Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Sedotta e abbandonata
Sedotta e abbandonata
Uno dei capolavori del cinema di Pietro Germi in una prima interessante edizione in alta definizione. Distribuzione del disco curata da CG Home Video
Call of Duty: Advanced Warfare
Call of Duty: Advanced Warfare
Il 4 novembre uscirà l'attesissimo nuovo capitolo del franchise Call of Duty, il primo creato dallo studio Sledgehammer Games. Il titolo avrà un ciclo di sviluppo di tre anni e vede coinvolto anche il premio Oscar Kevin Spacey
Da Sony un rilancio a tutto campo
Da Sony un rilancio a tutto campo
Il colosso giapponese presenta il nuovo Country Head per l'Italia, Stéphane Labrousse, e mostra una grande forza d'urto tecnologica: TV 4K, Hi-Res Audio, fotocamere performanti e dispositivi per tutti i gusti da utilizzare in mobilità
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 7 di 9 PrimaPrima ... 3456789 UltimaUltima
Risultati da 91 a 105 di 123
  1. #91
    Data registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    568

    Citazione Originariamente scritto da Pigna Corelli Visualizza messaggio
    Gli scatti sono dovuti al fatto che si chiede al lettore di inviare 48 immagini in un secondo (partiamo da 24fps precisi cui viene applicato il pulldown 2:2, così non ci incasiniamo) alla velocità di 50 immagini al secondo. In questo modo si manda il video più velocemente, ma l'audio, che non si può accelerare e riequalizzare...rimane indietro. Quindi il lettore si deve fermare forzatamente per recuperare la sincronia con l'audio, per poi ripartire...
    Ohh, grande pigna, E' sempre per la questione che i lettori, a differenza delle emittenti, non accelerano allora (nè tantomeno aggiungono 1 semiquadro ogni 12 fotogrammi come, secondo wiki, avviene ultimamente nei paesi PAL in fase di interlacciamento coi film 24p*)?
    Infatti ti volevo chiedere come mai questi scatti non si presentano con segnali i50....

    *Questo procedimento centra per caso col 2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:3 suggerito da Revenge?**

    Citazione Originariamente scritto da Pigna Corelli Visualizza messaggio
    Un'ultima cosa: anche se ho un BD codificato a 23,976 ed imposto l'output del lettore a 24Hz avrò degli scatti, uno ogni circa 42 secondi, che corrispondono alla differenza di framerate che c'è in ogni secondo, quindi 1/0,024 e cioè esattamente 41,(6) secondi.
    Eh già. E' per questo che il poter uscire esattamente con framerate identico al girato è una peculiarità molto importante per un lettore.

    Mi è capitato poi di notare nei titoli di coda di un film su SKY Cinema degli scatti regolari ogni 3\4s.
    Cosa puo' averli provocati? Ho pensato agli scatti dovuti agli sganciamenti che avvengono quando utilizzano il pulldown 2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:3, pero' mi sembra strana la regolarità frequenza così breve tra uno scatto e l'altro di soli 3\4s.

  2. #92
    Data registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    90
    Si, anche se, a fare i sofisti, tecnicamente non è l'emittente ad accelerare il video in fase di trasmissione "al volo", ma lo fa a monte il telecine.

    Ho trovato la pagina di Wikipedia dove viene descritta la tecnica di interlacciamento che hai citato e si, credo proprio che sia la stessa che ci ha illustrato Revenge.

    Sul perché gli scatti non si presentano con segnali 50i ti sei risposto da solo :
    se esci dal lettore con la frequenza identica al framerate del materiale da riprodurre, non c'è nulla da correggere, e quindi tutto sarà fluido, al di là dei "microsaltellamenti" (questo termine non mi piace, ma è per capirsi) insiti nel 24p.
    O meglio, tutto dovrebbe essere fluido: c'è sempre il display, che deve accettare la stessa frequenza in ingresso, e soprattutto la deve gestire in riproduzione senza manipolazioni (che sembra una cosa scontata, ma non lo è).
    Anche per questo, oltre al fatto che non sono molto ferrato sulle tecniche di trasmissione, non sono in grado di darti una spiegazione riguardo gli scatti che hai notato su Sky.

    PS: ho trovato anche un'altra pagina di Wikipedia dove si accenna al motivo della riduzione del framerate dello 0,1% nello standard NTSC.
    Ultima modifica di Pigna Corelli; 27-07-2012 alle 02:28

  3. #93
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    ----Spostato da altro thread----

    Citazione Originariamente scritto da Hun Visualizza messaggio
    Ti posso dire che confrontando lo stesso materiale da crt e plasma, in movimento è più nitido su crt che non su plasma, dovrebbe essere il contrario.
    a.
    I MONITOR CRT sono superiori ai plasma e agli lcd anche nei sistemi in grado di operare a risoluzione 8k sia con formato 1,85 a 8192 x 4428 di risoluzione sia nel formato superpanavision 8k con risoluzione pari a 8192 x 3741 perchè i tecnici nel settore cinematografico infatti dopo la digitalizzazione della pellicola, durante la fase di montaggio, per valutare costantemente la fedeltà/continuità cromatica, l'armonia del colore e l'interazione tra colori, si servono sempre della tecnologia dei monitor crt in combinazione a due particolari oscilloscopi: il monitor della forma d'onda che è il misuratore della luminosità e il vetctorscope che è il misuratore del colore.
    Questo a chi sostiene che le "nuove" tecnologie LCD/Plasma (nuove tra virgolette perché ormai non sono più nuove) sono superiori all" "obsoleto" crt. Verò è che nella fascia consumer non è mai stato sviluppato un tv crt full hd, nonostante la sua netta superiorità, per ragioni esclusivamente commerciali perchè a suo sfavore c'erano la bruttezza sul piano estetico, le dimensioni d'ingombro e il peso del relativo riproduttore, tanto più per immagini Full HD.
    Prendo atto del fatto che i produttori di TV sono andati incontro alle esigenze degli edonisti dell'arredamento che rappresentano circa i 90% dei potenziali acquirenti di TV.

    Per quanto riguarda invece il discorso della fluidità dell'immagine tra il tuo ut50 42 pollici e il tuo crt 30 pollici , il problema a monte dipende sempre dalla scansione dell'immagine. Con le immagini interlacciate avrai minore definizione verticale, ma maggiore fluidità di movimento, con le immagini progressive24p avrai maggiore definizione verticale, ma minor fluidità di movimento. Sono più fluide quelle che noti nel crt perchè sono filmati sd interlacciati, ovvero scanditi a 1/50 di secondo. Ora io sono assolutamente d'accordo con te che i contenuti SD interlacciati si dovrebbero vedere solo su crt e non solo per la fluidità, ma per la qualità dell'immagine in sd. Il tubo catodico, forte di oltre 70 anni di vita, è la tecnologia più consolidata avendo ormai raggiunto i suoi massimi livelli di maturità. Per cui se fai confronti con contenuti SD interlacciati, il tuo crt uscirà sempre vincente. Per contrasto invece (provare per credere!) se fai uscire nel tuo TV CRT (che non è un monitor crt professionale) dei contenuti sd a scansione progressiva causerai il fenomeno del flickering, ovvero il lampeggio tipico delle immagini non interlacciate, ma non nel plasma perché il plasma è perfettamente in grado di gestire i segnali a scansione progressiva (peccato che non possa con quelli interlacciati). Quando giravo filmati con la panasonic dvx100 che era l'unica camera ai tempi nella fascia prosumer - che potevo permettermi - che girava in sd con scansione progressiva, poi in montaggio dovevo interlacciare tutto il girato per non far comparire il flickering nei tv crt.
    Visto che sono in tema di scansione interlacciata, pogressiva, fluidità in relazione al movimento, a mio parere dovremmo sempre tenere conto che anche lo standard dvd pal è un SD interlacciato (720 x 576 i) e la conversione dal progressivo cinematografico della pellicola all' interlacciato per i film ridotti al formato mpeg-2 avviene attraverso strumentazioni altamente professionali. il lavoro abborracciato di deinterlacciamento dell'immagine che fanno molto male i lettori blu ray e i plasma causano ulteriori artefatti.
    In tutti i casi comunque, con una qualsiasi operazione di interlaccio o de-interlaccio si causa sempre un peggioramento della qualità dell'immagine . Da cui la validità di una regola generale SEMPRE PREZIOSA ovvero evitare qualsiasi operazione di interlaccio o de-interlaccio. i DVD in vendita sono a scansione interlacciata e si dovrebbero lasciare così come sono. Se il plasma non riesce a fare la scansione interlacciata non è un problema del materiale sd ma un'imperfezione del plasma e chi visiona materiale sd interlacciato e nota tutte queste imperfezioni sul plasma a causa del deinterlaccio, é corretto che le metta in evidenza perchè non è un problema di pollici ma di scansione.
    Inoltre i film SD trasmessi in TV sono anch'essi stati transcodificati in un master con scansione interlacciata, in questo caso su dei nastri magnetici betacam quindi sono adatti ad essere visionati solo nei TV CRT.
    Ora secondo la mia opinione, oggi si potrebbe benissimo modificare lo standard del dvd e renderlo progressivo a 24p. E' possibile, ma ai tempi dell'introduzione dello standard c'era il problema che i tv crt, tramite il quale si guardavano i dvd, con una scansione progressiva dell'immagine, avrebbero causato il fenomeno piuttosto sgradevole del flickering. Visto che la stragrande maggioranza ormai ha solo tv plasma/lcd si può cambiare.
    Ultima modifica di ABAP; 15-04-2013 alle 23:06

