Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Preview Panasonic PT-AE700

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 16 Marzo 2005 nel canale PROIETTORI

“In attesa di una prova completa, ecco una prima analisi delle caratteristiche del videoproiettore Panasonic PT-AE700, vero blockbuster del momento che si candida come nuovo riferimento tra i videoproiettori LCD con risoluzione di 1280x720 punti.”

Setup e taratura

Non paghi delle migliorie introdotte con il “dynamic iris”, Panasonic nello sviluppo del PT-AE700 non ha lesinato negli investimenti, soprattutto per quanto riguarda la consulenza nell’ottimizzazione della calibrazione finale. Per qualche mese il progetto “PT-AE700 si è trasferito ad Hollywood, alla corte di uno dei più quotati “colorist” del momento: quel David Bernstein che si è occupato – tra le altre cose – della trasposizione su DVD del film “Moulin Rouge”.

Dsc00210_s.jpg (6537 bytes) Dsc00206_s.jpg (7065 bytes)
David Bernstein (foto a sinistra) durante la presentazione del PT Ae700 ad Osaka
- click per ingrandire -

Mr Bernstein, soprannominato nel suo settore “Golden Eye”, ha lavorato a stretto contatto con lo sviluppatore del PT-AE700 per limare, passo dopo passo, tutti quei particolari analizzati da un’esperienza superiore: coordinate cromatiche, linearità e bilanciamento del bianco sono state scelte con un giusto equilibrio tra rilevazioni con strumenti di misura e soggettività del giudizio di Mr. David Bernstein.

Durante il lavoro di sviluppo del PT-AE700, si è deciso anche di portare buona parte degli strumenti professionali con cui lavora un “colorist” direttamente all’interno del videoproiettore. Durante la trasposizione al telecine da pellicola a formato elettronico, il “colorist” ha a sua disposizione moltissimi strumenti per modificare tutti i principali parametri di ogni singolo pixel dell’immagine.

CCM_s.jpg (10519 bytes)

Allo stesso modo, nella sezione avanzata dei menu del PT-AE700 definita CCM (Cinema Color Management) è possibile modificare saturazione, tinta e luminosità di qualsiasi pixel dell’immagine, scelto in modo preciso con un vero e proprio cursore sull’intero piano del fotogramma. Il tutto è reso possibile da una sezione di elaborazione delle immagini con profondità di ben 10 bit, per complessivi 1024 livelli per ogni componente cromatica.

Conclusioni

Alla luce delle tante innovazioni introdotte, il modello PT-AE700 si candida con prepotenza come riferimento tra i videoproiettori LCD con risoluzione di 1280x720 punti, insidiando molto da vicino anche qualche modello con tecnologia DLP, specialmente per la qualità video complessiva ma soprattutto per le ampie possibilità di calibrazione e taratura. Se poi si arriva a considerare il prezzo consigliato al pubblico di tale meraviglia, sembra quasi di essere all’interno di una favola… A lieto fine.

Per informazioni: www.panasonic.it

 



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Paolo UD pubblicato il 16 Marzo 2005, 14:31
Era ora, Emidio
Ma per una corretta taratura con strumenti, l'IRIS è meglio che venga disattivato?
Nella prova completa, pensi di mettere anche un po' di spiegazioni del menù segreto che poi così segreto non è?
mandi
Paolo
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 16 Marzo 2005, 15:14
Rispondo di sì a tutte e due le domande.

Sto solo aspettando un sample del prodotto che dovrebbe arrivare prima possibile. Speriamo che quando uscirà la prova, cia sia un po' più di disponibilità di pezzi.

Sembra che in Giappone abbiano un back-order stratosferico!

Emidio
Commento # 3 di: Paolo UD pubblicato il 16 Marzo 2005, 15:22
Emidio Frattaroli ha scritto:
Rispondo di sì a tutte e due le domande.

Sto solo aspettando un sample del prodotto che dovrebbe arrivare prima possibile. Speriamo che quando uscirà la prova, cia sia un po' più di disponibilità di pezzi.

Sembra che in Giappone abbiano un back-order stratosferico!

Emidio

Bene [IMG]http://www.gigapc.it/private_stuff/smiles/images/groupwaveb.gif[/IMG]

Ma con tutti i 700 che abbiamo qui tra di noi, nessuno che lo presta ad Emidio?
mandi
Paolo
Commento # 4 di: poe_ope pubblicato il 17 Marzo 2005, 15:22
E rispetto all'Epson TW500?

La macchina di Epson per costo (e prestazioni?) era considerato il top degli LCD... Non è più così? Anche se costa MOLTO di più del Panasonic?

Altra domanda da neofita: se prendo un DLP di pari costo dell'Epson, come lo si può posizionare (per prestazioni) di nuovo rispetto al Panasonic?

Spero di non aver fatto domande troppo banali.

Ciao!
Marco
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 17 Marzo 2005, 19:26
Banali? Al contrario!

Prima di tutto, non ho ancora testato e misurato il PT AE700 e quindi le considerazioni sono soltanto basate sulle caratteristiche dichiarate e sul prodotto in generale.

Il TW500 è una macchina diversa, con scaler e deinterlacciatore che potrebbe essere migliore, assieme ad un obiettivo che, se le viamo l'escursione focale, potrebbe avere una marcia in più come qualità assoluta (risoluzione, aberrazioni crimatiche etc.)

