Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Hitachi 3LCD PJ-TX200

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 25 Settembre 2006 nel canale PROIETTORI

“Stranamente sconosciuto al pubblico degli appassionati esigenti, il videoproiettore con tecnologia 3LCD di Hitachi PJ-TX200 si distingue per una una risoluzione di 1280x720 punti, lens shift H/V ingresso HDMI e una dotazione di strumenti per taratura e calibrazione da primo della classe”

Menu e strumenti per la calibrazione 1

Come giÓ annunciato nell'introduzione, il videoproiettore Hitachi offre uno dei menu di calibrazione tra i pi¨ completi che mi sia mai capitato di vedere. E ve lo dice uno che ne ha viste davvero tante in questi ultimi anni. SemplicitÓ e ricchezza delle funzioni che Hitachi ha messo a disposizione dell'utente mi hanno decisamente soddisfatto. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il PJ-TX200 ha due menu distinti. Il primo, definito giustamente "Menu Facile" (qui in alto), permette solo di selezionare il rapporto d'aspetto, una delle 5 modalitÓ predefinite, una delle tre impostazioni del diaframma e i principali parametri delle immagini come luminositÓ, contrasto, saturazione e dettaglio. Non manca anche la possibilitÓ di selezione della lingua e della posizione del proiettore (soffitto, specchio etc).

Nella tabella in basso sono riportate le caratteristiche principali delle 5 impostazioni predefinite che coprono in maniera piuttosto soddisfacente la stragrande maggioranza delle necessitÓ. Ai pi¨ esigenti dir˛ subito che tra le cinque ho particolarmente apprezzato quella definita "cinema bassa" con buon bilanciamento del bianco e curva del gamma piuttosto morbida.á

Il diaframma, identificato nei menu dalla voce "Nero", ha tre modalitÓ di funzionamento: Spegnere (viene lasciato nella posizione selezionata dall'utente e da lý non si muove), Auto-1 (modalitÓ dinamica con cambiamenti limitati) e Auto-2 (modalitÓ dinamica con elevata dinamica). Ovviamente il rapporto di contrasto inter-frame (full-on e full-off) si raggiunge con quest'ultima modalitÓ.