Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Shoot-out Epson, Sony, JVC

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 20 Ottobre 2017 nel canale PROIETTORI

“Epson EH-TW9300, JVC DLA-X5500 e Sony VPL-VW260ES: tre videoproiettori con caratteristiche e tecnologie diverse - 3LCD, D-ILA ed SXRD - si sfidano in un confronto "senza rete" a Roma, all'interno del punto vendita Garman nella giornata di sabato 21 ottobre 2017”

Il verdetto


Claudio Milana (Garman), abbarbicato, tenta di far "ripartire" il JVC...
- click per ingrandire -

Ed eccoci al racconto dell'intensa giornata che ha visto protagonisti i tre videoproiettori. Per le numerose sessioni organizzate da Garman ho utilizzato sempre la stessa scaletta, partendo dall'Epson EH-TW9300, passando quindi al JVC DLA-X5500 e concludendo col Sony VPL-VW260ES. Solo un paio di eccezioni, col JVC primo, a causa dei tempi biblici di quest'ultimo ad agganciare il segnale in ingresso. Oltre alla descrizione di quello che è successo, aggiungerò anche le mie personali considerazioni, condivise fortunatamente anche dalla stragrande maggioranza degli spettatori.

Dopo aver fatto accomodare le persone, ho sempre inviato tutti a consultare le prime quattro pagine dell'articolo che state leggendo, con tutte le specifiche dei proiettori a confronto e le misure nei tre approfondimenti. In questo modo mi è stato possibile risparmiare tempo prezioso che ho potuto dedicare al confronto e alla proiezione dei contenuti, riassumendo a parole soltanto le differenze principali tra i tre prodotti.

Nei minuti iniziali ho utilizzato Oblivion, un Blu-ray Disc ben "stagionato", in modo da mostrare le prestazioni con segnali full HD 24p. Con i "sottili" titoli di testa su fondo nero ho evidenziato il rapporto di contrasto nativo e livello del nero; con l'inizio del secondo capitolo invece la luminosità generale, il gamma, risoluzione e dettaglio, incarnati e bilanciamento del bianco, ricchezza di sfumature ed evidenza di artefatti con maschere di contrasto attivate. Infine, con qualche inquadratura del nono capitolo, ho analizzato di nuovo sfumature, risoluzione e dettaglio, incarnato e rumore sui primi piani e poi il famigerato "interrogatorio" con tutte le evidenze del rapporto di contrasto nativo.


- click per ingrandire -

Prima di andare avanti c'è da ricordare che lo schermo Screenline ha una base di 2,6 metri e un gain di circa 1.2. in queste condizioni l'Epson genera 50 NIT con CR (rapporto di contrasto) di 6.000:1, il JVC ha un terzo del flusso luminoso in più (67 NIT) e un CR di 18.000:1 mentre il Sony genera ben 82 NIT, (due terzi in più rispetto all'Epson) e ha un CR di 10.500:1. Tutte le macchine sono con lampada in ECO, con Epson e JVC in modo che il diaframma sia completamente chiuso. Il Sony, purtroppo, è senza alcun diaframma.

Con Oblivion, il vantaggio del JVC in termini di dinamica e rapporto di contrasto sono evidenti. Il JVC è anche quello con i valori del gamma praticamente perfetti, e si vede. Eppure Epson e Sony non sono così lontani. Il Sony è sicuramente troppo luminoso per 2,6 metri di base ma è un problema che durerà solo qualche centinaio di ore. Il CR dell'Epson è più che sufficiente nella stragrande maggioranza delle situazioni. Risoluzione e dettaglio del Sony vincono senza appello, segno di un DSP che rispetto agli altri due è più sofisticato. C'è anche da dire che il Sony può contare su 8 megapixel reali su cui applicare i vari "filtri" mentre gli altri due devono accontentarsi della metà della risoluzione. 


Un "fuori programma" di Marco Cicogna (AudioREVIEW) con audio multicanale di qualità
- click per ingrandire -

Dopo il full HD passo immediatamente alla risoluzione 4K e all'HDR con un paio di scene dallo spettacolare UHD Blu-ray 4K di "La La Land", quasi 90 GB di dati, con bitrate elevatissimo e qualità generale (anche audio) da riferimento assoluto per mettere in crisi TV e proiettori grazie a dinamica e colori a dir poco esagerati. Approfitto anche per ricordare che il film di Damien Chazelle è stato girato in pellicola 35mm e 16mm ad alta sensibilità (250 e 500 ASA) ed è quindi pieno di grana ed è probabilmente tra i titoli peggiori per risoluzione e dettaglio. Ma non sono certo risoluzione e dettaglio i particolari che voglio mettere in evidenza.

