Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovi DLP 1080p xHD4

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 16 Maggio 2005 nel canale PROIETTORI

“In attesa dei nuovi display e videoproiettori con tecnologia DLP a piena risoluzione HD con 1920x1080 punti, Texas Instruments introduce una nuova matrice presentata già al CES dello scorso anno che sarà integrata in un nuovo retroproiettore Samsung in vendita da luglio.”

Conclusioni

Dal prossimo luglio saranno molti i costruttori che proporranno retroproiettori DLP con i nuovi chip xHD4. Il primo sarà certamente Samsung che ha annunciato la disponibilità dei primi prodotti con diagonale di 57" già dal prossimo luglio, per il momento solo negli Stati Uniti, e ad un prezzo che lascia esterrefatti: meno di 6.000 US$, tasse escluse: meno della metà rispetto ad un Sony QUALIA 006.

Oltre Samsung, anche HP ed LG Electronics dovrebbero introdurre retroproiettori dotati della stessa soluzione proposta da Texas Instruments con risoluzione interpolata otticamente di 1920x1080 punti. Resta da capire come mai per il momento non si parla ancora di prodotti per la proiezione frontale, per cui la soluzione xHD4 di Texas Instruments sarebbe la naturale risposta ai prossimi videoproiettori LCD "economici" da 1920x1080 punti  che potrebbero arrivare entro la fine dell'anno corrente.

D'altra parte negli States, il mercato dei retroproiettori ad alta definizione è sensibilmente più grande di quello della videoproiezione frontale classica ed è quindi possibile che la produzione dei nuovi chip DMD xHD4 venga completamente assorbita dalla produzione di retroproiettori, senza lasciare purtroppo molto spazio alla videoproiezione.

Per quel che ci riguarda, cerchemo di acquisire altre notizie al prossimo InfoComm International che si terrà a Las Vegas dal prossimo 8 giugno: la fiera internazionale più importante dedicata a display e proiezione che seguiremo per AV Magazine in prima persona.

Per maggiori informazioni:

www.dlp.com

www.3lcd.com

www.infocomm.org

 



Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Riker pubblicato il 16 Maggio 2005, 21:57
umh

ruota colore per singolo DMD, soluzione simil interlacciata per il DMD...
Mi sembrano un pò troppi artifizi...

non vorrei che questa soluzione non facesse altro che aumentare i contro dei DLP...
Commento # 2 di: daren pubblicato il 16 Maggio 2005, 23:00
Sono d'accordo

L'annuncio di TI mi sembra un po' deludente: mi aspettavo un 1080p vero...
In pratica si torna all'interlacciato... ...senza contare la ruota colore che mi è sempre sembrata un po' una porcata (scusate il termine..)
Staremo a vedere gli LCD, che a questo punto mi sembrano messi meglio..
Commento # 3 di: Nidios pubblicato il 16 Maggio 2005, 23:55
Resta da capire come mai per il momento non si parla ancora di prodotti per la proiezione frontale,

A mio parere questo sistema non si può utilizzare nei
sistemi frontali per problemi di messa a fuoco, a meno che
non si comportato come i CRT, ovverosia senza Zoom.

Magari mi sbaglio, ma cercando di immaginare la seconda
inclinazione del micro specchio la sua proiezione
sarà sempre diversa sul telo ad ogni differente distanza.
Cosa che non succede nei retroproiettori visto che
li progettano ad Hoc con distanze fisse...

Fabio
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 17 Maggio 2005, 09:19
Re: Sono d'accordo

daren ha scritto:
L'annuncio di TI mi sembra un po' deludente: mi aspettavo un 1080p vero...
Anch'io mi aspettavo un 1080p vero.

Ed infatti si tratta proprio di un 1080p! Quello che manca è la risoluzione orizzontale che, invece di essere di 1920 punti è di soli 960 punti. Ma il risultato il alcuni casi è superiore a quanto permesso dalle matrici HD2 (ovviamente per materiale 1080p e PAL standard)

In ogni modo, domani pubblicherò le immagini di una sfida che Texas Instruments ha condotto (cecondo me al limite della correttezza) tra un retroproiettore Sony Qualia 006 ed il retro DLP 1080p Samsung. Ricordo il che il Sony ha tre matrici SXRD 1920x1080...


