Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

WOW 3D Show da Pick Up Hi-Fi

di Gian Luca Di Felice , pubblicato il 25 Novembre 2010 nel canale PROIETTORI

“Lo scorso sabato ha avuto luogo presso lo storico negozio palermitano Pick-Up HiFi la prima manifestazione siciliana dedicata interamente al 3D: grande successo di pubblico con oltre 500 presenze che hanno costretto gli organizzatori a un vero tour di force”

Introduzione: Panasonic VT2065

Lo storico negozio di Hi-Fi e Home Theater Pick-Up Hifi di Palermo è da ormai 40 anni un riferimento per tutti gli appassionati siciliani e lo scorso sabato i fratelli Cefalù e tutto il loro staff hanno organizzato il primo evento dedicato al 3D dell'Isola, in collaborazione con AV Magazine. L'evento è stata l'occasione per mostrare le novità 3D di JVC, Mitsubishi, Panasonic e Pioneer. Il pubblico di appassionati ha risposto al di là di ogni più rosea aspettativa, con oltre 500 presenze! Un segnale importante e che dimostra quanto grandi siano passione e fame di novità.

Arrivati di venerdì mattina a Palermo, Emidio Frattaroli e il sottoscritto eravamo soprattutto curiosi di vedere all'opera i nuovi videoproiettori LCD riflessivi 3D Full HD X7 di JVC (con matrici D-ILA) e HC9000 di Mitsubishi (con matrici SXRD di Sony). Oltre ai due proiettori, nella sala dimostrazioni del negozio erano già stati installati il TV Panasonic serie VT20 da 65 pollici, i tre lettori Blu-ray 3D Pioneer BDP-430, il sinto-ampli multicanale Pioneer VSX-L53 e il sistema di casse in configurazione 5.1 Planet L della francese Elipson.


I diffusori Elipson e le elettroniche 3D-ready Pioneer
- click per ingrandire -

Emidio si è letteralmente fiondato sui due proiettori. Io mi sono dedicato inizialmente alla taratura del plasma Panasonic. Naturalmente non potevo non mettere alla prova James Cameron e ho voluto subito testare la sua taratura 3D pubblicata proprio in questi giorni sul sito di Panasonic (vedi news): devo dire che i consigli del regista canadese non sono certo un esempio di "riferimento assoluto", con un bilanciamento del bianco spostato verso tinte più calde ma soprattutto sature. Eppure devo dire che il risultato è comunque piacevole, sebbene con qualche modifica.


La taratura del display al plasma 3D Panasonic con i segnali test di "The Hole in 3D"
- click per ingrandire -

Ho preferito utilizzare un livello del gamma più basso per non perdere informazioni sulle basse luci e abilitare l'efficiente frame interpolation. Per altri film, consiglierei una taratura leggermente meno satura ed un bilanciamento del bianco più naturale. La visione ci ha restituito un ottimo coinvolgimento in 3D, la quasi totale assenza di cross-talking, immagini sempre dettagliate e buon contrasto. Peccato solo per il significativo abbattimento di luminosità da parte degli occhialini e per il dithering riscontrabile avvicinandosi molto al display (a normale distanza il fenomeno è praticamente impercettibile).