Nell'interminabile "piano-sequenza" della scena di apertura "Another Day Of Sun" (in realtà ci sono due tagli ben nascosti) c'è una dinamica esagerata, che va dai particolari sulle basse luci all'interno delle automobili fino ai potenti riflessi del sole su vetri e carrozzerie lucide delle autovetture, per non parlare dei bulbi di alcuni fari delle auto ancora accesi in cui si possono quasi contare i filamenti... Si tratta di una scena perfetta per verificare la inevitabile compressione della gamma dinamica effettuata dai proiettori che devono "riformattare" un segnale video pensato per un TV da 1.000 NIT a quello di un proiettore che potrà generare al massimo una luminanza compresa tra 80 a 100 NIT. 

Dopo aver ammirato, nella stessa scena di apertura, anche i colori primari e secondari a saturazioni elevate, passo al capitolo 5 e al balletto al crepuscolo, perfetto per mettere in evidenza il rapporto di contrasto nativo delle macchine, eventuali espansioni del nero oltre che derive del bilanciamento del bianco sulle basse luci. In più, il cielo ben oltre il tramonto ci offre un utile strumento per verificare molto rapidamente cosa succede con la grana della pellicola. In buona sostanza, il JVC sale in cattedra grazie all'elevata dinamica di cui è capace, specialmente nella scena al crepiscolo, con qualche tendenza ad affogare qualche particolare sulle basse luci. 


- click per ingrandire -

L'Epson, dal basso del suo CR che vale solo un terzo rispetto a JVC, mostra qualche limite sempre nella scena al crepuscolo ma è quello che sembra totalmente immune a qualsiasi tipo di "schiacciamento" dei primissimi step di luminosità. Il Sony è forse il più equilibrato come cromia e anche come dinamica però la compressione dinamica scelta per i contenuti in HDR non è soddisfacente e, nonostante sia il più luminoso (quasi 120 NIT mentre gli altri due sono a 106 NIT) mostra la corda poiché le immagini sembrano generalmente troppo scure, segno di una compressione dinamica insufficiente, e senza che ci siano strumenti nel menu per modificare la cosa.

Sull'evidenza della grana il Sony sale in cattedra, con Epson a seguire e con il JVC che tende ad esasperarne la presenza e con qualche limite nel riuscire a trovare il miglior compromesso tra le voci del menu "MPC", in modo da ridurre il dettaglio senza perdere in risoluzione. E proprio per la risoluzione, dopo La La Land, è la volta di Passengers, girato in digitale con Arri Alexa 65 (6,5K) con una pulizia di quadro, risoluzione e dinamica da riferimento assoluto. In questo caso, oltre che confermare quanto visto con La La Land, la maggiore risoluzione a disposizione nel Blu-ray 4K permette di evidenziare il vantaggio del Sony che stacca sensibilmente i due "vobulati", con l'Epson nettamente davanti al JVC.

Chiudo infine con qualche scena da una partita di calcio in 4K 60p e alcuni fermo-immagine che hanno permesso di evidenziare non soltanto il vantaggio del Sony in termini di risoluzione ma anche quello dell'Epson rispetto a JVC. In ogni modo, al di là delle nette differenze tra, è stato molto chiaro che la qualità raggiunta oggi da queste macchine di fascia media è elevatissima sotto ogni punto di vista. L'Epson è probabilmente il proiettore più equilibrato ed economico - anche per la lampada di ricambio - facile da installare e da calibrare e con flusso luminoso ben modulabile. Il Sony va ancora meglio in HD per qualità "out-of-the-box" ma perde qualcosa in HDR a causa di scelte che non condivido sulla compressione dinamica e che saranno presto corrette con un aggiornamento firmare. Il JVC è certamente la macchina più complessa e difficile da calibrare ma è anche quella che riesce a rendere più delle altre due la dinamica esagerata di alcune scene. 

I proiettori saranno ancora a disposizione da Garman ancora altri giorni. Vi invito dunque a tornare con i vostri dischi per testarli ancora più a fondo e per scegliere quella che vi piace di più. Per maggiori informazioni: www.videoproiettoriroma.com

 

 

 

Articoli correlati

Preview Epson EH-TW9300

Preview Epson EH-TW9300

In occasione dell'hi-fidelity a Milano e in previsione dei prossimi quattro eventi in compagnia dell'Epson EH-TW9300 tra ottobre e novembre 2017, ho deciso di pubblicare alcune misure di tutte le macchine che avrò a disposizione per portare a termine un interessante esperimento
Anteprima Sony 4K VPL-VW260ES

Anteprima Sony 4K VPL-VW260ES

Nella nuova gamma di proiettori home theater presentata ad IFA, Sony propone ora il suo "entry level" a risoluzione 4K nativa, compatibile con contenuti HDR10 e HLG, 1.500 lumen e ottica motorizzata, a 5.000 Euro; in attesa di un test approfondito ecco le prime misure
DLP alla riscossa: BenQ W11000 4K

DLP alla riscossa: BenQ W11000 4K

Il primo videoproiettore DLP 4K consumer ad arrivare sul mercato è il BenQ W11000: un prodotto importante, telaio con dimensioni generose, ottica manuale con lens shift e zoom 1,5X, lampada tradizionale ad alta pressione e ruota colore 6X. Mancano però la compatibilità con HDR e spazio colore BT.2020



Commenti (39)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Alyosha pubblicato il 20 Ottobre 2017, 13:50
Avete in programma una comparativa del genere anche a Milano ?
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 20 Ottobre 2017, 15:39
Non ancora, benché a Milano, tra Spazio2M e Videosell non credo che mancherà occasione.

Aggiungo anche che tra il 10 e il 12 novembre a Bologna ci sarà l'Audiovideoshow in cui ci saranno tutte queste macchine e anche altre, ancora più interessanti, oltre che qualche TV:

www.audiovideoshow.it

Emidio
Commento # 3 di: alemefi pubblicato il 20 Ottobre 2017, 20:17
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4778055
Aggiungo anche che tra il 10 e il 12 novembre a Bologna ci sarà l'Audiovideoshow in cui ci saranno tutte queste macchine e anche altre, ancora più interessanti, oltre che qualche TV:

Qualche DLP?
Sarei interessato ad un confronto
Grazie
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 20 Ottobre 2017, 22:06
Dovrebbe esserci un Vivitek 4K presso la sala del distributore Audiogamma.

Emidio
Commento # 5 di: lupoal pubblicato il 21 Ottobre 2017, 15:25
sottoscrivo la richiesta di confronto anche con un dlp... il Vivitek 2299 potrebbe essere interessante (ma anche il Acer VL-7860 LASER)

peccato per il JVC della serie 2016 che sappiamo avere problemi con l'interpolazione dei frame oltre all'immancabile chicca del tempo di aggancio hdmi biblico... sarebbe stato interessante sapere se nella serie 2017 hanno risolto
Commento # 6 di: Nordata pubblicato il 21 Ottobre 2017, 15:50
Ho qualche dubbio, mi pare di avere letto da qualche parte che i tempi di aggancio sono rimasti praticamente invariati (assurdo), per il FI mi piace pensare che se lo avessero migliorato magari avrebbero dovuto fare uscire un aggiornamento firm anche per i modelli più vecchi (lo so, pio desiderio).
Commento # 7 di: lupoal pubblicato il 21 Ottobre 2017, 16:33
io sarei già sollevato se non si dovessero fronteggiare le cose che si leggono quì --> http://www.avsforum.com/forum/24-di...te-10-17-a.html

visto che il CMD è una caratteristica/opzione che a molti piace/interessa sarebbe interessante avere anche dei test approfonditi circa il buon funzionamento e il confronto con implementazioni analoghe in altri marchi... ad esempio si dice che l'interpolazione nei nuovi dlp sia pari, se non meglio, di quella dei Sony che è da sempre fra le migliori se non la migliore in assoluto, ecco questo tipo di informazioni è interessante/utile/richiesto/auspicato non esistendo solo il mondo dei puristi dello scattino

il tempo di aggancio biblico è semplicemente assurdo... inconcepibile in una elettronica del 2017... era nettamente più veloce il mio TW5500 Epson di oltre 5 anni fa e ben meno della metà del prezzo equivalente... inspiegabile
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 21 Ottobre 2017, 23:44
Qui a Roma alcune persone hanno voluto controllare il CMD del JVC, soprattutto con sorgente UHD 24p. Ed il JVC è l'unico del terzetto a poterlo fare su materiale 4K, fino a 30p. Sony ed Epson si fermano al full HD.

In ogni modo hai ragione. Next time cercherò di riservare un approfondimento anche all'interpolazione dei fotogrammi.

Emidio
Commento # 9 di: lupoal pubblicato il 22 Ottobre 2017, 10:14
grazie
Commento # 10 di: guidopater pubblicato il 22 Ottobre 2017, 15:45
Grazie Emidio, è sempre un piacere leggere i tuoi articoli, non solo per le informazioni tecniche ma anche e soprattutto per la passione con cui affronti questi temi. Sono stato a lungo indeciso tra jvc 5500 e sony 9300. A proposito delle paure e dei dubbi che frenano alcuni negozianti ed alcuni produttori nel fare i confronti, a mio parere, non esistendo mai il prodotto perfetto, fare conoscere di più il proprio prodotto, anche confrontandolo con altri è quasi sempre un bene, quantomeno per il consumatore. C'è poca informazione e parte di quella esistente è fatta male. Nel mio caso, ad esempio, stavo prendendo il jvc ma, avendo trovato un venditore onesto, mi sono fermato perchè con uno schermo da 98 pollici white mi sarei abbronzato durante la visione. Non ho preso l'epson perchè sembra che potrebbe avere problemi con l'aggangio del segnale 4k del nuovo decoder di sky. Ma qui non ho certezze. Io sono al sud quindi posso sperare solo negli amici di pick-up per vedere qualcosa in funzione
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »