Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Vernice per retroproiezione SCREEN Goo

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 28 Agosto 2007 nel canale PROIETTORI

“La vernice per retroproiezione prodotta dai canadesi di SCREEN Goo permette di realizzare schermi per retroproiezione con un prezzo molto contenuto e in maniera semplice, con l'unica raccomandazione di applicare la vernice sullo schermo con estrema attenzione”

Elementi di retroproiezione

La retroproiezione, conosciuta ai più solo perché utilizzata nei retroproiettori consumer tradizionali, è una buona alternativa alla videoproiezione frontale per un aspetto fondamentale: la capacità di visualizzare immagini ad elevato contrasto anche se nell'ambiente di visione c'è una luminosità ambientale piuttosto elevata.

Nel settore custom installation, la retroproiezione sta entrando prepotentemente tra le soluzioni proposte dagli installatori, soprattutto grazie alla crescente qualità degli schermi e delle soluzioni chiavi in mano, complete di struttura, specchi e schermo che permettono di contenere tutta la struttura in spessori davvero contenuti.


Grazie ad uno s più specchi, lo "spessore" di un retroproiettore può diminuire drasticamente

In alternativa alle soluzioni "chiavi in mano", alcuni installatori hanno iniziato ad osare, impegnandosi in sperimentazioni e proposte di soluzioni che prevedono anche lavori in muratura che di fatto celano l'engine (alias videoproiettore e specchi), all'interno di un'area limitata e inaccessibile alla luce.

Per poter funzionare anche in ambienti illuminati, tutto quello che c'è tra lo schermo e il proiettore deve essere a "tenuta luminosa" e ricoperto di materiale "assorbente" (leggasi "nero più denso possibile"). Una volta capite le regole base, non sarà troppo difficile agli integralisti del DIY (Do-It Yourself) impegnarsi anche in questo campo.