Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LED DLP Samsung SP-P400B

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 27 Ottobre 2008 nel canale PROIETTORI

“Il microproiettore Samsung SP-P400B con tecnologia DLP e risoluzione SVGA, utilizza LED RGB al posto della tradizionale lampada ed è il primo in grado di generare un flusso luminoso adeguato a molte applicazioni, assieme a qualità video e prestazioni che lasciano letteralmente di stucco”

La prova sul campo

Mentendo spudoratamente al distributore sui tempi entro i quali avrei restituito il piccolo gioiello, sono riuscito a trattenere il Samsung SP-P400B in redazione per quasi un mese, durante il quale mi sono letteralmente divertito a testarlo in ogni condizione, sia come display per applicazioni ludiche (ottimo collegato al Wii oppure ad una videocamera, per proiettare sul primo centimetro quadrato a disposizione) ma soprattutto per presentazioni multimediali, sia in proiezione frontale, sia in retroproiezione con lo schermo che abbiamo testato tempo fa in questo articolo.

In In occasione di alcune presentazioni, in queste ultime due settimane ho registrato reazioni del pubblico piuttosto interessanti, che andavano dallo "stupore" alla risata denigratoria (della serie: "mica vorrai proiettare con quel giocattolo"!). Dopo l'accensione del "giocattolo" bisognava mettere in conto - ogni volta - almeno dieci minuti di spiegazioni sul "coso", sulle strabilianti prestazioni e sul costo. A casa invece sono arrivato a proiettare anche un intero film in DVD, utilizzando il collegamento in video composito. In quest'ultimo caso ho preferito la riproduzione da PC e il collegamento in RGB a risoluzione nativa (800x600).

La versatilità del piccolino è la cosa che sorprende di più. La minima distanza di messa a fuoco è di appena 70cm, posizione in cui si riesce a proiettare un'immagine da 20 pollici (circa 41 cm di base). Il rapporto di tiro che ho misurato (lo zoom non c'è) è di 1.7:1. Volendo strafare, dall'alto dei 145 lumen del piccolino si riescono a riempire schermi fino a 60" (base di circa 120cm), mantenendo comunque un livello di luminanza superiore a 40cd/mq. Per le presentazioni in ambienti illuminati, consiglio di rimanere entro i 40" (base di 80cm): dimensione che consente di avere comunque una luminanza superiore alle 90 cd/mq.

Le prestazioni migliori le ho ottenute scegliendo le impostazioni predefinite "cinema" oppure selezionando la curva del gamma "film" e il gamut EBU. In queste condizioni le immagini sono assolutamente spettacolari! La ricchezza dei colori e la morbidezza delle sfumature sono aspetti sconosciuti ai prodotti business e che hanno poco da invidiare anche a blasonati prodotti home theater. La risoluzione è limitata ma sufficiente sia per la stragrande maggioranza dei powerpoint, sia per ripdodurre un DVD o altri contenuti a definizione standard. L'unico limite deriva dalla necessità di mantenere la temperatura entro certi valori. La cosa costringe all'utilizzo di un sistema di ventilazione piuttosto energico che, unito ad una ventolina di piccole dimensioni, finisce per creare un po' di rumore comunque in linea con proiettori business portatili.

Segue : Conclusioni Pagina successiva