Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
X-Men: giorni di un futuro passato
X-Men: giorni di un futuro passato
Dal regista dei primi due film Bryan Singer, il notevole reboot dedicato agli amati mutanti Marvel. Distribuzione 20th Century Fox Home Entertainment
Lei
Lei
Uno tra i più interessanti autori americani del nostro tempo in una profonda riflessione su amore ed essere. Distribuzione 01 Rai Cinema per BIM/QMedia
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Driveclub in esclusiva per PlayStation 4
Dall'8 ottobre è nei negozi il nuovo gioco di Sony, definito come il primo “social racing game”. Innovative modalità di condivisione a cui si somma il grande lavoro compiuto sulla grafica
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: TAKE SHELTER IN ITALIA

  1. #1
    Data registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    691

    TAKE SHELTER IN ITALIA


    Salve a tutti, c'è questo film con M.Shannon che stà per uscire in BD in UK, però prima di acquistarlo(visto che è solo in inglese) volevo sapere se qualcuno avesse notizie di una eventuale distribuzione in Italia.
    Grazie

  2. #2
    Data registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    683

    Take Shelter (il mio commento sul film)

    [Mi inserisco qui x la regola di non aprire + 3d per lo stesso film]

    Già dal titolo (mi piace tradurlo "Prendi rifugio" piuttosto che "Rifugiati!") si capisce che abbiamo a che fare con l'angoscia; del resto già nei primi minuti di proiezione è subito chiaro che qualcuno è ossessionato dall'idea di doversi preparare ad un disastro immanente.

    Di più è difficile dire, perché il film è di quelli da scoprire non solo sul piano della trama ma sul piano del senso stesso della narrazione e discuterne il senso, assegnarlo ad una categoria, è già spoiler.

    A me è piaciuto molto, è una finestra aperta sulla vita della gente comune in America: un padre che lavora in una cava, una bimba sordomuta, una moglie che arronza qualche soldo con lavoretti di ricamo ed è molto presa dal crescere bene la bambina; una famiglia (i suoceri) in cui prima di mangiare si ringrazia il signore tenendosi per mano in circolo e poi conversando ci si chiede se il sermone in chiesa era ben fatto; una comunità in cui tutti si conoscono, chi può ti dà una mano e perfino il bancario ti sconsiglia di prendere un prestito troppo rischioso.

    In questo quadro quasi idilliaco l'occhio dell'autore insiste sui problemi del sistema sanitario: le difficoltà di ottenere le prestazione da una assicurazione che pure è considerata migliore di altre; i farmaci cari ("47 dollari? ma non è un farmaco di cui pago solo una quota?" - "Certo, 47 dollari è la sua quota"); gli specialisti lontani e cari, mentre il sistema gratuito (almeno per il disagio mentale) offre solo un improbabile servizio di "ascolto e consulenza"; l'incertezza di una assicurazione malattia legata al lavoro, e chi è fuori dal sistema produttivo rischia molto di più delle stipendio.

    Tutto questo incoraggia (oltre al sospetto che l'autore sia un obamiano convinto) una interpretazione metaforica di una narrazione di per sé molto vicina ai film di genere commerciale, e che come tale avrebbe già pienamente senso e valore. Non crediate infatti di trovarvi di fronte ad un film di denuncia sociale stile europeo o peggio italiano: la storia, il suspence, il ritmo narrativo ci sono, e facilmente ci si affeziona a questi personaggi che non stanno lì a raccontarsi a chiacchiere (anzi molto realisticamente parlano quasi a monosillabi e quasi a bocca chiusa come usa lì) ma il cui dramma risulta presto evidente e coinvolgente.

    Spoiler:

    Per quasi tutto lo svolgimento del film si cerca di capire se è un film sul disagio mentale (sulla scia di "beautiful mind" ed altri) oppure sulle premonizioni (e qui l'elenco sarebbe lunghissimo). Che il protagonista non sia malato di mente si intuisce quasi subito, visto che della sua "stranezza" è ben consapevole a differenza della quasi totalità dei malati di mente. Il finale è quindi quasi obbligato anche se sorprende ugualmente lo spettatore perché ben preparato. Alla fine i peggiori dei nostri incubi si possono pur sempre avverare e pensare di essere "solo" matti era la vera illusione e che si trattasse di follia o di premonizione alla fine non conta più niente.


    @alessandro: grazie alla tua (involontaria) segnalazione, di cui ti sono grato. Ho visto una copia del film in lingua originale con i sottotitoli, ugualmente in inglese ma necessari se non sei veramente padrone dell'inglese americano. Per il tuo quesito non ho nulla da dire, ho cercato in rete ed in italiano (come presumo già sai) non c' é nemmeno il trailer.
    Ultima modifica di fortyseveninches; 05-02-2012 alle 18:49

  3. #3
    Data registrazione
    Jan 2007
    Località
    Lodi
    Messaggi
    605
    Segnalo che il 29/06 uscirà nei cinema italiani. Io non me lo perderò di sicuro, ne ho sentito parlare benissimo...
    Ovviamente non si sa nulla di un eventuale distribuzione in BD...
    "Life ends so fast. So take your chance, and make it last."
    Chuck Schuldiner (1967-2001)

  4. #4
    Data registrazione
    Mar 2006
    Località
    Mantova
    Messaggi
    1.547
    E' in programmazione in ben 4 sale in tutta italia

    http://www.movieplayer.it/film/take-...27177/in-sala/

  5. #5
    Data registrazione
    Jan 2007
    Località
    Lodi
    Messaggi
    605
    Ragazzi ottime notizie!!!!
    L'edizione blu-ray italiana di Take shelter uscirà il 23/10 a noleggio e a Novembre in vendita!!!
    Ormai non ci speravo più, è la notizia migliore che potessi ricevere. Questo secondo me è film migliore visto nel 2012, e in assoluto tra i migliori degli ultimi anni. Mi vengono ancora i brividi ripensando agli ultimi minuti visti in sala...
    "Life ends so fast. So take your chance, and make it last."
    Chuck Schuldiner (1967-2001)

  6. #6
    Data registrazione
    Mar 2006
    Località
    Mantova
    Messaggi
    1.547

    Grazie mille dell'informazioni! Speriamo il BR sia all'altezza delle aspettative

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •