compresi la produzione oltre che merceologico.
    Emidio ha aperto questo 3ad con l'intento di avere suggerimenti per risolvere la spinosa questione del conflitto di interessi.... di idee gliene sono state date.... deve solo scegliere quale è la meno peggio, perchè è chiaro che ognuna presenta dei lati oscuri , lati che con il tempo si possono migliorare e modificare cercando di raggiungere la perfezione che non esiste
    Io auspico che il (buon ) Emidio non tagli il tutto in quattroequatrotto pensando di risolvere così il problema (se ha aperto codesto 3ad sembrerebbe di no) e che valuti l'opportunità di far continuare nel miglior modo la sua attività con la grande possibilità che un co-buy può dare.

    ciao
    Giancarlo
    qualunque cosa facciate nella vita, circondatevi di persone intelligenti che vi contestano.

  10. #130
    Data registrazione
    Feb 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    458
    E se avm prendesse il totale controllo dei co-buy ?

    mi spiego, se foste voi direttamente a gestirli e organizzarli potreste trovare la forma che meglio è compatibile con avm stessa.

    Per esempio, se esce un nuovo prodotto, gli utenti potrebbero chiedere ad Emidio di provare a fare un co-buy.
    A questo punto se emidio lo reputa opportuno, prende contatto con chi di dovere (o incarica qualcuno) e vengono definite le modalità di co-buy, fra le quali, ad esempio, il numero massimo di pezzi.

    Questo fa si che avm possa

    1) Decidere ogni quanto far partire un co-buy, quindi la pubblicità sul sito non ne risente.
    2) Render contenti gli utenti, perchè sono loro che propongono alla redazione su cosa vorrebbero si organizzasse un co-buy
    3) si coinvolgono un numero limitato di fornitori, perchè si pattuisce prima il numero massimo di pezzi vendibili
    4) avm può avere un ritorno economico dal co-buy, o mettendo opportuni banner pubblicitari dell'evento sul forum,o per il semplice fatto che sta organizzando il co-buy
    5) gli stessi sponsor possono proporre ad avm di dar vita ad un co-buy su un prodotto che vogliono promuovere
    6) la testata giornalistica e lo scopo primario di avm non sono intaccati, perchè sareste voi a decidere quando far partire un co-buy ( 4 co-buy all'anno ad esempio, non credo trasformino avm da una testata giornalistica a un sito per acquisti online)
    7) fornitori e produttori avrebbero a disposizione un doppio trampolino di lancio per i propri prodotti: l'autorevolezza della testata e il pubblico speciale della comunità del forum, ovvero persone mediamente competenti e appassionate
    8) la butto li, ma come è accaduto per acer aspire e afdigitale, far prendere contatto diretto fra produttori, consumatori appasionati/competenti tramite un'autorevole testata giornalistica costituisce un eccellente feedback per tutti.


    Insomma Emidio, io credo che questa del co-buy è "un'arma molto potente" che se ben usata può portare benefici a tutti.
    Forse l'hai avvertito anche tu, e forse per questo ci hai chiesto di esprimere le nostre idee.

    Se quelle che ho scritto non sono tutte fesserie (probabile data l'ora e la mia nulla competenza in materia) valuterei molto bene il discorso co-buy: ci possiamo "guadagnare tutti", se la cosa è ben pensata ed organizzata.

    Ricalcando quanto è accaduto recentemente, mi sono immaginato questo scenario.

    Esce una nuova tv di un noto produttore, e questo ne invia un esemplare a avm per la recensione.
    Il tv è spettacolare il giudizio di avm è eccelente. Gli utenti iniziano a parlare sul forum di questo tv, qualcuno lo compra prima degli altri, e ne loda i pregi e la qualità. l'interesse per la tv cresce, ma il prezzo è alto e i pezzi disponibili pochi.
    ECCO CHE ABBIAMO 3 interessati
    1) i forumers vogliono questa tv
    2) il produttore vuole venderle e vuole farsi pubblicità
    3) avm può offrire a tutti quello che cercano
    gli utenti chiedono ad avm di fare un co-buy. avm contatta produttore/fornitore e si stabiliscono le modalità del cobuy (che possono prevedere anche un ritorno economico per avm). Il venditore/fornitore/produttore possono prender parte alla discussione sul co-buy per rispondere a dubbi di qualsiasi natura (mantenendo eventualmente anonimato e prezzo non visibile nel topic).
    L'oggetto dei desideri arriva ai forumers e tutti sono contenti. Il produttore può leggere il forum e rendersi conto delle impressioni degli acquirenti e farne tesoro per il prossimo modello.

    ci guadagnano tutti no ?

    per non avere problemi, avm penso (sono semplici ipotesi azzardose, non ho la ben che minima competenza in materia) dovrebbe porsi nella stessa posizione di chi fa televendite in tv: ovvero è responsabile solo delle affermazioni che fa, del resto ne risponde il venditore.
    Delle affermazioni che fate ora sulle recensioni/articoli, d'altronde, ne rispondete già direttamente, quindi non dovreste neanche mutare la vostra posizione, che già risulta imparziale e onesta, non falsa ne tendenziosa (siete giornalisti ed esperti del settore, quindi il massimo dell'obiettività).

    ma si, dato che sono in vena di cavolate ne sparo un'altra.
    qualcuno ha detto prima questa cosa, che ad emidio era piaciuta

    "ai co-buy possono prender parte solo gli utenti fedeli"
    rilancio io

    Prendiamo uno qualsiasi degli sponsor di avm. BENE, agli utenti che hanno raggiunto un certo numero di post, vengono offerti codici promozionali per avere uno sconto unatantum dallo sponsor in questione.
    (fornire lo sconto ai power-user evita che ci sia gente che si registra al forum solo per avere lo sconto)
    anche in questo scenario ci si guadagna in 3 , la gestione avverrebbe con un banalissimo plugin installabile sul forum che invia un PM agli utenti con più di tot post. L'elenco dei numeri casuali generati verrebbe poi fornito allo sponsor, in modo che possa verificare l'autenticità del codice promozionale qualora l'utente decida di usarlo. Il tempo che dovreste dedicare a questo, una volta avvita la cosa, è quello di cliccare sul pulsante "randomizza codici promozionali e inviali agli utenti" e poi mandare una mail allo sponsor con l'elenco dei codici.

    Diciamo che questo è un soft-co-buy, che vi evita la rogna di gestione ma che produce comunque buoni risultati.
    Ultima modifica di Ronzino; 12-12-2007 alle 00:17

  11. #131
    Data registrazione
    Sep 2002
    Località
    Frosinone=Sonnifero
    Messaggi
    17.677
    Intanto, giusto per conoscere anche le scelte degli altri, quelli di AfDigitale hanno aperto HD Shop, il cui stesso nome dice quale è stata la scelta del Collega Giardina, rispetto ad Emidio Frattaroli.

    IO francamente mi sento di condividere di più la scelta di Emidio, perchè permette di restare più tranquillamente non schierato.

    Oggi pensare che una rivista che vende un ampli, poi ne lodi le capacità, lascerà alquanto pensare.

    PErò i CO BUY così come erano prima, li lascerei...

    walk on
    sasadf

  12. #132
    Data registrazione
    Mar 2004
    Località
    MB monza e brianza
    Messaggi
    3.002
    la gestione di hdshop mi pare di aver visto che è affidata a bow,
    certo che come dice il buon sasà tenere il piede in 2 scarpe fa un po' a pugni con l'imparzialità.

    a questo punto meglio lasciare i cobuy così com'è e al limite lo staff può supervisionare a scopo tutelativo.
    firma rimossa in quanto non conforme al regolamento punto 5i

  13. #133
    Data registrazione
    Dec 2001
    Località
    Teramo
    Messaggi
    11.700

    Ragazzi, vi ringrazio per i vostri consigli.

    Nei prossimi giorni assieme a tutti i moderatori prenderemo una decisione.

    Grazie ancora per il supporto e buon 2008

    Emidio

Pagina 9 di 9 PrimaPrima ... 56789

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •