Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Home Video HD: novembre
Home Video HD: novembre
Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di novembre. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
Sedotta e abbandonata
Sedotta e abbandonata
Uno dei capolavori del cinema di Pietro Germi in una prima interessante edizione in alta definizione. Distribuzione del disco curata da CG Home Video
Call of Duty: Advanced Warfare
Call of Duty: Advanced Warfare
Il 4 novembre uscirà l'attesissimo nuovo capitolo del franchise Call of Duty, il primo creato dallo studio Sledgehammer Games. Il titolo avrà un ciclo di sviluppo di tre anni e vede coinvolto anche il premio Oscar Kevin Spacey
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 2 di 9 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 123
  1. #16
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903

    4.2.2.1 Inverse Telecine


    Prendiamo innanzitutto a riferimento il caso di materiale filmico che sia stato interlacciato tramite pulldown 2:3 (telecine).
    Per ricostruire correttamente la sequenza originale, il deinterlacer innanzitutto cerca la prima coppia di field (1D-1P) originatasi da un unico frame originale e li ricompone nel frame n. 1.
    A questo punto, la sequenza prevede 3 field: 2D-2P-2D. Il terzo field 2D viene scartato e quindi viene creato il frame n. 2 dall’unione 2D-2P. Field 3P e 3D vengono usati per comporre il Frame 3.
    Il 4 viene infine ricomposto come il 2.



    Alla fine, abbiamo di nuovo 4 frame completi, corrispondenti ai 4 originali (supponendo che il deinterlacer abbia lavorato correttamente, ovviamente).
    Ma non dimentichiamo che stiamo “lavorando” a 60Hz, non 24Hz!
    Per rispettare la cadenza del filmato interlacciato, il frame 1 viene ripetuto 2 volte, il 2 3 volte, e così via: i 4 frame vengono mostrati a video complessivamente 10 volte, andando a occupare una “spazio temporale” complessivo di 1/60s x 10 = 1/6s. Però il frame 1 rimane a schermo 2 x 1/60s = 1/30s; al contrario il frame 2 rimane a schermo 3 x 1/60s = 1/20s.
    Dopo 6 sequenze tutti e 24 saranno stati mostrati, complessivamente per 1s.
    L’alternanza 2:3 dei frame a schermo, causa il così detto judder. Se c’è molto movimento (più che altro movimento molto veloce della telecamera o degli oggetti ripresi), quindi molta differenza tra un frame e l’altro, spesso l’occhio non si accorge del diverso tempo di permanenza a schermo dei frame.
    Al contrario, nel caso ad esempio di panning molto lenti, il cervello percepisce maggiormente questa scattosità “aggiunta”, che è ben diversa (almeno dal punto di vista dei motivi che ne causano la nascita) dalla scattosità originale tipica del materiale filmico.
    Ultima modifica di ABAP; 27-02-2011 alle 11:23
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  2. #17
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903

    4.2.2.2 Altre Tecniche e Algoritmi di Deinterlacing

    In generale, le tecniche di deinterlacciamento possono essere suddivise in 3 gruppi:
    field combination, field extension, motion compensation.

    4.2.2.2.1 Field combination
    Sono delle tecniche basate sulla combinazione sequenziale dei field consecutivi, molto semplici nell’applicazione ma generalmente con risultati qualitativi tutt’altro che elevati.
    • Weaving E’ la tecnica forse più semplice e consiste nel combinare field consecutivi nello stesso frame. Chiaramente maggiore sarà la differenza tra un field e l’altro (ovvero maggiore sarà il movimento a schermo), maggiore sarà la presenza di artefatti (combing), minore sarà la qualità del frame ottenuto. I contorni delle figure a schermo appaiono tipicamente frastagliati, o jagged in inglese, da cui il termine "jaggies", tipicamente utilizzato per descrivere questo tipo di difetto





    • Blending Si prendono due field consecutivi, le linee dispari vengono mediate con quelle pari, ottenendo cosi’ un frame in cui le linee riempite sono la metà di quelle teoricamente a disposizione. A questo punto l’immagine viene riscalata verticalmente per coprire tutte le linee. Ne consegue che l’immagine ottenuta è tipicamente molto “morbida”, e la qualità complessiva del frame progressivo ricostruito è tanto minore quanto maggiore è la quantità di movimento del filmato in esame. Il difetto sui bordi che si origina tipicamente con questa tecnica è chiamato "ghosting"



    • Selective Blending I frame vengono analizzati per capire quali aree contengano maggiore movimento/cambiamento e necessitino quindi un intervento e quali no. Normalmente fornisce risultati di qualità maggiore rispetto a Weaving e Blending
    • Inverse Telecine vedi 4.2.2.1 Inverse Telecine
    • Telecide Nel caso in cui il filmato interlacciato sia stato precedentemente ottenuto partendo da materiale progressivo, allora ogni field ha un suo “compagno” ideale, ovvero quello appartenente allo stesso frame da cui entrambi sono stati inzialmente generati. Se questo field esiste, non può che trovarsi nella sequenza immediatamente prima o dopo del field analizzato. Nel caso in cui la ricerca non dovesse dare esito positivo, l’algoritmo è programmato perchè a questo punto intervegano le tecniche più tradizionali, come blending (vedi sopra) o line doubling (vedi sotto).

    4.2.2.2.2 Field extension
    • Half Sizing Non effettua alcuna elaborazione e si limita a mostrare ciascun frame interlacciato per conto proprio (eliminando le righe vuote). Come nel caso del bleding, l’immagine che ne risulta è “downscalata” verticalmente



    • Line Doubling o Bob Deinterlacing Prende ciascun field e ne duplica le linee. L’immagine risultante è praticamente priva di artefatti, ma al tempo stesso verticalmente ha la metà della risoluzione teorica. La risoluzione che si ottiene, sebbene il risultato sia un frame intero, è in realtà pari alla metà della risoluzione del frame originale (o pari a quella dei field che componevano il frame stesso).




      L'applicazione di questo metodo comporta inevitabilmente la comparsa di un difetto tipico, detto "bob" o "bobing": dato che il frame viene ottenuto dalla duplicazione delle linee presenti in un field, se il filmato originale in un determinato frangente ritraeva un oggetto statico, questò apparira come galleggiante in su e in giù. Lo schema riportato di seguito tenta di mostrare un possibile fenomeno di bob deinterlacing. In questo caso non potendo rappresentare il movimento dell'oggetto, l'ho rappresentato fermo e originariamente composto di strisce di colori alternati. Il risultato del "bobing" sarebbe di vederlo "lampeggiare" a schermo con i due colori alternativamente, piuttosto che ondeggiare.




    4.2.2.2.3 Motion detection/compensation
    Gli algoritmi in grado di fornire i migliori risultati nella ricreazione di un filmato progressivo sono il risultato di una combinazione delle varie tecniche, unite a istruzioni per la ricerca e l’ndividuazione della quantitaà di movimento tra field susseguenti, allo scopo di combinare nel modo migliore tra di loro i field stessi.
    In questo caso, cioè quando intervengono tecniche per il riconoscimento del moto, vengono utilizzate anche tecniche per il rilevamento dei cambi scena. Infatti in caso di “stacchi” della telecamera se l’algoritmo non si accorgesse dello stacco potrebbe tentare di rilevare moto tra due sequenze totalmente differenti.
    Ultima modifica di ABAP; 03-07-2012 alle 19:25
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  3. #18
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903

    5. FAQ

    ::: Che tipo di segnale è contenuto in un Bluray? Di che natura è e con quale cadenza?
    La traccia video incisa sul bluray contiene 24 fotogrammi(frame) al secondo, equivalenti a 24field/s "pieni" ovvero senza la distinzione tra filed pari e filed dispari. Il Bluray e' una sorgente già in partenza progressiva; in pratica è (tirandola un po' per le orecchie) la versione digitale della pellicola. Allo stesso modo si puo' dire che la pellicola e' una sorgente nativamente "progressiva" ma analogica. Il lettore BD invia al TV 24fotogrammi/s in formato progressivo. Il TV li mostra a schermo o nel formato originale (24fotogrammi/s) o in multipli pari (72Hz, 96Hz), ovvero prende un fotogramma, lo tiene a schermo non 1/24s ma 4 volte da 1/96s (pulldown 4:4) (questo può variare a seconda del TV e del tipo di tecnologia utilizzato: LCD o PLASMA)


    ::: Che tipo di segnale viene inviato da Sky al TV attraverso al decoder? Di che natura è e con quale cadenza?
    Sky (parliamo di HD) trasmette sempre e comunque 1080i/50Hz. Qui e' meglio parlare di fields pari e dispari. Il flusso di dati e' composto da 50 field (sarebbe meglio dire semi-field) al secondo, dei quali uno contiene solo le righe dispari e l'altro solo le pari. Qui entra in gioco piu' o meno pesantemente l'elettronica del TV, che deve passare dai 50 subfield/s a 25 o 50 frame (o fotogrammi, o field completi) sempre nell'unita' di tempo, a seconda dei casi.

    Bisogna a questo punto fare una ulteriore, importante distinzione.

    Se il materiale originale e' di tipo televisivo (supponiamo una diretta di un programma su Sky Sport), la trasmissione sara' interlacciata "nativamente", voglio dire che (probabilmente, ora non so se ci sono distinzioni da caso a caso, nel dettaglio) la stessa telecamera che sta riprendendo in quel momento sta acquisendo in modalita' interlacciata. Quindi riprende per 1/50s le linee dispari e per il successivo 1/50s le linee pari, e cosi' invia il tutto. Al TV arriva comunque una informazione incompleta, e lui in qualche modo deve "inventarsi" una meta' del field, perche' comunque da una trasmissione 50i dovra' arrivare ad un 50p. Lo fara' creandodelle informazioni, come descritto nel paragrafo 4.2.2.2 qui sopra. In questo caso particolare, come già evidenziato, entra pesantemente l'elettronica del TV, in relazione alla capacità di capire con quali informazioni riempire le linee mancanti, in modo che la qualità complessiva dell'immagine sia il più alta possibile.
    Gli algoritmi di deinterlacing sono più collegati a quelli di frame interpolation di quanto si possa pensare.
    Entrambi infatti si rifanno a loro volta agli algoritmi di codifica, basati sui criteri di ridondanza spaziale e temporale (non scordiamoci infatti che la compressione c'è sempre, anche nei bluray).
    Un algoritmo di deinterlacing motion adaptive analizza per l'appunto diversi fields, proprio per capire cosa andare a mettere nelle righe pari o dispari che mancano in un determinato field, allo scopo trasformarlo in frame progressivo. Da questo punto di vista avere del materiale 50i può essere quasi un vantaggio. E' chiaro che se il materiale fosse 50p in partenza non ci sarebbe bisogno di deinterlacciare, ma con un 50i (sempre in caso di materiale televisivo) il field successivo è stato ripreso solo 1/50s dopo quello attuale, quindi anche se dimezzata si ha una informazione comunque più "frequente" rispetto a materiale cinematograico, di conseguenza gli algoritmi di FI lavorano meglio.
    Quando il deinterlacing non riguarda la ricostruzione di una cadenza cinematografica, allora per forza di cose si sta operando a livello di algoritmi di interpolazione: il processo di scaling, deinterlacing e frame interpolation divengono un tutt' uno. Se c' è anche la frame interpolation entrano in gioco anche filtri di de blur basati su algoritmi derivati dalla Wiener deconvolution e gli aloni (vedi la foto nel link) sono sempre situati in corrispondenza della zona sottoposta a motion blur.

    Se il materiale originale era di tipo filmico (supponiamo si stia guardando Sky Cinema), vuol dire che in partenza esso era progressivo. Sky prima di trametterlo via etere lo ha interlacciato come descritto nel par. 4.1.2. Quindi al TV arriva sempre un segnale 50i, composto da 50 semi-field al secondo. In questo caso pero' c'e' la particolarita che, accoppiando correttamente il semi-field dispari con il pari corrispondente, il materiale originale viene ricostruito (deinterlacciato) in modo assolutamente corretto e si riesce a vedere la trasmissione cosi' come Sky l'ha inviata, senza che il TV debba "metterci del suo". Rimane solo una piccolissima differenza rispetto al materiale originale (non quello di Sky, ma proprio al film che magari hai visto in sala) perche' come detto sopra se era stato girato a 24 fotogrammi al secondo sara' stato accelerato di circa il 4% per portarlo alla cadenza giusta. Ovviamente poi ci sono anche differenze qualitative rispetto ai Bluray perche' c'e' anche molta compressione di mezzo, altrimenti non sarebbe possibile inviare il tutto via satellite (o almeno non con la banda che Sky mette a disposizione sui singoli canali )
    Ad ogni modo, dai 24 (o 25) fotogrammi (progressivi) al secondo del materiale originale, si torna dopo l'interlacciamento, la trasmissione e il deinterlacciamento, di nuovo ai 24 (o 25) fotogrammi (progressivi).


    ::: Che tipo di segnale viene inviato dal digitale terrestre al TV attraverso al decoder? Di che natura è e con quale cadenza?
    Che si tratti di HD o SD, vale lo stesso identico discorso di Sky.


    ::: 23.976 o 24? 59.94 o 60?
    Partiamo dai dati certi:
    • l'acquisizione durante le riprese di un film e' sempre a 24 frame/s.
    • almeno inizialmente, nei paese NTSC si trasmetteva a 60 semiquadri/s interlacciati, per adeguare la trasmissione alla frequenza di erogazione dell'energia elettrica di 60Hz. Quando però fu introdotto il colore, si notò un'interferenza tra la sottoportante croma e la portante audio. Per evitare la quale fu deciso di rallentare il framerate dello 0,1%. Rallentando dello 0,1% il 24p ottengo 23.976. Applicando a questo punto un pulldown 2:3 ottengo 59.94.

    Di conseguenza tutti i valori (23.976, 24, 59.94, 60) esistono a seconda delle situazioni.
    Se parto da materiale 24 e applico pulddown 2:2 arrivo a 48.
    Se parto da materiale 24 e applico pulddown 2:2 piu' accelerazione del 4.167% arrivo a 50.
    Se parto da materiale 24 e applico pulddown 2:3 arrivo a 60.
    Se parto da materiale 23.976 e applico pulddown 2:2 arrivo a 47.952.
    Se parto da materiale 23.976 e applico pulddown 2:3 arrivo a 59.94.
    Ultima modifica di ABAP; 10-07-2012 alle 10:27
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  4. #19
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903

    6. LOG

    • 20.02.2011: Prima pubblicazione
    • 25.02.2011: Aggiunta immagine Pulldown 2:2. Aggiunta immagine Pulldown 3:4:4:4. Aggiunta immagine Pulldown 3:3:4. Aggiunta immagine Pulldown 3:3. Aggiunta immagine Pulldown 3:2:2:2:2. Aggiunta immagine Pulldown 1:2:2:2:2.
    • 02.03.2011: Aggiornato il par. 4.2.2.2 "Altre Tecniche e Algoritmi di Deinterlacing" ampliando le descrizioni e aggiungendo immagini (fonte: wikipedia)
    • 12.02.2012: Aggiornati i link del primo post che non funzionavano più correttamente a seguito della migrazione del forum a vB4.1
    • 02.06.2012: Introdotta la sezione FAQ e raccolte le info emerse fino ad ora dal thread. Modificato il par. 4.2 (introdotto il 2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:2:3 Pulldown). Aggiunti i ringraziamenti al primo paragrafo
    Ultima modifica di ABAP; 03-06-2012 alle 00:50
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  5. #20
    Data registrazione
    Nov 2005
    Località
    roma
    Messaggi
    5.244
    Complimenti ABAP,
    molto interessante...
    Lorenzo.
    Display: SONY 46HX900 - Monitor: LG F900P - Lettore CD: PIONEER DV-575A - Lettore DVD: HTPC - Lettore BD: SONY PS3 SLIM - Amplificatore: ONKYO TX-SR608 - Diffusori Frontali: KLIPSCH RB-81 - Diffusore Centrale: KLIPSCH RC-64 - Subwoofer: VELODYNE CHT-12Q - Cavi: MONSTER CABLE / G&BL - Telecomandi: LOGITECH HARMONY 525 / DINOVO MINI - Film: BD 166 / DVD 560
    MOTION COMPENSATION / TIPOLOGIE DI RETROILLUMINAZIONE LED / SUB-FIELD DRIVE

  6. #21
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    Grazie, ho tentato di fare un po' d'ordine tra le varie informazioni che si raccolgono normalmente in rete qua' e la'.
    Appena riesco a trovare info un po' piu' tecniche vorrei espandere (per quanto possibile) la sezione riguardante gli algoritmi specifici.
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  7. #22
    Data registrazione
    May 2010
    Località
    In vista di Circe, non lontano da Anxur
    Messaggi
    10.802
    Complimenti ABAP! Sei riuscito a rendere molto bene tutti i concetti, in modo da essere comprensibili a tutti. Siamo in tanti ad aver bisogno di un thread come questo, quindi grazie per il tuo impegno!

  8. #23
    Data registrazione
    Dec 2005
    Località
    Bologna
    Messaggi
    17.575
    Tanto di cappello .
    Per le specifiche e le informazioni sulle tv full hd, Comparativa TV Full Hd.

  9. #24
    Data registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    833
    Grandissimo!
    E sapete che le librerie VDPAU(linux)/PureVideo(windows) di Nvidia riescono a trattare un segnale interlacciato con l'algoritmo di Motion detection/compensation (chiamato Spatial/Temporal) restituendo dei risultati assolutamente soddisfacenti? Veramente un ottimo algoritmo. Si conoscono gli algoritmi adottati dai nostri TV? Dico ciò perché comunque l'algoritmo Spatial/Temporal per filmati 1080i richiede circa il 65% della GPU di una GTS450.
    UNIX is user friendly. It's just very selective about who its friends are. (anonymous)

  10. #25
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    Grazie, sto raccogliendo informazioni proprio sull'argomento schede video, per ampliamenti futuri, ho trovato qualche link interessante.
    Ciao!
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  11. #26
    Data registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1.294
    Tanto di cappello si ... miezzeca che lavorone ...

  12. #27
    Data registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    194
    Complimenti all'autore per questo bellissimo thread su un argomento che incide molto sulla qualità d'immagine dei nostri tv digitali, ma spesso è sottovalutato.

  13. #28
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Splimbergo ( PN ) Friuli
    Messaggi
    1.146
    Potreste scrivere quanti fotogrammi al secondo ci sono per ogni tipo di sorgente:

    BD
    SKY
    DVD
    DTT
    GIOCHI
    LED Toshiba 55ZL1 BD PLAYER Panasonic SC-BT205 DECODER Pace MySky HD Documentari + Calcio
    TELECOMANDO Harmony ONE MEDIA PLAYER Lacie Media Classic

  14. #29
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    4.903
    Ciao, bisogna fare una distizione tra fotogrammni (o frame) e field:

    - BD: 24 fotogrammi(frame) al secondo, equivalenti a 24field/s "pieni" ovvero non avviene la distinzione tra filed pari e filed dispari. Il Bluray e' (tirandola un po' per le orecchie) la versione digitale della pellicola. Allo stesso modo si puo' dire che la pellicola e' una sorgente nativamente "progressiva" ma analogica. Il lettore BD invia al TV 24fotogrammi/s in formato progressivo. Il TV li mostra a schermo o nel formato originale (24fotogrammi/s) o in multipli pari (72Hz, 96Hz), ovvero prende un fotogramma, lo tiene a schermo non 1/24s ma 4 volte da 1/96s (pulldown 4:4) (questo può variare a seconda del TV e del tipo di tecnologia utilizzato: LCD o PLASMA)

    - SKY: Sky (parliamo di HD) trasmette sempre e comunque 1080i/50Hz. Qui e' meglio parlare di fields pari e dispari. Il flusso di dati e' composto da 50 field (sarebbe meglio dire semi-field) al secondo, dei quali uno contiene solo le righe dispari e l'altro solo le pari. Qui entra in gioco piu' o meno pesantemente l'elettronica del TV, che deve passare dai 50 subfield/s a 25 frame (o fotogrammi, o field completi) sempre nell'unita' di tempo.
    Bisogna inoltre fare una ulteriore distinzione.
    Se il materiale originale e' di tipo televisivo (immagina una diretta di un programma su Sky Sport), la trasmissione sara' interlacciata "nativamente", voglio dire che (probabilmente, ora non so se ci sono distinzioni da caso a caso, nel dettaglio) la stessa telecamera che sta riprendendo in quel momento sta acquisendo in modalita' interlacciata. Quindi riprende per 1/50s le linee dispari e per il successivo 1/50s le linee pari, e cosi' invia il tutto. Al tuo TV arriva comunque una informazione incompleta, e lui in qualche modo deve "inventarsi" una meta' del field, perche' comunque da una trasmissione 50i dovra' arrivare ad un 50p. Lo fara' inventadosi delle informazioni, come descritto nel paragrafo 4.2.2.2 qui sopra.
    Se il materiale originale era di tipo filmico (diciamo che stai guardando Sky Cinema), vuol dire che in partenza esso era progressivo. Sky prima di trametterlo via etere lo ha interlacciato come descritto nel par. 4.1.2. Quindi al tuo TV arriva sempre un segnale 50i, composto da 50 semi-field al secondo. In questo caso pero' c'e' la particolarita che, accoppiando correttamente il semi-field dispari con il pari corrispondente, il materiale originale viene ricostruito (deinterlacciato) in modo assolutamente corretto e tu riesci a vedere la trasmissione cosi' come Sky l'ha inviata, senza che il tuo TV debba "metterci del suo". Rimane solo una piccolissima differenza rispetto al materiale originale (non quello di Sky, ma proprio al film che magari hai visto in sala) perche' come detto sopra se era stato girato a 24 fotogrammi al secondo sara' stato accelerato di circa il 4% per portarlo alla cadenza giusta. Ovviamente poi ci sono anche differenze qualitative rispetto ai Bluray perche' c'e' anche molta compressione di mezzo, altrimenti non sarebbe possibile inviare il tutto via satellite (o almeno non con la banda che Sky mette a disposizione sui singoli canali )

    - DVD: per i DVD vale lo stesso identico discorso fatto per Sky-Cinema, solo che siamo a risoluzione standard. I DVD contengono il film non in versione progressiva, ma interlacciata con cadenza 2:2.

    - DTT: che si tratti di HD o SD, vale lo stesso identico discorso di Sky.

    - GIOCHI: onestamente qui mi cogli un po' impreparato e magari con qualche contributo si potrebbe arricchire il thread. I giochi vengono progettati con una certa cadenza ma poi non e' detto che la macchina sulla quale li stai utilizzando riesca a tenere quella cadenza, o potrebbe anche essere il gioco stesso che - se mal progettato - in alcuni frangenti rallenta (chi gioca a GT5, come il sottoscritto, conosce bene questa situazione purtroppo in alcuni frangenti...). La PS3 fa scegliere se inviare al TV il segnale 720p o 1080i, ma non so sinceramente come nasca il gioco. Io suppongo nasca progressivo, ma qui come detto sono impreparato...

    Ciao!
    Ultima modifica di ABAP; 09-04-2012 alle 20:30 Motivo: Modificato il primo capoverso
    .:: Interlacing/Deinterlacing: Tecnica, Pulldown e Algoritmi ::.
    .:: Guida all'utilizzo di ControlCAL ::.
    "Credo di essere mezza santa e mezza vacca" - "Scelgo la metà che dà il latte" (cit. - Amore&Guerra)

  15. #30
    Data registrazione
    Mar 2010
    Località
    Splimbergo ( PN ) Friuli
    Messaggi
    1.146

    quindi in sintesi

    BD A 24 fps progressivo

    skyhd , dtt , dvd 50 fps interlacciato ?
    LED Toshiba 55ZL1 BD PLAYER Panasonic SC-BT205 DECODER Pace MySky HD Documentari + Calcio
    TELECOMANDO Harmony ONE MEDIA PLAYER Lacie Media Classic

Pagina 2 di 9 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •