Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Vidikron Vision Model 80

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 21 Marzo 2006 nel canale PROIETTORI

“La febbre dell'alta definizione sta salendo anche qui in Italia e solo con apparecchi come il Vidikroni è possibile una profilassi adeguata a far diminuire la temperatura. In questa anteprima analizziamo le caratteristiche di uno dei proiettori più costosi attualmente a disposizione”

Introduzione

Tra i videoproiettori di fascia altissima presenti attualmente sul mercato, se prendiamo quelli a piena risoluzione HDTV con 1920x1080 punti di risoluzione nativa sono presenti solo cinque modelli prodotti da Fujitsu, JVC, Sony e Vidikron. In attesa del Projectiondesign con tecnologia DLP che arriverà tra pochissimi giorni e se escludiamo il Fujitsu con tecnologia LCD che abbiamo in prova, fino a ieri la piena risoluzione HDTV era un monopolio della tecnologia LCoS (LCD a riflessione) e delle due principali varianti SXRD di Sony e D-ILA di JVC.

Negli ultimi sette anni ho cercato più volte di entrare in contatto con JVC Professional Italia per provare un videoproiettore JVC con tecnologia D-ILA e sono riuscito a trovare solo un muro di gomma di proporzioni bibliche. Sono tornato personalmente all'attacco quando JVC ha presentato qualche anno fa il primo D-ILA a piena risoluzione HD ma la musica di JVC Professional Italia non è cambiata. Peggio per loro.

Fortunatamente c'è anche Vidikron tra i costruttori che utilizzano la tecnologia D-ILA di JVC. Vidikron propone un videoproiettore a piena risoluzione HDTV basato - non è un segreto - sul videoproiettore top di gamma di JVC conosciuto meglio come HD2K. La seconda fortuna è che Vidikron in Italia è distribuita da Nautilus di Milano e che oggi ha mantenuto una promessa.

Maurizio Conti, Consulente della Nautilus, è venuto a trovarci nella nostra redazione ed è stata l'occasione per mettere letteralmente le mani su un prodotto che cercavamo di analizzare da molto, troppo tempo. Purtroppo le poche ore durante le quali abbiamo avuto a disposizione in Model 80 ci hanno permesso di analizzare solo gli aspetti essenziali del videoproiettore: una prova davvero completa potrà essere pubblicata solo quando il Vision Model 80 rimarrà ostaggio del nostro laboratorio per un periodo nettamente superiore.