Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Sedotta e abbandonata
Sedotta e abbandonata
Uno dei capolavori del cinema di Pietro Germi in una prima interessante edizione in alta definizione. Distribuzione del disco curata da CG Home Video
Call of Duty: Advanced Warfare
Call of Duty: Advanced Warfare
Il 4 novembre uscirà l'attesissimo nuovo capitolo del franchise Call of Duty, il primo creato dallo studio Sledgehammer Games. Il titolo avrà un ciclo di sviluppo di tre anni e vede coinvolto anche il premio Oscar Kevin Spacey
Da Sony un rilancio a tutto campo
Da Sony un rilancio a tutto campo
Il colosso giapponese presenta il nuovo Country Head per l'Italia, Stéphane Labrousse, e mostra una grande forza d'urto tecnologica: TV 4K, Hi-Res Audio, fotocamere performanti e dispositivi per tutti i gusti da utilizzare in mobilità
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1

    Perché dovete rispettare le nostre decisioni


    Introduzione

    Il forum di AV Magazine è diventato molto grande e ospita molti appassionati. A fronte di decine di migliaia di iscritti, fortunatamente solo una parte pubblica discussioni e messaggi assiduamente. Eppure, ad oggi registriamo già picchi di più di 10.000 messaggi a settimana (Gennaio 2009).

    Lo staff che modera e mantiene in ordine le discussioni e rende possibile il funzionamento del forum si impegna già ben oltre le proprie possibilità e il tempo a disposizione per seguire le discussioni più "calde" diminuisce sempre di più. In questo senso, questo tipo di regolamento, giudicato dai più "troppo severo", è il nostro unico salvagente.

    Un regolamento troppo severo?

    Prima di iscrivervi sapete già che i moderatori e l'admin sono molto severi nell'applicazione del regolamento ma non perché ce l'abbiano con voi. Probabilmente non immaginate quali siano gli effetti collaterali - con implicazioni civili e penali - dell'amministrazione di un forum di discussione. Vi basti pensare che, al momento l'Admin è accusato di un reato penale - diffamazione a mezzo stampa, art 595 c.p. - proprio per le cose scritte in questo forum di discussione. Poiché la giurisprudenza è orientata a ritenere responsabile anche colui che, venutone a conoscenza e avendo i poteri per farlo, non cancella la pubblicazione...

    A questo punto le soluzioni sono due: per il fatto specifico si dovrà spiegare al Magistrato che non è possibile conoscere tutto quello che viene pubblicato. Ma questo non toglie le udienze, il tempo impiegato e i soldi in viaggi, avvocati e carte bollate. Più in generale, abbiamo deciso di amministrare il forum di discussione in maniera molto più severa, motivando tutti gli iscritti non solo a non mettere nei guai l'amministratore, ma anche nel segnalare comportamenti scorretti e pericolosi per questa amministrazione.


    Per questi ed altri motivi, quando un moderatore o l'admin sono convinti che ci sia una violazione del regolamento (ovvero quando vengono avvisati da altri member), non hanno molto tempo per leggere tutti i messaggi o l'intera discussione e qualche volta il loro intervento potrebbe non essere equilibrato. Inoltre, quando un moderatore interviene in una discussione e dà un avvertimento (smettetela con questo, finitela con quest'altro), vi conviene smetterla all'istante, anche se siete convinti di avere ragione. Per quale motivo? Perché secondo le regole che avete accettato, siete costretti a rivolgervi a loro privatamente, utilizzando la mail oppure i messaggi privati.

    E cercate anche di avere pazienza nell'attesa della risposta: potrebbero esserci molte altre persone "in coda" ed è anche probabile che il modeatore in quel momento non sia collegato. Insomma: portate pazienza. Potete rivolgervi direttamente all'admin, anche se in quest'ultimo caso i tempi si allungherebbero ulteriormente. In poche parole, anche quando venite ripresi o semplicemente avvertiti, non utilizzate MAI le discussioni pubbliche per rispondere o - peggio - polemizzare pubblicamente con il moderatore.

    Chi sceglie di polemizzare con i moderatori pubblicamente, viene immediatamente sospeso o bannato. Perché se accettassimo il confronto pubblico dovremmo chiudere la baracca, in quanto il tempo non sarebbe più sufficiente per fare NULLA. Obbigando tutti voi al confronto privato, siamo consapevoli che i tempi si allungano ma in questo momento è l'unica via di confronto compatibile con i tempi e le dimensioni del forum.

    In ogni modo, per tutti coloro che proprio non possono fare a meno della "piazza", abbiamo da poco messo a disposizione uno spazio per il confronto con l'amministratore con il quale è possibile confrontarsi in pubblico, a patto di seguire delle semplici regole descritte nel primo messaggio delle "istruzioni per l'uso". Consigliamo vivamente anche la lettura del vademecum per il confronto con i moderatori (sempre allo stesso link):

    http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=114631



    Lo staff
    Ultima modifica di AV Magazine' Staff; 17-02-2011 alle 10:26
    |

    AV Magazine' Staff
    www.avmagazine.it

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •