Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Shoot-out Epson, Sony, JVC

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 20 Ottobre 2017 nel canale PROIETTORI

“Epson EH-TW9300, JVC DLA-X5500 e Sony VPL-VW260ES: tre videoproiettori con caratteristiche e tecnologie diverse - 3LCD, D-ILA ed SXRD - si sfidano in un confronto "senza rete" a Roma, all'interno del punto vendita Garman nella giornata di sabato 21 ottobre 2017”

Epson EH-TW9300

 

 
- click per ingrandire -

L'Epson EH-TW9300 è un prodotto molto versatile e non soltanto per l'obiettivo con lens shift e zoom più estesi e il rapporto di tiro più corto. La lampada può essere modulata con più libertà rispetto agli atri due proiettori perché sono tre i livelli di potenza, eco, medio e normale. Inoltre l'Epson è dotato di due diaframmi; il primo può essere modulato in 20 passi e quando è totalmente chiuso taglia il flusso luminoso del 30% circa; il secondo ha un funzionamento totalmente automatico e se viene attivato permette di aumentare il rapporto di contrasto sequenziale poiché limita il flusso luminoso con le immagini più scure e lo lascia inalterato con quelle più luminose. Con la calibrazione, lampada a bassa potenza e diaframma chiuso, l'Epson esprime sullo schermo circa 50 NIT, praticamente perfetti e con gamma abbastanza lineare.

 
- click per ingrandire -

In modalità HDR il modello che ho trovato a Roma, con 200 ore all'attivo, raggiunge sullo schermo Screenline ben 120 NIT, superando di misura il Sony che invece di ore ne ha solo poco più di 30. Per la calibrazione in HDR ho scelto di raggiungere i 106 NIT esattamente come il JVC che, per la cronaca, senza limitazioni potrebbe sfiorare 145 NIT. La calibrazione è semplice, ho scelto come a Milano e a Padova la prima curva (Auto "Bright" ovvero HDR1) e ho controllato con la modulazione del contrasto il clipping in modo che avvenisse tra il 70% e il 75% ma in modo che il "bianco" al 50% del segnale in ingresso fosse il più vicino possibile a 25 NIT. Il risultato è ottimo ed è solo la limitazione sul rapporto di contrasto a rivelare qualche limite nella riproduzione HDR rispetto agli altri due proiettori, dal costo comunque superiore.

 
- click per ingrandire -

Anche per Roma ho scelto il gamut "normale", senza attivare il filtro colore per raggiungere il gamut DCI. Anche perché in queste condizioni non ci sono sorprese mentre invece per avventurarmi nella calibrazione in DCI sono certo che avrei bisogno di molto più tempo. Spero soltato che Epson riesca a mandarmi un campione prima che questo bel proiettore esca di produzione: solo allora sarò in grado di verificarne tutte le possibilità, in laboratorio e con strumentazione più sofisticata.

A questo punto la palla passa allo shoot-out dove potrete osservare con i vostri occhi il modo in cui le misure pubblicate in questo articolo avranno effetti sulle immagini. Dal vivo riusciremo anche a capire quali saranno le differenze in termini di dettaglio e risoluzione, sia con materiale full HD che con UHD 4K, anche fino a 60p. Come anticipato in apertura, proveremo a realizzare una diretta sabato alle ore 13:00 ma se qualcosa andasse storto, prometto che pubblicheremo un video-riassunto prima possibile, assieme ai commenti degli appassionati più smaliziati. 

... continua

 

 

 

 

Segue : Il verdetto Pagina successiva