Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sfida a 1080p: DLP contro SXRD

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 23 Maggio 2005 nel canale PROIETTORI

“Per l'alta definizione è già tempo di confronti. Durante l'ultimo T.H.E. Show, Texas Instruments ha organizzato una tenzone tra il retroproiettore Sony QUALIA con tecnologia SXRD ed il retroproiettore Samsung con tecnologia DLP: le sorprese questa volta non sono mancate”

Introduzione

Il prossimo semestre, a cavallo tra il 2005 ed il 2006, sarà uno dei più eccitanti dal punto di vista delle tecnologie audiovideo . Sarà il tempo dell'alta definizione, intesa non solo come segnale televisivo da riprodurre - quello c'è già anche qui in Europa - ma anche come ingresso dei primi supporti ottici registrabili e della disponibilità dei display e proiettori più abbordabili, capaci di riprodurre gli oltre duemilionidipunti che fanno parte del nuovo standard televisivo con cui abbiamo già iniziato a confrontarci, caratterizzato da 1920x1080 punti di risoluzione.


Videorecorder Blu-ray di Panasonic e Sony sono già disponibili in Giappone

Ricordiamo brevemente che Stati Uniti, Giappone e Corea hanno già un palinsesto televisivo HDTV piuttosto rilevante. Come supporti registrabili, intesi come videoregistratori ad alta definizione, gli USA si affidano ancora al D-VHS ed i giapponesi al Blu-ray di Sony e Panasonic già in vendita, assieme ad altri prodotti che archiviano i dati in formato MPEG2 su capienti dischi rigidi. Ma si tratta comunque di una nicchia di mercato anche perché in un futuro neanche troppo lontano, il sistema di compressione MPEG2 dovrebbe essere abbandonato in favore dei più efficienti MPEG4, H264 e VC1.


HD1 è il nome del primo canale del provider HDTV europeo Euro1080. Nella foto
la prima trasmissione ufficiale del concerto di capodanno nel gennaio 2004
- click per ingandire -

In attesa di uno standard comune che sia il miglior compromesso possibile tra Blu-ray e HD-DVD, anche in Europa è possibile ricevere segnali televisivi in alta definizione. Esistono già alcuni canali sperimentali ed il provider Euro1080 ha già un canale televisivo via satellite con un palinsesto discreto. Euro1080 ha comunque annunciato i progetti per i prossimi anni che vedranno ben presto un aumento del numero di canali e della programmazione. Alla televisione dobbiamo aggiungere anche il software in formato Windows Media Video HD che inizia ad avere disponibilità e qualità video interessanti.