  4. #94
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    Kagemusha ti prego di una cosa.
    In post lunghi e che trattano vari argomenti come il #973, tenta di essere più preciso, perché andare OT non si può, però inesattezze tecniche vanno comunque evitate (se ci sono).
    Per cui cortesemente chiarisci meglio cosa intendi, soprattutto in merito alla necessità o meno di deinterlacciare i contenuti interlacciati da parte di lettori e/o TV diciamo FLAT o più genericamente NON CRT.
    Di sicuro, dire genericamente che i lettori Bluray/DVD deinterlacciano male è una affermazione che lascia il tempo che trova.
    Il VT deinterlaccia quasi meglio del BDT500 ad esempio (soprattutto lavora meglio sulle diagonali), ma di sicuro il BDT500 fa molto meglio di diversi TV che ho visto in passato (ad esempio degli stessi Pana serie 20 e anche 30).
    Per il momento non vado avanti ma ti prego di precisare meglio il tuo discorso, perché così come è mi pare ci siano diverse cose che non vanno, ma potrei aver capito male io e allora prima di cominciare uno scambio di botta e risposta che andrebbe ulteriormente OT meglio chiarire, grazie.
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  5. #95
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente scritto da ABAP Visualizza messaggio
    però inesattezze tecniche vanno evitate (se ci sono).
    Per cui cortesemente chiarisci meglio cosa intendi, soprattutto in merito alla necessità o meno di deinterlacciare i contenuti interlacciati da parte di lettori e/o TV diciamo FLAT o più genericamente NON CRT..........[CUT]
    ll discorso è piuttosto chiaro ma visto che non sono riuscito a farmi capire, lo spiegherò nuovamente: qualsiasi operazione in cui si passa da una sorgente interlacciata e la si trasforma in progressivo causa degli artefatti . Nel caso dei DVD visto che sono interlacciati, per farlo bene, occorre procedere nel seguente modo: prima estrai l'mpg2 dal DVD e lo importi nell'AVID, codificandolo nella sorgente video con estensione MXF (che mantiene inalterata la qualità), imposti il deinterlacciamento integrale del video, poi fai il rendering aspettando che il software deinterlacci, una volta finalizzato il deinterlacciamento puoi estrarre il video deinterlacciato, convertendolo da MXF a MPG2". Questo è l'unico modo per essere certi che sia deinterlacciato bene. Ma anche questo video avrà comunque i difetti che comporta la trasformazione di un video da interlacciato a deinterlacciato. Difetti minori ma presenti perchè non è possibile trasformarlo in un progressivo nativo. L'unico modo possibile sarebbe di risalire al master con scansione progressiva (insomma dovresti attingere alla sorgente originale 24p, non certo partire dall'mpeg2 interlacciato).
    Ora io non metto in dubbio che il tuo lettore blu ray o il tuo TV VT50 deinterlaccino meglio dell'Ut50 e dei miei lettori blu ray, solo che dimentichi che io i contenuti video SD interlacciati, li guardo solo ed esclusivamente sul tubo catodico, quindi sicuramente li vedo meglio di te, che questi contenuti li visioni su plasma tramite il deinterlacer, con tutti gli artefatti che causa.
    Inoltre hai menzionato una mia frase fuori da un discorso in cui sono piuttosto chiaro, ovvero che se il materiale video di partenza è interlacciato non bisognerebbe mai deinterlacciarlo perchè trasformando un video interlacciato in deinterlacciato peggiori la qualità dell'immagine, introducendo nella stessa ulteriori artefatti. Quali sono gli artefatti? Ebbene quando deinterlacci, dovendo costruire un unico profilo sulla base di due scansioni effettuate a un intervallo di 1/50 di secondo, si otterrà un profilo zigrinato o scalettato, in ogni caso allargato e quindi meno netto del progressivo nativo. Se poi l'operazione di de-interlaccio coinvolge, sia pure per sfortunata coincidenza, l'ultimo semiframe di una scena e il primo di quella successiva per nulla correlato a quello precedente, il difetto è ancora peggiore ottenendo in quel passaggio un'immagine confusa e priva di significato (ecco perché occorre usare l'avid che comunque non risolve il problema della scalettatura tra un frame e l'altro). Quindi la trasformazione di un video da interlacciato a deinterlacciato peggiora la qualità dell'immagine (anche viceversa ma non ci interssa elencare i difetti di ciò che comporta l'operazione contraria perchè i blu ray sono a scansione progressiva e non ci si pone il problema). Cmq gli artefatti vengono fuori, a meno che il tuo TV o lettore che sia, magicamente riesce a trasformare un video interlacciato in un progressivo nativo(???) E' possibile? Hai mai provato, una volta che il lettore blu ray sta deinterlacciando un dvd, a procedere Frame by Frame? be se lo fai ti renderai conto che il profilo d'immagine che stai ottenendo in realtà presenta un'immagine zigrinata o scalettata ed é esattamente il contrario di ciò che avviene nel vero progressivo! Questo è esattamente ciò che accade...sono limiti piuttosto seri della tecnologia in questione a prescindere dalla qualità del deinterlacer del tuo tv. In un'ultima analisi concludo che i DVD proprio perché interlacciati, a mio parere dovrebbero essere visionati solo ed esclusivamente nei TV CRT. Sempre che uno ci tenga a vederli correttamente. Se li avete buttati perchè antiestetici, amen.