Emidio
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 17 Maggio 2005, 09:21
Nidios ha scritto:
A mio parere questo sistema non si può utilizzare nei
sistemi frontali per problemi di messa a fuoco, a meno che
non si comportato come i CRT, ovverosia senza Zoom.

Magari mi sbaglio, ma cercando di immaginare la seconda
inclinazione del micro specchio la sua proiezione
sarà sempre diversa sul telo ad ogni differente distanza.
Cosa che non succede nei retroproiettori visto che
li progettano ad Hoc con distanze fisse...
Eppure anche i retroproiettori sono dotati di obiettivo e di lenti poiché l'immagine deve comunque essere messa a fuoco su uno schermo.

Forse si tratta anche di una decisione politica, che punto a salvaguardare il mercato di alcuni prodotti estremamente costosi ma non per prezzo imposto ma perché le metrici HD2 (specialmente le DC3) costano molto ma molto di più.

Emidio
Commento # 6 di: giapao pubblicato il 17 Maggio 2005, 10:10
bel lavoro Emidio!
fammelo leggere con un po' di calma, pant pant!
ciao
Gianni


p.s. nell'introduzione hai scritto: ... Texas Instrumets...
Commento # 7 di: Nidios pubblicato il 17 Maggio 2005, 13:53
Emidio Frattaroli ha scritto:
Eppure anche i retroproiettori sono dotati di obiettivo e di lenti poiché l'immagine deve comunque essere messa a fuoco su uno schermo.

Emidio


Continuo ad ipotizzare un'impossibilità fisica sulla proiezione
frontale... Il fatto di non avere lo Zoom sui CRT e' dato dalla
convergenza fissa (a parte le regolazioni) dei Tubi.
Sui Vp DLP frontali non esiste questo problema perche' la
scomposizione dei colori la fa la ruota e il fascio luminoso di
ogni pixel e' parallelo all'altro.
Questo permette di installare un'ottica che oltre alla messa a fuoco può gestisce lo Zomm.

Ma se incominciamo ad avere una parte dello schemo proiettata
con una diversa inclinazione del fascio luminoso lo Zoom li
farebbe incrociare creando sdoppiamenti di immaggine o quant'altro.

Ripeto sono solo deduzione di un neofita...

Ciao da Fabio
Commento # 8 di: sasadf pubblicato il 23 Maggio 2005, 12:20
beh, alla luce dello shootout di oggi tra samsung e sony, appare comunque un buon prodotto, ma sgamato da Emidio il trucchetto, son prodotti che in pratica si equivalgono.

Resta il fatto che se nonostante il trucchetto, questo chip dmd si vede in pratica alla pari con un lcd FULL HD, costandone una parte frazionaria, allora, vada per il chip dimezzato....

Certo che l'immagine ravvicinata nel retroproiettore, fa intravedere ed in modo mica tanto impercettibile la nuova struttura in diagonale....

BAH! A distanza di dieci anni, quella dlp è ancora tecnologia immatura, e difficile....

Se solo Texas Instruments invece di trincerarsi in un monopolio che la strozzando tecnologicamente, lasciasse investire in ricerca anche gli altri......

walk on
sasadf
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 23 Maggio 2005, 16:33
Nidios ha scritto:Ma se incominciamo ad avere una parte dello schemo proiettatacon una diversa inclinazione del fascio luminoso lo Zoom lifarebbe incrociare creando sdoppiamenti di immaggine o quant'altro.

Ripeto sono solo deduzione di un neofita...

Ciao da Fabio


Ciao Fabio,

ci si incrocia sempre sulla via del microspecchio eh ?

Immagina che un retro proiettore ha si focale fissa, ma che tu puoi scegliere la dimensione dello stesso in base alla qualità dell'ottica ed alla potenza della lampada.

Altre considerazioni a parte, la TI non sa se tu vuoi costruire un retro da 55 o da 250 (esagero eh ?).
Allo stesso modo che in un frontale non saprebbe se tu lo vuoi utilizzare per sfruttare 100 o 300.

Il problema non è tecnico ... è solo politico....

mandi!

Alberto