Il TW500 offre anche qualche strumentino in più per taratura e calibrazione (es intensità della lampada, credo su 5 livelli differenti, chiusura del diaframma motorizzato su 5 posizioni differenti etc.

Bisognerebbe organizzare una comparativa...

Emidio
Commento # 6 di: nemo30 pubblicato il 17 Marzo 2005, 23:25
Emidio Frattaroli ha scritto:
Bisognerebbe organizzare una comparativa...

Emidio


Beh, chi stai aspettando???
Commento # 7 di: sasadf pubblicato il 21 Marzo 2005, 13:14
se avessi letto il tuo articolo di oggi qualche giorno fa mi prendevo al volo il 700 che guido g vendeva al mercatino!!!O__O

non le sapevo tutte queste cose.....

forse sapendole avrei guardato con occhio maggiormente critico quello che mi passava davanti agli occhi.
Certo che la rece del 700 su DVHT non lo tratta affatto bene........(confesso però di averla letta distrattamente...)

così a memoria debbo dire che tra il 700 della panasonic ed il 500 della EPson, continuo (di gran lunga) a preferire l'epson (molta + tridimensionalità , contrasto?, dell'immagine e colori dei vpr Epson, per me imbattibili),.

Tutto naturalmente IMHO.

poi una domanda: il sistema dinamico dell'iris di questo panasonic, si avvicina a quello che monta l'HS50 della SOny o son due cose diverse?

thanks
walk on
sasadf
Commento # 8 di: nemo30 pubblicato il 21 Marzo 2005, 13:46
sasadf ha scritto:
se avessi letto il tuo articolo di oggi qualche giorno fa mi prendevo al volo il 700 che guido g vendeva al mercatino!!!O__O

non le sapevo tutte queste cose.....

forse sapendole avrei guardato con occhio maggiormente critico quello che mi passava davanti agli occhi.
Certo che la rece del 700 su DVHT non lo tratta affatto bene........(confesso però di averla letta distrattamente...)

così a memoria debbo dire che tra il 700 della panasonic ed il 500 della EPson, continuo (di gran lunga) a preferire l'epson (molta + tridimensionalità , contrasto?, dell'immagine e colori dei vpr Epson, per me imbattibili),.

Tutto naturalmente IMHO.

poi una domanda: il sistema dinamico dell'iris di questo panasonic, si avvicina a quello che monta l'HS50 della SOny o son due cose diverse?

thanks
walk on
sasadf


Questi sono i due iris dinamici:

Il primo (sony) è un vero e proprio diaframma, il secondo (panny) sono le due alette di cui gia parla Emidio:

[IMG]http://www.cine4home.de/tests/projektoren/LCD-Vergleich2/Bild59.JPG[/IMG]

[IMG]http://www.cine4home.de/tests/projektoren/LCD-Vergleich2/Bild60.jpg[/IMG]

Io credo che la reale differenza tra il Panny e l'Epson 500 stia proprio nella qualità e quantità di regolazioni che l'Epson permette. Avendo infatti questi vpr la stessa tecnologia alla base, l'Epson ha dei processori d'immagine migliori che però sono by-passabili da un lettore dvd che mappi l'immagine 1:1 e ha in più queste regolazioni d'immagine.

La questione è: vale la pena spendere diverse centinaia di euro in più per questo vpr oppure è meglio investire questa cifra in un lettore migliore o magari un processore esterno che renderebbe il Panny 700 migliore?
Commento # 9 di: maurocip pubblicato il 21 Marzo 2005, 13:51
sasadf ha scritto:
se avessi letto il tuo articolo di oggi qualche giorno fa mi così a memoria debbo dire che tra il 700 della panasonic ed il 500 della EPson, continuo (di gran lunga) a preferire l'epson (molta + tridimensionalità , contrasto?, dell'immagine e colori dei vpr Epson, per me imbattibili),.

Secondo me è proprio questo il problema:
la memoria.
già sono opinabili shoot out come quelli organizzati al TAV da AF digitale (io un marantz con prestazioni così scarse proprio non me lo ricordavo), peggio ancora quello fatto a casa mia, ma poi confronti a distanza lasciano proprio il tempo che trovano, soprattutto con catene diverse e tarature tutte da verificare.
Ovviamente poi uno alla fine qualche conclusione la deve pur trarre, ma consapevole che il rischio di sbagliarsi è alto.
Commento # 10 di: maurocip pubblicato il 21 Marzo 2005, 13:56
nemo30 ha scritto:
La questione è: vale la pena spendere diverse centinaia di euro in più per questo vpr oppure è meglio investire questa cifra in un lettore migliore o magari un processore esterno che renderebbe il Panny 700 migliore?

A mio avviso non vale la pena, ma in questo senso:
la matrice è la stessa, il TW500 mi piace di più ed è più versatile, ma il panny sfodera prestazioni che lo fanno preferire ai simili TW200 e Z3.
Però, come non cambierei il mio TW200 per il panny700, oggi come oggi risparmierei i soldi per il TW500.
Certo trovare un TW500 sotto i 2500 euro allora potrebbe spostare il problema....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »