Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Preview: Panasonic PT-AE3000

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 16 Ottobre 2008 nel canale PROIETTORI

“Panasonic presenta a Mainz, alla stampa specializzata europea, il nuovo videoproiettore 3LCD full HD PT-AE3000: l'ultima evoluzione della famiglia dei proiettori home theater della casa giapponese che porta con sé numerose ed interessanti novità, ad iniziare dal rapporto di contrasto di 60.000:1”

Rapporto di contrasto massimo di 60.000:1


Monica Bellino (Panasonic Italia) mostra l'engine 3LCD al collega Stefano Blasi (Tuttodigitale)
- click per ingrandire -

Il miglioramento più strillato rispetto alla precedente generazione riguarda il rapporto di contrasto sequenziale che passa da 16.000:1 fino a ben 60.000:1. Ricordiamo comunque che i diretti concorrenti arrivano a dichiarare rapporti di contrasto fino a 70.000:1 e oltre (Epson, Sanyo, Mitsubishi). Ricordiamo innanzitutto che tale valore si riferisce al rapporto di contrasto sequenziale (quello full-on:full-off, per intenderci) e può contare quindi sulla sinergia di numerosi dispositivi, primo fra tutti il diaframma (IRIS) di tipo dinamico che permette di dosare il flusso luminoso: massimo quando vengono riprodotte immagini luminose e minimo per quelle più scure.


Tetsuya Koyama (Projector  Business Unit) mostra il profilo del nuovo iris dell'AE3000
- click per ingrandire -

Il nuovo PT-AE3000 utilizza un nuovo iris dinamico in cui è stato scelto un nuovo profilo delle "palette" metalliche in movimento che, secondo il costruttore, permettono un controllo del passaggio della luce estremamente più efficiente. Nelle due foto in alto potete osservare Tetsuya Koyama mentre mostra i due iris a confronto: quello del PT-AE2000 ha un profilo più squadrato mentre le nuove "palette" utilizzate nel PT-AE3000 hanno un profilo tondo e continuo.


Il gruppo dei tre pannelli LCD in cui si intravede il nuovo "Pure Contrast Plate" (frecce rosse)
- click per ingrandire -

Il terzo miglioramento riguarda il percorso della luce tra i pannelli LCD e il prisma dicroico ed è quello che permette di incrementare il rapporto di contrasto nativo (quello intra-frame per intenderci) che poi è quello che ci interessa più di ogni altra cosa. Lo scopo viene raggiunto da un elemento che viene chiamato "Pure Contrast Plate" che viene inserito a valle del pannello LCD e prima del filtro polarizzatore di uscita.


Comparativa tra il percorso luce del PT-AE2000 e il nuovo AE3000 con Pure Contrast Plate

A detta del costruttore, il nuovo dispositivo consente un controllo estremamente più efficiente sulla polarizzazione della luce in uscita dai pannelli LCD, un livello del nero molto più contenuto ed un sensibile incremento della gamma dinamica. Simili dispositivi sono utilizzati anche in tutti gli altri nuovi videoproiettori 3LCD in cui viene dichiarato un rapporto di contrasto similare. Solo le misure di laboratorio ci diranno chi tra i vari costruttori sia riuscito ad ottenere le prestazioni migliori.