  6. #96
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    No, allora avevo capito bene ma non sono d'accordo.
    Mi sembra uu metta nello stesso calderone materiale SD interlacciato di natura video o filmica, arrivando alla conclusione che sono entrambi meglio se visionati su CRT, mentre non è assolutamente (nel senso di "in assoluto") così imho.
    Fino a che tu mi dica che una partita o un GP di Formula 1 (quindi materiale SD video, e anche "tosto") si veda meglio su un ottimo CRT, sono d'accordo.
    Ma se parliamo di DVD, quindi di materiale di natura filmica e non video, fatta eccezione per rumore e problemi nati dalla compressione (diciamo partendo da una buona incisone), tutti gli altri problemi cui hai accennato ovviamente spariscono, perché il materiale di partenza è progressivo per sua stessa natura (pellicola, o riprese digitali ma sempre "p" che siano) quindi l'interlacciamento iniziale non va a mischiare nessun quadro nè a fare nessun accavallamento di frames. A quel punto se il deinterlacer "aggancia", allora "aggancia" punto e basta, e poi una buona elettronica ci può mettere del suo.
    Col risultato che un buon DVD è sicuramente meglio su un TV di alto livello, con buona elettronica (filtri, deinterlacer, scaler) che su un CRT. O almeno viene reso ad un livello tale da non poter dire con certezza che è meglio su un CRT, insomma.
    A meno che tu non voglia guardare il CRT da 1 metro scarso (come facevo io), con gli occhi che fanno male dopo 30min di visione.

