Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Anteprima DLP LED Runco Q-750

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 06 Aprile 2010 nel canale PROIETTORI

“Presso l'ottima saletta home theater del punto vendita romano Fantasy Video Sound, Audiogamma ha presentato il nuovo videoproiettore Runco QuantumColor Q750, con tecnologia DLP a chip singolo, illuminazione a stato solido e prestazioni particolarmente apprezzabili”

Runco Q-750d e Q-750i

L'illuminazione a LED porta con sé numerosi vantaggi rispetto alle lampade ad alta pressione. Il primo innegabile vantaggio è la durata, superiore anche a 10 volte, rispetto ad una lampada tradizionale. Anche l'efficienza è superiore: a parità di flusso luminoso, il consumo richiesto per un proiettore a LED è meno della metà. Il terzo vantaggio deriva da una caratteristica intrinseca dei LED: saturazione e velocità di commutazione elevatissime. In altre parole per i proiettori a chip singolo non c'è più bisogno di filtri dicroici né di ruota colore. L'ultimo grande e principale vantaggio riguarda la stabilità di funzionamento: per i proiettori DLP/LED non c'è bisogno di tarare ripetutamente il proiettore.

Solo vantaggi dunque? Non proprio. Gli "svantaggi" principali sono due. Il prezzo è quello più evidente: i proiettori DLP con LED può costare fino a dieci volte tanto rispetto ad un proiettore DLP con la stessa risoluzione e stesso flusso luminoso. L'altro svantaggio è il massimo flusso luminoso disponibile attualmente per i moduli LED sul mercato. In realtà i 450 ANSI lumen dichiarati (e potete giurare che sono veri, fino all'ultimo lumen!) sono più che sufficienti per riempire schermi fino a 2,5 metri di base a guadagno unitario e fino a 3 metri per schermi con gain superiore. Il Q-750 è disponibile in due versione, con processore video integrato (modello Q-750i) oppure con processore discreto (Q-750d).

Caratteristiche dichiarate