    PS Post spostati nella discussione sul deinterlacing
    Ultima modifica di ABAP; 15-04-2013 alle 23:07
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  7. #97
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente scritto da ABAP Visualizza messaggio
    tutti gli altri problemi cui hai accennato ovviamente spariscono, perché il materiale di partenza è progressivo per sua stessa natura (pellicola, o riprese digitali ma sempre "p" che siano) quindi l'interlacciamento iniziale non va a mischiare nessun quadro nè a fare nessun accavallamento di frames
    ..........[CUT]

    spiegami allora come è possibile che i film presenti in DVD, quando li codifichi in quicktime (final cut) o MXF (avid) dopo averli deinterlacciati hanno tutti i problemi da me menzionati prima, ovvero tra un frame e l'altro (anche un 1/5 di frame) risultano immagine fisse scalettate e si nota solo frame by frame, non a 25 o 50 frame al secondo ovviamente. Perchè se dopo l'interlecciamento i film possono essere nuovamente resi progressivi senza produrre alcun artefatto, ripristinando le caratteristiche filmiche del progressivo nativo come lo erano in origine , allora diventerebbero materiale progressivo nativo montabile a tutti gli effetti, invece non è così assolutamente perchè prsentano esattamente i difetti che ho menzionato nei post precedenti. Con i filmati 24p dei blu ray portati sull'avid, anche abbassati di risoluzione queste scalettature non si presentano. Quindi due sono le cose: o il formato MFX è inadeguato per il deinterlacciamento di un film sd interlacciato e non riesce a ricostruire perfettamente frame per frame il film a 24p come lo era in origine, oppure non è proprio possibile che ritorni progressivo come prima con le stesse caratteristiche di frame (e non parlo di dimensione del frame) perchè siamo in SD, ma di artefatti quali frame zigrinati e scalettati che sono difetti peculiari proprio del passaggio da materiale interlacciato a deinterlacciato. Mi piacerebbe però vedere come si comporta il deinterlacer e l'elettronica nei top di gamma, presto ci arriverò può anche darsi che i difetti in questione non si notino, ma da come lo descrivi sembra che ci sia un importante intervento dell'elettronica nei top di gamma che fa scomparire gli artefatti in questione. Non mi intendo di ingegneria elettronica cine-televisiva, ma sembrerebbe più un "trucco elettronico" mi si perdoni il termine rozzo, che un naturale ripristino delle caratteristiche filmiche del progressivo nativo della pellicola o del digitale.
    Ultima modifica di guest_117420; 15-04-2013 alle 23:40

  8. #98
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    Credo molto dipenda dal materiale di partenza.
    Voglio dire che se ci sono stati problemi nell'interlacciamento iniziale, poi eliminarli diventa ancora più difficile.
    Anche sul caro CRT ogni tanto qualche cosa che non tornava si vedeva, non è che fossero perfetti per definizione.

    Venendo all'elettronica dei TV, trucco non mi pare forzato come termine onestamente.
    Nel senso che il risultato che si ottiene alla fine è figlio di tutta una serie di filtri e correzioni.
    Devo dire che - se parliamo di DVD - anche disattivando tutto l'immagine è mediamente molto piacevole (che si affidi il compito a buon lettore BD o a TV se in grado di lavorare bene). Avendo diversi DVD, e non avendo intenzione di ricomprare tutto da capo, la cosa mi preoccupava abbastanza.
    Certo è inutile arrivare alla frase fatta "sembra un bluray" perché sappiamo benissimo che non è così.
    Personalmente però sono rimasto piacevolmente colpito e ho tutt'ora la curiosità di vedere all'opera un processore video serio per vedere cosa riesca a fare.
    Ultima modifica di ABAP; 16-04-2013 alle 00:21
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  9. #99
    Data registrazione
    Oct 2006
    Località
    Purlilium
    Messaggi
    2.742
    @Kagemusha
    Per semplificare , tu prendi un filmanto da DVD che è realizzato in modalità cine (2:2) che è assimilabile ad un 25p.
    Esci a 24p (indipedentemente dalla risoluzione finale), se così fosse è assolutamente normale che tu abbi aproblemi di sgancio e fluidità.
    Per ricostruire alla perfezione il segnale a 24p partendo da un 25p non è un problema, non sono assolutamente necessari filtri o programmi professionali ... ma bisogna ricodificare l' audio che inevitabilmente andrebbe fuori sincro.

    Dici che da un DVD non è possibile ricostruire il segnale progressivo originale.
    Beh il mio vetusto DVDO VP 30 (con scheda ABT102) ha una funzione interessante, il deinterlacing per somma dei fields in doppia modalità A+B e B+A ; funziona una meraviglia tanto che non ci sono dubbi, o "spettina" o si ricostruisce perfettamente il frame intero.

    Ciao
    .....sono secoli che il povero audiofilo viene preso a pesci in faccia con esoterismi, sciamani, guru, psicofarmaci messi nella coca cola ed altro - by Alberto Pilot

  10. #100
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente scritto da ABAP Visualizza messaggio
    ..Avendo diversi DVD, e non avendo intenzione di ricomprare tutto da capo, la cosa mi preoccupava abbastanza..[CUT]
    in effetti é esattamente quello che preoccupa me, che i DVD continuo a visionarli nel CRT, piuttosto che deinterlacciarli con i lettori blu ray per vederli nellut50, male!
    Ora quello che mi dici mi intriga molto perché anche io colleziono film (Laser Disc, DVD, Blu ray) e non é che butto via i DVD e i laser disc perché in SD e li ricompro tutti in blu ray che peraltro come mercato non offre la stessa scelta, ma non sarebbe in ogni caso possibile. Quindi se nei top di gamma non ci sono questi problemi, ne sarò felicissimo!!!!!
    Un'ultima domanda: nel caso dei laser disc - ed ho delle rarità assolute che non esistono né in DVD meno che mai in blu ray - cmq il lettore laser disc (il mio un piooner Pal/NTSC) ovviamente esce solo in analogico ed immagino che nei top di gamma pana per collegarlo dovrei comprare degli adattatori HDMI, non solo il laser disc non può deinterlacciare. il segnale verrebbe trasformato da analogico a digitale e il formato laser disc al contrario contiene il video in formato analogico. Nemmeno in quest'ultimo caso (sperando cmq che la conversione da analogico a digitale avvenga perfettamente) non andrei incontro a problemi nel deinterlacciamento? e poi come potrei far deinterlacciare il laser durante la visione visto che il laser disc non deinterlaccia?
    Ultima modifica di guest_117420; 16-04-2013 alle 17:53

  11. #101
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente scritto da revenge72 Visualizza messaggio
    @Kagemusha
    ma bisogna ricodificare l' audio che inevitabilmente andrebbe fuori sincro.........[CUT]
    l'audio non è un problema perchè lo si rielabora facilmente con pro tools che è integrato nell'avid (ma in verità si può con qualsiasi altro software di elaborazione audio, anche freeware) e si riesce facilmente senza causare alcun problema di sincro una volta adattato l'audio alla velocità della scansione progressiva del film.



    "per ricostruire alla perfezione il segnale a 24p partendo da un 25p non è un problema, non sono assolutamente necessari filtri o programmi professionali ... "



    il DVD Pal è un 25i come faccio a partire dal dvd in 25p? L'avid converte il film in 24p dopo il deinterlacciamento, nel passaggio intermedio, il video una volta deinterlacciato diventa un 25p, poi con l'operazione successiva l'avid lo trasforma in 24p (questo è il setting impostato).
    Io però affermo che i film una volta deinterlacciati presentano piccole scalettature tra un frame e altro oltre a un peggioramento generale della qualità dell'immagine. Ho provato vari film e non è che posso pensare che siano stati tutti interlacciati male.
    Tu invece dici che se parto da 25p nella conversione a 24p non dovrei aver alcun problema. A parte che già se ottengo un 25p pulito senza artefatti partendo dall'interlacciamento del dvd, avrei già risolto tutto, non è certo 1 frame impercettibile all'occhio umano a farmi storcere il naso. A quel punto se il 25 p è pulito e privo di artefatti, non mi pongo nemmeno il problema di renderlo 24 p.
    Ultima modifica di guest_117420; 16-04-2013 alle 16:42

  12. #102
    Data registrazione
    Oct 2006
    Località
    Purlilium
    Messaggi
    2.742
    Il DVD PAL di un film è sempre a 50i anche se i software scrivono diversamente (il PAL, fatta eccezione per il Brasile é sempre a 50 Hz) ottenuto, se si tratta di un telecine tipo A, da un 25p "spaccando" il frame originario progressivo in due fields interlacciati.
    Se ricostruisci l' ordine originale dei fields, ricostruisci perfettamente il frame per somma di righe, diversamente ottieni l' effetto di "spettinamento", in quetso non ci sono operazioni di interpolazione o adattamento.
    Una volta ottenuto l' mpeg2 a 576/25p hai la possibilità di abbassare il frame rate senza ricomprimere il video (cambia l' intestazione) a 24,00 Hz (o 23,976 definiti anche come "24,00/1.001".
    Ora però, audio a parte, se vuoi un DVD che sia compatibile con l' NTSC sarai costretto a ridimensionare a 720x480 e però poi in tutta probabilità ti ritroverai a vedere il film a 59,94/60Hz gustandoti il prelibato pulldown 2:3 (con tanti saluti alla fluidità) che serve ad adattare la frequenza di quadro a quella della rete elettrica USA ; se invece scali a 1080P... no problem (ma a cosa servono poi tutti questi smandruppamenti?)

    Ciao
    .....sono secoli che il povero audiofilo viene preso a pesci in faccia con esoterismi, sciamani, guru, psicofarmaci messi nella coca cola ed altro - by Alberto Pilot

  13. #103
    Data registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente scritto da revenge72 Visualizza messaggio
    ..Una volta ottenuto l' mpeg2 a 576/25p hai la possibilità di abbassare il frame rate senza ricomprimere il video (cambia l' intestazione) a 24,00 Hz (o 23,976 definiti anche come "24,00/1.001"........[CUT]
    Ok grazie, proverò così e se risolve il problema mille grazie
    quanto al 25i ovvio che si tratta di un lapsus (quando mai un software rileva 25i una sorgente 50i) altrimenti tutto ciò che scrivo precedentemente in relazione ai due semiquadri scansionati a 1/50 non avrebbe senso e non mi porrei nemmeno il problema della scansione interlacciata dei CRT, vantando la sua maggior fluidità e a mio avviso qualità d'immagine
    Quello che ancora non mi convince però è se davvero posso coniugare digitale e analogico con una tale flessibilità perché ho ancora un dubbio e scusate la quantità di domande e osservazioni, ma mi sta molto a cuore questa questione, essendo un grande collezionista di film. Mi spiego: io trovo che la qualità del laser disc (la mia collezione è prevalentemente ntsc in questo formato) sia eccellente anche rispetto al DVD, nonostante una risoluzione di poco inferiore, eppure la qualità del formato laser disc resta molto elevata, e il video analogico contenuto e' registrato così com'è (dopo il telecine), senza alcuna forma di compressione, quindi un video analogico di qualità molto vicino al broadcast. ora il laser disc è interlacciato, ma a questo punto il problema non è solo la qualità del deinterlacer nel passaggio al vt60 o zt60 (non ho ancora deciso), ma cosa comporta far entrare un video analogico di qualità quasi broadcast (nonostante sd) rendendolo digitale .... E spero che ciò avvenga nei migliori dei modi nel top di gamma pana, collegando il laserdisc al tv pana top di serie, ma è possibile? mica il laser disc fa il deinterlacer... allora temo che mi trovi sempre costretto ad appoggiarmi non solo ai top di gamma Pana, ma anche ai TV analogici di grande qualità per il caso specifico del laser disc. la digitalizazzione della mia collezione laser disc a mpg2 é assolutamente da escludere perché ho già provato con alcuni e i risultati che si ottengono sono pessimi.
    Ultima modifica di guest_117420; 16-04-2013 alle 17:48

  14. #104
    Data registrazione
    Oct 2006
    Località
    Purlilium
    Messaggi
    2.742
    Citazione Originariamente scritto da Kagemusha Visualizza messaggio
    Io però affermo che i film 25i una volta deinterlacciati presentano le scalettatre tra un frame e altro. Ho provato vari film e non è che posso pensare che siano stati tutti interlacciati male
    [CUT]
    Mi sembra evidente che il software citato nonostante sia professionale esegua un deinterlacing del tipo motion adaptive interpolando la risoluzione verticale esattamente come se si trattasse di riprese da videocamera eseguite a 50i.

    Per farla breve, un DVD da me realizzato (recita scolastica) rapporto media info:



    Riduzione a 24p



    Mediainfo post rallentamento:


    Ovviamente avrei dovuto demuxare l' audio, rallentarlo con audacity e rimuxarlo.

    Ciao
    .....sono secoli che il povero audiofilo viene preso a pesci in faccia con esoterismi, sciamani, guru, psicofarmaci messi nella coca cola ed altro - by Alberto Pilot

  15. #105
    Data registrazione
    Oct 2006
    Località
    Purlilium
    Messaggi
    2.742

    Citazione Originariamente scritto da Kagemusha Visualizza messaggio
    Ok grazie, proverò così e se risolve il problema mille grazie
    quanto al 25i ovvio che si tratta di un lapsus (quando mai un software rileva 25i una sorgente 50i) altrimenti tutto ciò che scrivo precedentemente in relazione ai due semiquadri scansionati a 1/50 non avrebbe senso e non mi porrei nemmeno il problema della scansione interlacciata ..........[CUT]
    Premesso che con un CRT in tuta probabilità otterresti i migliori risultati in assoluto, con il laser disk in formato NTSC riguardanti film ed un display digitale Full HD ci vorrebbe un processore esterno con un buon comb filter ( i laser disk sono registrati in videocomposito), e la possibilità di scalare a 1080@P23,976 Hz.
    In fase di acquisizione esiste la possibilità con qualche programma di acquisire a 480i @ 59,94 Hz senza compressioni, quindi applicherei il reverse telecine (forse c' é anche in XVID4PSP) che eliminerebbe la cadenza 2:3 e permetterebbe di ricostruire i 23,976 Hz originali e quindi comprimerei.
    Il problema qui comunque è lo scaling, è assodato che per quanto siano prestanti i processori interni ai display... i segnali SD non sono particolarmente digesti, ma si tratta di scaling e campionamento dei colori non di deinterlacing.

    Ciao
    Ultima modifica di revenge72; 16-04-2013 alle 18:28
    .....sono secoli che il povero audiofilo viene preso a pesci in faccia con esoterismi, sciamani, guru, psicofarmaci messi nella coca cola ed altro - by Alberto Pilot

Pagina 7 di 9 PrimaPrima ... 3456789 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •